tizianocavigliablog

Res Publica archivio

La fisica dei campi da tennis

Res publica   04.07.15  

Esistono oltre 160 superfici diverse su cui giocare a tennis.
Grantland ha raccolto le analisi su come queste superfici possono influire sul gioco.

The most important factor is the "coefficient of friction," a measurement of the abrasive force between the ground and the tennis ball. Courts with high frictional coefficients interfere with the movement of the ball, disrupting its forward momentum. Think of a sluggish clay court. According to experiments performed by the ITF, a shot hit without spin and traveling at 67 mph will lose about 43 percent of its ground speed after contact with the clay surface, slowing down to a leisurely 38 mph. (The reason clay steals momentum is rooted in the friction of all that loose brick, which clumps around the ball. Each clump is like a little speed bump.) As a result, players have a few extra milliseconds to hit a return.

LEGGI ALTRO...

Tennis in slow motion

Res publica   02.07.15  

Un servizio a oltre 228 km/h ripreso in super slow motion a 6.000 fps. Niente di meglio prima di godersi una nuova giornata a Wimbledon.

LEGGI ALTRO...

Gli anni della dracma

Res publica   29.06.15  

Scheda referendaria greca

Deve essere accettato il piano di compromessi proposto dalla Commissione europea, il Fondo Monetario internazionale e la Bce all'Eurogruppo del 26 maggio 2015, composto da due documenti che costituiscono l'intera offerta? Il primo documento si intitola "Riforme per il completamento del prigramma corrente e oltre" il secondo "Analisi preliminare della sostenibilità del debito".

Un referendum consultivo, quello greco qui proposto, su una bozza di accordo economico è forse l'idea più paracula e pilatesca mai tentata nella storia della politica europea da quei due bluff che passano sotto il nome di Varoufakis e Tsipras.

LEGGI ALTRO...

Demolition man

Res publica   25.06.15  

Il premier Matteo Renzi, la sua visione e la sua politica raccontati dal New Yorker.

Italians who admire Matteo Renzi call him "our best hope." More skeptical Italians say, "Well, maybe our only hope." The Western press hedges its bets with "brash" but "confident." And his enemies use the term il rottamatore, the demolition man. Renzi agrees with his enemies. "I'm the scrapper," he told me. "I'm cleaning up the swamp."

LEGGI ALTRO...

Toti di Libia

Res publica   23.06.15  

L'UE e l'ONU non stanno rispondendo alle richieste avanzate dall'Italia, fa male dirlo perché avremmo voluto più solidarietà da Bruxelles e una maggiore attività sui territori africani da parte delle Nazioni Unite. Tuttavia è bene ricordare che l'Italia è uno Stato sovrano e il suo comportamento deve essere coerente con quello degli altri Paesi, senza arrivare all'ipotesi di innalzare muri.
Personalmente sono favorevole a un intervento in Libia, anche da soli nel senso dell'Italia, perché qualcuno gli scarponi sulla sabbia deve pur metterli. Sulle problematiche aperte dagli arrivi dei migranti c'è molto da fare basti pensare alla distruzione dei barconi e al rimpatrio dei migranti privi dei presupposti per stare sul territorio europeo, cosa che del resto fa anche la civilissima Australia.

Toti, neo governatore della Liguria, è pronto a un intervento militare in Libia anche senza un quadro di legittimità internazionale, perché qualcuno gli scarponi sulla sabbia deve pur metterli.

Ve lo riscrivo.

Toti, neo governatore della Liguria, è pronto a un intervento militare in Libia anche senza un quadro di legittimità internazionale, perché qualcuno gli scarponi sulla sabbia deve pur metterli.

Ai liguri l'onere di un lustro di vuoto pneumatico.

LEGGI ALTRO...

La freccia di Hillary Clinton

Res publica   11.06.15  

Il logo della campagna presidenziale di Hillary Clinton

L'uso intelligente e la versatilità del logo della campagna presidenziale di Hillary Clinton sta conquistando anche i più scettici.

It is through all these iterations that Clinton's logo fully displays its iconic value: It is highly recognizable despite the changes, and the much-criticized right-facing red arrow is now appears as it was likely meant to: pointing the way forward. The different backgrounds aren't just an innovative graphic solution-they are the visual embodiment of the values Clinton is building her campaign around. It vehicles a leadership based on collectivity and inclusiveness rather than the elitist individualism Clinton is often accused of.

LEGGI ALTRO...
‹ Post più recenti     Post più vecchi ›     e molto di più nell'archivio...