tizianocavigliablog
Nella tana del Sarlacc.

Il fotografo ipovedente che usa il Mac e la fotografia per vedere 24.06.18

Bruce Hall, celebre fotografo ipovedente, è testimonial della nuova campagna Dietro il Mac di Apple.
Hall, che riesce a distinguere le forme solo da molto vicino e a cui il mondo gli appare come in una rappresentazione impressionista, racconta come le macchine fotografiche, tra cui la Fujifilm X100S, e i Mac lo aiutino a vedere grazie all'alta risoluzione e alle soluzioni studiate da Apple per favorire l'accessibilità come VoiceOver.

It's a wireless world 10.03.15

MacBook 2015

Dai floppy disk, ai lettori CD, alle porte sui notebook. Apple da sempre anticipa l'inevitabile evoluzione dell'hardware, spiazzando solo chi non ha familiarità con il concetto di rivoluzione tecnologica.
A questo giro iniziamo a dire addio alle porte, alimentazione compresa. Il nuovo MacBook le riassume tutte nell'unica USB-C.

Viviamo in un mondo senza fili e di dati conservati nel cloud, perché i portatili dovrebbero costituire un'eccezione?

Il 2012 di Apple 09.01.12

Gli esperti del settore dicono la loro sulle novità che Cupertino svelerà nel corso di quest'anno.

Dite addio al MacBook bianco 20.07.11

Un MacBook bianco

Da oggi il MacBook bianco non è più disponibile sull'App Store.

Stilosi 20.10.09

Screenshot dei nuovi iMac, MacBook e Magic Mouse di Apple

I nuovi MacBook, iMac, Mac mini e quel gioiellino di Magic Mouse.

Più mela, più verde 25.11.08

Diffondere allarmismo 22.11.08

Scrive Mantellini:

Pare che i nuovi bellissimi macbook sfruttino solo (quasi) meta' della loro potenza quando ci si affida alla alimentazione della rete elettrica a batteria scollegata. Se ne sono accorti a Gearlog e lo conferma Apple sottovoce.

Pare invece che, a leggere bene gli articoli, si parli di "batteria rimossa". Cosa ben diversa, seppur comunque degna di attenzione.

I nuovi Mac 14.10.08

Il nuovo MacBook di Apple

A me sembrano un pro cari.

Svendono mele 10.10.08

Locandina dell'evento Apple del 14 ottobre

Un laptop Apple sotto i mille dollari potrebbe essere un segno. Di che cosa ancora non lo so.
Sarà la congiuntura, sarà la concorrenza, sarà un'accresciuta percezione delle cose o forse il segno che la fine del mondo è prossima.

Nell'attesa di conoscere la verità mi sfrego le mani. Con parsimonia.