tizianocavigliablog
Europeista d'antan.

L'equipaggiamento di un ispettore per le armi chimiche 27.01.14

L'equipaggiamento di un ispettore per le armi chimiche

La crisi siriana ha contribuito a diffondere nell'opinione pubblica il delicato ruolo svolto dall'OPCW, l'organizzazione internazionale per la proibizione delle armi chimiche, recentemente insignita del premio Nobel.
Peter White ha raccontato a Foreign Policy ciò che indossa quotidianamente nel suo lavoro di ispettore in Siria.

Sarin siriano 16.09.13

Con profondo rammarico e choc il Segretario Generale ha preso atto che le armi chimiche sono state utilizzate su larga scala, causando numerose vittime, in particolare tra la popolazione civile, compresi molti bambini. Il Segretario Generale condanna nei modi più forti possibili l'uso di armi chimiche e ritiene che questo sia un crimine di guerra e una grave violazione al protocollo del 1925.
Sulla base delle prove ottenute durante le nostre indagini condotte sugli scontri di Goutha, la conclusione è che il 21 agosto 2013 armi chimiche sono state utilizzate nel conflitto in corso tra le parti nella Repubblica araba della Siria, anche contro civili, compresi bambini, su una relativamente vasta scala.

La relazione del Segretario Generale Ban Ki-moon sul rapporto sull'uso del sarin nella guerra civile siriana al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite è senza appello.
Ora possiamo tornare ad aprire gli occhi oppure possiamo pilatescamente voltarci dall'altra parte lavandoci la coscienza con il pensiero che la diplomazia abbia vinto la sua battaglia fermando i missili americani per merito di Putin. Quello stesso Putin che ha sempre strenuamente difeso i diritti civili, la cooperazione internazionale, la democrazia e la pace come nel caso del disastro del K-141 Kursk, della tolleranza nei confronti della comunità gay, della guerra in Cecenia e in Daghestan, dell'invasione della Georgia, della strage di Beslan, dell'uccisione di Anna Politkovskaja, dell'arresto di Michail Khodorkovskij e delle cene a base di polonio 210. Quel Putin lì.

Il punto della situazione sulle armi chimiche in Siria 13.09.13

Internazionale segue giorno per giorno con un live blog l'evolversi della crisi nel pantano siriano.

L'incidente di Goutha 28.08.13

Le intercettazioni di telefonate tra reparti dell'esercito siriano che secondo l'intelligence americana proverebbero il coinvolgimento del regime di Damasco nell'uso di armi chimiche contro la popolazione civile siriana di Goutha.

Last Wednesday, in the hours after a horrific chemical attack east of Damascus, an official at the Syrian Ministry of Defense exchanged panicked phone calls with a leader of a chemical weapons unit, demanding answers for a nerve agent strike that killed more than 1,000 people. Those conversations were overheard by U.S. intelligence services, The Cable has learned. And that is the major reason why American officials now say they're certain that the attacks were the work of the Bashar al-Assad regime -- and why the U.S. military is likely to attack that regime in a matter of days.