tizianocavigliablog
Ministro ombra della narrazione.

La rabbia aborigena all'Australia Day 26.01.12

La premier australiana Julia Gillard e il leader dell'opposizione Tony Abbott sono stati costretti a lasciare precipitosamente una celebrazione a Canberra in occasione della festa nazionale che ricorda lo sbarco della First Fleet nella Baia di Sydney nel 1788, dopo che qualche centinaio di sostenitori della causa aborigena armati di pietre e bastoni hanno assaltato il ristorante in cui si trovavano.
La protesta estremamente violenta ha colto come pretesto la dichiarazione di Abbott che si era detto favorevole a riconsiderare la posizione dell'ambasciata aborigena, l'accampamento che dagli anni '70 promuove le istanze degli indigeni australiani a Camberra.

Spiace dire che ancora una volta il ricorso alla violenza, stupido e gratuito, ha danneggiato un movimento da sempre pacifico, ponendo in secondo piano l'attenzione sulle problematiche aborigene.