tizianocavigliablog
See you space cowboy...

Sorprese gravitazionali 18.03.14

Il ricercatore Chao-Lin Kuo, del gruppo che ha rilevato le onde gravitazionali emesse dal Big Bang durante l'esperimento BICEP2, è andato a casa di Andrei Linde, professore di fisica all'Università di Stanford famoso per i suoi lavori sull'idea di universo inflazionario, per riferirgli in anteprima la notizia della scoperta della prova alla sua teoria.

Kuo sulla soglia di casa Linde parla di "5 sigma". Il termine è una misura statistica della deviazione standard che corrisponde a una probabilità di 3×10 elevato alla -7, pari circa a una su 3,5 milioni. È il modo dei ricercatori di dire "siamo sicuri al 99,x%".
Quando invece si riferisce a "0,2" cita il valore di r, dove r rappresenta il rapporto tra l'intensità delle perturbazioni scalari e quelle tensoriali. Un valore di r > 0 avvalora la teoria dell'inflazione cosmica. Prima di questa scoperta c'era un certo consenso attorno all'idea che r dovesse attestarsi su un valore di circa 0,1. Le misurazioni di BICEP2 sono invece compatibili con r = 0,2. Ovvero quasi il doppio più intense. Ciò significa che le energie in gioco al momento della produzione di queste onde gravitazionali fossero di circa 2 alla 1016 GeV. Un'energia così elevata corrisponde a una fase dell'universo in cui le forze fondamentali della natura erano unificate.