tizianocavigliablog
Tempesta di cervelli.

Ticket perdente 07.11.12

Era dal 1972 che un ticket presidenziale non perdeva in entrambi gli stati natali. E' successo oggi a Romney e Ryan sconfitti da Obama in Michigan e Wisconsin.

La rosicata di Karl Rove 07.11.12

Il siparietto con cui Karl Rove - lo stratega repubblicano della vittoria elettorale di George W. Bush - ha contestato in diretta Fox News per aver concesso la vittoria dell'Ohio e quindi la presidenza a Obama troppo presto resterà nella storia delle rosicate assieme alle bandierine di Emilio Fede.

Sei fattori che condizioneranno la sfida tra Obama e Romney 06.11.12

L'Atlantic prende in esame i sei fattori che potrebbero decidere la sfida presidenziale consegnando i 270 grandi elettori decisivi per vincere la gara per la Casa Bianca.

After a campaign of unprecedented expense and duration, the third presidential contest in the past four to divide America almost exactly in half is now almost in the hands of the voters. With polls showing President Obama holding a small lead over Mitt Romney in key battleground states, but locked in a virtual dead-heat nationally, here's a look at the factors that could decide who gets the 270 Electoral College votes needed to win the race for the White House on Nov. 6.

Gli zombi di Romney 30.10.12

Joss Whedon tratteggia a modo suo Mitt Romney. Probabilmente il miglior spot elettorale pro Obama di tutta la campagna.

Sapete, come molti americani liberali ero entusiasta quando Barack Obama ha vinto le elezioni. Ma ora il mondo è cambiato e Mitt Romney è un candidato molto diverso. Uno la cui visione e determinazione si fa spazio tra gli affari e la politica e che finalmente porta il suo paese verso un'apocalisse di zombie. Romney è pronto ad effettuare degli tagli su sanità, istruzione, servizi sociali, diritti riproduttivi, che garantiranno povertà, disoccupazione, sovrappopolazione, malattie, rivolte, tutti elementi cruciali nella creazione di un mondo popolato da zombie.

Meno cavalli e baionette 23.10.12

Alla Lynn University di Boca Raton, in Florida, il presidente Obama surclassa il candidato repubblicano nell'ultimo dibattito televisivo, prima del voto di novembre, incentrato sulla politica estera.
Dalla Russia all'Afghanistan, dalla Cina all'Iran Obama ha dimostrato che esiste un unico comandante in capo. Un'unica regia diplomatica e militare. E siede alla Casa Bianca.
Si parla davvero poco di Europa. L'Unione resta il principale partner strategico degli Stati Uniti, ma gli obiettivi su cui l'America deve centrare la sua attenzione in questo momento si trovano altrove sul mappamondo. Si chiamano Mali, Siria e Iran.

Quando si tratta di politica estera Romney sembra voglia riproporre la politica estera degli anni '80. Proprio come le politiche sociali degli anni '50 e quelle economiche degli anni '20.

La scelta presidenziale 22.10.12

The American Presidency Project raccoglie gli endorsement ai candidati alla presidenza da parte dei principali giornali degli Stati Uniti.

Momenti libici 17.10.12

Politico ha raccolto i dieci migliori momenti decisivi, cinque a testa, del secondo dibattito tra un Obama grintoso e diretto al cuore degli elettori e un nervoso Romney.
Tra i passaggi chiave che hanno concesso la vittoria a Obama la vicenda dell'assalto all'ambasciata americana in Libia.

iPhone a 899 Euro, come non detto... 15.01.07

Le perplessità su iPhone diventano più concrete dopo la scoperta della prevendita dell'iPhone (da 4 GB) su Amazon.de taglia la testa al toro.
900 € per un telefonino? Un prezzo non certo popolare.

Candidati alla prova del televoto 16.10.12

Alle 3 di questa notte, saranno le 21 a New York, andrà in onda il secondo dibattito televisivo tra Obama e Romney.
Nello studio allestito alla Hofstra University occhi puntati sui gesti e le mosse dei candidati. In attesa di vedere la capacità di ripresa del presidente Obama.

