La fabbrica di cemento di Ricardo Bofill 28.02.17

La casa-studio Ricardo Bofill è un'enorme fabbrica di cemento abbandonata, risalente alla Prima Guerra Mondiale, che l'architetto ha deciso di acquistare nel 1973 e che da allora non ha mai smesso di ristrutturare, unendo e confondendo tra loro stili ed elementi che spaziano dal surrealismo, all'astrattismo e al brutalismo in un ambiente post-industriale.

"I have the impression of living in a precinct, in a closed universe which protects me from the outside and everyday life," said Bofill on his website. "The Cement Factory is a place of work par excellence. Life goes on here in a continuous sequence, with very little difference between work and leisure."

© 2017 Tiziano Caviglia. Anno XVI. Powered by Rhadamanth. Cookie policy. Abbracciamo HTML5 e il responsive webdesign.