tizianocavigliablog
In varietate concordia.

Gli ebook della NASA 06.10.17

La libreria di ebook, messa a disposizione gratuitamente dal NASA, per scoprire il nostro sistema Solare, superare i limiti dell'aeronautica ed esplorare lo spazio interstellare.

Le ultime foto di Cassini 22.09.17

L'ultima foto di Saturno scattata dalla sonda Cassini
L'ultima foto di Saturno scattata dalla sonda Cassini

La NASA ha preparato una galleria fotografica con gli ultimi scatti della sonda Cassini a Saturno e ai suoi satelliti.
L'ultima foto inviata mostra il punto di impatto della sonda nell'atmosfera del gigante gassoso.

This location -- the site of Cassini's atmospheric entry -- was at this time on the night side of the planet, but would rotate into daylight by the time Cassini made its final dive into Saturn's upper atmosphere, ending its remarkable 13-year exploration of Saturn.

The view was acquired on Sept. 14, 2017 at 19:59 UTC (spacecraft event time). The view was taken in visible light using the Cassini spacecraft wide-angle camera at a distance of 394,000 miles (634,000 kilometers) from Saturn. Image scale is about 11 miles (17 kilometers).

Saturno e i suoi anelli visti un'ultima volta nell'immagine composita, realizzata da Jason Major, con le ultimi fotografie inviate dalla sonda durante le orbite finali.

La foto composita di Saturno ripresa dalla sonda Cassini
La foto composita di Saturno ripresa dalla sonda Cassini

L'ultimo segnale di Cassini 15.09.17

Sino alla fine Cassini ha camunicato con la Terra accendendo di continuo gli stabilizzatori per orientare l'antenna parabolica mentre si lanciava nell'atmosfera di Saturno.
L'ultima diretta della NASA per celebrare la missione spaziale che ci ha permesso di comprendere più a fondo il gigante degli anelli.

Per tutti gli appassionati, la NASA ha pubblicato un instant ebook, liberamente scaricabile, che ripercorre i 20 vent'anni della missione Cassini/Huygens.

Cosa ci ha insegnato Cassini 11.09.17

Encelado fotografato dalla sonda Cassini
Encelado fotografato dalla sonda Cassini

I 13 anni che la sonda Cassini ha passato esplorando Saturno e il suo sistema di satelliti ci ha illuminato su uno dei più affascinanti giganti gassosi del sistema Solare e sulle probabilità della vita extraterrestre riscrivendo da zero interi manuali di planetologia.
Popular Mechanics ripercorre le tappe fondamentali di una delle più rilevanti missioni spaziali della nostra epoca.

Launched on October 15, 1997, Cassini traveled for six years and 261 days before reaching Saturn. Though the sixth planet lies an average of 890 million miles from Earth, Cassini flew some 2.2 billion miles to get there via the scenic route: orbiting the sun to fly by Venus twice, then Earth, then to a gravity assist maneuver at Jupiter before reaching its destination. The craft has been orbiting the ringed planet since July 1, 2004, studying Saturn's fascinating moons, tiny ring particles, and turbulent atmospheric storms—including a gargantuan hexagonal vortex at the north pole that could swallow the Earth whole.

Le onde sugli anelli di Saturno 10.09.17

Le increscapture sugli anelli di Saturno prodotte dal satellite Giano
Le increscapture sugli anelli di Saturno prodotte dal satellite Giano

L'anello B di Saturno fotografato dalla sonda Cassini. Le increspature sono dovute all'orbita del satellite Giano.

The radius from Saturn at which the wave originates (toward lower-right in this image) is 59,796 miles (96,233 kilometers) from the planet. At this location, ring particles orbit Saturn twice for every time the moon Janus orbits once, creating an orbital resonance. The wave propagates outward from the resonance (and away from Saturn), toward upper-left in this view. For reasons researchers do not entirely understand, damping of waves by larger ring structures is very weak at this location, so this wave is seen ringing for hundreds of bright wave crests, unlike density waves in Saturn's A ring.

The image gives the illusion that the ring plane is tilted away from the camera toward upper-left, but this is not the case. Because of the mechanics of how this kind of wave propagates, the wavelength decreases with distance from the resonance. Thus, the upper-left of the image is just as close to the camera as the lower-right, while the wavelength of the density wave is simply shorter.

This wave is remarkable because Janus, the moon that generates it, is in a strange orbital configuration. Janus and Epimetheus [...] share practically the same orbit and trade places every four years. Every time one of those orbit swaps takes place, the ring at this location responds, spawning a new crest in the wave. The distance between any pair of crests corresponds to four years' worth of the wave propagating downstream from the resonance, which means the wave seen here encodes many decades' worth of the orbital history of Janus and Epimetheus. According to this interpretation, the part of the wave at the very upper-left of this image corresponds to the positions of Janus and Epimetheus around the time of the Voyager flybys in 1980 and 1981, which is the time at which Janus and Epimetheus were first proven to be two distinct objects (they were first observed in 1966).

System Sounds ha convertito le increspature prodotte sull'anello B di Saturno dai passaggi di Giano e del suo compagno co-orbitale Epimeteo in onde sonore.

Many of Saturn's moons launch spiral density waves within the rings at the locations of resonances. These are the places where the motions of particles that make up the rings harmonize with the motion of a moon, with both of them executing different numbers of complete orbits in the same time. For example, particles at a 2:1 resonance complete 2 orbits for every 1 orbit of a certain moon. We converted the waves of all the '1st order' resonances of the sister moons Janus and Epimetheus into sound. These moons share an orbit but swap places every four years and this dance can be clearly seen and heard here. Density waves caused by resonances with other moons as well as wakes caused by Saturn's 'ravioli' moon Pan which orbits within the rings are also present.

Huygens, missione Titano 09.09.17

L'ESA racconta i successi della missione Cassini nell'esplorazione di Saturno e dei suoi satelliti naturali a pochi giorni dalla sua spettacolare conclusione, il 15 settembre, focalizzandosi sulla storica impresa del lander Huygens su Titano, la prima sonda atterrata dolcemente su un corpo celeste del sistema Solare esterno.

La ISS e l'eclissi solare 22.08.17

Photobomb spaziale. La ISS transita davanti al Sole durante l'eclissi di ieri, ripresa dal fotografo della NASA Joel Kowsky.

Come salvare il pianeta dall'eruzione di un supervulcano 19.08.17

L'ambizioso progetto della NASA per disinnescare la potenziale minaccia alla vita sulla Terra portata dai supervulcani.

In vulcanologia il supervulcano è una di quelle 10-12 grandi caldere presenti sulla superficie terrestre, che arrivano ad avere un diametro di varie decine di chilometri. Tali strutture sono individuate a livello del suolo e non sono associabili al collasso di precedenti edifici vulcanici come le normali caldere. Le grandi caldere si suppone che vengano generate da un punto caldo (in inglese Hot spot) che è situato in profondità sotto di esse. Tali strutture non sono considerate dei veri e propri vulcani, in quanto non è presente un edificio vulcanico visibile, quanto semmai una depressione di origine vulcanica. All'interno delle grandi caldere è possibile notare lo sviluppo di vari crateri più o meno formati e la presenza di un vulcanismo di tipo secondario (geyser, fumarole, sorgenti termali, ecc.). Non è mai stata osservata un'eruzione di questo tipo di caldere (che hanno periodi di quiescenza di centinaia di migliaia di anni tra un'eruzione e l'altra), anche se nelle aree circostanti si trovano chiare tracce geologiche di imponenti eruzioni passate. Gli esempi più noti di questo tipo di apparati sono il parco delle Yellowstone (USA), i Campi Flegrei (Italia), il lago Toba (Indonesia).

Le sonde Voyager 40 anni in foto 15.08.17

Il lancio della Voyager 2
Il lancio della Voyager 2
Il Voyager Golden Record a bordo delle sonde Voyager
Il Voyager Golden Record a bordo delle sonde Voyager
La Terra e la Luna fotografate dalla Voyager 1
La Terra e la Luna fotografate dalla Voyager 1
Giove, Io ed Europa ripresi dalla Voyager 1
Giove, Io ed Europa ripresi dalla Voyager 1
Saturno e le sue lune
Saturno e le sue lune
Nettuno fotografato da Voyager 2
Nettuno fotografato da Voyager 2
Urano fotografato da Voyager 2
Urano fotografato da Voyager 2
Pale Blue Dot, la Terra fotografata da Voyager 1
Pale Blue Dot, la Terra fotografata da Voyager 1
La rotta davanti alla Voyager 1
La rotta davanti alla Voyager 1

20,6 miliardi di chilometri dopo, oltre i confini del sistema Solare a più di 19 ore luce dalla Terra, le sonde Voyager continuano la loro missione esplorativa; Voyager 1 che dopo averci regalato il ritratto di famiglia del nostro sistema stellare ora è diretta verso la costellazione dell'Ofiuco passando nelle vicinanze della stella Gliese 445, mentre Voyager 2 viaggia in direzione della stella Ross 248 nella costellazione di Andromeda.

L'Atlantic celebra i 40 anni della missione della NASA pubblicando alcuni tra gli scatti più iconici.

Grande Giove 13.07.17

Giove ripreso dalla sonda Juno

La NASA ha iniziato a pubblicare le prime spettacolari foto di Giove scattate durante il flyby della sonda Juno.

Curiosity fotografato dal Mars Reconnaissance Orbiter 21.06.17

Curiosity fotografato dal Mars Reconnaissance Orbiter

Quel puntino azzurro al centro della foto è il rover Curiosity mentre risale le pendici del monte Sharp, fotografato dal satellite Mars Reconnaissance Orbiter della NASA.

Il sorvolo di Giove in time lapse 29.05.17

Il flyby di Giove catturato da Sean Doran in un time lapse, realizzato grazie alle foto scattate dalla sonda Juno della NASA.

I cicloni di Giove 24.05.17

Cicloni su Giove

La NASA ha pubblicato una nuova foto, scattata dalla sonda Juno, che mostra il polo sud di Giove coperto da giganteschi cicloni alcuni dei quali presentano un diamero di 1.000 km. L'immagine solleva nuove interessanti domande sulle dinamiche climatiche che interessano i poli del gigante gassoso.

Among the findings that challenge assumptions are those provided by Juno's imager, JunoCam. The images show both of Jupiter's poles are covered in Earth-sized swirling storms that are densely clustered and rubbing together.

"We're puzzled as to how they could be formed, how stable the configuration is, and why Jupiter's north pole doesn't look like the south pole," said Bolton. "We're questioning whether this is a dynamic system, and are we seeing just one stage, and over the next year, we're going to watch it disappear, or is this a stable configuration and these storms are circulating around one another?"

Il gran finale di Cassini 26.04.17

Cassini's Grand Finale è un corto prodotto dal Jet Propulsion Laboratory della NASA per raccontare l'avventura e la spettacolare conclusione della missione Cassini/Huygens su Saturno.
La sonda della NASA lanciata nel 1997 è rimasta in orbita intorno al pianeta sino dal 2004 esplorando Staurno, il suo sistema di anelli e lune, mentre il lander Huygens dell'ESA atterrava su Titano.

Dopo oltre un decennio di esplorazioni la sonda ha terminato la sua missione. Ora Cassini si avvicinerà come mai prima d'ora al pianeta, inviando gli ultimi dati sulla massa degli anelli, i campi gravitazionali e magnetici di Saturno e fotografando il gigantesco pianeta sino all'impatto con l'atmosfera.

L'intero archivio multimediale della NASA 18.04.17

La NASA ha aggiornato il suo intero archivio multimediale, mettendolo a disposizione all'indirizzo images.nasa.gov e potenziandolo con un nuovo motore di ricerca. Preparatevi a ore di totale immersione nella storia dell'esplorazione spaziale e di ricerca scientifica applicata alla biosfera terrestre.

Le luci notturne della Terra 16.04.17

La Terra di notte vista dallo spazio

L'Europa di notte vista dallo spazio

La NASA ha rilasciato una nuova versione delle foto satellitari che mostrano il volto notturno della Terra vista dallo spazio. Questa era l'animazione del 2012.
I dati utilizzati vengono raccolti dal satellite Suomi NPP e successivamente processati dalla NASA per eliminare l'interferenza luminosa che il passaggio della Luna lascia sulla superficie terrestre.

Grande Giove 13.04.17

Giove fotografato dal telescopio spaziale Hubble

Giove fotografato al perielio con la Terra dal telescopio spaziale Hubble. Una delle più belle immagini mai scattate al gigante del sistema Solare.

La rotazione della Luna 01.04.17

La rotazione della Luna, in un giorno siderale, ripresa ad alta risoluzione dalla sonda LRO della NASA ci mostra un'immagine inusuale del nostro satellite naturale che, per via della rotazione sincrona, rivolge sempre e solo la stessa faccia verso la superficie della Terra.

Lo smog di Plutone 27.03.17

Plutone circondato dallo smog

Plutone circondato da un alone prodotto probabilmente da inquinamento fotochimico dovuto all'alta concentrazione di metano e altri idrocarburi. La foto composita è stata ripresa da 200.000 km di distanza dalla sonda della NASA New Horizons durante il suo avvicinamento al pianeta nano.

Sorvolare Marte 16.03.17

Usando le immagini scattate dal Mars Reconnaissance Orbiter, Jan Fröjdman ha creato un'animazione in 3D che simula un sorvolo di Marte.

Un raviolo nell'orbita di Saturno 11.03.17

Pan la luna di Saturno fotografata da Cassini

Pan, la miscuola luna di Saturno dalla particolarissima forma a raviolo, fotografata da una distanza di 24.572 chilometri dalla sonda Cassini.

Un sistema planetario pronto a ospitare la vita 22.02.17

La NASA ha annunciato di aver scoperto sette esopianeti di tipo terrestre che orbitano attorno alla stella nana Trappist-1, tutti candidati a ospitare un'atmosfera e acqua allo stato liquido.

The planets orbit a dwarf star named Trappist-1, about 40 light years, or about 235 trillion miles, from Earth. That is quite close, and by happy accident, the orientation of the orbits of the seven planets allows them to be studied in great detail.

One or more of the exoplanets - planets around stars other than the sun - in this new system could be at the right temperature to be awash in oceans of water, astronomers said, based on the distance of the planets from the dwarf star.

"This is the first time so many planets of this kind are found around the same star," said Michael Gillon, an astronomer at the University of Liege in Belgium and the leader of an international team that has been observing Trappist-1.

La luna che increspa gli anelli di Saturno 25.01.17

L'effetto gravitazionale della luna Dafni sugli anelli di Saturno

Le onde gravitazionali indotte dal passaggio del satelline naturale di Saturno, Dafni, increspano l'anello A del gigante gassoso, in questa spettacolare immagine catturata dalla sonda Cassini.

