tizianocavigliablog
Cappello di Maglia.

La prima linea di difesa 02.05.10

L'incubo del terrorismo è tornato a colpire la vita dei cittadini di New York.
L'attentato, sventato ieri sera grazie all'intervento di un venditore ambulante di magliette, avrebbe senz'altro provocato una strage.

Una Nissan Pathfinder carica di propano, benzina e fuochi d'artificio parcheggiata sulla 45ma Strada all'angolo con Broadway, accanto al negozio di giocattoli Toys'R Us nel cuore di Times Square, era pronta ad esplodere.
La prontezza del venditore ambulante, veterano del Vietnam e già diventato a suo modo un eroe, che ha avvisato la polizia dopo aver visto fumo uscire dall'auto ha salvato la situazione. L'area è stata evacuata e il pericolo disinnescato.

La strategia americana per sensibilizzare i cittadini a segnalare ogni possibile evento sospetto questa volta ha fatto il suo dovere. Senza dimenticare il tempestivo intervento della polizia metropolitana e una buona dose di fortuna. Come ammesso dal sindaco Bloomberg.

We are very lucky, we avoided what could have been a very deadly event.

[17:41] I taliban pakistani hanno rivendicato l'attentato.

[21:20] L'intelligence è scettica a riguardo. Qualcuno punta il dito contro gruppi di estrema destra americani.
Qui si continua a pensare che la pista pakistana sia più convincente.