tizianocavigliablog
Tempesta di cervelli.

Election night 2008 05.11.08

06:15 CET / 00:15 EST

Il discorso della vittoria di Obama.

McCain annuncia la sconfitta.

05:16 CET / 23:16 EST

McCain ha chiamato Obama, possiamo chiuderla anche qui.
E' stata una bellissima nottata. Una notte in cui si è fatta la storia. In cui il sogno americano ha dimostrato di essere ancora vivo e vegeto. La dimostrazione che una società multietnica può portare buoni frutti e far avanzare la democrazia.
Grazie a tutti quelli che sono stati svegli e hanno giocato assieme a me. E secondo Google Analytics siete stati davvero tanti.
Obama è a 297, McCain a 139.

05:04 CET / 23:04 EST

E' fatta. Barack Obama è presidente degli Stati Uniti d'America.
Il candidato democratico ha superato la soglia dei 270 grandi elettori.
Ha 47 anni. E' forse questo il segnale più importante arrivato dall'America oggi, probabilmente più del fatto che sia afroamericano.

04:39 CET / 22:39 EST

Obama viene dato in vantaggio in Florida (51% a 49% con l'80% dei voti scrutinati), in Virginia (51% a 49% con il 91%) e in Montana secondo la CNN.

04:27 CET / 22:27 EST

Libero titola: "Futuro nero? ma va'". Huffington Post: "... president-elect: Obama ..."

04:16 CET / 22:16 EST

Qui non si chiude ancora. Troppa strizza.

04:16 CET / 22:16 EST

Vespa e l'ANSA danno la vittoria a Obama. Un po' come Slate.

L'Iowa chiamato per Obama ha scatenato l'entusiasmo dei network italiani.

03:57 CET / 21:57 EST

La sfida si sposta su Virginia e Florida. Ne basterebbe uno dei due per chiuderla qui e andare a letto.

La Repubblica chiama la vittoria: "Obama presidente, il sogno è storia".
Per il Corriere: "Obama corre verso la presidenza".

03:41 CET / 21:41 EST

I network danno anche il New Mexico a Obama.
CNN: 194 a 69 per il candidato democratico.
ABC: 200 a 124.

03:36 CET / 21:36 EST

ABC da per certo l'Ohio per Obama.

03:22 CET / 21:22 EST

La Camera dei Rappresentanti è saldamente in mani democratiche.

03:09 CET / 21:09 EST

Secondo la CNN il Senato è democratico.

03:04 CET / 21:04 EST

CNN consegna la Pennsylvania a Obama. E' uno degli stati chiave.

02:58 CET / 20:58 EST

Stanno per essere chiamati una quindicina di stati. Nel mentre gli scrutini per il Senato Federale e la Camera dei Rappresentanti danno un vantaggio al Partito Democratico.

L'ologramma di cui parlavamo prima lo potete trovare qui.

02:43 CET / 20:43 EST

Va detto che il New York Times ha la più bella grafica sulle elezioni, con le singole contee che si colorano di rosso e di blu.

Sulla RAI intanto passa il messaggio: "Obama fa il nero".

02:36 CET / 20:36 EST

MSNBC da la Pennsylvania a Obama. L'Ohio pure viene chiamato a Barack (e sono i primi dati); e questo è importante.

02:16 CET / 20:16 EST

Diamo una nota di colore a questa lunghissima notte.
Secondo certe interpretazioni della Bibbia e Nostradamus, Obama vincerebbe le elezioni e porterebbe la fine del mondo.
Profezia che viene ripresa anche da Sollog (paragnosta, veggnete, quelle robe lì insomma). Il libro rivelazione s'intitola "The Barak prophecy".

02:04 CET / 20:04 EST

Al momento le proiezioni danno 77 voti a favore di Obama, 34 per McCain.
Arrivano dati importanti dalla Florida, al momento colorata di blu.

01:57 CET / 19:57 EST

La contea di Vigo è rappresentativa del voto degli Stati Uniti dal 1892: Obama è in testa.

01:47 CET / 19:47 EST

A "Porta a Porta" sta andando in onda un servizio sull'endorsement del centro destra italiano per Obama. Che poi Obama ha anche copiato il programma alla PdL.
Roba che Barack e Silvio sono la stessa persona con nomi diversi.

Ma perché le vignette in tv devono essere tutte imbarazzanti? Tutte. Possibile?

