tizianocavigliablog
Tu vola disinvolto.

Lo scontro nel PD in due tag cloud 22.01.14

Il tag cloud della lettera di Cuperlo

La lettera di dimissioni da presidente del Partito Democratico di Gianni Cuperlo visualizzata in una tag cloud che evidenzia l'orgoglio ferito di una corrente minoritaria.

Il tag cloud della lettera di Renzi

La risposta di Matteo Renzi tutta incentrata sul fare.

Due retoriche differenti. L'una storicamente perdente, l'altra narrazione di una nuova stagione.

Il rottamatore 21.01.14

Uno dei cavalli di battaglia del nuovo segretario del Partito Democratico è sempre stato il rinnovamento della classe politica e il superamento dei veti incrociati all'interno di una dirigenza che nella sua storia ha collezionato una serie imbarazzante di sconfitte proprio a causa di.
Un PD rivoltato come un calzino, capace di gestire le sfide della nostra epoca e pronto a incidere profrondamente il tessuto della società non può essere un partito che si ripiega su se stesso a ogni mozione, schiacciato sotto il peso del ricatto di una minoranza nostalgica che ha perso di vista la realtà dopo il veglione di Capodanno del '79.
Le dimissioni da presidente del PD di Gianni Cuperlo, interessato a presentarsi più come capo corrente che non come figura di garanzia, segnano un ulteriore passo di quel cammino tracciato da Matteo Renzi e condiviso attraverso milioni di voti alle primarie.

Oggi si cambia verso.

C'è chi oggi fa e chi fino a ieri ha solo parlato 21.01.14

Ci aspetta un cammino intenso che può finalmente cambiare l'Italia.

Quello che io ho potuto fare nel siglare l'intesa con gli altri partiti lo sai: se l'accordo reggerà avremo superato il bicameralismo perfetto, modificato l'errore del Titolo V, ridotte le indennità e i rimborsi dei consiglieri regionali, garantito il bipolarismo e il premio di maggioranza, introdotto il ballottaggio, ridotta la dimensione dei collegi, eliminato il potere di veto dei piccoli partiti che ha ucciso l'esperienza del centrosinistra con Prodi. Si poteva fare meglio? Sì, certo. Ma fino ad ora non si era fatto neanche questo.

La risposta di Matteo Renzi a Gianni Cuperlo.

Notte prima delle primarie 07.12.13

Un breve ripasso dei programmi dei tre candidati alla segreteria del Partito Democratico e la guida al voto per le primarie.

Mai fidarsi di un bel visino 11.01.08

Locandina di una vecchia pubblicitàSecondo me, tra queste pubblicità, quella qui a fianco spacca.

La galassia del PD alle primarie 2013 22.10.13

La Stampa sceglie un'infografica per raccontare alleanze, biografie e correnti che si muovono nella sfida delle primarie per la segreteria del Partito Democratico.

I candidati alle primarie del PD nel confronto tv 29.11.13

Cuperlo, Renzie e Civati nel confronto tv 2013

Un'ora e mezza di faccia a faccia negli studi di Sky dell'Arena di X Factor per i tre candidati alla segreteria del Partito Democratico. Matteo Renzi, in testa nei sondaggi demoscopici, ha parlato già da segretario rilanciando sviluppo, privatizzazioni e riforme istituzionali. Cuperlo, esponente dell'establishment PD, si è sforzato di levarsi di dosso l'aura politico troppo ingessato. In economia si è battuto contro i tagli indiscriminati messi in atto dagli ultimi esecutivi. Civati ha puntato tutto sull'attacco. Ultimo al momento nei sondaggi ha cercato la massima discontinuità con il governo Letta per differenziarsi dagli altri due candidati e puntare al ballottaggio dopo l'8 dicembre.