tizianocavigliablog
Mastro di chiavi.

I treni ai tempi dell'amore 30.12.09

Un disabile, una repressa, un'assistenza inesistente e un vagone di ignavi.

Caro direttore, è domenica 27 dicembre. Eurostar Bari-Roma. Intorno a me famiglie soddisfatte e stanche dopo i festeggiamenti natalizi, studenti di ritorno alle proprie università, lavoratori un po' tristi di dover abbandonare le proprie città per riprendere il lavoro al nord. Insieme a loro un ragazzo senza braccia.

Attenzione no pietà e compassione verso il disabile. Non ne ha bisogno.
Qui si parla di diritti negati a un cittadino e di becera maleducazione del nessuno in divisa.

[18:05] Le scuse di Trenitalia.

Leggi i commenti

7 commenti

Berta ha scritto:

Schifo. Tanto schifo.

postato il 30/12/2009 alle 14:09:14

Vix ha scritto:

Allora liberi tutti e tutti senza biglietto? Il controllore ha fatto il suo dovere.
Se a voi comunisti non sta bene scendete dal treno.

postato il 30/12/2009 alle 15:07:49

L'Eremita ha scritto:

E' colpa delle mezze stagioni @Vix. Non ti preoccupare, stai calmo e prendi la pillolina.

postato il 30/12/2009 alle 15:10:34

giorgio ha scritto:

Non è una questione di biglietto. E' una questione di rispetto verso il prossimo e verso un tuo cliente.
I due controllori sono stati inqualificabili.
I poliziotti con "Ah, questi, con questi non ci puoi fare nulla altrimenti succede un casino! Questi hanno sempre ragione, questi non li puoi toccare", hanno fatto il resto.

postato il 30/12/2009 alle 15:50:29

Piero ha scritto:

L'indifferenza e certi commenti fanno incazzare ancora di più.

postato il 30/12/2009 alle 17:33:52

Angelo Nardi ha scritto:

Tanto per zittire tutti quelli che dicevano che questa storia era una balla, sono arrivate le scuse ufficiali delle ferrovie.

postato il 30/12/2009 alle 18:16:23

sharpo ha scritto:

hai ragione

postato il 01/01/2010 alle 01:10:54