tizianocavigliablog
Il peggio è passato. A prendermi.

Minority Bersani 18.04.13

Bersani abbraccia Alfano

E' stato il capolavoro politico di Pier Luigi Bersani.
Il segretario che ha portato il Partito Democratico al suo minimo storico è riuscito nell'impresa di sconvolgere milioni di elettori in una sola notte nel tentativo di cercare le larghe intese con il PDL su un nome condiviso per la presidenza della Repubblica.
Progetto poi miseramente naufragato nel volgere del primo scrutinio, non prima però di aver lasciato un partito a pezzi, fatto perdere un paio di punti percentuali in vista delle prossime elezioni regionali e amministrative e aver dato nuova linfa alla narrazione dell'inciucio con Berlusconi urlata da Grillo.

Pier Luigi, dai retta, fai un passo indietro per il bene del PD e del paese.
La tua visione politica e del mondo si è fermata al 1980. E si è arresa.

Sipario su Marini 17.04.13

In una delle notti più travagliate del Partito Democratico con 222 voti favorevoli, 90 contrari e 21 astenuti, Franco Marini - che con D'Alema congiurò contro Prodi per sua stessa ammissione - è stato scelto come candidato alla presidenza della Repubblica.
Un nome condiviso da Silvio Berlusconi e che frattura l'asse con SEL.
Mentre sui social network montava la protesta verso una scelta giudicata irricevibile fuori dal teatro Capranica un gruppo di elettori ineggiava a Stefano Rodotà, classe 1933, e il segretario Pier Luigi Bersani usciva da un ingresso secondario.

Sipario.