tizianocavigliablog
Mastro di chiavi.

Uscire dal giardinetto recintato della Fiat 13.01.11

Nel 2003 - 2004 Mirafiori era praticamente chiusa. Al punto che c'erano già alcune proposte per riconvertire quell’area persino in un mastodontico parco divertimenti. Una specie di Gardaland di Torino, non so se mi spiego. Quanto a Marchionne, rimane l'uomo che ha preso quella macchina ingrippata che era diventata la Fiat e l’ha salvata. Tornando a Mirafiori, c’è la possibilità storica non solo di portare quella produzione che là manca da vent’anni. Ma di farne un vero e proprio "hub" dell'innovazione per la mobilità sostenibile.

Detto con la massima sincerità, io sono esterrefatto per tutte le polemiche su Marchionne. L'ad della Fiat sta solo proponendo un nuovo modo di lavorare. Nel settore del tessile e dell’alimentaristica lavorano così da vent'anni. Ma soprattutto sono senza parole perché, in qualsiasi altra parte del mondo, uno che mette sul tavolo un miliardo di investimenti sarebbe stato accolto col tappeto rosso.

In attesa del risultato del referendum Fiat, il sindaco di Torino Chiamparino esprime il suo giudizio su Marchionne.
C'è chi parla ideologicamente di un mercato del lavoro che regredisce agli standard di inizio '900 e chi si concentra sulla realtà dei fatti guardando al futuro.
Ci si augura che prima o poi anche la dirigenza del PD possa capirlo.