Cassini took the image on January 16, 2017, while 17,000 miles (28,000 kilometers) away from the moon. Measuring 5 miles (8 kilometers) along its longest axis, irregular Daphnis resides in the 26-mile (42-kilometer) wide Keeler Gap in Saturn's outer A ring. The Keeler Gap seems narrower than it really is in this image because of foreshortening due to the spacecraft's viewing angle. You can just see grooves along the long axis of Daphnis in the image, as well as a few impact craters.

La Terra e la Luna fotografate da Marte 10.01.17

La Terra e la Luna fotografate da Marte

L'immagine mostra la Terra e il nostro satellite naturale fotografati da una distanza di 205 milioni di km dal Mars Reconnaissance Orbiter della NASA, in orbita attorno a Marte.

The image combines two separate exposures taken on Nov. 20, 2016, by the High Resolution Imaging Science Experiment (HiRISE) camera on NASA's Mars Reconnaissance Orbiter. The images were taken to calibrate HiRISE data, since the reflectance of the moon's Earth-facing side is well known. For presentation, the exposures were processed separately to optimize detail visible on both Earth and the moon. The moon is much darker than Earth and would barely be visible if shown at the same brightness scale as Earth.

The combined view retains the correct positions and sizes of the two bodies relative to each other. The distance between Earth and the moon is about 30 times the diameter of Earth. Earth and the moon appear closer than they actually are in this image because the observation was planned for a time at which the moon was almost directly behind Earth, from Mars' point of view, to see the Earth-facing side of the moon.

In the image, the reddish feature near the middle of the face of Earth is Australia. When the component images were taken, Mars was about 127 million miles (205 million kilometers) from Earth.

Migliaia di buchi neri supermassicci in una foto 08.01.17

Migliaia di buchi neri supermassicci

In questa immagine, scattata dal telescopio spaziale a raggi X Chandra della NASA, sono visibili 2.076 buchi neri supermassicci in altrettante galassie.

The image above shows a piece of the sky in the constellation Fornax, and it's about 16 arcminutes across. By comparison, your pinkie's fingertip is about 60 arcminutes across and the moon is about 31 arcminutes across. Chandra says about 2,076 galaxies (and their supermassive black holes) are lurking in the photo, which they called "the deepest X-ray image ever obtained."

The dots reveal the locations of the supermassive black holes.

Astronomers can "see" these monsters because they round up stars, gas, and dust in a region called an accretion disk, which gets very hot and emits the X-rays. Low-energy X-rays are shown in red, medium-energy in green, and high-energy in blue.

These galaxies are between 11.9 and 12.9 billion light-years away from Earth — so distant it's like looking back in time.

Il 2016 nello spazio 23.12.16

L'esplorazione spaziale, l'astronomia e il futuro della razza umana nello spazio raccontate da The Verge attraverso le notevoli conquiste tecnologiche e le scoperte scientifiche di questo 2016 che hanno posto le basi per espandere la comprensione dell'universo e la nostra capacità di adattamento alla nuova frontiera.
Dalle onde gravitazionali alla commercializzazione dello spazio, da Rosetta ai piani di colonizzazione di Marte.

L'ultima impronta sulla Luna 18.11.16

Il 7 dicembre 1972 decollò l'ultima missione della NASA diretta verso la Luna.
L'Apollo 17, con a bordo il comandante Eugene Cernan, il pilota del Modulo di Comando Ron Evans e il pilota del Modulo Lunare Apollo Harrison Schmitt, è stato l'ultimo volo con equipaggio oltre l'orbita terrestre bassa e il primo lancio notturno di tutto il programma. Eugene Cernan fu l'ultimo uomo ad aver lasciato la superficie del nostro satellite naturale.
La misisone dell'Apollo 17 rimarrà nella storia anche per i record stabiliti, tra cui la più lunga permanenza sul suolo lunare, il tempo totale attività extraveicolare lunare, la più alta quantità di campioni raccolti e il più lungo soggiorno in orbita lunare.

Great Big Story racconta l'ultima grande avventura dell'umanità oltre i confini del mondo attraverso le immagine restaurate della missione diretta alla valle di Taurus-Littrow.

Fotografi spaziali 10.09.16

Inverse racconta l'addestramento degli astronauti per diventare esperti fotografi per documentare le ricerche, gli esperimenti e la vita nello spazio.

In the '60s the first astronauts immediately started taking photos from space, but according to the Washington Post, things really took off in 1972, when the crew of Apollo 17 snapped the iconic "Blue Marble" photo of the earth. Until that point, nobody had seen a photo of the entire planet we lived on, a full sphere entirely suspended in space.

Il polo nord di Giove 04.09.16

Il polo nord di Giove

La prima foto ravvicinata del polo nord di Giove scattata dalla sonda della NASA Juno.

Il dipartimento per la protezione della vita aliena 13.08.16

Cassie Conley è a capo dello US Planetary Protection Officer, il dipartimento che si occupa di salvaguardare potenziali microorganismi alieni presenti nel nostro sistema Solare. Wired racconta come la NASA utilizzi il lavoro di questo ufficio per realizzare missioni di esplorazione spaziale che non danneggino e alterino inavvertitamente l'ecosistema di satelliti e pianeti su cui si potrebbe trovere vita extraterrestre, come Marte o Europa.

Il codice per andare sulla Luna 07.08.16

Margaret Hamilton

L'originale codice sorgente scritto in Assembly per l'Apollo Guidance Computer, il computer di bordo della missione Apollo 11, è ora disponibile e consultabile liberamente su GitHub.
Nella foto Maragaret Hamilton, direttrice del Software Engineering Division del MIT, con il codice stampato.

Un anno della Terra visto dallo spazio 23.07.16

Il time lapse composto da 3.000 foto della Terra scattate dal satellite Deep Space Climate Observatory (DSCOVR) della NASA, in orbita a circa 1,6 milioni di km.
Un anno esatto del nostro pianeta. Albe, tramonti, eclissi di Luna e il moto di precessione dell'asse terrestre. In 2 minuti.

Come tutti sappiamo la Terra non è una sfera perfetta, ma è simile a uno sferoide oblato, che i geologi chiamo geoide. Quindi prima che vi sovvenga il dubbio di un complotto dopo aver visto il video in cui la forma della Terra è apparentemente tonda è necessario capire le proporzioni di questo time lapse, le dimensioni della Terra e la distanza del satellite da essa.

Un geoide è molto simile ad un ellissoide generato dalla rotazione di un'ellisse attorno al proprio asse minore, detto ellissoide di riferimento, rispetto al quale il geoide ha uno scostamento massimo di 100 metri.

Il diametro medio dell'ellissoide di riferimento è circa 12 742 km, tuttavia, in maniera più approssimativa, si può definire come 40 009 km/π, dato che il metro è stato originariamente definito come 1/10 000 000 della distanza tra l'equatore ed il polo nord passando per Parigi.

La rotazione della Terra è la causa del rigonfiamento equatoriale, che comporta un diametro equatoriale di 43 km maggiore di quello polare. Le maggiori deviazioni locali sulla superficie sono: il Monte Everest, con 8 850 m (sopra il locale livello del mare) e la Fossa delle Marianne, con 10 924 m (sotto il locale livello marino). Se si paragona la Terra a un perfetto ellissoide essa ha una tolleranza di circa una parte su 584, o dello 0,17% che è minore dello 0,22% di tolleranza ammesso nelle palle da biliardo.

Juno incontra Giove in time lapse 05.07.16

L'avvicinamento a Giove della sonda Juno nel time lapse montato dalla NASA.

Juno nei corso dei prossimi due anni analizzerà le proprietà strutturali e la dinamica generale di Giove attraverso la misurazione della massa e delle dimensioni del nucleo, dei campi gravitazionale e magnetico, studierà la struttura tridimensionale della magnetosfera dei poli e misurerà la composizione dell'atmosfera gioviana, il profilo termico, il profilo di velocità dei venti e l'opacità delle nubi a profondità maggiori di quelle raggiunte dalla sonda Galileo.

Juno è la prima missione del Programma New Frontiers diretta su Giove a usare pannelli solari al posto di generatori termoelettrici a radioisotopi.

L'aurora polare di Giove 01.07.16

L'aurora polare di Giove

La gigantesca aurora polare di Giove, fotografata nello spettro dell'ultravioletto lontano dal telescopio spaziale Hubble.

Not only are the auroras huge in size, they are also hundreds of times more energetic than auroras on Earth. And, unlike those on Earth, they never cease. While on Earth the most intense auroras are caused by solar storms — when charged particles rain down on the upper atmosphere, excite gases and cause them to glow red, green and purple — Jupiter has an additional source for its auroras. The strong magnetic field of the gas giant grabs charged particles from its surroundings. This includes not only the charged particles within the solar wind but also the particles thrown into space by its orbiting moon Io, known for its numerous and large volcanoes.

Gonfiare la Stazione Spaziale Internazionale 06.06.16

Il time lapse della pressurizzazione del modulo BEAM, il Bigelow Expandable Activity Module, che resterà agganciato alla Stazione Spaziale Internazionale per i prossimi due anni, durante i quali l'equipaggio ne testerà le capacità.
Il nuovo modulo, una volta gonfiato, fornisce un volume abitabile di 16 metri cubi; quattro volte e mezzo rispetto a quello al decollo.

Il prototipo sviluppato da Bigelow è parte del progetto per la realizzazione di stazioni orbitali gonfiabili, come la Bigelow Commercial Space Station, e di moduli abitabili per viaggi interplanetari
La loro caratteristica è quella di poter aumentare il volume interno rispetto ai moduli attuali senza incidere sui costi di lancio che deriverebbero dall'impiego di vettori di dimensioni e potenza maggiori.

La scalfittura sulla Cupola della ISS 13.05.16

La scalfittura sulla cupola della ISS provocata da un detrito spaziale

L'astronauta dell'ESA Tim Peake ha fotografato una minuscola scalfittura in un finestrino della Cupola della Stazione Spaziale Internazionale del diametro di appena 7 mm, causata dall'impatto di un microsopico detrito spaziale.
I finestrini della Cupola utilizzano quadrupli pannelli in vetro borosilicato capace di resistere a grandi sbalzi termici e a impatti ad alte velocità.

I detriti spaziali e i micrometeoriti costituiscono una minaccia potenzialmente letale per astronavi, satelliti e per la ISS, per questo tutti i detriti di grandi dimensioni vengono monitorati e possono essere agilmente evitati modificando la rotta. Per quelli minuscoli invece bisogna affidarsi a soluzioni analoghe a quelle utilizzate per la Cupola, finestrini ultra resistenti e scafi in grado di assorbire e deviare l'impatto di proiettili cosmici.

La Carlucci, la pedofilia e la internet 24.04.09

Il video dell'intervento dell'onorevole Carlucci su Facebook e pedofilia.

Come Obama si è finanziato la campagna elettorale 23.04.09

How Obama Reinvented Campaign Finance

Via XPlane.

L'aurora boreale ripresa in 4K dalla Stazione Spaziale Internazionale 19.04.16

Splendide aurore polari (in questo caso sia boreali sia australi) riprese dalla ISS in Ultra Alta Definizione. Lo spettacolo offerto dal nostro pianeta da un punto di osservazione straordinario a oltre 400 km di altitudine.

Il PD che mi piace 20.04.09

I 'giovani' del Partito Democratico riuniti a Piombino

Foto di Luca Sofri.

Elezioni indiane 2009 16.04.09

La mappa delle elezioni indiane - 714 milioni di indiani al voto

Le elezioni indiane sul Guardian.

Le cifre decimali del Pi greco che servono alla NASA 27.03.16

I matematici sono arrivati a calcolare miliardi di cifre decimali del Pi greco, ma alla NASA hanno bisogno solo di 15 cifre decimali per esplorare l'intero sistema Solare. 3,141592653589793.

1. The most distant spacecraft from Earth is Voyager 1. It is about 12.5 billion miles away. Let's say we have a circle with a radius of exactly that size (or 25 billion miles in diameter) and we want to calculate the circumference, which is pi times the radius times 2. Using pi rounded to the 15th decimal, as I gave above, that comes out to a little more than 78 billion miles. We don't need to be concerned here with exactly what the value is (you can multiply it out if you like) but rather what the error in the value is by not using more digits of pi. In other words, by cutting pi off at the 15th decimal point, we would calculate a circumference for that circle that is very slightly off. It turns out that our calculated circumference of the 25 billion mile diameter circle would be wrong by 1.5 inches. Think about that. We have a circle more than 78 billion miles around, and our calculation of that distance would be off by perhaps less than the length of your little finger.

2. We can bring this down to home with our planet Earth. It is 7,926 miles in diameter at the equator. The circumference then is 24,900 miles. That's how far you would travel if you circumnavigated the globe (and didn't worry about hills, valleys, obstacles like buildings, rest stops, waves on the ocean, etc.). How far off would your odometer be if you used the limited version of pi above? It would be off by the size of a molecule. There are many different kinds of molecules, of course, so they span a wide range of sizes, but I hope this gives you an idea. Another way to view this is that your error by not using more digits of pi would be 10,000 times thinner than a hair!

3. Let's go to the largest size there is: the visible universe. The radius of the universe is about 46 billion light years. Now let me ask a different question: How many digits of pi would we need to calculate the circumference of a circle with a radius of 46 billion light years to an accuracy equal to the diameter of a hydrogen atom (the simplest atom)? The answer is that you would need 39 or 40 decimal places. If you think about how fantastically vast the universe is — truly far beyond what we can conceive, and certainly far, far, far beyond what you can see with your eyes even on the darkest, most beautiful, star-filled night — and think about how incredibly tiny a single atom is, you can see that we would not need to use many digits of pi to cover the entire range.

Tour guidato di Cerere 26.03.16

I luoghi più interessanti del più grande asteroide della fascia principale del sistema Solare e anche il più vicino pianeta nano raggiungibile dalla Terra. Cerere esplorato dalla sonda Dawn della NASA.

Il tablet di TechCrunch 10.04.09

Il tablet di TechCrunch

Un tablet da 12" pollici sotto i 300$. E' ciò che promette Michael Arrington, papà di TechCrunch.
E' ciò che vorrei da Apple.

Election day solidale 08.04.09

Civati e la Meo, tra gli altri, si sono fatti promotori dell'iniziativa "Election day per aiutare l'Abruzzo".
L'idea è quella di accorpare elezioni europee, amministrative e referendum per risparmiare 400 milioni di euro, da impiegare in Abruzzo.

Una galassia lontana lontana 04.03.16

L'ESA ha pubblicato l'immagine della più distante galassia mai osservata, fotografata dal telescopio spaziale Hubble.
GN-Z11 esisteva già dopo appena 400 milioni di anni dal Big Bang; una distanza pari a un redshift di 11,1. Il precedente record era detenuto dalla galassia EGSY8p7 con un redshift di 8,68.

Grazie anche alle osservazione del telescopio spaziale Spitzer sappiamo che GN-Z11 era una galassia 25 volte più piccola della Via Lattea in rapida crescita. Infatti nonostante le sue stelle fossero appena l'1% della massa della nostra galassia, il tasso della loro formazione era superiore di circa 20 volte rispetto a quanto avvenga ora nella Via Lattea.

