tizianocavigliablog
Sensei.

America's Cup day 4 - It's Oracle 14.02.10

Il catamarano Alinghi e il trimarano BMW Oracle Racing

L'America's Cup vola a San Francisco. Dopo dieci anni si compie il sogno di Larry Ellison.

BMW Oracle Racing vince una coppa senza storia.
Unico brivido della giornata, il vantaggio di Alinghi nel primo lato cancellato alla prima boa.
Ancora una penalità in partenza per il team svizzero.

Un bravo timoniere per gli elvetici non avrebbe fatto male.

La coppa che abbandona per la seconda volta l'Europa in 159 anni di storia. Resta l'amaro in bocca per come sono stati gestiti l'evento e le regate da parte di Ernesto Bertarelli.

America's Cup day 3 - BMW Oracle domina 12.02.10

15 minuti e 28 secondi di ritardo. Un abisso.
E' il distacco che il trimarano Oracle, partito disastrosamente con 1 minuto e 45 secondi di ritardo, ha inflitto ad Alinghi. La penalità inflitta al catamarano di Bertarelli - sì non è stata una buona partenza per nessuno - non influirà dunque sul risultato del match.
Nessun errore in regata per la barca svizzera. Solo nodi in meno. Uno. Due. Tre. Costantemente. Per tutto il bastone.

Una nota. Oracle si è permessa di raggiungere Alinghi nel lato di bolina e poi ammainare il genoa e navigare solo con la randa. Dimostrando tutta la superiorità della vela dal profilo alare della barca americana.
Un schiaffo in pieno volto agli svizzeri.

Ripensandoci, la scelta del catamarano non è stata vincente.
Le drammatiche analogie con la sfida del 1988 diventano ogni minuto più reali.

America's Cup day 2 - regata annullata 10.02.10

Ora potete iniziare a maledire Larry Ellison per aver innescato questa pazza edizione dell'America's Cup.
O potete maledire Ernesto Bertarelli per l'ingenuità nell'organizzare il dopo Valencia 2007.

Un altro rinvio. Venerdì sarà il prossimo giorno utile.

America's Cup day 1 - regata annullata 08.02.10

Scegliere Valencia come venue per l'America's Cup significa spaere che si incorrerà in problemi di vento debole e ballerino.
L'annullamento di oggi non è certo un biglietto da visita incoraggiante per gli organizzatori, che volevano lasciarsi alle spalle al più presto i drammi giudiziari degli ultimi anni e spostare l'attenzione sul campo di regata, ma in fondo la vela è anche questo.

33rd America's Cup 06.02.10

33rd America's Cup

Catamarani contro trimarani. Qualcosa di simile al 1988. San Diego. La sfida dei kiwis di Michael Fay su "Big Boat", disegnato da Bruce Farr, contro il catamarano "Stars & Stripes" di Dennis Conner.
Si respira aria di America's Cup. Lunedì si parte.

Dirette e commenti un po' ovunque.

Le regate dell'America's Cup gratis in streaming 26.01.10

Dall'8 febbraio si torna in acqua per la 33esima America's Cup, dopo una battaglia legale che sembrava destinata a durare in eterno e che ha minato lo spirito della competizione e la pazienza degli appassionati di vela.

Per la prima volta le regate (8 e 10 febbraio, più l'eventuale match race di spareggio il 12) verranno trasmesse in streaming gratuitamente sul sito del consorzio e con aggiornamenti costanti via Twitter.

America's Cup: così è come lo fanno gli svizzeri 03.07.07

Si riprende dopo la sosta forzata di Domenica a causa del poco vento.

Le barche partono entrambe mure a dritta.
Match race serrato i kiwi e gli svizzeri si alternano al comando.
Alinghi costringe Team New Zeland al dial up alla prima boa di bolina e passa con soli 7 secondi di vantaggio.

Nel finale della prima poppa Alinghi non riesce a dare stabilità allo spinnaker e Team New Zeland riesce a sopravanzare rollando il Defender.
I kiwi scelgono la sinistra ala cancello, Alinghi va a destra.
Il vantaggio per i neozelandesi si attesta sui 14 secondi.

La bolina è molto combattuta, il Defender recupera metri su metri costringendo i kiwi sulla lay line di sinistra.
Team New Zeland cerca di rispondere. Virata spericolata per passare dietro ad Alinghi, ma la barca svizzera costringe i neozelandesi all'errore. Penalità per i kiwi.
Il Defender passa la boa con 12 secondi di vantaggio. Sembra finita.

