tizianocavigliablog

Multimedia archivio

L'utilizzo delle miniature nel cinema di Wes Anderson

Multimedia   30.06.23  

Vox racconta come alcuni dei registi più quotati degli ultimi anni abbiano contribuito a far rivivere l'arte dei modelli in miniatura per i loro film; discutendo con lo scenografo veterano Simon Weisse di come Wes Anderson li abbia utilizzati nei suoi lungometraggi come ad esempio Grand Budapest Hotel, French Dispatch e Asteroid City.

I modelli in miniatura nei film sono molto più comuni di quanto si possa pensare.
Se è vero che film più vecchi, come Star Wars uscito nel 1977, si affidavano alle miniature a causa dei vincoli tecnologici, alcuni registi continuano a sfruttare questa tecnica integrandola con i più moderni vantaggi partati dal CGI. Il tutto per ottenere un tipico realismo che finisce per diventare una vera e propria cifra stilistica.

LEGGI ALTRO...

Quei meravigliosi sfondi dei Looney Tunes

Multimedia   23.06.23  

The Gaze sottolinea lo sforzo artistico dietro ogni sfondo prodotto per i Looney Tunes.
Quando i personaggi vengono rimossi ciò che resta è uno sfondo elegante e silenzioso. Uno spazio di transizione che ha abbandonato lo stile realistico utilizzato spesso da Disney, preferendo invece una scelta artistica capace di adattarsi allo stile dei personaggi del cartone animato. Se i protagonisti vengono rappresentati con linee e colori piatti, lo stesso sarà fatto con gli sfondi. Mentre se i personaggi sono delle caricature, anche gli sfondi assumeranno una nature caricaturale, come imperfezioni esagerate o prospettive allungate e distorte.

Viene inoltre suggerito come molte opere d'arte abbiano ispirato i vignettisti che, attraverso questi sfondi, richiamano i dipinti di Edward Hopper, De Chirico, Rockwell Kent, Salvador Dalí e David Hockney.
Sfondi che sono a loro volta delle vere e proprie opere d'arte che non necessitano dei personaggi dei Looney Tunes o della colonna sonora per essere apprezzati.

LEGGI ALTRO...

Il making of Asteroid City

Multimedia   20.06.23  

Kodak alza il sipario sul making of dell'atteso nuovo lungometraggio di Wes Anderson, Asteroid City.

Ignari dei fatti che stanno per accadere, i ragazzi e i loro genitori partecipano all'annuale convention di astronomia dei Junior Stargazer che si tiene nell'omonima e immaginaria città nel deserto, Asteroid City.
Un evento straordinario cambierà però per sempre la vita di tutti i partecipanti, sconvolgendo completamente la programmazione della convention degli aspiranti astronomi e dei loro genitori.

LEGGI ALTRO...

Apple Lisa un fallimento di successo

Multimedia   11.06.23  

Nel documentario Lisa: Steve Jobs' sabotage and Apple's secret burial, The Verge racconta la storia della nascita e della fine ingloriosa dell'Apple Lisa.

La storia del Lisa è una storia di innovazione, di sfide e di insuccessi. Lo sviluppo del Lisa ha richiesto molti anni di lavoro e un investimento enorme da parte di Apple e Steve Jobs, che in uno primo momento sostenne il progetto prima di voltargli le spalle.
Apple Lisa ha incontrato molte difficoltà sul mercato e non ha avuto il successo sperato per limitazioni tecniche e prezzi eccessivi. Questo ha portato Apple a chiudere la produzione del Lisa e a smantellare gli stock rimanenti, poi sepolti in una discarica nello Utah.
Tuttavia questo catastrofico fallimento ha rappresentato una grande fonte di ispirazione per il successivo rivoluzionario Macintosh.

Senza il Lisa forse oggi non saremmo qui a parlare ancora di Apple.

LEGGI ALTRO...

Harvey Milk e la bandiera arcobaleno

Multimedia   08.06.23  

Brightly Storytime ripercorre la storia della bandiera arcobaleno dai suoi inizi, nel 1978 a San Francisco con l'attivista Harvey Milk e l'artista Gilbert Baker, sino a oggi, divenuta un simbolo di speranza e di orgoglio per milioni di persone in tutto il mondo.

Il libro Pride: The Story of Harvey Milk and the Rainbow Flag, scritto da Rob Sanders e illustrato da Steven Salerno, narra la storia della bandiera arcobaleno e la lotta per i diritti civili. Grazie a questi racconti, possiamo imparare a conoscere meglio la storia e la cultura della comunità LGBTQIA+ e ad apprezzare l'importanza dell'inclusione e della diversità nella nostra società.

LEGGI ALTRO...