In gita scolastica 02.04.09

Berlusconi assieme a Obama, Medvedev e Hu Jintao al G20 di Londra

Niente corna questa volta. Si è trattenuto.
E poi la maestra lo aveva appena ripreso.

Fughe precipitose 02.04.09

Grillo che evita l'ennesimo contraddittorio, non dovrebbe più fare notizia.
Lo diventa appena la fuga, dopo il comizio, avviene in diretta tv.

Lucida follia 29.03.09

Il ministro Carfagna

Il presidente è a vita e rappresenta il partito, ne dirige il funzionamento e la linea politica e programmatica. Sceglie i 34 membri dell'ufficio di presidenza, sottoposti al voto del Cogresso ma con una lista unica senza nomi alternativi. Convoca e presiede lo stesso ufficio di presidenza, la direzione e il consiglio nazionale. Ne stabilisce l'ordine del giorno, procede alle nomine degli organi del partito e assume le definitive decisioni.

Questo è lo Statuto del neonato Pdl: palesemente ispirato a quello del partito comunista nordcoreano, e del resto approvato con 99,99 per cento (cinque no su oltre cinquemila votanti).

La totale assenza di democrazia, il cesarismo carismatico, il culto della personalità: forse sono un illuso, ma fortemente credo che un giorno anche gli italiani si renderanno conto di quello che hanno fatto.

Via Piovono rane.

Sorvolare Cerere 02.02.16

Il Jet Propulsion Laboratory ha pubblicato la simulazione del flyby del pianeta nano Cerere utilizzando i dati e le immagini raccolte dalla sonda della NASA Dawn.

Cerere l'unico pianeta nano del sistema Solare a trovarsi all'interno della fascia principale degli asteroidi, tutti gli altri sono oggetti transnettuniani.
La sonda Dawn è entrata in orbita attorno a Cerere il 6 marzo 2015 dopo aver eosservato l'asteroide Vesta nel biennio 2011-2012.

Cut, copy, paste and more 17.03.09

Schermata dell'iPhone OS 3.0

Via Gizmodo.

Likaholix 04.03.09

Likaholix is a brand new web service that lets you share personal recommendations about virtually anything with the world. The tool lets you build a list of things you like and recommend with the help of a pre-populated database of items (think books, movies, tv shows, products, etc.) readily available and put together from sources from across the web.

Via TechCrunch.

La dimensione dei sistemi stellari 14.12.15

In un'animazione tutti i sistemi stellari con più di un pianeta scoperti dal telescopio spaziale Kepler. La dimensione del sistema Solare è rappresentata dalle linee tratteggiate.

Il Il transito di un pianeta davanti alla sua stella produce una variazione di luminosità della stessa rilevabile da Kepler. La dimensione del pianeta in rapporto alla stella e la sua vicinanza alla stessa influiscono sulla variazione.

Secondo una stima effettuata sui dati inviati da Kepler la sola Via Lattea potrebbe ospitare almeno 17 miliardi di esopianeti di tipo terrestre.

All of the Kepler multi-planet systems (1705 planets in 685 systems as of 24 November 2015) on the same scale as the Solar System (the dashed lines). The size of the orbits are all to scale, but the size of the planets are not. For example, Jupiter is actually 11x larger than Earth, but that scale makes Earth-size planets almost invisible (or Jupiters annoyingly large). The orbits are all synchronized such that Kepler observed a planet transit every time it hits an angle of 0 degrees (the 3 o'clock position on a clock).

ItAliens 25.02.09

La copertina del primo numero italiano di 'Wired'

Ho dato una sfogliata al primo numero dell'edizione italiana di Wired.
Sembra Focus, fatto solo un po' meglio.

In attesa di essere smentito dai prossimi numeri, continuerò a leggere l'edizione online. Quella originale.

I poli di Giove 10.12.15

Polo nord di Giove

Polo sud di Giove

Mappa atmosferica di Giove

Una vista insolita del gigante del sistema Solare. Giove osservato dai poli, quello nord e quello sud e una mappa completa della sua atmosfera.

Iniezioni di fiducia 25.02.09

Il discorso completo su The White House.

A pensare male 23.02.09

A lui questa storia di essere il segretario scelto dal vertice contro la base proprio non gli va giù: "Ma scusate - domanda ad alta voce, facendo girare anche i passeggeri della fila davanti - la base qual è? Quella dei blog o quella che abbiamo visto sabato, le 2000 persone elette con le primarie? Quella è gente vera, non virtuale. Convocata solo 48 ore prima, arrivata a Roma perchè glielo chiedeva il partito. Ebbene, l'81% ha detto eleggiamo il segretario subito, qui. Se non è democrazia questa. Quale altro segretario di partito è stato eletto dalla sua base? Berlusconi è stato eletto così? Di Pietro è stato eletto così? Gli italiani non sono il popolo della rete.

Così Franceschini su Repubblica.
Dichiarazioni che dimostrano, se ancora ce ne fosse il bisogno, tutta l'inadeguatezza di questa classe dirigente.

E alla fine vincono tutti 23.02.09

Che poi lo vogliamo dire? Probabilmente a Current importa poco della "censura" messa in atto da ATAC.
Importa di più la pubblicità che ne è scaturita e che probabilmente era già stata messa in conto.

11 anni di Saturno nelle foto di Cassini 22.11.15

11 anni di esplorazione di Saturno e delle sue lune attraverso le foto scattate dalla sonda Cassini.
341.805 immagini raccolte dal Wall Street Journal in un video della durata di circa 4 ore.

Missione Europa 18.11.15

La gelida luna di Giove con il suo gigantesco oceano sotto la superficie di ghiaccio è uno dei luoghi del Sistema Solare potenzialmente in grado di sostenere la vita.
Ars Technica racconta i piani della NASA per esplorare Europa nel prossimo decennio.

First, the bad news. Adding a lander to the Clipper will require additional technical work and necessitate a launch delay until late 2023. At that time, the massive Space Launch System rocket NASA is developing could deliver it to Jupiter in 4.6 years. Once there, the lander would separate from the Clipper, parking in a low-radiation orbit.

The Clipper would then proceed to reconnoiter Europa, diving into the harsh radiation environment to observe the moon and then zipping back out into cleaner space to relay its data back to Earth. Over a three-year period, the Clipper would image 95 percent of the world at about 50 meters per pixel and three percent at a very high resolution of 0.5 meters per pixel. With this data, scientists could find a suitable landing site.

The JPL engineers have concluded the best way to deliver the lander to Europa's jagged surface is by way of a sky crane mechanism, like the one successfully used in the last stage of Curiosity's descent to the surface of Mars. With four steerable engines and an autonomous system to avoid hazards, the lander would be lowered to the moon's surface by an umbilical cord.

Although the SLS rocket has been designed to lift as much as 70 tons into low-Earth orbit, it can only propel a small fraction of that across the 800 million kilometers of space to Jupiter, and fuel and the Clipper will consume most of that mass. The engineers have calculated they can spare a total of about 510 kg for the sky crane and lander, and of the 230 kg lander, about 20 to 30 kg can be given over to scientific instruments. That may seem slight, but it's equivalent to what the Spirit and Opportunity rovers had to work with on Mars.

That payload would contain a mass spectrometer to identify any complex biological molecules. The engineers are also trying to add a second type of spectrometer, based on Raman scattering, to provide independent confirmation of any significant findings. "Honestly," Culberson said, "if you're going to go all that way to determine if there's life on another world, why wouldn't you double-check it?"

To gather samples for the spectrometers, the lander will have a scooper and sampling arm with at least one set of counter-rotating saw blades that could penetrate to a depth of about 10 cm. At Europa's low surface temperatures, its ice is harder than steel.

L'orbita delle lune di Plutone 11.11.15

Le orbite del pianeta nano di Plutone e delle sue eccentiche lune in un'animazione della NASA.

Come deviare la rotta di una sonda ai confini del sistema Solare 07.11.15

La NASA ha deviato la rotta della sonda New Horizons per proseguire la sua missione dopo l'esplorazione di Plutone e le sue lune.

La prossima tappa è rappresentata da 2014 MU69, un corpo celeste all'interno della Fascia di Kuiper che è stato selezionato ad agosto quale obiettivo per un sorvolo ravvicinato da parte della sonda spaziale della NASA tra il 31 dicembre 2018 e il primo gennaio 2019.

In a series of four fuel burns completed today, New Horizons has closed a gap of more than 3.5 million miles between its trajectory and MU69's orbit. The graphic above exaggerates the distance traveled between each burn to show the impact of each course correction. At a proper scale relative to the nearly 870 million mile distance remaining between New Horizons and Pluto, the four burns would appear to be stacked directly on top of one another.

I 15 anni della Stazione Spaziale Internazionale in 15 GIF 02.11.15

L'assemblaggio della ISS

Nata nel 1998, con la messa in orbita del primo modulo il Zarja, da 15 anni la ISS è abitata permanentemente, ospitando oltre 220 astronauti. Il primo dell'ESA fu Umberto Guidoni nel 2001.
A oggi è la più grande struttra spaziale mai realizzata dall'umanità grazie allo sforzo congiunto di 5 agenzie spaziali, l'ESA (con tutte le agenzie spaziali correlate, tra cui l'ASI), la NASA, la Jaxa, la CSA e la Roscosmos.

La NASA ha voluto celebrare 15 anni di successi con altrettante GIF animate.

Il Sole in 4K 01.11.15

La nostra stella come non l'avete mai vista. Un sontuoso time lapse in 4K di mezz'ora, montato dalla NASA grazie alle immagini scattate dal telescopio spaziale Solar Dynamics Observatory (SDO).

It's always shining, always ablaze with light and energy. In the ubiquity of solar output, Earth swims in an endless tide of particles. Every time half of the Earth faces the Sun, we experience the brightness of daytime, the Sun's energy and light driving weather, biology and more. But in space, NASA's Solar Dynamics Observatory (SDO) keeps an eye on our nearest star 24/7. SDO captures images of the Sun in 10 different wavelengths, each of which helps highlight a different temperature of solar material. In this video we experience images of the Sun in unprecedented detail captured by SDO. Presented in ultra-high definition video (4K) the video presents the nuclear fire of our life-giving star in intimate detail, offering new perspective into our own relationships with grand forces of the solar system.

Amazon Kindle 2 07.02.09

Kindle 2 di Amazon

I rumor sul nuovo Kindle sono stati confermati da MobilRead.
L'e-book reader di Amazon verrà presentato lunedì e verrà venduto a partire dal 24 febbraio a 359 dollari.

La Terra vista dallo spazio tutti i giorni 20.10.15

La Terra ripresa dal satellite DSCOVR

La NASA ha aperto un sito per mostrare le foto scattate quotidianamente alla Terra dal satellite DSCOVR. L'overview effect per il resto di noi.

[...] the DSCOVR satellite's main purpose is to observe space weather, such as magnetic fields emitted from the Sun that can muck up our planet's communication systems. The satellite was launched aboard a SpaceX Falcon 9 rocket in February and now sits at Lagrangian Point 1 [...]

This position also provides DSCOVR with a spectacular view of Earth. Fortunately, the satellite was equipped with a camera to capture our planet's facade called the Earth Polychromatic Imaging Camera, appropriately nicknamed EPIC. The camera is a powerful telescope, which takes a series of 10 images of Earth at a time in different light wavelengths — ranging from ultraviolet to the near infrared. The red, green, and blue channel images are combined together to make the spectacular color images of Earth, with resolutions between 6.2 and 9.4 miles per pixel.

Targhe alterne 29.01.09

Ieri una mano ignota ha riposizionato una nuova targa della Margherita, mentre non si sa ancora chi è in possesso della targa della Margherita e di quella del Pd originariamente poste sul portone di via di S. Andrea delle Fratte. Ci sarebbe da ridere, o da piangere: fate voi.

Sulla storia delle targhe della sede del PD.

Seriously wine 29.01.09

L'aggregatore per gli amanti del vino.

Offline Gmail 28.01.09

Gmail va offline.

Web-based email is great because you can check it from any computer, but there's one little catch: it's inherently limited by your internet connection. From public WiFi to smartphones equipped with 3G, from mobile broadband cards to fledgling in-flight wireless on airplanes, Internet access is becoming more and more ubiquitous - but there are still times when you can't access your webmail because of an unreliable or unavailable connection.

Today we're starting to roll out an experimental feature in Gmail Labs that should help fill in those gaps: offline Gmail. So even if you're offline, you can open your web browser, go to gmail.com, and get to your mail just like you're used to. Once you turn on this feature, Gmail uses Gears to download a local cache of your mail.

Atterrare su Marte in soggettiva 07.10.15

Luke Fitch ha raccolto le immagini scattete durante la discesa su Marte del rover della NASA Curiosity per mostrare in soggettiva l'atterraggio sul pianeta.

This is a full-resolution version of the NASA Curiosity rover descent to Mars and landing, taken by the MARDI descent imager. As of August 20, all but a dozen 1600x1200 frames have been uploaded from the rover, and those missing were interpolated using thumbnail data. The result was applied a heavy noise reduction, color balance, and sharpening for best visibility.

The video plays at 15fps, or 3x realtime. The heat shield impacts in the lower left frame at 0:21, and is shown enlarged at the end of the video.

Le missioni umane sulla Luna ad alta risoluzione 03.10.15

EVA della misisone lunare Apollo 17

Si chiama Project Apollo Archive, è l'account su Flickr che raccoglie oltre 8.400 fotografie dall'addestramento dell'equipaggio dell'Apollo 11 al rientro sulla Terra dell'Apollo 17.
L'avventura umana sulla Luna, ripresa con fotocamere Hasselblad, come non l'avete mai vista.

Wall-E va agli Oscar 22.01.09

La vera rivoluzione agli Oscar, sarebbe premiare un film d'animazione come migliore sceneggiatura originale.

L'acqua scorre su Marte 28.09.15

Tracce di acqua che scorre sulla superficie di Marte

La NASA ha annunciato la presenza di acqua salata (o per meglio dire sali idrati) che scorre sulla superficie di Marte in piccoli ruscelli che periodicamente lasciano striature scure e umide sul terreno, prima di evaporare.

Liquid water runs down canyons and crater walls over the summer months on Mars, according to researchers who say the discovery raises the odds of the planet being home to some form of life.

The trickles leave long, dark stains on the Martian terrain that can reach hundreds of metres downhill in the warmer months, before they dry up in the autumn as surface temperatures drop.

Images taken from the Mars orbit show cliffs, and the steep walls of valleys and craters, streaked with summertime flows that in the most active spots combine to form intricate fan-like patterns.

Scientists are unsure where the water comes from, but it may rise up from underground ice or salty aquifers, or condense out of the thin Martian atmosphere.

"There is liquid water today on the surface of Mars," Michael Meyer, the lead scientist on Nasa's Mars exploration programme, told the Guardian. "Because of this, we suspect that it is at least possible to have a habitable environment today."

