tizianocavigliablog
Cappello di Maglia.

Un anno per recuperare la Costa Concordia 18.05.12

Oltre 300 milioni di dollari e almeno un anno di lavori. La previsione del consorzio Titan Salvage e Micoperi per recuperare la Costa Concordia semi affondata davanti alla costa dell'isola del Giglio.

Le fasi operative, è stato annunciato, saranno quattro e partiranno già la settimana prossima con i carotaggi per la posa in mare dei pali, in tutto 60, che serviranno come una sorta di intelaiatura per le operazioni ingegneristiche. La prima fase prevede la stabilizzazione della nave attraverso la costruzione di una piattaforma subacquea. Lungo il lato emerso della nave saranno, quindi, applicati alcuni cassoni capaci di contenere acqua. Quindi due enormi gru, fissate alla piattaforma, raddrizzeranno la nave con l'aiuto del riempimentio dei cassoni d'acqua. Una volta raddrizzata alla nave saranno, quindi, applicati altri cassoni anche dall'altro lato della fiancata. Infine, è stato spiegato dagli esperti, i cassoni di entrambi i lati saranno svuotati dall'acqua, non prima però di averla opportunamente trattata e depurata a tutela dell'ambiente marino e, successivamente, riempiti di aria. Una volta riportato nelle condizioni di poter galleggiare, il relitto sarà trainato in un porto italiano.