tizianocavigliablog

Breve storia della carta igienica

Res publica   30.03.20

Se la moderna carta igienica è da attribuire a Joseph Gayetty con la sua invenzione datata 1857, ma la sua storia è molto più antica e risale al Medioevo come raccontato su The Medievalists.

Prima della sua invenzione, le persone usavano una varietà di metodi per pulire il fondoschiena: gli antichi romani avevano una spugna su un bastone, che dopo che la pulizia veniva posta in una ciotola di aceto per rimanere pulita. Nel Medioevo, le persone usavano bastoncini, muschio e altre piante. I reperti archeologici provenienti dai pozzi neri dei monasteri in Irlanda e Norvegia includono piccoli pezzi di stoffa usati come carta igienica.

Tuttavia, nella Cina medievale si era gradualmente sviluppato un nuovo metodo per pulirsi. L'invenzione della carta è tradizionalmente datata nel 105 d.C., sebbene prove archeologiche dimostrino che è stata utilizzata anche prima. La carta ha trovato molti usi in Cina e nel sesto secolo abbiamo il nostro primo riferimento storico sul suo utilizzo per l'igiene personale. Uno studioso di nome Yan Zhitui scrisse una lettera ai membri della sua famiglia, nella quale indicò un "documento sul quale vi sono citazioni e commenti tratti dai Cinque Classici e dai Quattro Libri, che non oso usare per scopi igienici". Ciò implica che egli abbia fatto uso di documenti meno meritevoli per tali scopi.

Nel IX secolo l'uso della carta per scopi igienici sembra essere abbastanza diffuso tanto che persino gli scrittori stranieri se ne sono accorti. In un testo sulla Cina e sull'India, lo studioso arabo Abu Zad al-Sirafi non approva tale pratica:

I cinesi sono antigienici e non si lavano la schiena con acqua dopo la defecazione, ma si puliscono semplicemente con carta cinese.

LEGGI ALTRO...
Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Facebook Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Twitter Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Pinterest Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su WhatsApp Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog su Telegram Condividi il post di Tiziano Caviglia Blog via Email
consigliato da Rhadamanth
Le strade, le ruote, i sentieri, i pedali, le corse, la pista, il sudore, l'agonia, il tifo, l'euforia, il trionfo. Il ciclismo.
Svelo
Le strade, le ruote, i sentieri, i pedali, le corse, la pista, il sudore, l'agonia, il tifo, l'euforia, il trionfo. Il ciclismo.