Plutone ad alta risoluzione 25.09.15

Plutone

Il pianeta nano continua a stupire. Le nuove foto ad alta risoluzione di Plutone, scattate dalla sonda New Horizons della NASA, sono semplicemente stupefacenti.

Babbi a strisce 20.01.09

Quegli esagitati che per ore hanno esultatato sotto le finestre di Kakà, mi ricordano quei babbi (perché di babbi si tratta) che festeggiano nella tabaccheria che ha staccato il biglietto vincente, portando a proprie spese lo spumante. E senza aver vinto una fava.

Ogni blogger ha un prezzo 19.01.09

Oh, è vero. Ho sempre criticato i mercenari della blogosfera senza giusta causa.

La scientificità e il metodo statistico sono importanti.

Quindi è partito l'esperimento, molto grezzo e certamente rifinibile: ho pescato 10 nomi di blogger tendenzialmente puri&crudi - estratti a caso tra quelli che hanno i numeri di cellulare pubblicati in Facebook.

Veramente a caso: 8 uomini, 2 donne. 4 mi stavano già simpatici, gli altri, uhm, no.

Poi ho preso una SIM dal numero sacrificabile alla causa (a volte l'ho persino celato), un bel respiro e via.

Ho chiamato dicendo di essere inguaiato per l'eventuale sponsorizzazione di un succo di frutta austriaco - dovendo distribuire in complessivo in tutta l'italica blogosfera una somma pari a 70mila Euro, somma spedibile in tot post scritti su commissione. [...]

Solo uno mi ha stupito per la sua integrità morale [...] senza se e senza ma, irremovibile e senza zone d'ombra.

Gli altri - diciamo - non son stati proprio così senza macchia e senza paura.

Si discute se scrivere post per soldi sia giusto o sbaliato, moralmente corretto o disclaimer-accettabile. Paul the wine guy ha messo il dito nella piaga.

Mi è sembrato di vedere un Minimimmo 15.01.09

Minimimmo

Dopo aver letto questo post ho preso la macchina fotografica e sono andato a caccia di Minimimmi.

Lattuga spaziale 10.08.15

Gli astronauti della ISS per la prima volta hanno mangiato verdura fresca, un ceppo di lattuga romana, cresciuta sulla stazione spaziale.

TLUC Playlist [Happylist 12c-03] 31.12.08

Consigli multimediali sparsi.

Cinema e TV:

  1. Il curioso caso di Benjamin Button (film)

Musica:

  1. Electric Feel (Oracular Spectacular - MGMT)

Libri:

  1. Le fiabe di Beda il Bardo (J. K. Rowling)

La Luna mentre orbita intorno alla Terra vista dallo spazio 05.08.15

La Luna passa tra il satellite DSCOVR e la Terra

Il satellite della NASA DSCOVR ha catturato alcune straordinarie immagini della Luna che orbita attorno alla Terra, mostrando la faccia nascosta.
A DSCOVR si devono anche le due straordinarie foto al nostro pianeta che mostrano rispettivamente l'Europa e l'Africa e il continente americano.

Scorci liguri (-2) 23.12.08

Via Pia a Savona

Via Pia. Savona.

Calendario dell'Avvento 2008: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22

Via alby83.

Il prossimo obiettivo di New Horizons 23.07.15

Lasciato alle spalle Plutone e le sue lune la sonda New Horizons della NASA si dirige verso la Fascia di Kuiper, la regione del sistema Solare che si estende dalla distanza di 30 UA dal Sole sino a 50 UA.

La fascia è costituita da corpi minori del sistema Solare esterna rispetto all'orbita dei pianeti maggiori, simile alla Fascia principale degli asteroidi è 20 volte più estesa e da 20 a 200 volte più massiccia.
3 dei 5 pianeti nani si trovano nella Fascia di Kuiper, Plutone, Haumea e Makemake. Cerere si trova invece nella Fascia principale, mentre Eris è il più esterno collocandosi nel Disco diffuso.

Scorci liguri (-6) 19.12.08

Bergeggi

Bergeggi.

Calendario dell'Avvento 2008: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18

Via Mickso.

Le montagne e le pianure di Plutone 20.07.15

Le foto scattate dalla sonda NASA New Horizons mostrate nell'animazione del sorvolo di Plutone.

This simulated flyover of Pluto's Norgay Montes (Norgay Mountains) and Sputnik Planum (Sputnik Plain) was created from New Horizons closest-approach images. Norgay Montes have been informally named for Tenzing Norgay, one of the first two humans to reach the summit of Mount Everest. Sputnik Planum is informally named for Earth's first artificial satellite. The images were acquired by the Long Range Reconnaissance Imager (LORRI) on July 14 from a distance of 48,000 miles (77,000 kilometers). Features as small as a half-mile (1 kilometer) across are visible.

Le montagne di Plutone 16.07.15

Caronte

Superficie di Plutone ad alta risoluzione

Caronte e la prima immagine ad alta risoluzione della superficie di Plutone fotografati dalla sonda New Horizons della NASA.
Due sole foto che aprono scenari inattesi per la geologia del sistema plutoniano.

Icy mountains up to 3,500 metres high -- comparable to Earth's Rocky Mountains -- tower on the dwarf planet Pluto, while its big moon Charon looks shockingly young.

This intriguing geology is revealed by the latest images from NASA's New Horizons mission, captured during its historic trip past Pluto on 14 July and released on 15 July.

Perhaps most surprising is how different Pluto and Charon are from one another, and how geologically active they appear. Pluto's frosty surface is wildly variable, with broad bright swathes, sprawling dark patches, and terrain that appears alternately smooth and beat-up. Charon, its largest moon, is a more muted world, with long canyons girdling its middle. Yet its features still intrigue — among them a dark reddish polar cap that team scientists have dubbed 'Mordor'.

Scorci liguri (-7) 18.12.08

Lerici

Lerici.

Calendario dell'Avvento 2008: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17

Via paolo-55.

Esplorare Marte da casa 11.07.15

Mappa di Marte

Mars Trek è la mappa dettagliata in 3D della superficie di Marte realizzata dalla NASA.

Scorci liguri (-9) 16.12.08

Sori

Sori.

Calendario dell'Avvento 2008: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15

Via klausthebest.

Scorci liguri (-18) 07.12.08

Celle Ligure

Celle Ligure.

Calendario dell'Avvento 2008: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6

Via askino.

Attraccare alla Stazione Spaziale Internazionale 03.06.15

Il video dell'attracco alla ISS ripreso dalla Soyuz TMA-16M che ha portato a bordo gli astronauti Scott Kelly, Mikhail Kornienko e Gennady Padalka.

50 anni di passeggiate nello spazio 02.06.15

Un documentario della NASA racconta 50 anni di attività extraveicolari e di sbarchi per gli astronauti impegnati nelle missioni spaziali.

Il manuale per guidare un'auto sulla Luna 07.05.15

Il manuale del rover lunare delle missioni Apollo

Il manuale del rover lunare delle missioni Apollo

Il manuale del rover lunare delle missioni Apollo

Il manuale operativo del rover lunare impiegato sul nostro satellite naturale dagli astronauti della NASA nelle missioni Apollo 15, 16 e 17.

Mercurio osservato da MESSENGER 30.04.15

La sonda MESSENGER della NASA si è schiantata su Mercurio concludendo la sua pluriennale missione di studio del pianeta più interno del sistema Solare.
Lanciata il 3 agosto 2004, era stata progettata per studiare la composizione chimica della superficie, la sua storia geologica, la natura del suo campo magnetico, la dimensione e le caratteristiche del nucleo, la natura dell'esosfera e della magnetosfera, permettendoci di conoscere Mercurio come mai prima d'ora.

È stata la seconda sonda umana a raggiungere il pianeta 35 anni dopo la Mariner 10. Entro il 2017 è previsto il lancio di una terza sonda, la BepiColombo realizzata dall'ESA in collaborazione con la JAXA.

Il diario marziano di Curiosity 29.04.15

Giorno per giorno il racconto interattivo delle tappe più importanti nell'esplorazione di Marte sul percorso del rover Curiosity della NASA.

The six-wheeled Curiosity rover is NASA's rock star. Since August 2012, when it landed in Gale Crater on Mars, it has been spending its days (or "sols" on Mars) hunting for environments where past life might have thrived. It has traveled about 10 kilometers, drilled into six rocks, analyzed three scoops of dirt and revealed the watery history of its landing site. As Curiosity begins to climb a mountain for some vertical geologizing, Science News imagined key entries from the rover's personal diary, logged as the 1-ton machine made its way across the Martian landscape. Each excerpt opens with a tweet actually posted by NASA on Curiosity's behalf at the Twitter name @MarsCuriosity.

25 anni di Hubble in immagini 24.04.15

Nebulosa ripresa dal telescopio Hubble

Collisione di galassie ripresa dal telescopio Hubble

Una delle prime foto riprese dal telescopio Hubble

Il New York Times celebra i 25 anni di Hubble con una spettacolare galleria fotografica di alcune delle più iconiche immagini scattate dal telescopio spaziale, collaborazione dalla NASA e dell'ESA.

Tutto quello che andò storto sull'Apollo 13 17.04.15

A 45 anni dalla missione dell'Apollo 13, che la NASA ricorderà come un fallimento di grande successo, Ars Technica ripercorre il drammatico viaggio di Lovell, Swigert e Haise verso Luna costellato di guasti e problemi che misero per giorni a rischio la vita dei tre astronauti.
Un salvataggio epico che riscrisse le procedure di emergenza nello spazio.

Un messaggio nello spazio consegnato da un'auto 17.04.15

Hyundai ha realizzato la più grande scritta visibile dallo spazio tracciata con delle auto. Il progetto ha realizzato il sogno di Stephanie, figlia di un astronauta a bordo della Stazio Spaziale Internazionale, che voleva sorprendere suo padre ricordandogli quanto gli vuole bene e quanto le manca.

Hubble raccontato 16.04.15

Nature ha chiesto a ingegneri e scienziati di ricordare la loro esperienza con il programma Hubble per celebrare il 25esimo anniversario del telescopio spaziale che ci ha permesso di guardare l'universo sotto una luce diversa.

Geografia plutoniana 25.03.15

Valli, montagne, pianure e crateri su Plutone (ma anche i suoi satelliti Caronte, Notte, Idra, Cerbero e Stige) saranno presto ripresi in alta risoluzione dagli strumenti della sonda New Horizons, che raggiungerà il pianeta nano a metà luglio.
La NASA ha preparato un sito che permetterà a tutti di suggerire e votare i nomi della nuova geografia plutoniana da sottoporre all'Unione Astronomica Internazionale.

La prima maratona marziana 25.03.15

Il rover della NASA Opportunity si è spinto più lontano di ogni suo predecessore, superando i 42 km nell'esplorazione della superficie di Marte.
Ora il record da battere per la maratona marziana è di 11 anni e 2 mesi.

L'oceano di Marte 06.03.15

L'oceano di Marte

Il primitivo oceano di Marte, secondo le analisi e le simulazioni degli specialisti della NASA, era situato nell'emisfero nord e copriva circa il 20% del pianeta, era più esteso del Mar Glaciale Artico e con una profondità paragonabile a quella del Mediterraneo.

After conducting a ground-based analysis of the water in the Red Planet's atmosphere, a team led by Geronimo Villanueva of NASA's Goddard Space Flight Center has determined that not only was Mars once home to an ocean bigger than the Arctic Ocean, but also how much of that water has been lost.

"Our study provides a solid estimate of how much water Mars once had, by determining how much water was lost to space," Villanueva said. "With this work, we can better understand the history of water on Mars."

The volume of this ocean, which existed some 4.3 billion years ago, would have been at least 20 million cubic kilometres (5 million cubic miles). The Arctic Ocean has a volume of just over 18 million cubic kilometres.

On Mars, this volume would have been sufficient to cover the planet's entire surface in a liquid layer 137 metres (450 feet) deep -- however, the more likely scenario is that the ocean covered almost half of the planet's northern hemisphere, the low-lying Northern Plains -- around 19 percent of the surface of Mars -- reaching depths of 1.6 kilometres (1 mile) in places.

Avvicinarsi a Cerere 06.03.15

Dopo un volo attraverso il sistema Solare di quasi 5 miliardi di km, iniziato nel 2007, una sonda ha raggiunto per la prima volta un pianeta nano.
La missione esplorativa di Dawn durerà 16 mesi con la speranza di ottenere risultati fondamentali per la comprensione della formazione dei pianeti.

In attesa del 23 aprile, quando la strumentazione della sonda inizierà le rilevazioni, la NASA ha pubblicato il video dell'avvicinamento a Cerere.

Quando il web era tutta campagna 15.10.08

12 anni fa nasceva Clarence.
Altri tempi. Altre bolle.

L'Italia e la Luna viste dallo spazio 22.02.15

Uno splendido time lapse ripreso dalla ISS mentre sorvola la penisola italiana con la Luna alta nel cielo.

Svendono mele 10.10.08

Locandina dell'evento Apple del 14 ottobre

Un laptop Apple sotto i mille dollari potrebbe essere un segno. Di che cosa ancora non lo so.
Sarà la congiuntura, sarà la concorrenza, sarà un'accresciuta percezione delle cose o forse il segno che la fine del mondo è prossima.

Nell'attesa di conoscere la verità mi sfrego le mani. Con parsimonia.

Gli uomini giusti nei posti giusti 10.10.08

Intervistato da La Repubblica il senatore Guido Paravia, co-autore del criticato emendamento salva-manager, ha dichiarato:

Ero del tutto inconsapevole dell'estensione di questi benefici. Io faccio l'industriale, non il giurista. E il collega Cicolani è ingegnere.

Non c'è niente di meglio di una bella conferenza 09.10.08

Portare internet alla gente è un progetto ambizioso.

Il come viene dibattuto da tempo.
Codice Internet ci sta provando; gliene va dato atto.

Il problema, se c'è un problema, è che la direzione intrapresa assomiglia più alla "Milano da bere" che non a un'iniziativa rivolta ad un pubblico di neofiti.

La lente gravitazionale che sorride 10.02.15

Una lente gravitazionale che assomiglia a uno smile

Un caso di pareidolia spaziale che al contempo è anche una dimostrazione della teoria della relatività generale.

Si tratta dell'ammasso SDSS J1038+4849. L'immagine di questo smile cosmico, scattata dal telescopio spaziale Hubble, mostra un anello di Einstein che si verifica quando la sorgente, la lente gravitazionale e l'osservatore si trovano allineati.
La forza attrattiva prodotta da questo ammasso galattico è così massiva da essere in grado di piegare lo spazio-tempo, deformando con un effetto lente la luce che vi passa attraverso.
Questo ci regala una delle più suggestive lenti gravitazionali conosciute.

