tizianocavigliablog
Ha dimostrato il paradosso del gatto imburrato.

Facebook come FriendFeed 04.03.09

Screenshot di Facebook

Il nuovo layout di Facebook. Online dal prossimo mercoledì.

Spread the love, not the virus 01.12.08

Red ribbon

World AIDS day.

La Sagrada Familia nel 2026 26.09.13

Questo video mostra una rappresentazione 3D delle ultime fasi di edificazione dell'iconica basilica minore di Barcellona che dovrebbero concludersi intorno al 2026.

Il segreto del successo del Barcellona 26.03.12

L'ex presidente del Barcellona Joan Laporta racconta la genesi del successo del Barça.

Il modello, avvocato. Che cosa significa "mes que un club"? Qual è il segreto del Barça?
"In primo luogo la storia. La nostra è una squadra più che centenaria, foro di democrazia e di diritto. Negli anni di Franco, quando parlare catalano era proibito, al Barça si parlava la nostra lingua. Uno dei nostri presidenti fu fucilato dal dittatore fascista. Il Real era la squadra del regime, la nostra quella della regione che vanta il primo parlamento d'Europa. Il Barça non ha un padrone, è di proprietà dei soci. Fra la squadra e la comunità c'è una prossimità integrale. Barcelonismo e catalanismo sono una cosa sola: è una mentalità".

Rigore e lavoro, è questo il catalanismo?
"Cultura dello sforzo. Onestà. Responsabilità. Senso comune. Quello che noi chiamiamo "seny". Voi dite buon senso. Però poi i catalani hanno una vena di vittimismo che non è arrendevolezza, al contrario: semplicemente mediano, conciliano, sopportano e vanno avanti. Questo serve a resistere ma non basta per vincere. Noi abbiamo fatto in modo che il Barça vincesse".

Appunto, come?
"Gli elementi sono quattro. Catalunya è uno. Poi però ci voleva Cruyff, che è il secondo. Il terzo è la masia, il vivaio. Il quarto è Unicef. Il privilegio di dare".

Cominciamo da Cruyff.
"Senza Cruyff nulla sarebbe successo. Quando venne a giocare da noi ero bambino. Era l'anno della Liga dorada, '73/74. Noi portavamo le divise e i capelli corti con la riga stile franchista. Lui aveva i capelli lunghi. Una moglie bellissima, Dani. Volava, in campo. Fu il primo a fare pubblicità facendosi pagare: è lavoro, diceva. Il progenitore del diritto di immagine! Lo adoravamo. Poteva andare ovunque, era il Messi di allora. Per meglio dire: Messi è il Cruyff di oggi... Poi negli anni Novanta è tornato da allenatore. Generoso, furbo, coraggioso, carismatico. Il gusto per lo spettacolo che diventa arte. Quattro regole semplici: avere la palla, massimo due tocchi, velocità, pressione sull'avversario. Un modo genuino di giocare. Cruyff ci ha semplicemente mostrato che c'era tutto per vincere, bastava farlo. E per farlo bisognava divertirsi, appunto, perché giocare significa divertirsi, no? Mi ricordo che a Wembley, alla finale di Champions contro la Sampdoria, fece uscire i giocatori dagli spogliatoi dicendo solo questo: "Andate, e divertitevi". I ragazzi hanno imparato. Messi quando gioca sembra che lo faccia nel cortile della scuola. Si diverte".

Ruby 31.03.06

Ruby è un linguaggio di scripting orientato ad oggetti, sviluppato nel 1993 da Yukihiro Matsumoto.
Ruby, per affermazione dello stesso autore, è volutamente ispirato a Smalltalk.
Esistono ulteriori somiglianze col Perl (sintassi ed espressività) e il Lisp (chiusure, i blocchi di Ruby).

Ruby è un linguaggio interpretato.
Il suo interprete, attualmente alla versione 1.8.4, è scritto in C ed è rilasciato con una licenza stile BSD.

Perché Ruby?
Perché è dinamico, perché è libero e open source, perché permette i blocchi, perché è relativamente semplice da imparare, perché è OOP, perché permette facilmente di aggiungere , modificare o eliminare classi e metodi a runtime.

Ultimamente Ruby stà acquistando una certa popolarità grazie alla comparsa di framework per lo sviluppo di applicazioni web, come Ruby On Rails.
Rails è un framework open source per applicazioni web scritto in Ruby e modellato sull'architettura Model-View-Controller (MVC).
Rails è distribuito attraverso RubyGems, ovvero il formato dei pacchetti e il canale di distribuzione ufficiale per librerie ed applicazioni Ruby.

Il framework si basa su due linee guida:

  • "Don't Repeat Yourself", ovvero le definizioni devono essere poste una volta soltanto grazie al fatto che Ruby On Rails è un framework "full-stack";
  • "Convention Over Configuration, significa semplicemente che se, durante la programmazione, si rispettano le convenzioni stabilite da Rails non saranno necessarie ulteriori configurazioni.

Ruby on Rails supporta numerosi database tra cui MySQL, Oracle, PostgreSQL, DB2, SQLite e SQL Server.

Tutto il necessario per scaricare Ruby.

Crosspost su Rhadamanth.net Weblog, Voice over IT.

Niente Scalfarotto in tv 10.09.05

Doveva essere la serata di Ivan Scalfarotto (per chi ancora non lo sapesse, candidato alle primarie del centro sinistra), ospite della nuova trasmissione di Mentana, Matrix su Canale 5.

Ed invece, guarda il caso, il film che la precede sfora e Matrix viene rimandata.

Strano, eh?
Da notare che appunto prima della trasmissione di Mentana veniva trasmesso un film, per la precisione "Scoprendo Forrester", e com'è noto i film non hanno la tendenza a sforare da soli.

