tizianocavigliablog
Il camerlengo? Sì, proprio lui.

Rosy Bindi sul matrimonio omosessuale 07.09.12

Io conosco molto bene la Costituzione me la porto dietro tutte le sere. Il Partito Democratico ha preso un impegno, preciso ma penso che il matrimonio sia un istituto pensato storicamente per gli omosessuali: potreste avere la fantasia di pensare a qualcosa di diverso.

La Bindi ospite alla Festa Democratica di Genova ha risposto così a Valerio Barbini, ex segretario genovese di SeL ed ex presidente di Arcigay, sul matrimonio omosessuale.

L'articolo della Costituzione a cui si riferisce Rosy Bindi è il 29,

La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio.

Il matrimonio è ordinato sull'eguaglianza morale e giuridica dei coniugi, con i limiti stabiliti dalla legge a garanzia dell'unità familiare.

Nel quale l'esponente democratica si appella all'ambiguità dell'aggettivo "naturale" per sostenere la sua strampalata tesi.

Leggi i commenti

1 commento

Gab ha scritto:

In natura, l'omosessualità è diffusa in 450 specie. L'omofobia solo in 1.

postato il 07/09/2012 alle 17:53:37