I film che un fotografo dovrebbe guardare

Multimedia   01.06.23  

Se sei un fotografo e sei alla ricerca di ispirazione, i film possono essere una fonte preziosa di spunti creativi.
Tatiana Hopper esamina il cinema di Akira Kurosawa per analizzare l'uso delle lenti, del contrasto, del chiaroscuro e della composizione al fine di migliorare il nostro occhio fotografico e ispirarci durante la realizzazione della nostra forma d'arte.

LEGGI ALTRO...

L'idea di far indossare i guanti ai personaggi dei cartoni animati

Multimedia   30.05.23  

Da Topolino a Bugs Bunny, molti personaggi dei cartoni animati legati alle origini dell'animazione indossano guanti bianchi. L'intuizione di questo espediente nasce dalla necessità di disegnatori di aumentare il contrasto con lo sfondo.
I guanti bianchi infatti rendevano le mani dei personaggi più visibili e distinte sullo schermo e risultavano meno onerose da animare, dato che si lavorava in bianco e nero; una motivazione analoga alla nascita delle iconiche quattro dita.
Infine, come racconta Vox, hanno contribuito anche aspetti culturali: l'immagine elegante e sofisticata data dai guanti e i riferimenti ai varietà conosciuti come i Minstrel show.

LEGGI ALTRO...

I film originali e di successo prodotti da A24

Multimedia   16.05.23  

Un video di Vox racconta la storia dell'ascesa di A24, una casa di produzione e distribuzione cinematografica e televisiva indipendente passata da piccolo studio a potenza cinematografica capace di imporsi nel panorama di Hollywood e di vincere agli Oscar. Con all'attivo film del calibro di Ex Machina, The Witch, Everything Everywhere All at Once, Hereditary e The Whale.

Il successo di A24 è dovuto al suo approccio unico alla produzione cinematografica e alla sua promozione. A differenza di altre case di produzione più grandi, A24 si concentra su film indipendenti e di nicchia, che spesso vengono realizzati con budget limitati e senza (o poche) star di Hollywood. Questo permette ai registi di avere maggiore libertà creativa e di sperimentare nuove idee e stili, il che spesso porta a risultati sorprendenti e innovativi.
A24 ha dimostrato di avere una grande capacità di individuare nuovi talenti e di supportarli nella realizzazione dei loro progetti e nel promuoverli. Il suo successo è la dimostrazione che c'è ancora un mercato per questo genere di cinema.

LEGGI ALTRO...

Alien un film della Pixar

Multimedia   15.05.23  

Yellow Medusa film Alien ha sfruttato l'intelligenza artificiale di ChatGPT e Midjourney per realizzare la sceneggiatura e l'animazione di un corto che reimmagina il capolavoro della fantascienza diretto da Ridley Scott nel 1979, Alien, come se fosse un lungometraggio prodotto dalla Pixar, con una giovane Ripley e un Xenomorfo in cerca di se stesso.

L'idea di mescolare l'horror fantascientifico a un film di animazione per bambini potrebbe sembrare assurda, ma in realtà è solo un esempio di come l'intelligenza artificiale possa essere utilizzata per aiutarci a creare qualcosa di inaspettato e sorprendente, generando idee innovative e fuori dagli schemi.
Un tentativo che vuole dimostrare le potenzialità dell'intelligenza artificiale usata come strumento prezioso nel processo artistico.

LEGGI ALTRO...

Cineprese, specchi e riflessi sul grande schermo

Multimedia   14.05.23  

Il regista Paul E.T. spiega come i registi utilizzino e manipolino i riflessi sugli specchi per non rivelare le cineprese durante una scena.
L'uso di specchi e riflessi nei film può creare un'atmosfera surreale e misteriosa, ma può anche essere utilizzato per creare effetti speciali e visivi unici, attraverso l'uso di telecamere nascoste, l'angolazione della luce e la post-produzione.

Ne Il cigno nero, ad esempio, il riflesso di Natalie Portman nello specchio diventa un personaggio a sé stante che sembra quasi prendere vita propria.
In Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban, per girare la scena della lezione con il Molliccio sono state utilizzate due riprese e un green screen.
In Inception gli specchi creano un effetto labirintico e confuso che riflette la natura stessa del film.
Infine, in Triangle, gli specchi vengono utilizzati per creare un'atmosfera claustrofobica e angosciante, poiché la protagonista sembra rimanere intrappolata in una sorta di loop temporale.

L'uso e la manipolazione dei riflessi sugli specchi è un'arte che richiede grande maestria e creatività da parte dei registi per creare effetti sbalorditivi e trasmettere emozioni e sensazioni al pubblico, rendendo i loro film ancora più coinvolgenti ed emozionanti.

LEGGI ALTRO...
‹ Post più recenti     Post più vecchi ›     e molto di più nell'archivio...