Aggiornamento: è stata la trasmissione Paperissima Sprint a sforare di quaranta (40) minuti e quindi a produrre i ritardi a catena e la cancellazione della puntata di Matrix.
Il dubbio comunque rimane.
Come può una trasmissione, in replica, sforare di ben 40 minuti finendo per far sospendere un programma di punta come quello condotto da Mentana?

Technorati Tags: , , .
Crosspost su BlogFriends.

Il trionfo del Barcellona in Champions League per immagini 28.05.11

Il trofeo della UEFA Champions League

Lo stadio di Wembley

Un'azione tra Barcellona e Manchester

Pedro festeggia il gol

Il pareggio di Rooney

Messi segna

Il gol di Messi

Giggs reclama una calcio di rigore

Messi in azione

I tifosi del Barcellona

Il Barcellona festeggia la vittoria in Champions League

Messi con il trofeo

La serata di Wembley vede un'unico vincitore incontrastato.
Il Barcellona di Messi non ha rivali, il Manchester può solo stare a guardare.
Il 3 a 1 finale consegna la quarta coppa al Barça.

1984 11.05.05

Copertina di '1984' di George OrwellE' il 1984 e il mondo è diviso in tre sfere di influenza: l'Eurasia, l'Estasia e l'Oceania dove vige il Socing (Socialismo Inglese) e dove Winston Smith trascorre la sua esistenza nella capitale, Londra.

L'Oceania è la patria del Grande Fratello, del Partito, della psicopolizia.
Uno stato dove tutto in apparenza è permesso tranne pensare e comportarsi al di fuori degli schemi e dai dettami del Socing.

Un romanzo tristemente attuale che vede un uomo comune combattere contro un potere ed un totalitarismo che sembrano regnare sovrani, che combatte per amore e per preservare l'ultimo granello di umanità che gli è rimasto.

Il mondo tratteggiato da Orwell è dominato da una guerra continua combattuta attraverso alleanze che variano al variare delle stagioni, ma che il popolo non percepisce come tali.
Gli unici svaghi sono quelli presentati dalla propaganda del Grande Fratello, gli unici legami sono quelli costituiti al solo scopo di riprodursi.
L'unico pensiero ammesso è quello imposto dal Partito.

Un'umanità assoggettata alle menzogne che accetta supinamente, che combatte guerre contro nemici invisibili per scopi a lei oscuri, un'umanità squassata e prona dall'appiattimento culturale ed emotivo.
Un'umanità vessata anche nel modo di esprimersi. La "neolingua" infatti non è altro che un idioma concepito e strutturato per irregimentare anche la parola.

Una nazione che maschera una dittatura feroce sotto le insegne di una democrazia universale.

"L'ignoranza è forza", "la libertà è schiavitù", "la pace è guerra".

Il Barcellona campione del mondo 2015 20.12.15

La finale del FIFA Club World Cup tra Barcellona e River Plate

Il Barcellona ha battuto il River Plate per 3-0 nella finale di Yokohama del mondiale per club, l'ottavo vinto da una squadra europea. Con questo trofeo il Barcellona ha vinto quest'anno ogni titolo in palio dell'anno: la Liga, la Champions League, la Copa del Rey, la Supercoppa UEFA Cup e appunto il mondiale per club. Il FIFA Club World Cup è la competizione calcistica per club che assegna il titolo di campione del mondo. Si disputa tra le squadre vincitrici dei tornei continentali organizzati dalle sei confederazioni appartenenti alla FIFA più una squadra aggiuntiva per il paese ospitante.

Fonte: Eurosport

Il quinto titolo continentale del Barcellona 06.06.15

Il Barcellona festaggia la Champions League 2015

Con 3 reti a 1 all'Olympiastadion di Berlino, il Barcellona si aggiudica la sua quinta Champions League. Quattro titoli vinti negli ultimi dieci anni. Per la Juventus si tratta della sesta finale persa, a suo modo un record, seppur negativo, in Europa.

Lo sciopero generale in Spagna 29.03.12

Lo sciopero in Spagna

La Spagna scende in piazza per uno sciopero generale di 24 ore per protestare contro la riforma del lavoro del governo di centro destra. La Spagna ha uno dei più alti livelli di disoccupazione nella zona euro.

Fonte: Guardian

Il Barcellona sul tetto del mondo 18.12.11

Il Barcellona vince la FIFA Club World Cup

Il Barcellona schianta il Santos 4 a 0 e conquista il Mondiale per club FIFA a Yokohama.

Fonte: Marca

Lo sciopero catalano 15.12.11

Vigili del fuoco catalani in sciopero

Migliaia di dipendenti pubblici hanno manifestato a Barcellona contro il piano di tagli previsto dal governo della Catalogna.

Fonte: Publico

La Supercoppa europea è del Barcellona 26.08.11

Il Barcellona vince la UEFA Super Cup 2011

Il Barcellona batte per due reti a zero, reti di Messi e Cesc, il Porto conquistando nel Principato di Monaco la UEFA Super Cup.

Fonte: Marca

Sonar 2011 17.06.11

Un uomo balla al Sonar 2011

Barcellona a metà giugno diventa il punto d'incontro gli artisti d'avanguardia e per i più influenti professionisti della musica e dell'arte contemporanea, in quello che è considerato come il più influente festival della musica elettronica.

Fonte: Sky News

Il Barcellona vince la Champions League 28.05.11

Messi nella finale di Champions League

3 a 1 il risultato finale a Wembley. Inutile il pareggio di Rooney per il Manchester United, la superiorità dei blaugrana è innegabile. Il Barcellona si conferma campione per la quarta volta.

Fonte: Guardian