tizianocavigliablog
Diamo perle ai porci.

I contenuti di The Daily 15.02.11

Il vero punto debole dell'iniziativa di Murdoch.
Qui lo si era indovinato già in tempi non sospetti.

La ragione principale della mia delusione è che non si costruisce un giornale partendo dalla base teorica che la tecnica sia più importante del contenuto. E qui invece lo si è fatto: si è creduto che più che i giornalisti, più che i contenuti, ad essere importante del Daily fosse il formato, l'iPad, la tecnica, il mezzo attraverso cui arriva. La qualità delle notizie è un po' simile alla qualità delle notizie di USA Today, un giornale la cui popolarità è dovuta soprattutto all'aver dato immagini a colore ai lettori.

Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Facebook Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Twitter Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su WhatsApp Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Telegram Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog via Email

Leggi i commenti

1 commento

fabio cavallotti ha scritto:

E' il vizio dell'editoria. Prima - all'epoca della carta - erano gli uffici marketing a creare il prodotto, a prescindere dal contenuto. Con il digitale, sono tecnici e grafici a farlo, ovviamente si prescinde sempre dal contenuto.

postato il 15/02/2011 alle 18:15:18