Ricette liguri (-2) 23.12.06

Focaccia al formaggio di Recco

Ingredienti

  • 1/2 kg di farina
  • 1 cucchiaino di sale
  • Olio extravergine d'oliva
  • 1 bicchiere d'acqua
  • 1/2 kg di formaggio

Preparazione

Preparare la pasta con la farina, 4 cucchiai d'olio, il sale, l'acqua. Dividerla in 4 masse rotonde e lasciala riposare 40 min. Oliare 2 teglie basse, del diametro di 20 cm circa.
Stendere la pasta con il mattarello e tirare la sfoglia per portarla allo spessore più sottile possibile.
Mettere il primo disco sulla teglia e ricoprire con pezzetti di formaggio, ponendoli a pochi centimetri di distanza l'uno dall'altro.
Ricoprire con il secondo disco e tagliare la pasta in eccesso. Aggiungere un pizzico di sale e cuocere in forno caldissimo a 250° per non più di 1 o 2 minuti.
A cottura ultimata, cospargere con un filo d'olio.
Togliere dal forno.
Eseguire con le altre teglie.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22

Crosspost su GBC.

La notte di Romney 04.10.12

Pochi dubbi su chi abbia vinto il dibattito più twittato della storia americana. Maggiori incertezze invece sul peso che questo successo avrà sulla campagna di Mitt Romney.

Un Obama, troppo presidenziale e poco aggressivo, ha lasciato campo libero ad uno sfidante che arrivada da settimane disastrose e che non avendo nulla da perdere ha saputo presentarsi più tonico e spigliato.
Un dibattito ben riuscito tuttavia non consegna la Casa Bianca. Gore e Kerry vi ricordano qualcosa?
Romney resta incapace di presentare soluzioni credibili ai problemi del paese e sebbene a parole affermi il contrario tutte le riforme proposte dal GOP sembrano una decisa marcia indietro rispetto agli ultimi quattro anni di politica dell'amministrazione Obama. Un ritorno al passato, costellato di bugie, che non incanta più.

Mitt Romney è un candidato con poche idee e confuse che ha saputo piazzare un buon colpo d'immagine lungo una campagna da dimenticare.
Troppo poco, troppo tardi.

Quel 47% di stronzi 18.09.12

Mitt Romney è sicuro di non poter fare breccia sul 47% degli americani per essere eletto.
Il sito Mother Jones ha pubblicato un video catturato di nascosto in cui il candidato repubblicano alla Casa Bianca, presente a una raccolta fondi, si dice convinto che il 47% degli americani dipenda dal governo per sopravvivere pensando di aver diritto all'assistenza sanitaria, al cibo e alla casa. Uno zoccolo duro vittimista che voterà per il presidente Obama perché incapace di prendersi la responsabilità di pensare alle proprie vite.

Un passo falso che può giocargli la campagna. Ultima gaffe di un candidato opaco e incapace.

Clint Eastwood ruba la scena a Romney 31.08.12

L'unica intuizione alla convention repubblicana di Tampa è arrivata grazie all'ottuagenario regista che ha improvvisato una conversazione con un presidente Obama fantasma.

L'invisibile Obama 31.08.12

Invisible Obama è la parodia su Twitter dello show di Clint Eastwood alla convention repubblicana di Tampa.

Paradisi presidenziali 29.08.12

Per non smentire le voci che vedono il candidato repubblicano Mitt Romney implicato in trucchi fiscali per pagare meno tasse sfruttando i paradisi fiscali, si è pensato bene di tenere un party per i suoi donatori migliori a bordo di uno yacht battente bandiera delle Cayman.

La campagna presidenziale americana 2012 sui social media 22.08.12

La campagna presidenziale 2012 sui social media

Almeno per quanto riguarda la presenza sui social media il presidente Obama ha già vinto la sua rielezione nella corsa alla Casa Bianca.

Obama e Romney analizzati da Twitter 01.08.12

Twitter ha lanciato Twitter Political Index, uno strumento che confronta il gradimento dei due candidati presidenziali attraverso l'analisi di centinaia di milioni di tweets al giorno in tempo reale.

La vera forza di Romney 08.05.12

Archiviate le primarie repubblicane escono i primi sondaggi sul reale peso di Romney, e la distanza dal presidente Obama è più risicata di quanto si potrebbe immaginare.

Mitt Romney è il nuovo Bob Dole? 09.03.12

La debolezza del principale candidato alle primarie repubblicane sta diventando un marchio di fabbrica e impone scelte drastiche per risollevare una campagna deludente.

