tizianocavigliablog
Un uomo impossibile.

La Libia è una questione interna araba 02.03.11

Il regime di Gheddafi tenta una controffensiva per riprendere il controllo del paese e allargare la fascia di sicurezza attorno a Tripoli. Finora senza troppo successo, le città di Brega, Zintan e Ajdabiya sarebbero infatti ancora in mano ai rivoltosi.
Intanto la Lega Araba, riunita al Cairo, si pronuncia contro un intervento militare esterno in Libia.

The Arab League, at the level of permanent delegates, on Tuesday introduced a resolution to be submitted to the ministers of foreign affairs during their meeting... to reject any foreign military intervention in Libya.

Il segretario generale della Lega, e possibile futuro candidato alle presidenziali in Egitto, ha tuttavia aggiunto,

The situation in Libya is tragic and we cannot accept it.

In mattinata gli Stati Uniti avevano escluso la prospettiva di istituire una no-fly zone NATO a protezione degli insorti, gelando la proposta del premier inglese Cameron che si è ritrovato costretto a fare retromarci.
Richiesta che tuttavia potrebbe arrivare alle Nazioni Unite dagli stessi leader dei rivoltosi, almeno secondo quanto riportato dalla Reuters dopo ave ascoltato Mustafa Gheriani, portavoce del gruppo 17 Febbraio.

We are probably going to call for foreign help, probably air strikes at strategic locations that will put the nail in his (Gaddafi's) coffin.