tizianocavigliablog
Il blog che tutti dovrebbero leggere.

I libri nella nuvola 07.12.10

Screenshot di Google ebookstore

La voce era circolata a maggio.
Ora la libreria elettronica di Google è pronta a partire. Nel frattempo ha cambiato nome da Google Editions a un più generico Google ebookstore.

L'ebook acquistato sarà disponibile su tutti i dispositivi, dall'iPhone al PC, dal tablet all'ebook reader, semplicemente accedendo al servizio di cloud computing e senza il bisogno di scaricare nulla (ma volendo anche sì).
Per il momento il servizio è attivo solo in America.

Ad ogni modo ricordatevi di attivare un buon piano dati.

Google Editions 05.05.10

Google Editions è la nuova sfida del gigante di Mountain View al mercato dell'editoria.
Il nuovo servizio venderà ebook e sarà attivo dalla fine di giugno o luglio, sfruttando appieno il cloud computing.

Potranno essere acquistati tutti i libri già presenti su Google Books, ma verrà consentito anche a negozi e editori indipendenti di vendere le proprie copie digitali sulla piattaforma godendo di un cospicuo margine sulle entrate.

I libri acquistati saranno sempre disponibili per la lettura accedendo al proprio account Google Books, ma a differenza delle altre librerie online non potranno essere scaricati.

La biblioteca universale parla anche italiano 10.03.10

Entro i prossimi due anni verranno catalogati e poi digitalizzati circa un milione di libri non coperti da copyright conservati nelle Biblioteche Nazionali di Roma e Firenze. Questo, in sintesi, l'accordo siglato tra Google e il ministro della cultura Bondi.

Partire col piede giusto a volte è più semplice di quanto si creda.

Quelli lungimiranti 29.01.10

Le mosse dell'editoria verso la rivoluzione digitale.
Dalla guerra santa contro Google Books alle aperture - Mondadori per l'Italia - all'iBook store di Apple.

L'ancora di salvezza per gli editori, attaccati con i denti e con le unghie ad un modello di business ormai morto, potrebbe essere lanciata ancora una volta da quel genio del marketing che passa sotto il nome di Steve Jobs.