Vincitori e sconfitti nel Super Tuesday 07.03.12

L'analisi politica di The Fix sulla vittoria/non vittoria di Mitt Romney alle primarie repubblicane e sul suo deludente appeal elettorale.

The Republican presidential primary campaign's busiest night - 10 states voted in all - turned more into a marathon than a sprint as the Ohio primary wasn’t called for former Massachusetts governor Mitt Romney until early Wednesday morning.

After a (short) night's sleep to think on what we witnessed, we came up with a handful of winners and losers from the night that was.

Romney è un cavallo azzoppato 08.02.12

La vittoria di Santorum nei caucus di Colorado e Minnesota e alle primarie in Missouri non è rilevante ai fini del conteggio dei delegati per la convention del 27 agosto a Tampa. Il candidato della Pennsylvania resta un outsider.
Il dato politico è il fatto che Mitt Romney è al momento incapace di polarizzare consensi e fare breccia nei cuori della base repubblicana. Un grosso problema in vista della sfida decisiva di novembre contro Barack Obama.

Il lungo febbraio di Romney 01.02.12

Il trionfo di Mitt Romney nelle primarie repubblicane in Florida rilancia la sua campagna in vista dei tre attesissimi appuntamenti di febbraio.
Se Romney riuscirà a strappare il Nevada il 4 febbraio e l'Arizona e il Michigan il 28 febbraio con vittorie schiaccianti avrà la nomination in tasca. Sarà infatti molto difficile per gli altri candidati, Newt Gingrich in testa, riacquistare terreno sufficiente da poter ribaltare i giochi nel Super Tuesday del 6 marzo.

Ha vinto Santorum, forse 19.01.12

Il riconteggio dei voti in Iowa assegna la vittoria a Santorum.
Il primo scrutinio nei caucus repubblicani aveva visto prevalere Romney per una manciata di voti.
Tuttavia nonostante il vantaggio risicato Santorum - 34 voti - non può essere dichiarato vincitore nell'Iowa in quanto mancherebbero i voti di otto distretti che, secondo il presidente del partito repubblicano dello stato Chad Olsen, sarebbero scomparsi.

Passi falsi repubblicani 19.01.12

A due giorni dalle primarie in South Carolina i due principali contendenti repubblicani inciampano su finanza e famiglia.

Secondo ABC Mitt Romney ha 8 milioni di dollari depositati in 12 fondi registrati nel paradiso fiscale delle Isole Cayman.

L'ex speaker della Camera Newt Gingrich viene accusato dalla sua seconda moglie, Marianne, di aver voluto un matrimonio aperto che gli consentisse di frequentare l'allora amante, e attuale consorte, Callista.

Obama è troppo europeo 11.01.12

La posizione di Mitt Romney, neo vincitore anche alle primarie in New Hampshire, si trasforma incidentalmente in un complimento per il presidente Obama.

1. Obama "wants to turn America into a European-style entitlement society. We want to ensure that we remain a free and prosperous land of opportunity."

2. "This President takes his inspiration from the capitals of Europe; we look to the cities and small towns of America."

3. "I want you to remember when our White House reflected the best of who we are, not the worst of what Europe has become."

I caucus in Iowa in due minuti 04.01.12

Tutto secondo previsioni in Iowa. Incertezza e vittoria di Romney per appena 8 voti su 100.000 rispetto a Santorum.
Ora inizia la vera sfida tra i più tristemente impresentabili candidati repubblicani degli ultimi anni.

Le sedie vuote in attesa del dibattito 16.10.12

Lo studio alla Hofstra University

Tutto pronto alla Hofstra University per il secondo dei tre dibattiti televisivi che vedranno contrapporsi Obama e Romney in vista dell'appuntamento elettorale del 6 novembre.

Fonte: TLUC Blog

L'evento politico più twittato della storia 04.10.12

Sala stampa durante il primo dibattito tra Romney e Obama

E' andato in scena il primo dibattito televisivo tra i candidati alla presidenza degli Stati Uniti, Romney e Obama. Lo sfidante repubblicano ha brillato più per demerito del presidente Obama che non per la concretezza delle sue proposte nella serata che ha visto usare Twitter come mai prima d'ora durante un evento politivo.

Fonte: TLUC Blog