tizianocavigliablog

Debora Serracchiani va all'Europarlamento

Res publica   04.04.09

Ho deciso di accettare la candidatura per due motivi. 1) per responsabilità verso il mio territorio che crede in questa candidatura e che mi ha chiesto di provare convintamente a farcela 2) perchè credo che questo partito meriti un gruppo dirigente nuovo che si formi nelle istituzioni e che, anche dalle istituzioni, chieda il rinnovamento. E' stata una decisione difficile, ma credo che sia un piccolo segnale importante. Spero che ne seguiranno molti altri. La base è stata fondamentale nell'indicazione delle mia candidatura. Dobbiamo continuare ad ascoltarci, dobbiamo mettere in rete i circoli e tutti coloro che possono dare un contributo, anche piccolo, alla costruzione di questo partito. Spero che sosteniate la mia decisione. Qualunque sia il risultato ... non vi libererete di me!!!! Buonanotte, Debora

Via Debora Serracchiani.

LEGGI ALTRO...
Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Facebook Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Twitter Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su WhatsApp Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Telegram Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog via Email
consigliato da Rhadamanth
Le strade, le ruote, i sentieri, i pedali, le corse, la pista, il sudore, l'agonia, il tifo, l'euforia, il trionfo. Il ciclismo.
Svelo
Le strade, le ruote, i sentieri, i pedali, le corse, la pista, il sudore, l'agonia, il tifo, l'euforia, il trionfo. Il ciclismo.

Leggi i commenti

1 commento

Castaldo Enrico ha scritto:

Cara Debora, non credo che la creazione di una nuova classe dirigente si formi attraverso una probabile carica da europarlamentare, ma attraverso il lavoro politico dal basso, nei circoli sull'intero territorio, con la crezione di un progetto politico chiaro e credibile che il nostro partito ancora non ha.
I giovani, che ti hanno applaudito all'assemblea dei circoli a Roma, credo che non chiedevano un paramentare nuovo (oltretutto esiliato a Strasburgo), una voce nuova che lavorasse nel partito e per il partito e non per una poltrona. "Le poltrone si consumano, ma gli uomini e le loro idee restano". Peccato!
Enrico Castaldo
Napoli

postato il 04/04/2009 alle 21:21:31