tizianocavigliablog
Sul lato radical chic dell'Atlantico.

Il non programma di Renzi 21.11.12

La ricetta di Matteo Renzi per scardinare le primarie del centrosinistra e rottamare l'Italia che non va.

Questo non è un programma: la solita raccolta di buone intenzioni e di proposte astratte che popolano le campagne elettorali e spariscono il giorno dopo. Qui non troverete né proclami, né promesse, perché la formula magica per risolvere i problemi dell'Italia non esiste. Ciò che esiste è un Paese stracolmo di capacità e di energie. Un Paese che, nella sua storia, è sempre uscito più bello e più forte dalle crisi che ha attraversato. E lo ha fatto grazie all'unica risorsa naturale della quale dispone in abbondanza: il talento degli italiani.

Ecco perché non ha senso proporre l'ennesima ricetta calata dall'alto. Quel che serve è un'occasione per mettere in rete le migliaia di idee e di esperienze che fanno dell'Italia un Paese molto migliore di come ce lo raccontano i media e la politica.

I programmi dei candidati alle primarie di centrosinistra: Bruno Tabacci, Laura Puppato, Nichi Vendola, Pier Luigi Bersani.

Leggi i commenti

1 commento

Milly ha scritto:

A parte il lessico, che in alcuni punti lascia a desiderare, quello che mi piacerebbe capire, è come attuare in concreto il pensiero del signor Renzi. Le belle idee, che copiose sicuramente scaturiranno dalle menti degli italiani, come potranno essere rese vitali se non c'è la minima idea di come farlo? Gradirei puntualizzare che qui siamo in Italia e non a Utopia.

postato il 21/11/2012 alle 23:19:14