tizianocavigliablog
Il blog che non risponde ai sondaggi telefonici.

Lo stato delle forze armate americane 20.01.15

Nel giorno atteso per il discorso sullo Stato dell'Unione del presidente Obama, Defense One pubblica un completo rapporto sullo stato della difesa e delle forze armate USA.

Inside the military services that have to be ready to carry out the U.S. response to any conflict, planners are moving forward with some of their own changes so that they don’t have to wait for uncertainty. In 2015, there will be new chiefs of the Army and Navy. Until then, the Army is expected to win its request to scrap the downsizing plan it wanted one year ago, thanks to the high demand for rapidly deployable troops to the world's hotspots. The Army also will proceed with a complete overhaul of its helicopters. The Air Force is pressing on with the F-35, with no alternatives at this point, while calling for more drone pilots. That service also will continue to mend after repeated scandals in its nuclear force and sexual assault issues. The Navy spent the winter finally scrapping its ship of the future, the littoral combat ship, or LCS, and rebranding it as an up-gunned frigate, while the service explores how to keep top personnel in the modern age. The Marines continue to be that "middleweight" amphibious force its leaders prefer, but the president and Corps leaders keep sending them deep into landlocked countries as tip-of-the-spear reaction counterterrorism forces. The new commandant is expected to lay out his plans within weeks.

Nobody wants more certainty about their futures more than the men and women in uniform. Congress and the president may finally move them beyond the sequestration era, easing fears in pocketbooks and at PXs. But the world certainly won't be tipping its hand anytime soon. That means it's up to the new stable of decision makers – from likely next Defense Secretary Ash Carter to McCain and the new Joint Chiefs to come – to figure out how the state of defense can remain one that is prepared for anything, anytime, anywhere. Because if past is prologue, that’s how often U.S. soldiers, sailors, airman and marines must be ready to fight in the new era.

L'equipaggiamento dei soldati britannici attraverso i secoli 05.08.14

L'equipaggiamento dei soldati britannici attraverso i secoli

L'equipaggiamento dei soldati britannici attraverso i secoli

L'evoluzione dell'equipaggiamento militare dei soldati inglesi e britannici attraverso oltre 900 anni di storia, negli scatti di Thom Atkinson.

La gara agli armamenti 16.06.13

La gara agli armamenti in infografica

La gara agli armamenti in un'infografica del Guardian. L'Italia, nonostante il budget stanziato per le forze armate sia di appena il 2%, si difende molto bene nelle classifiche legate agli elicotteri militari, ai caccia da superiorità aerea e alle portaerei.

Quasi un aereo militare su tre è un drone 10.01.12

Secondo il nuovo rapporto del Congresso il 31 per cento di tutti gli aerei militari degli Stati Uniti sono droni.

To be fair, lots of those drones are tiny flying spies, like the Army's Raven, that could never accommodate even the most diminutive pilot. (Specifically, the Army has 5,346 Ravens, making it the most numerous military drone by far.) But in 2005, only five percent of military aircraft were robots, a report by the Congressional Research Service notes. Barely seven years later, the military has 7,494 drones. Total number of old school, manned aircraft: 10,767 planes.

A small sliver of those nearly 7,500 drones gets all of the attention. The military owns 161 Predators - the iconic flying strike drone used over Pakistan, Yemen and elsewhere - and Reapers, the Predator's bigger, better-armed brother.

La visione di Obama per le forze armate americane 05.01.12

L'amministrazione Obama punta a snellire le forze armate degli Stati Uniti con un piano di tagli a progetti obsoleti e al personale.
Il Pentagono punterà su un esercito di nuova concezione. Più moderno e in linea con le sfide del futuro. Truppe speciali, droni da combattimento, antiterrorismo e intelligence per mantenere la supremazia mondiale facendo risparmiare il contribuente americano.

Lo spionaggio satellitare italiano 16.06.11

Costano 300 milioni di euro l'uno e sono stati acquistati tra il 2007 e il 2010 dallo Stato italiano da Thales Alenia Space.
I quattro satelliti militari, a cui nei prossimi anni se ne aggiungeranno altri due, sono capaci di una visione notturna con una risoluzione che arriva sino a 40 centimetri, anche in condizione di nuvolosità.
Per disposizione del ministro La Russa il controllo di questi satelliti è affidato al RIS, erede del SIOS è un servizio militare di nuova istituzione esterno ai servizi segreti ed esente dalla vigilanza delle commissioni parlamentari.

La Repubblica ha deciso di capirci qualcosa di più con un'inchiesta speciale.

Il riconoscimento dei gay nelle Forze Armate americane 18.12.10

65 voti a favore e 31 contrari il Senato degli Stati Uniti abroga la politica del "don't ask don't tell", che ha regolato i rapporti con i gay e le lesbiche all'interno delle Forze Armate Usa negli ultimi 17 anni.
Il coming out non sarà più punito.

L'esercito britannico agli ordini dei francesi 02.11.10

Il nuovo accordo di cooperazione militare anglo-francese fa storcere più di un naso nel paese di Sua Maestà.

The Government is trying to run the Armed Forces on the cheap. That is no way to run a country's defence. In World War Two we were supposed to be standing side by side with the French and then look what happened.

Le Forze Armate tedesche abbandonano il servizio di leva 22.11.10

Soldati dell'esercito tedesco

Il governo tedesco ha annunciato un piano per abolire il servizio di leva dalla prossima estate.

Fonte: Guardian