tizianocavigliablog
Tempesta di cervelli.

La nuova manovra finanziaria 30.09.04

Il Ministro SiniscalcoL'obiettivo programmatico per la legge finanziaria 2005 è un deficit effettivo pari al 2,7% del PIL, (al 2,9% nel 2004). Rispetto all'andamento del deficit tendenziale 2005, stimato al 4,4% del PIL, l'adeguamento è pari a 24 miliardi di euro.

Per il 2005, vengono incrementate del 2% tutte le voci di spesa del 2004; incrementi maggiori, tuttavia, sono previsti per alcune voci a valenza sociale e strategica: pensioni ed altre prestazioni sociali, investimenti fissi lordi.

Nel complesso la spesa pubblica primaria (cioè, al netto degli interessi sul debito) cresce del 2,6% rispetto al 2004. Il provvedimento non tocca l'andamento tendenziale della spesa per il personale. Il Consiglio ha inoltre approvato il disegno di legge recante il bilancio di previsione per l'anno 2005 e il bilancio pluriennale per il triennio 2005-2007, la Nota di aggiornamento al Documento di programmazione economica e finanziaria 2005-2008, nonché la Relazione previsionale e programmatica per l'anno 2005.