L'ultimo lato di poppa è al cardiopalma.
Alinghi allunga, ma il vento gira radicalmente. Il Defendere rompe lo spi e quasi si ferma. L'arrivo si farà di bolina.
I kiwi fanno il doppio della velocità rispetto agli svizzeri, ma hanno una penalità da scontare.
Alinghi pasticcia. Il recupero dello spi è difficoltoso.

Team New Zeland si prepara a scontare la penalità. Gli svizzeri tornano ad accelerare e tagliano il traguardo un secondo prima dei neozelandesi.

La Coppa America resta in Europa dopo il finale più incredibile in 156 anni di storia del trofeo.

Race 7

  • Alinghi batte Emirates Team New Zeland

America's Cup

5 Alinghi
2 Emirates Team New Zeland

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9, Flight 10, Flight 11
LVC semifinali: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5, Race 6, Race 7
LVC finale: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5
America's Cup: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5, Race 6
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zeland, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing, Areva Challange, +39 Challange
Il defender: Alinghi

America's Cup - il defender: Alinghi 22.06.07

AlinghiIl sindacato nato nel 2000, arriva alla vittoria dell'America's Cup nel marzo del 2003, battendo Team New Zealand per 5-0.
Grazie a questo storico successo, Alinghi riporterà la coppa in Europa per la prima volta dopo 156 anni.
Team comprendente 130 persone, ha sede in Svizzera e corre con i colori dello Yacht Club che rappresenta, la Société Nautique de Genève.

Negli atti che hanno preceduto questa Louis Vuitton Cup, la barca svizzera ne ha dominato cinque su sei.
Nel 2006 si è piazzata al secondo posto del Louis Vuitton ACC Championship 2006 e alla fine dell'anno è andata a Dubai dove ha iniziato le selezioni per scegliere il miglior equipaggio per la difesa del titolo.
Rientrati a Valencia, gli svizzeri hanno messo a punto la nuova SUI 100.
Possibile punto di forza la nuovissima chiglia mobile, capace di compensare la flessione dello scafo generata dal peso del bulbo e un nuovo sistema per modificare in regata la posizione del paterazzo.

Yacht Club Société Nautique de Genève
Numeri Velici SUI 64, SUI 75, SUI 91, SUI 100
Anno di fondazione del Team 2000
Designer Rolf Vrolijk, team progettuale di Alinghi
Skipper / Timoniere Brad Butterworth / Jochen Schuemann, Peter Holmberg, Ed Baird
Capo del sindacato Ernesto Bertarelli
Pozzetto Brad Butterworth, Peter Evans, Murray Jones, Jordi Calafat , Juan Vila, Mike Drummond
Sito web www.alinghi.com

Sailing team
Ernesto Bertarelli (Team manager, Runner)
Brad Butterworth (Skipper, Tactician)
Peter Evans (Tactician)
Murray Jones (Strategist)
Jordi Calafat (Strategist)
Mike Drummond (Navigator)
Juan Vila (Navigator)
Rodney Ardern (Runner)
Ed Baird (Helmsman)
Josh Belsky (Pitman)
Curtis Blewett (Midbowman)
Claudio Celon (Trimmer)
Simon Daubney (Trimmer)
Enrico De Maria (Grinder)
Jan Dekker (Bowman)
Yves Detrey (Pitman)
Warwick Fleury (Trimmer)
Nils Frei (Trimmer)
Yann Gouniot (Trimmer)
Peter Holmberg (Helmsman)
Christian Karcher (Grinder)
Bernard Labro (Bowman)
Lorenzo Mazza (Trimmer)
Will McCarthy (Grinder)
Mark McTeigue (Grinder)
Matt Mitchell (Midbowman)
Mark Newbrook (Mastman)
Dean Phipps (Runner)
Francesco Rapetti (Mastman)
Craig Satterthwaite (Runner)
Jochen Schuemann (Helmsman)
Brian Sharp (Grinder)
Nicolas Texier (Grinder)
Peter Van Nieuwenhuyzen (Bowman)
Matthew Welling (Grinder)
Rene de Vries (Afterguard)
Otmar Keller (Afterguard)
Cecile Duboeuf (Afterguard)
Pierre-Yves Jorand (Afterguard)

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6, Flight 7 e sfida Mascalzone - Desafio, Flight 8, Flight 9, Flight 10, Flight 11
LVC semifinali: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5, Race 6, Race 7
LVC finale: Race 1, Race 2, Race 3, Race 4, Race 5
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zeland, Desafio Espanol, China Team, BMW ORACLE Racing, Areva Challange, +39 Challange