Il viaggio di Curiosity su Marte caturato da immagini satellitari 09.02.15

Curiosity su Marte ripreso dallo spazio

Quel quadratino al centro dell'immagine è Curiosity, il rover della NASA intento a esplorare la superficie di Marte.
Dall'orbita la sonda Mars Reconnaissance Orbiter ha seguito il suo lungo percorso grazie ai sensori HiRISE regalandoci una stupefacente galleria fotografica del viaggio alla scoperta di un mondo ogni giorno sempre meno alieno.

Quando le peggiori fantasie passano da Wasilla 28.09.08

An Alaskan hockey mom becomes Vice President in the wackiest family comedy of the year! Sound familiar?

La foto di Hubble scattata alla galassia di Andromeda 08.01.15

La galassia di Andromeda

Questa è la più grande immagine composita scattata dal telescopio spaziale Hubble e mostra il panorama di una parte del disco che forma la galassia di Andromeda. L'immagine originale pesa ben 1,5 gigapixel.

Hubble è così potente che nonostante la distanza di Andromeda dalla Terra, oltre 2,5 milioni di anni luce, è in grado di mostrare singole stelle nella porzione del disco mostrata che si estende per 61,000 anni luce. A volerle contare le stelle visibili in questa foto sarebbero oltre 100 milioni.

I pianeti nella zona abitabile scoperti da Kepler 07.01.15

Tra gli oltre mille pianeti confermati dalle rilevazioni del telescopio spaziale Kepler (su più di 4.000 potenziali candidati), otto di questi risultano di dimensioni che vanno da quelle simili alla Terra a sino due volte circa il nostro pianeta. La loro particolarità è che tutti e otto si trovano nella zona abitabile dei loro rispettivi sistemi stellari.
Per zona abitabile si intende quella regione intorno a una stella dove un pianeta può teoricamente mantenere acqua liquida sulla sua superficie e quindi capace di ospitare una condizione favorevole per la vita come noi la conosciamo. I pianeti delle zone abitabili sono dunque i principali candidati sia per la ricerca di vita extraterrestre sia per potenziali colonizzazioni.

I Pilastri della Creazione come non li avete mai visti 06.01.15

Due foto dei Pilastri della Creazione a confronto

È una delle immagini più iconiche mai scattate da Hubble.
Vent'anni fa il telescopio spaziale ci regalava la visione dei Pilastri della Creazione, colonne di gas interstellare e polveri visibili nella Nebulosa Aquila distante circa 7.000 anni luce dal sistema Solare.

In occasione di questo anniversario Hubble ha scattato nuove foto per una visione più nitida e più ampia dei Pilastri.
Le colonne ora appaiono in tutta la loro estensione, le stelle in formazione sono più nitide e nella banda a infrarossi, capace di penetrare la maggior parte dei gas e polveri fatta eccezione per le regioni più dense, si può cogliere la vastità della nostra galassia e dell'universo. Basti pensare che la foto inquadra un'area di appena 5 anni luce.

Wishful thinking 22.09.08

Ah, ecco. L'ennesimo supporto fisico musicale.
Che nel 2008 se ne sentiva il bisogno.

E' proprio vero che di idee creative della madonna è pieno il mondo.

Un Buon Natale dallo spazio 24.12.14

Gli auguri degli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

Il rientro di Orion 22.12.14

La NASA ha rilasciato il video che mostra il rientro in soggettiva della Orion durante il primo test di volo.
Il passaggio dallo spazio all'atmosfera terrestre, circondata prima da una nube di plasma incandescente sino all'apertura dei paracadute prima dell'ammaraggio nell'oceano Pacifico.

Le condizioni per la vita su Marte 15.12.14

I dati raccolti dal rover Curiosity della NASA nell'esplorazione del cratere Gale indicano un passato in cui Marte è stato a lungo caldo, umido e ricco di fiumi e laghi. Elementi potenzialmente adatti a sostenere forme di vita.

John P. Grotzinger of Caltech, the project scientist for the mission, reported at a news conference on Monday that the rover's yearlong trek to Mount Sharp provided strong new evidence that Gale Crater had large lakes, rivers and deltas, on and off, for millions to tens of millions of years. The geology shows that even when the surface water dried up, plenty of water would have remained underground, he said.

Moreover, the team concluded, numerous deltalike and lakelike formations detected by orbiting satellites are almost certainly the dried remains of substantial ancient lakes and deltas. None of this proves that life existed on the planet, but the case for an early Mars that was ripe and ready for life has grown stronger.

"As a science team, Mars is looking very attractive to us as a habitable planet," Dr. Grotzinger said in an interview. "Not just sections of Gale Crater and not just a handful of locations, but at different times around the globe."

La Terra vista da Orion 08.12.14

La Terra vista da Orion

La Terra fotografata nello spazio da una distanza di 5.800 km durante il test di volo di Orion.

Rumors disattesi 09.09.08

Steve Jobs durante un keynote

L'obituary su Gawker.

La credibilità della carta stampata 30.08.08

Oggi La Stampa apre con la copertina ritoccata di Vogue con il volto di Sarah Palin incollato sul corpo di una modella.
In via Marenco, 32 avranno di che vergognarsi.


La prima pagina de La Stampa

La copertina falsa viene da qui.
La Palin ha avuto sì una breve carriera da miss (Miss Wasilla nel 1983 e seconda a Miss Alaska nel 1984), ma i giornalisti de La Stampa dovrebbero imparare a non fidarsi troppo del primo risultato che incontrano su Google Images.

Il Sole in time lapse 10.11.14

Un time lapse in 4K della superficie Sole composto da oltre 17.000 immagini raccolte tra il 14 e il 30 ottobre dal telescopio spaziale Solar Dynamics Observatory (SDO) della NASA.

The surface of the sun from October 14th to 30th, 2014, showing sunspot AR 2192, the largest sunspot of the last two solar cycles (22 years). During this time sunspot AR 2191 produced six X-class and four M-class solar flares. The animation shows the sun in the ultraviolet 304 ångström wavelength, and plays at a rate of 52.5 minutes per second. It is composed of more than 17,000 images, 72 GB of data produced by the solar dynamics observatory (http://sdo.gsfc.nasa.gov/) + (http://www.helioviewer.org/). This animation has be rendered in 4K, and resized to the Youtube maximum resolution of 3840×2160. The animation has been rotated 180 degrees so that south is 'up'. The audio is the "heartbeat" of the sun, processed from SOHO HMI data by Alexander G. Kosovichev. Image processing and animation by James Tyrwhitt-Drake.

Sott'acqua nello spazio 07.11.14

Gli astronauti Steve Swanson e Reid Wiseman della NASA e Alexander Gerst dell'ESA hanno immerso una telecamera GoPro in una sfera d'acqua, creata grazie alla microgravità presente sulla Stazione Spaziale Internazionale che poi è il luogo nello spazio con la più alta densità di nerd.

Dimostrare Galileo nel vuoto 03.11.14

Nella più grande camera a vuoto al mondo, allo Space Power Facility della NASA, è stato ricreato l'esperimento basato sull'analisi della caduta dei gravi esposta da Galileo Galileo.
Una piuma e una palla da bowling sono state lasciate cadere simultaneamente nel vuoto atterrando contemporaneamente. L'esperimento, realizzato per la BBC, dimostra che tutti i corpi materiali cadono nel vuoto con la stessa accelerazione, indipendentemente dalla loro massa, come conseguenza dell'equivalenza tra massa gravitazionale e massa inerziale.

Lo stesso esperimento, utilizzando una piuma e un martello, era stato riprodotto dall'astronauta David Scott durante la missione lunare dell'Apollo 15.

Riflessi sui mari di Titano 03.11.14

Il Sole si riflette sui mari di Titano

Il riflesso del Sole sui mari di idrocarburi del polo nord di Titano, la maggiore delle lune di Saturno, fotografato dalla sonda Cassini della NASA.

Sindrome da accerchiamento 25.08.08

Travaglio non capisce la scelta del cambio di linea editoriale dell'Unità.
E' critico contro le nuove decisioni, ha una visione romantica e idealizzata di un giornale che in realtà è molto distante dalla vecchia autorevolezza.

Travaglio fa finta di ignorare che da anni, tra le pagine del quotidiano, si respira l'aria viziata di un bastione da cui si tenta di respingere ipotetici attacchi, dall'alto di una presupposta superiorità morale e dialettica.

L'Unità è stata trasformata in un coacervo di indignazione, alimentata incessantemente, anche quando toni più misurati sarebbero stati più indicati e apprezzati dai suoi stessi lettori.

Forse nulla cambierà, ma la nuova direzione affidata a Concita De Gregorio, una donna e non è poco, potrebbe portare una ventata di modernità.
Una decisa sterzata, verso un giornale nuovamente rivolto alla società civile e non soltanto alla pancia dei più rancorosi e incolleriti.

O almeno me lo auguro.

La Terra fotografata da Chris Hadfield 29.10.14

Venezia fotografata dalla ISS

Chris Hadfield, astronauta della CSA, ha pubblicato il libro You Are Here: Around the World in 92 Minutes che raccoglie alcune delle sue migliori foto tra le circa 45.000 scattate durante il suo lungo soggiorno a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

During 2,597 orbits of our planet, I took about 45,000 photographs. At first, my approach was scattershot: just take as many pictures as possible. As time went on, though, I began to think of myself as a hunter, silently stalking certain shots. Some eluded me: Brasilia, the capital of Brazil, and Uluru, or Ayers Rock, in Australia. I captured others only after methodical planning: "Today, the skies are supposed to be clear in Jeddah and we'll be passing nearby in the late afternoon, so the angle of the sun will be good. I need to get a long lens and be waiting at the window, looking in the right direction, at 4:02 because I'll have less than a minute to get the shot." Traveling at 17,500 miles per hour, the margin for error is very slim. Miss your opportunity and it may not arise again for another six weeks, depending on the ISS's orbital path and conditions on the ground.

L'Aquila è atterrata 24.10.14

La NASA rende disponibili gratuitamente su SoundCloud le registrazioni audio originali di alcune tra le sue più straordinarie missioni spaziali.

Tutti i lanci dei razzi Saturn V 16.10.14

Tutti i decolli dei tredici Saturn V, dal 1967 al 1973 raccolti e mostrati contemporaneamente in un solo video.

Il Saturn V è stato il più grande razzo multistadio a combustibile liquido mai prodotto (almeno sino all'introduzione dello Space Launch System) e decollava dal Launch Complex 39, appositamente costruito al John F. Kennedy Space Center della NASA.
I 13 lanci consentirono il successo delle 9 missioni lunari Apollo con i sette allunaggi e la messa in orbita della stazione spaziale Skylab.

La Terra vista dall'ISS con il commento degli astronauti 05.09.14

La NASA ha pubblicato questo video in cui gli astronauti della Expedition 38, Mike Hopkins e Rick Mastracchio, commentano la spettacolare vista dalla Cupola a bordo della ISS. Un overview effect orbitale.

La mappa delle foto scattate dalla ISS 02.09.14

Dave MacLean del Centre of Geographic Sciences GIS Faculty al Nova Scotia Community College, in Canada, ha realizzato una mappa interattiva che mostra le foto scattate dagli astronauti delle missioni Expeditions 40 e 41 a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

Eclissi di Phobos 24.07.14

Nell'agosto del 2013 il rover Curiosity della NASA ha registrato un'eccezionale eclissi di sole dovuta la passaggio della piccola luna marzina dalla forma irregolare Phobos.

Complottisiti parlamentari 20.07.14

Il tweet sul complotto lunare dell'onorebole Sibilia

Oggi si festeggia anniversario sbarco sulla #luna. Dopo 43 anni ancora nessuno se la sente di dire che era una farsa...

In un tweet dell'onorevole Carlo Sibilia, nel giorno del 45esimo anniversario del primo sbarco umano sulla Luna, è riassunta tutta la paranoia complottista, il pressapochismo e l'incompetenza che serpeggiano tra le file dei parlamentari del Movimento 5 Stelle.

La flora terrestre in una mappa 19.07.14

La flora terrestre in una mappa

Questa è la più dettagliata mappa della vegetazione terrestre mai realizzata grazie ai dati raccolti dagli scienziati attraverso i rilevamenti del satellite Suomi NPP. I dati sono stati raccolti tra l'aprile 2012 e lo stesso mese del 2013.

Scommesse sportive nello spazio 29.06.14

La Germania ha battuto gli Stati Uniti nell'ultima partita del girone della morte al mondiale brasiliano e come da scommessa i due astronauti americani a bordo della ISS sono stati rasati a zero dal collega tedesco dell'ESA Alexander Gerst. Indubbi i vantaggi aerodinamici dell'operazione per l'equipaggio.

Veltroni nella nuvola 20.06.08

La tag cloud della relazione di Walter Veltroni all'Assemblea Nazionale del Partito Democratico.

La tag cloud della relazione di Walter Veltroni all'Assemblea Nazionale del PD

Un campionato dell'altro mondo 12.06.14

Gli astronauti della Stazione Spaziale Internazionale si divertono con un pallone aspettando lo streaming della Coppa del mondo di calcio.

La Terra vista dallo spazio in diretta 24 ore su 24 02.05.14

La Terra osservata dalla Stazione Spaziale Internazionale in alta definizione grazie alle telecamere installate sul modulo Columbus dell'ESA. È l'High Definition Earth Viewing (HDEV) sviluppato dalla NASA. Una finestra sul nostro pianeta che trasmetterà 24/7 in diretta spettacolari immagini del nostro pianeta visto dallo spazio ripreso a oltre 27mila km/h.

La Via Lattea a infrarossi 21.03.14

Il panorama della nostra galassia catturato a infrarossi dal telescopio spaziale Spitzer della NASA in dieci anni.

Ci sono un sacco di pianeti là fuori 27.02.14

La NASA ha annunciato ieri che la missione Kepler ha scoperto 715 nuovi pianeti nella galassia, portando il numero complessivo a quasi 1.800.
Quando sono nato i pianeti conosciuti con certezza dall'uomo erano appena nove (p. nani compresi) e tutti all'interno del nostro sistema stellare. Venti anni fa non superavano i 15.

L'anno scorso Jonathan Corum ha realizzato un'infografica che mostra la dimensione e l'orbita di 190 pianeti conosciuti nelle vicinanze del sistema Solare.

La foto della Terra scattata da Curiosity su Marte 07.02.14

La Terra fotografata da Marte

Il rover Curiosity della NASA ha scattato la sua prima immagine della Terra dalla superficie di Marte. La foto, catturata 80 minuti dopo il tramonto la settimana scorsa, mostra il nostro pianeta come l'oggetto più luminoso della sera marziana.

La prima foto di Venere, nel 1974 05.02.14

La prima foto di Venere scattata nel 1974

Quarant'anni fa oggi la sonda Mariner 10 della NASA scattava la prima foto ravvicinata di Venere.

Le 25 missioni spaziali attive in un'infografica 05.02.14

Le 25 missioni spaziali attive in un'infografica

Tutte le missioni in essere di sonde spaziali e rover che stanno esplorando il nostro sitema solare (e oltre) rappresentate in un'infografica e la loro relativa distanza dal Sole. Dal Voyager 1 a New Horizons.