01:39 CET / 19:39 EST

CNN:
Mitch Daniels (Partito Repubblicano) è stato rieletto governatore dell'Indiana.
Daniels è stato il primo repubblicano ad essere eletto al governo dell'indiana dopo 16 anni; era dato ampiamente favorito nei sondaggi prima del voto.

Negli stati del sud avanti McCain.

01:31 CET / 19:31 EST

Se siete deboli di cuore non guardate l'home page del New York Times in questo momento.

Vale ricordare che il tasso di partecipazione alle elezioni negli stati incerti è "senza precedenti". La notizia arriva dai responsabili delle operazioni di voto.

01:26 CET / 19:26 EST

Intrade consegna l'Indiana a Obama. Si parla di scommesse.
Rossella ce l'ha con la moglie di Barack, la accusa di razzismo.

01:16 CET / 19:16 EST

La vogliamo dire tutta?
Per il momento ce la stiamo giocando.

Nel frattempo si è vista la prima inviata in forma di ologramma. Avete presente la principessa Leia in Star Wars?

01:14 CET / 19:14 EST

Proiezioni CBS:
La Virginia andrebbe a Obama. Sarebbe un bel colpo.

Va detto che i principali network americani stanno facendo girare tonnellate di fuffa.

01:03 CET / 19:03 EST

Proiezioni CNN:
Indiana too close to call.
Proiezioni ABC:
Kentucky a McCain, Vermont a Obama.

00:57 CET / 18:57 EST

Certo che Polito mena una sfiga...

00:45 CET / 18:45 EST

Circolano dei dati del New Hampshire (sondaggio), Barack Obama al 67% contro il 33% di John McCain.
Gli altri sondaggi in rete sono troppo ottimisti per essere pubblicati. Un po' di scaramanzia accidenti.

00:33 CET / 18:33 EST

Arrivano i primi dati da Indiana e Kentucky. Siamo intorno all'1% dei voti reali scrutinati.
Obama in vantaggio nel primo, McCain nel secondo.

00:29 CET / 18:29 EST

Pare che McCain abbia rischiato di chiudere prima del tempo. Paura durante l'atterraggio.

00:22 CET / 18:22 EST

Va detto che gli americani sanno stare in fila.
Avete presente l'assembramento durante le nostre elezioni?
Qui da me è iniziato il diluvio. Segnale?

00:00 CET / 18:00 EST

Ci siamo.
Ci sono i primi exit poll da Fox News (siamo al livello di Tgcom):
Obama in testa in Virginia (58%, McCain a 39%), McCain in Indiana (54%, Obama è dato a 44%) e Ohio (51%, Obama al 47%).

Votati al cambiamento 04.11.08

Mappa dell'orario di chiusura dei seggi negli Stati Uniti d'America

Come annunciato dalla mezzanotte si seguirà la lunghissima notte elettorale americana.
Preparate qualcosa di forte.

Too close to call 02.11.08

Ecco un paio di tool per dilettarsi nell'attesa di conoscere il nome del nuovo presidente degli Stati Uniti.

Techpresident ha creato una mappa interattiva che rappresenta il peso elettorale di ogni stato americano nella corsa alla Casa Bianca.

Google, collaborando con la Digital Scholarship Lab alla University of Richmond, si è spinto più in là, mostrando mappe accurate sino alle singole cotee dei risultati elettorali dal 1980 al 2004.

Nel mondo reale invece si fa un gran parlare della zia di Obama, Zeituni Onyango di 56 anni residente a Boston e, secondo le informazioni portate alla luce, immigrata clandestina.
Obama ha rilasciato dichiarazioni in cui spiega di non essere a conoscenza dei fatti e che comunque la legge andrà applicata e fatta rispettare.
Lo staff di McCain ha azzannato l'osso; ultimo "scandalo" e ultima chance per risalire nel voto popolare.

Sondaggi che proprio negli stati chiave darebbero la maggiornaza al candidato democratico.

I screwed up 17.10.08

Il primo capitolo, per chi se lo fosse perso.

Well, let me just correct something very quickly 27.09.08

Le tag cloud dei discorsi di McCain e Obama nel primo dibatt

Sostanziale pareggio. No, ha vinto McCain. Ma figurati Obama ha trionfato.
As usual.

Palin era impegnata a cacciare i caribù 25.09.08

Vicolo cieco 29.08.08

McCain sceglie la coerenza e nomina Sarah Palin come sua vice.

Contraria ai matrimoni, sostenitrice del diritto di portare armi, antiabortista, ma a favore della pena di morte.

Paris for president 06.08.08

La risposta di Paris Hilton a John McCain.