tizianocavigliablog
Spazio, ultima frontiera.

Perché la FIFA ha squalificato la squadra femminile iraniana 07.06.11

Nel calcio esistono 17 (+1) regole auree. La numero quattro cita l'equipaggiamento dei calciatori, dalla quale si deduce che si gioca a capo e collo scoperto salvo autorizzazioni dall'arbitro per casi eccezionali come fasciature mediche, tutori o condizioni climatiche avverse.
Il che risponde ad un principio molto basico, parità di condizione tra gli atleti.

La squadra iraniana è costretta dalla propria federazione, caso unico nel panorama delle 129 nazionali femminili aderenti, ad indossare un particolare hijab.
Il braccio di forza dell'inamovibile Iran ha costretto la FIFA ad agire di conseguenza escludendo di fatto alle calciatrici la possibilità di giocarsi l'accesso al torneo olimpico di Londra 2012, evitando pericolosi precedenti.

Andrebbe ricordato che la FIFA è l'organo preposto a governare e a far rispettare le regole del gioco. L'emancipazione delle donne non è all'ordine del giorno.