Il rover Curiosity di Lego 07.01.14

Il rover Curiosity di Lego

Il progetto di Stephen Pakbaz, ingegnere della NASA, è stato accettato dalla comunità Lego Cuusoo e ora il suo rover Curiosity è diventato un set ufficiale.

The LEGO NASA Mars Science Laboratory Curiosity Rover has landed! Designed by real Curiosity Rover engineer, Stephen Pakbaz, and chosen by LEGO CUUSOO members, this amazing LEGO version of the highly advanced mobile laboratory features lots of great details, such as 6-wheel rocker-bogie suspension, articulated robotic arm and multiple camera sets. This great model also comes with a fascinating booklet with building instructions and information about the history of Mars exploration and the Curiosity Rover, plus a display plate complete with LEGO brick Martian rocks – perfect for testing out the rover's go-anywhere suspension!

Il primo video che ha ripreso l'orbita della Luna attorno alla Terra dallo spazio 12.12.13

Durante il flyby necessario a ottenere un'accelerazione sufficiente per raggiungere l'orbita gioviana grazie all'effetto fionda gravitazionale, la sonda Juno della NASA ha ripreso il sistema Terra-Luna registrando il primo video del nostro satellite naturale che orbita intorno al pianeta.

La risoluzione del video è così bassa perché i sensori usati per le riprese sono ottimizzati per monitorare stelle deboli e non corpi planetari.

La cometa del secolo che non è stata 29.11.13

La cometa ISON si sfarina al Sole

Gli astronomi dell'ESA hanno confermato i dati del telescopio spaziale SOHO. La cometa ISON, che da molti veniva definita la cometa del secolo per lo spettacolo che avrebbe offerta a dicembre, non è sopravvissuta al passaggio ravvicinato con il Sole.
Possiamo dimenticarci la stella cometa di Natale.

La ISS di notte 21.11.13

L'interno della ISS di notte

Compiendo 15,7 orbite intorno alla Terra ogni 24 ore anche le fasi giorno/notte a bordo della ISS risultano artificiali.
Ecco come appare l'interno della Stazione Spaziale Internazionale durante il periodo di riposo degli astronauti.
Le luci di emergenza indicano l'accesso al modulo di salvataggio Soyuz.

I primi 15 anni della ISS in infografica 20.11.13

I primi 15 anni della ISS in infografica

Dai moduli Zarya e Unity a Columbus e Leonardo, la NASA racconta con un'infografica la struttura e i successi scientifici della prima stazione spaziale internazionale nel suo 15esimo anniversario.

Io sono stato sempre al mio posto 07.01.08

E si sono visti i risultati, aggiungeranno in molti.

Bassolino almeno una volta in dieci anni dai il buon esempio. Rassegna le dimissioni e chiudiamola lì. Da buoni amici. Dai.

Il mosaico di Saturno 13.11.13

Saturno ripreso dalla sonda Cassini

La NASA ha pubblicato l'immagine completa del mosaico di fotografie scattate dalla sonda Cassini che orbita intorno a Saturno, mostrandoci un colpo d'occhio davvero suggestivo con il nostro pianeta che spunta sotto gli anelli nel giorno in cui tutti guardavamo verso il cielo sorridendo.

Un canyon di fuoco sul Sole 26.10.13

Il Solar Dynamics Observatory della NASA è riuscito a catturare immagini sorprendenti durante un'eruzione solare e della conseguente formazione di un gigantesco canyon sulla superficie del Sole dopo l'espulsione di un filamento lungo quasi 322.000 km.

Prodotti tipici liguri (-7) 18.12.07

Zerarìa

In dialetto viene chiamata Zrarìa, prodotta nell'entroterra del Ponente si prepara per il periodo natalizio.
Le zampette di suino e la testa, comprese anche cotenne o guanciale, lingua, muscoli e a volte anche manzo, vengono fatte bollire con sale, pepe, alloro, limone e altri aromi che variano da zona a zona, fino ad ottenere un brodo. Terminata la cottura, si tagliano le varie parti con il coltello e si dispongono in un piatto profondo ricoprendole con il brodo caldo che raffreddandosi formerà una densa gelatina.
Si adorna con foglie di alloro o di limone fresche. Tradizionalmente l'impasto veniva messo in appositi stampi in legno, a forma di bauletto.
Si lascia così per alcuni giorni, si consuma tagliata a fette.

Con qualche variante si produce, oltre che in Val Bormida, nel savonese, anche in Valle Stura, nell'entroterra di Voltri.

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17

Raccontare la missione Juno verso Giove 11.10.13

Nella nuova web series Bill Nye illustra la missione della NASA Juno, in rotta verso Giove per studiarne il campo magnetico dove arriverà nel 2016.

C'è un dinosauro nello spazio 01.10.13

Il dinosauro realizzato dall'astronauta Karen Nyberg

L'astronauta Karen Nyberg, a bordo della ISS, ha cucito un piccolo dinosauro di stoffa da regalare a suo figlio una volta rientrata sulla Terra utilizzando il tessuto di contenitori di alimenti usati e una vecchia maglietta.

Tutta la Luna in 20 secondi 17.09.13

La NASA ha creato questa spettacolare animazione ad alta risoluzione di entrambe le facce della Luna riprese dal Lunar Reconnaissance Orbiter.

Il rumore dello spazio interstellare 14.09.13

La sonda Voyager 1 ha catturato il rumore di fondo dello spazio interstellare attraverso il suo strumento per la misurazione delle vibrazioni del gas ionizzato.
Le frequenze, percepibili dall'orecchio umano, sono mostrate in un grafico che indica la densità del plasma. I dati sono stati raccolti tra l'ottobre 2012 e il maggio 2013.

La Voyager 1 ha lasciato definitivamente il sistema Solare 13.09.13

La NASA ha confermato che la sonda Voyager 1 ha superato i confini dell'eliopausa e ora sta proseguendo il suo viaggio nello spazio interstellare.
La sonda - insieme alla sua gemella Voyager 2 - fu lanciata nel 1977 per esplorare dettagliatamente Giove e Saturno e in seguito Urano e Nettuno per proseguire poi la sua missione oltre il nostro sitema Solare.

Viaggiando verso la Luna nel cielo di New York 07.09.13

La sonda LADEE nel cielo di New York

Ben Cooper, dal tetto del Rockefeller Center di New York, ha immortalato il decollo della sonda LADEE diretta verso la Luna.
La missione della NASA dovrà studiare e raccogliere dati sulla debole atmosfera e sulle polveri del nostro satellite naturale. La sonda testerà inoltre un nuovo sistema di comunicazioni con la Terra chiamato Lunar Laser Communications Demonstration che utilizza fasci laser al posto delle onde radio.

L'ultimo volo dello Space Shuttle Enterprise su Google Street View 29.08.13

L'ultimo volo dello Space Shuttle Enterprise su Google Street View

Il sorvolo di New York del Boeing 747 della NASA che trasportava lo Space Shuttle Enterprise nel suo ultimo viaggio verso l'Intrepid Sea, Air and Space Museum è stato raccolto sopra la New Jersey Turnpike dalle fotocamere di una Google car finendo su Street View.

Ibernare gli astronauti 26.08.13

Gli scienziati stanno studiando metodi per porre in letargo gli astronauti durante lunghe missioni nello spazio verso Marte per agevolarne il viaggio contenere lo spazio vitale necessario.

For the past decade or so, scientists have been exploring various ways to get astronauts to hibernate on the way to Mars. This is like falling asleep in the backseat on your way to grandma's, but times a thousand. A long sleep like that has its complications, though. For one, you have to keep the astronauts fed and hydrated while they're out. You also have to figure out a way to keep the astronauts' muscles from atrophying and prevent bone loss from the extended stay in a zero gravity environment. [...]

The benefits of the hibernation approach, meanwhile, are undeniable. The astronauts would still need sustenance and supplies but not nearly as much as they'd need if they were awake the whole time. Another benefit comes from radiation shielding. Since the astronauts can all be contained in a small area, there'd be no need to outfit the entire spacecraft with radiation shielding. Finally, there are plenty of psychological benefits to letting astronauts sleep through the impossibly long trip rather that post up with a Kindle or whatever it is astronauts do while bored in space.

Il computer di bordo dell'Apollo 25.08.13

Un documentario della metà degli anni '60 descrive il funzionamento dell'Apollo Guidance Computer, il computer di bordo delle future missioni del Programma Apollo.

Rotta verso l'asteroide 25.08.13

La NASA ha rivelato un nuovo video che descrive la missione umana verso un asteroide, prevista nelle intenzione dell'ente spaziale americano tra il 2018 e il 2021, con un'astronave Orion per prelevare campioni e studiarne la composizione. L'asteroide catturato in precedenza da una sonda verrà parcheggiato in orbita lunare.

Guardare la Terra allontanarsi 06.08.13

La sonda Messenger della NASA diretta verso Mercurio ha catturato numerose immagini mozzafiato della Terra durante il suo allontanamento dall'orbita.

Il video è composto da 358 fotogrammi presi in circa 24 ore che mostrano una rotazione completa del pianeta.
Le immagini riprese da Messenger sono state scattate a partire da 65.598 km di altitudine sopra il Sud America il 2 agosto 2005. L'ultima immagine è stata scattata a 435.885 mila km dalla Terra, oltre l'orbita lunare.

Intorno a Saturno 26.07.13

Fabio Di Donato ha realizzato questo magnifico video raccogliendo ed editando in stop motion centinaia di migliaia di immagini riprese tra il 2004 e il 2012 dalla sonda Cassini in orbita attorno a Saturno e alle sue lune.
Di Donato ha dedicato il video alla memoria di Margherita Hack.

Mezza Terra 22.07.13

La Terra vista dall'Apollo 11

Nei giorni del 44esimo anniversario del primo sbarco sulla Luna la NASA ha rilasciato nuove splendide foto di quella straordinaria avventura umana.

La Terra fotografata da Saturno 22.07.13

La Terra ripresa da Cassini in orbita attorno a Saturno

Il 19 luglio scorso la sonda della NASA Cassini ha fotografato il sistema Terra-Luna dalla sua orbita intorno a Saturno, da una distanza di circa 1,44 miliardi di chilometri.
Qui sulla Terra, soggetto dell'autoscatto, le persone si sono messe in posa salutando in direzione del pianeta degli anelli.

I motori dell'Apollo 11 21.07.13

I motori F-1 dell'Apollo 11

Il team di recupero di Jeff Bezos, CEO e fondatore di Amazon, ha ritrovato nell'Atlantico uno dei motori F-1 del Saturn V che nel 1969 fecero decollare l'Apollo 11 nella sua missione verso la Luna.

2044 is the Rocketdyne serial number that correlates to NASA number 6044, which is the serial number for F-1 Engine #5 from Apollo 11. The intrepid conservator kept digging for more evidence, and after removing more corrosion at the base of the same thrust chamber, he found it – "Unit No 2044" – stamped into the metal surface.

Lavarsi i capelli in assenza di gravità 11.07.13

L'astronauta della NASA Karen Nyberg spiega la tecnica usata per lavarsi i capelli in assenza di gravità a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

Sotto i ghiacci dell'Antartide 09.06.13

Bedmap 2 è la mappa più dettagliata della topografia subglaciale dell'Antartide.
Lo studio nato da una collaborazione tra il British Antarctic Survey e la NASA, grazie alle rilevazioni compiute dal satellite ICESat e dalla missione Operation IceBridge, comprende i movimenti e i flussi del ghiaccio e permette di capire come i ghiacci antartici possono influenzare il livello dei mari.

Uno sguardo sulle Nubi di Magellano 05.06.13

Gli astronomi della NASA e della Pennsylvania State University hanno creato il più dettagliato studio delle lunghezze d'onda ultraviolette delle due galassie più vicine alla Via Lattea: la Grande e la Piccola Nube di Magellano.
Le immagini sono state raccolte dal telescopio Swift. Il risultato è un mosaico di immagini ad alta risoluzione da 160 megapixel della Grande Nube di Magellano e uno da 57 megapixel della Piccola Nube di Magellano.

281 giorni su Marte 25.05.13

Il time lapse della missione del rover Curiosity della NASA su Marte, dall'8 agosto 2012 al 21 maggio 2013, realizzato con le immagini in formato RAW catturate dalla Front Left Hazcam.

Una foto panoramica lunga oltre 9.600 km 20.05.13

Si chiama The Swath Long, la lunga falciata, è la foto panoramica di 19 gigapixel lunga ben oltre la metà del diametro della Terra scattata dal satellite della NASA Landsat Data Continuity Mission.
Un panorama mozzafiato di oltre 9.600 km di lunghezza per 193 km di larghezza che si estende dal nord del Sud Africa alla Russia orientale.

Il meglio di Chris Hadfield in un video 14.05.13

Il comandante Chris Hadfield e l'equipaggio della Expedition 35 è rientrato oggi sulla Terra dopo una lunga permanenza a bordo della ISS.
Un video ripercorre i migliori momenti di divulgazione scientifica dell'astronauta canadese.

Space Oddity suonata nello spazio 13.05.13

La cover di Space Oddity di David Bowie eseguita dal comandante Chris Hadfield a bordo della ISS.

L'uragano gigante su Saturno 30.04.13

L'uragano gigante su Saturno

La sonda Cassini, nell'orbita di Saturno, ha catturato questa impressionante foto di un uragano dal diametro di oltre 2.000 chilometri al polo nord del pianeta. I sensori hanno rivelato venti a 540 chilometri orari.
Non è ancora chiaro da quanto tempo questa tempesta sia attiva. Cassini è in orbita planetaria dal 2004, ma questa è una delle prime immagini che la sonda ha raccolto del polo nord illuminato dal Sole lo scorso 27 novembre.

Un video ritratto del Sole 26.04.13

La NASA ha realizzato un video di tre minuti che raccoglie tre anni di immagini scattate dal telescopio spaziale Solar Dynamics Observatory (SDO).

Lunar eclipses, solar flares, coronal mass ejections and even the transit of Venus can be see.

Nasa point out some of the highlights:

00:30;24 Partial eclipse by the moon
00:31;16 Roll maneuver (where the observatory spins around to calibrate its equipment)
01:11;02 August 9, 2011 X6.9 Flare, currently the largest of this solar cycle
01:28;07 Comet Lovejoy, December 15, 2011
01:42;29 Roll Maneuver
01:51;07 Transit of Venus, June 5, 2012

The SDO captures a shot of the Sun every 12 seconds at 10 different wavelengths although this clip only shows two images a day.

Strizzare i panni in assenza di gravità 19.04.13

Cosa succede quando si strizzano indumenti bagnati in assenza di gravità? Il nostro astronauta canadese di riferimento, Chris Hadfield, ce lo mostra a bordo della ISS.

Dormire nello spazio 14.04.13

Dormire a gravità zero è più rilassante di quanto si pensi. Il video dell'astronauta-entusiasta Chris Hadfield.

