tizianocavigliablog
Tempesta di cervelli.

La volontà separatista catalana ridimensionata dalle urne 26.11.12

Ci si aspettava un pleibiscito per il CiU, ma il partito del presidente Artur Mas che ha puntato tutto sul messaggio di una Catalogna indipendente esce ridimensionato.
I catalani non hanno voluto concentrare in un'unica narrativa il desiderio di un cammino divergente dal resto della Spagna. La voglia di secessione, figlia della crisi, si è riversata in un voto di protesta che ha avvantaggiato la sinistra estrema di Esquerra Repubblicana de Catalunya.

Se queste elezioni dovevano segnare il primo passo verso la richiesta di un referendum sull'autodeterminazione catalana hanno sortito l'effetto contrario.
Quello che resta in mano ai centristi di Convergencia i Union è un'arma spuntata e a Madrid tutti lo hanno capito.

L'indipendenza della Catalogna è ancora lontana 22.11.12

Josep Oliver Alonso racconta le sfide e la strada ancora lunga da percorrere verso un'ipotetica indipendenza della Catalogna dalla Spagna.
Processo che con ogni probabilità farà il suo primo passo con le elezioni regionali del 25 novembre, dove il fronte favorevole al referendum separatista viene dato in vantaggio.

I tempi di profonda crisi che ci tocca vivere non sono i più adatti al cambiamento radicale. Per questo il 26 novembre segnerà l'avvio di un lungo processo che prima di ogni altra cosa dovrà determinare la nostra capacità di organizzare una consultazione. Questa è la chiave di volta, e dunque aspettiamoci un gran numero di minacce e pressioni. Ma non lasciamoci ingannare. Non stiamo parlando della nostra indipendenza o del nostro futuro in Europa. Il dibattito che sta per cominciare riguarda il nostro diritto di essere consultati.

Orgasmi elettorali 18.11.10

I due orgasmici spot elettorali in occasione delle elezioni in Catalogna.

I socialisti catalani puntano a far passare il messaggio che votare è un piacere.
La candidata di Alternativa de Govern, Montse Nebrera, ex popolare si lancia coperta solo da un asciugamano sul messaggio adescamento/scandalo.

Barcellona senza corride 28.07.10

Come vi avevamo anticipato, la Catalogna ha deciso con 68 voti contro 55 lo stop alle corride a partire dal primo gennaio 2012.

La corrida catalana 27.07.10

Domani il Parlamento catalano deciderà se proibire le corride in Catalogna.
La decisione verrà presa in seguito ad un'iniziativa legislativa popolare firmata da 140 mila persone in 120 paesi.

La Catalogna potrebbe dunque diventare, dal primo gennaio 2012, la prima regione della Spagna continentale a proibire le corride. Nelle Canarie gli spettacolo di tauromachia sono già vietati.

Lo sciopero catalano 15.12.11

Vigili del fuoco catalani in sciopero

Migliaia di dipendenti pubblici hanno manifestato a Barcellona contro il piano di tagli previsto dal governo della Catalogna.

Fonte: Publico

In Catalogna vince la destra 29.11.10

L'hotel Majestic sede elettorale del CIU

Nelle elezioni regionali catalane trionda Convergència i Unió del leader conservatore Artur Mas. Una sconfitta per il PSE e per Zapatero che molti analisti politici descrivono come l'antipasto per le prossime elezioni politiche.

Fonte: El Pais