Nello spazio nessuno può sentirle rotolare 01.04.13

Le uova di Pasqua a bordo della ISS

L'astronauta canadese Chris Hadfield ha portato alcune uova di Pasqua a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

La Terra vista da 160 milioni di chilometri 01.04.13

La Terra e una cometa riprese dalla sonda STEREO-B

La sonda della NASA STEREO-B, in orbita intorno al Sole, ha scattato questa foto che mostra sulla sinistra due espulsioni di massa coronale, mentre al centro la cometa PANSTARRS si allontana dalla nostra stella e la Terra brilla sulla destra.

Tagliarsi i capelli in assenza di gravità 17.03.13

L'astronauta Chris Hadfield a bordo della ISS si fa tagliare i capelli all'International Space "Salon".

Che tempo che fa? 02.06.07

Gradirei tanto che Mercalli e Lombroso ogni tanto (mica sempre, eh?) azzeccassero una previsione sulla Liguria.
Non che abbia niente contro prediche e battute, ma per quelle ci sarebbe già il Grillo nazionale.

Restyling 24.05.07

Ma dico, più brutto di così proprio non si poteva fare.

Ecco perché le missioni lunari non sono una bufala 19.01.13

Semplicemente nel 1969 non esisteva la tecnologia per simulare uno sbarco lunare in uno studio e renderlo credibile e non cartonato.
Un video per smontare le ignoranti tesi dei complottisti lunari partendo da prove di natura cinematografica. Geniale.

Un nuovo modulo gonfiabile per la ISS 17.01.13

La NASA aggiungerà un nuovo componente alla Stazione Spaziale Internazionale; si tratta di un modulo gonfiabile prodotto dalla Bigelow Aerospace, del tutto simile alle due mini stazioni spaziali che la società privata sta testando nello spazio.
Il nuovo modulo di 4 metri di lunghezza per 3,2 di larghezza, che decollerà compresso e si espanderà una volta raggiunta la ISS, dovrà dimostrare di essere perfettamente in grado di resistere alle radiazioni e all'impatto con micrometeoriti.

La Bigelow spedirà in orbita il nuovo componente a bordo di una razzo della SpaceX nel 2015.

Tagliarsi le unghie nello spazio 15.01.13

I semplici gesti quotidiani a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. L'astronauta canadese Chris Hadfield spiega la procedura corretta per tagliarsi le unghie in assenza di gravità.

I droni a bordo della ISS 14.01.13

La NASA sta testando a bordo della Stazione Spaziale Internazionale piccoli droni, chiamati Smart SPHERES, in grado di monitorare l'ambiente circostante e interagire con esso.

The Smart SPHERES, located in the Kibo laboratory module, were remotely operated from the International Space Station's Mission Control Center at Johnson to demonstrate how a free-flying robot can perform surveys for environmental monitoring, inspection and other routine housekeeping tasks.

In the future, small robots could regularly perform routine maintenance tasks allowing astronauts to spend more time working on science experiments. In the long run, free-flying robots like Smart SPHERES also could be used to inspect the exterior of the space station or future deep-space vehicles.

Il bianco Marte 08.01.13

Curiosity spolvera Marte

Il rover della NASA Curiosity ha usato per la prima volta lo strumento Dust Removal Tool, un pennello che permette di rimuovere la polvere che ricopre la maggior parte del pianeta con lo scopo di poter analizzare al meglio la superficie di Marte. Perfettamente bianca e pulita.

L'asteroide in orbita lunare 03.01.13

Secondo New Scientist la NASA starebbe pensando di catturare un piccolo asteroide - si parla di 7 metri di lunghezza - per poi inserirlo in un'orbita lunare.
Lo studio del Keck Institute for Space Studies permetterebbe di raccogliere tre sfide con un'unica missione: la possibilità di pianificare un'esplorazione umana di breve durata del corpo celeste, testare a basso costo sonde automatiche per lo sfruttamento minerario degli asteroidi e lo studio diretto per la pianificazione di una difesa planetaria contro la minaccia di asteroidi in rotta di collisione con il nostro pianeta.

The feasibility of such a mission was exhaustively detailed in a study prepared for the Keck Institute for Space Studies by a group of NASA and university scientists that was published this past April. The study found that it would be feasible to send a automated craft to space on an Atlas V rocket to capture and return a 7 meter-wide (roughly 23 feet) near Earth asteroid at an estimated cost of $2.6 billion -- just a bit more than the cost of Curiosity's mission to Mars. The proprosed craft would travel to the target asteroid, measure and match its spin and speed, and then retrieve the asteroid using a 10 meter tall, 15 meter wide bag.

Un Buon Anno da Marte 01.01.13

Il rover della NASA Curiosity ha voluto mandare i suoi messaggi di auguri per un felice 2013 da Marte direttamente sul megaschermo di Time Square a New York.

La tuta spaziale di Buzz Lightyear 21.12.12

La NASA sta testando una nuova generazione di tute spaziali; i modelli attuali risalgono al 1998.
La tuta, denominata Z-1, risponde ai criteri di flessibilità e sicurezza necessai sia per operare nello spazio esterno sia per muoversi comodamenti su altri corpi celesti. E sì ricorda molto la tuta di Buzz Lightyear.

Il lato oscuro di Saturno 20.12.12

Il lato oscuro di Saturno ripreso dalla sonda Cassini

La sonda Cassini ha fotografato il lato in ombra di Saturno regalandoci una spettacolare vista notturna del gigante gassoso.
Le immagini raccolte permetteranno agli astrofisici di rilevare dettagli fondamentali sulla composizione degli anelli e sull'atmosfera del pianeta, difficilmente distinguibili in altre condizioni di illuminazione.

Un anno di Maya 09.12.12

Il fact checking della NASA sul perché il mondo non finirà nel 2012.

La Terra di notte 06.12.12

La Terra di notte vista dallo spazio attraverso l'animazione peparata dalla NASA, sulla base di migliaia di foto satellitari.

La matematica del motore a curvatura 28.11.12

La NASA è al lavoro sulla teoria di un motore a curvatura per piegare lo spazio-tempo e superare la velocità della luce. Per i non addetti ai lavori la velocità warp di Star Trek.

The idea came to White while he was considering a rather remarkable equation formulated by physicist Miguel Alcubierre. In his 1994 paper titled, "The Warp Drive: Hyper-Fast Travel Within General Relativity," Alcubierre suggested a mechanism by which space-time could be "warped" both in front of and behind a spacecraft.

Michio Kaku dubbed Alcubierre's notion a "passport to the universe." It takes advantage of a quirk in the cosmological code that allows for the expansion and contraction of space-time, and could allow for hyper-fast travel between interstellar destinations. Essentially, the empty space behind a starship would be made to expand rapidly, pushing the craft in a forward direction -- passengers would perceive it as movement despite the complete lack of acceleration. ...

In terms of the engine's mechanics, a spheroid object would be placed between two regions of space-time (one expanding and one contracting). A "warp bubble" would then be generated that moves space-time around the object, effectively repositioning it -- the end result being faster-than-light travel without the spheroid (or spacecraft) having to move with respect to its local frame of reference.

Come funziona internet nello spazio 11.11.12

La NASA e l'ESA hanno testato con successo un nuovo tipo di protocollo internet, spina dorsale di un futuro web interplanetario, telecomando dalla Stazione Spaziale Internazionale un robot Lego sulla Terra. Ecco come funziona:

In a nutshell -- we'll get down and dirty with the tech lower in the piece -- DTN allows a standard method of communication over long distances and through time delays, agency officials said. Its centering tech is similar to the IP protocol (that is the TCP/IP protocol) that is the building block of the Internet we use on Earth. That's called the Bundle Protocol (BP).

The big difference between BP and IP is that, while IP assumes a more or less smooth pathway for packets going from start to end point, BP allows for disconnections, glitches and other problems you see commonly in deep space, Younes said. Basically, a BP network -- the one that will the Interplanetary Internet possible -- moves data packets in bursts from node to node, so that it can check when the next node is available or up.

Quanto è difficile scattare una foto nello spazio 08.11.12

L'astronauta Don Pettit spiega le difficoltà dei fotografi a gravità zero.

I piani della NASA per ritornare sulla Luna prima di quanto si immagini 08.11.12

Accantonate le elezioni presidenziali negli Stati Uniti la NASA sarebbe pronta ad annunciare una prossima missione lunare da inserire nella già ricca agenda dell'esplorazione umana del sistema Solare, dall'atterraggio su un asteroide previsto intorno al 2025 alla prima missione su Marte per la metà degli anni '30.
Questo è quanto afferma Lori Garver, vice amministratore della NASA.

Let me say that again: We're going back to the moon, attempting a first-ever mission to send humans to an asteroid and actively developing a plan to take Americans to Mars.

Votare dallo spazio 05.11.12

LiveScience racconta come gli astronauti americani a bordo della Stazione Spaziale Internazionale potranno votare alle elezioni presidenziali.

Astronauts residing on the orbiting lab receive a digital version of their ballot, which is beamed up by Mission Control at the agency's Johnson Space Center (JSC) in Houston. Filled-out ballots find their way back down to Earth along the same path.

"They send it back to Mission Control," said NASA spokesman Jay Bolden of JSC. "It's a secure ballot that is then sent directly to the voting authorities."

This system was made possible by a 1997 bill passed by Texas legislators (nearly all NASA astronauts live in or around Houston). It was first used that same year by David Wolf, who happened to be aboard Russia's Mir space station at the time.

L'autoritratto di Curiosity su Marte 03.11.12

L'autoritratto di CuriosityL'autoritratto di Curiosity

L'autoritratto di Curiosity composto da 55 immagini scattate grazie alla fotocamera MAHLI montata sul rover.

Orbite strette 25.10.12

Gli astronomi della NASA, grazie ai dati ricevuti dalla sonda Keplero, hanno individuato nel sistema solare della stella KOI 500 cinque pianeti le cui orbite potrebbero essere contenute complessivamente in una regione che è solo un quarto dell'orbita di Mercurio.
Questa rara particolarità fa si che i loro periodi di rivoluzione intorno alla stella abbiano una durata compresa tra 1 e appena 9,5 giorni terrestri.

Lo Space Shuttle Endeavour a Los Angeles in time lapse 20.10.12

Il time lapse del viaggio dello Space Shuttle Endeavour attraverso le vie di Los Angeles.

WiMAX 07.01.07

In questo periodo si fa un gran parlare di WiMAX e, come sempre in questi casi, la confusione regna sovrana.
Vediamo di fare un po' di chiarezza sull'argomento.

WiMAX è l'acronimo di Worldwide Interoperability for Microwave Access.
Si tratta di un marchio di certificazione (come il Wi-Fi ad esempio) per tutti quei prodotti che superano i requisiti richiesti in materia di conformità e interoperabilità per gli standard della famiglia IEEE 802.16.

Sì, ma a cosa serve questo benedetto WiMAX?
E' presto detto.
Se il Wi-Fi permette la condivisione della banda larga su reti LAN il WiMAX fa la stessa cosa per quanto riguarda reti MAN.
Ciò significa passare da una condivisione della banda pensata su metri quadri (Wi-Fi) a distanze pari a chilometri quadrati (WiMAX).

WiMAX, come tutte le reti IEEE 802.16, utilizza il protocollo Logical Link Control (LLC) per cui si può affermare che è il completamento logico del Wi-Fi.
Per cui si può prevedere uno scenario nel quale poche antenne WiMAX, disposte ad esempio in una grande città, facciano da ponte tra innumerevoli hotspot Wi-Fi, in modo tale da permettere all'utenza di navigare senza fili (anche in mobilità) potendo scegliere la tecnologia a loro più congeniale.

Questa tecnologia supporta velocità di trasmissione dati fino a 70 Mbit/s, ciò permette quindi anche la completa copertura di quelle aree attualmente non fornite di accesso a connessioni a banda larga.

Lo standard WiMAX si basa principalmente sullo spettro compreso nell'intervallo delle frequanze fra 2 GHz e 11 GHz.
WiMAX inoltre innalza molti dei limiti dello standard Wi-Fi fornendo una maggiore larghezza di banda ed una cifratura più robusta.

In Italia la situazione è in via di regolamentazione dopo che, nel Dicembre scorso, il Ministero della Difesa ha raggiunto un accordo con il Ministero delle Comunicazioni per lo sfruttamento delle frequenze 3,4 e 3,6 GHz, adatte al WiMAX.
Entro il Giugno di quest'anno dovrebbero essere rese disponibili le prime licenze.
Per cui per la fine dell'anno e inizio 2008 potrebbero già nascere alcune interessanti offerte pilota al pubblico.

Crosspost su Rhadamanth Labs Weblog, VOIT.

Chirurgia a gravità zero 04.10.12

La NASA sta testando attrezzature e addestrando personale medico in grado di operare pazienti in ambienti a gravità ridotta per garantire la massima sicurezza agli astronauti impegnati in missioni su altri corpi celesti e a bordo di stazioni spaziali e astronavi.

This week, NASA is testing a device known as the Aqueous Immersion Surgical System (AISS) that could possibly make space surgery possible. Designed by researchers at Carnegie Mellon and the University of Louisville, AISS is a domed box that can fit over a wound. When filled with a sterile saline solution, a water-tight seal is created that prevents fluids from escaping. It can also be used to collect blood for possible reuse. "You won't have a blood bank in space, so if there is bleeding you want to save as much blood as you can," one of the researchers, James Burgess, told New Scientist.

If it works well enough, that will be one more thing ticked off the pre-Mars to-do list.

Astronauti jedi 02.10.12

Gli astronauti della NASA vestiti con i loro paracadute

Frank Borman, Neil Armstrong, John Young e Deke Slayton vestiti con abiti realizzati con il tessuto dei paracadute per tenerli al fresco di giorno e caldi di notte, durante un corso di sopravvivenza nel deserto del Nevada nel 1964.

Molto più jedi che astronauti.

Fiumi di Marte 28.09.12

Un antico letto fi u fiume marziano

La foto scattata dal rover Curiosity a un antico letto di un fiume marziano messa a confronto con un ambiente simile qui sulla Terra. Impressionante.

Il panorama più lontano nell'universo fotografato da Hubble 26.09.12

Lo Xtreme Deep Field realizzato da Hubble

Si chiama Xtreme Deep Field ed è il risultato di un collage di oltre 2.000 immagini riprese dal telescopio spaziale Hubble nel corso di 10 anni che mostrano 5.500 galassie.
Le galassie sono distanti da noi 13,2 miliardi di anni. Si tratta quindi dell'immagine più in profondità mai realizzata. Appena a 450 milioni di anni dall'origine dell'universo.

I colori dell'arcobaleno visti dallo spazio 25.09.12

Due glorie viste dalla ISS

L'equipaggio della ISS ha fotografato due glorie al largo delle coste della Baja California.
Una gloria è un fenomeno ottico prodotto dalla luce riflessa verso la sua fonte da una nuvola di goccioline d'acqua di dimensioni uniformi.

Le splendide foto dell'ultimo viaggio dello Space Shuttle Endeavour 24.09.12

Lo Space Shuttle Endeavour sul Golden Gate

Il decollo dello Space Shuttle Endeavour

Le più belle immagini dello Space Shuttle Endeavour trasportato dal Boeing 747 della NASA sopra i cieli della California alla volta della sua ultima collocazione al Science Center di Los Angeles.

Autoscatto spaziale 24.09.12

L'autoscatto dell'astronauta Aki Hoshide

L'astronauta Aki Hoshide è l'autore di questo magnifico autoscatto.
Nel riflesso del suo casco si possono distinguere la Stazione Spaziale Internazionale e la Terra. Alle spalle il sole.

Come si monta uno Space Shuttle su un Boeing 747 22.09.12

Il time lapse delle operazioni di montaggio dello Space Shuttle Endeavour sul Boeing 747 della NASA per il suo ultimo volo alla volta del Science Center di Los Angeles.

Ricette liguri (-10) 15.12.06

Sugo di funghi (tocco de funsi)

Ingredienti

  • 25 gr di funghi secchi
  • 5 pomodori
  • cipolla
  • aglio
  • rosmarino
  • 4 cucchiai d'olio extravergine
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco
  • pepe
  • sale

Utensili

Tegame in coccio, cucchiaio di legno.

Preparazione

Mettere al fuoco il tegame con olio, cipolla tritata e sale.
Imbiondire e aggiungere i funghi fatti preventivamente rinvenire in una tazza di acqua tiepida.
Aggiungere aglio e rosmarino tritato; cuocere a fuoco lento con coperchio, rimestando ogni tanto.
Dopo cinque minuti, quando il tutto sia rosolato, aggiungere i pomodori finemente tritati.
Fare cuocere ancora a fuoco lento e aggiungere, se occorre, un po' di brodo vegetale o mezzo bicchiere di vino bianco; farlo evaporare e finire di cuocere.

Calendario dell'Avvento 2006: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14

Crosspost su GBC.

L'eclissi solare marziana 16.09.12

Eclissi solare marziana

Il rover della NASA Curiosity ha catturato la sua prima eclissi solare su Marte prodotta dal passaggio di Phobos.

La NASA ricorda Neil Armstrong 15.09.12

Ora che le ceneri di Neil Armstrong sono state disperse nell'oceano Atlantico la NASA ha rilasciato un video per ricordare il suo valore, il suo coraggio e la sua amicizia.

L'unico americano che non era sulla Terra l'11 Settembre 11.09.12

Il 9/11 a New York visto dallo spazio

L'11 Settembre 2001 Frank Culbertson era a bordo della Stazione Spaziale Internazionale quando i terroristi attaccarono il World Trade Center e il Pentagono.
L'astronauta della NASA riuscì a riprendere l'impressionante scia di fumo che si sprigionava dagli incendi delle Twin Towers e si allontanava verso l'oceano Atlantico.

I had just finished a number of tasks this morning, the most time-consuming being the physical exams of all crew members. In a private conversation following that, the flight surgeon told me they were having a very bad day on the ground. I had no idea...

He described the situation to me as best he knew it at ~0900 CDT. I was flabbergasted, then horrified. My first thought was that this wasn't a real conversation, that I was still listening to one of my Tom Clancy tapes. It just didn't seem possible on this scale in our country. I couldn't even imagine the particulars, even before the news of further destruction began coming in.

Vladimir came over pretty quickly, sensing that something very serious was being discussed. I waved Michael into the module as well. They were also amazed and stunned. After we signed off, I tried to explain to Vladimir and Michael as best I could the potential magnitude of this act of terror in downtown Manhattan and at the Pentagon. They clearly understood and were very sympathetic.

I glanced at the World Map on the computer to see where over the world we were and noticed that we were coming southeast out of Canada and would be passing over New England in a few minutes. I zipped around the station until I found a window that would give me a view of NYC and grabbed the nearest camera. It happened to be a video camera, and I was looking south from the window of Michael's cabin.

The smoke seemed to have an odd bloom to it at the base of the column that was streaming south of the city. After reading one of the news articles we just received, I believe we were looking at NY around the time of, or shortly after, the collapse of the second tower.

L'astronauta che tocca il sole 10.09.12

L'astronauta Sunita Williams tocca il sole

L'astronauta della NASA Sunita Williams si è fatta ritrarre da Aki Hoshide mentre con la mano tocca il sole, in stile turista che regge la Torre di Pisa, durante una passeggiata spaziale all'esterno della ISS.

35 anni nello spazio 07.09.12

Voyager 1 festeggia i suoi 35 anni nello spazio dove ha ormai raggiunto l'eliopausa a oltre 18 miliardi di km dalla Terra, dopo averci regalato alcune tra le immagini più belle del nostro sistema solare.
La sonda della NASA, decollata il 5 settembre 1977, è alimentata da una batteria RTG che le permetterà di funzionare, seppure in modo limitato, fino al 2025 quando si troverà a oltre 25 miliardi di chilometri dal pianeta dei suoi creatori.

Se l'Apollo 11 fosse atterrato in un campo di baseball 31.08.12

Il sito dell'atterraggio dell'Apollo 11

Maria Popova ha sovrapposto la mappa del sito dello sbarco dell'Apollo 11, disegnata da Thomas Schwagmeier, al diamante di un campo da baseball per dare l'idea delle dimensioni della prima escursione umana sulla Luna.

Il monte Sharp su Marte 28.08.12

Il monte Sharp su Marte

Le prime immagini ad alta risoluzione del monte Sharp, all'interno del cratere di Gale, catturate dal rover Curiosity.

Lo sbarco dell'Apollo 11 raccontato da Neil Armstrong 26.08.12

In my view, the emotional moment was the landing. That was human contact with the moon, the landing... It was at the time when we landed that we were there, we were in the lunar environment, the lunar gravity. That, in my view, was…the emotional high. And the business of getting down the ladder to me was much less significant.

Neil Armstrong racconta la sua avventura sulla Luna in un'intervista del 1988.

Curiosity muove i primi passi 23.08.12

Curiosity su Marte

Il rover della NASA Curiosity ha iniziato a muoversi.

Codice Morse su Marte 23.08.12

Le impronte in codice Morse di Curiosity su Marte

Le ruote di Curiosity lasciano una singolare impronta sul suolo marziano del cratere Gale. Il rover della NASA avanzando nel luogo di atterraggio, ribattezzato Bradbury Landing in onore del celebre scrittore di fantascienza, lascia la traccia di un codice Morse.
Tre lettere: JPL, acronimo di Jet Propulsion Laboratory.
Citazione a parte i segni rendono più semplice misurare la strada percorsa.

La discesa di Curiosity su Marte ad alta risoluzione 20.08.12

La NASA ha rilasciato le riprese dello sbarco del rover Curiosity su Marte, questa volta ad alta risoluzione.

Siamo la NASA e lo sappiamo 16.08.12

Il gruppo comico Satire celebra la missione di Curiosity su Marte sulle note di I'm Sexy and I Know It dei LMFAO.

Marte a 360 gradi 13.08.12

Il cratere di Gale su Marte

Il cratere di Gale fotografato a 360° dal rover della NASA Curiosity.

[31/08 11:40] Panoramas pubblica la ripresa del cratere di Gale a 360° con colori brillanti.

La fisica dello yo-yo nello spazio 12.08.12

L'astronauta Don Pettit a bordo della ISS spiega la fisica di uno yo-yo in assenza di gravità.

Crateri marziani 12.08.12

Il cratere di Gale su Marte

Iniziano ad arrivare magnifiche foto da Marte scattate da Curiosity.

Lincoln su Marte 11.08.12

Il penny di Lincoln sul rover Curiosity

Un VDB penny del 1909 con la faccia di Lincoln è stato usato come bersaglio di calibrazione del Mars Lens Imager, utilizzato per prendere inquadrature ravvicinate di rocce e suolo, sul rovera della NASA Curiosity.
Il penny segue la tradizione dei geologi di inserire una moneta come riferimento pe calibrare gli strumenti.

Il video dello sbarco di Curiosity su Marte 07.08.12

In attesa delle foto ad alta risoluzione la NASA ha rilasciato il video in stop-motion della discesa di Curiosity su Marte catturato dalla microcamera del rover.

PiùBlog, il blog dei blog 04.10.06

Il logo dell'evento PiùBlogDopo InEdita a Genova, si ripresenta l'occasione per parlare di blog e blogosfera in Italia.
PiùBlog, ospitato al palacongressi dell'EUR a Roma dal 7 al 12 Dicembre, sarà il palcoscenico per discutere e interrogarsi sul mezzo blog, sui rapporti con i media tradizionali, su aspetti tecnici e più in generale sulla comunicazione multimediale.

Un evento da non perdere al quale è stato invitato anche SocialDust.
Ci incontriamo?

Curiosity sbarca su Marte 06.08.12

La prima foto di Marte scattata da Curiosity

Lo sbarco della sonda della NASA su Marte, alla ricerca di tracce d'acqua e di vita extraterrestre, seguito in diretta dal liveblog del Guardian.

Gli alieni siamo noi 06.08.12

Un disco volante terrestre raggiunge Marte. Go Curiosity!

Esplorare il Kennedy Space Center con Street View 02.08.12

Le telecamere di Google Street View hanno visitato lo spazioporto della NASA in Florida.

Le bandiere ancora in piedi sulla Luna 31.07.12

Foto satellitare di un sito dell'allunaggio

Almeno cinque delle sei bandiere piantate in altrettante missioni sul suolo lunare sono ancora in piedi, mentre quella dell'Apollo 11 cadde al momento del decollo del modulo spaziale di ritorno verso la terra come testimoniato da Buzz Aldrin.
La conferma è arrivata dalle foto satellitari della NASA che mostrano lo spostamento dell'ombra delle cinque bandiere americane sulla superficie.

L'odore dello spazio 25.07.12

Secondo gli astronauti lo spazio ha un odore metallico e dolciastro.

The best description I can come up with is metallic; a rather pleasant sweet metallic sensation. It reminded me of my college summers where I labored for many hours with an arc welding torch repairing heavy equipment for a small logging outfit. It reminded me of pleasant sweet smelling welding fumes. That is the smell of space.

La notte vista dalla ISS 21.07.12

Il cielo notturno visto dalla Stazione Spaziale Internazionale.

Tanti auguri Skype 29.08.06

Nel giorno del suo terzo compleanno, Skype regala gli ultimi minuti gratis di Agosto.

Fiondatevi sul sito e prendetevi ciò che vi spetta.

La quinta luna di Plutone 12.07.12

La luna P5 di Plutone

A distanza di un anno è stata scoperta una nuova luna di Plutone, che va ad aggiungersi alle 4 già conosciute.
P5 è stata individuata dal telescopio spaziale Hubble. Il cielo di Plutone (di recente declassato a pianeta nano) appare così molto affollato.

Il pianeta nano, al centro di un vero e proprio micro sistema, sarà raggiunto dalla sonda della NASA New Horizons nel 2015.

La colonizzazione di Marte secondo Disney 11.07.12

Ecco come la Disney immaginava uno sbarco su Marte nel 1957. Lo Sputnik era stato lanciato appena due mesi prima.

Tutti i 135 lanci dello Space Shuttle in un solo video 07.07.12

McLean Fahnestock ha raccolto in un unico video tutti i lanci degli Space Shuttle.

Ritorno su Marte 06.07.12

L'Atlantic ha intervistato Michael Mischna del team di Curiosity il rover della NASA che tra meno di un mese sbarcherà nel cratere Gale su Marte. Il suo obiettivo primario: stabilire la passata e presente capacità del pianeta di sostenere la vita.

Astronavi per Marte 03.07.12

La capsula Orion della NASA

La NASA ha svelato la capsula Orion, il nuovo modulo per quattro astronauti destinato a raggiungere la Stazione Spaziale Internazionale e collegato a una nave di supporto e sbarco gli asteroidi e il sistema Marte con le sue lune.
Secondo i piani il primo volo di prova senza equipaggio dovrebbe essere realizzato nel 2014. La sua prima missione umana nel 2021.

Alimenti freschi nello spazio 28.06.12

Pianta idroponica

Mirko Ihrig collaborato con la NASA e il Johnson Space Center di Houston per una coltivazione idroponica che permette agli astronauti di far crescere alimenti freschi nello spazio.

Il volto di Topolino su Mercurio 17.06.12

Il volto di Topolino su Mercurio

Un'altra splendida pareidolia cosmica. Tre crateri su Mercurio, fotografati dalla sonda Messenger della NASA, formano la faccia di Topolino.

Le scie delle stelle fotografate dalla ISS 11.06.12

Star trails fotografate dalla ISS

Star trails fotografate dalla ISS

Star trails fotografate dalla ISS

Il percorso delle stelle sulla volta celeste fotografato nello spazio dall'astronauta Don Pettit a bordo della ISS.

Collisioni galattiche 01.06.12

Gli astronomi della NASA hanno calcolato - grazie ai dati ottenuti attraverso le osservazioni del telescopio spaziale Hubble - l'impatto tra la nostra Via Lattea e la galassia di Andromeda, destinate a fondersi entro 4 miliardi di anni.
Anche la piccola galassia Triangulum potrebbe seguire la stessa sorte, attratta e dalla nuova gigantesca galassia in formazione.

Secondo i ricercatori il nostro sistema solare dovrebbe essere interessato solo marginalmente dalla collisione, assumendo un'orbita diversa attorno al centro galattico.

L'odore delle auto nuove 26.05.12

L'astronauta Don Pettit ha avuto una positiva reazione olfattiva all'apertura della capsula Dragon, la prima missione commerciale verso la Stazione Spaziale Internazionale.

The smell inside smells like a brand new car.

Saturno in time-lapse 02.05.12

Dopo Chris Abbas anche Sander van den Berg si è cimentato in un time-lapse su Saturno e i suoi satelliti naturali, questa volta utilizzando le immagini scattate dalle sonde Voyager e Cassini.

Italia - Australia 1 - 0 26.06.06

Arbitro: MEDINA CANTALEJO Luis
Partita 53 - Ottavi di finale
Stadio: Fritz-Walter Stadion

Gol:

  1. 95+' TOTTI Francesco (ITA) rigore

Statistiche:

  • Tiri in porta 6 - 4
  • Tiri 11 - 8
  • Falli 17 - 26
  • Calci d'angolo 2 - 2
  • Calci di punizione 1 - 2
  • Fuorigioco 2 - 2
  • Autoreti 0 - 0
  • Ammonizioni 3 - 3
  • Espulsioni 1 - 0
  • Possesso di palla 41% - 59%

Cartellini gialli:

  1. 23' GRELLA Vince (AUS)
  2. 29' GROSSO Fabio (ITA)
  3. 49' CAHILL Tim (AUS)
  4. 61' WILKSHIRE Luke (AUS)
  5. 89' GATTUSO Gennaro (ITA)
  6. 91+' ZAMBROTTA Gianluca (ITA)

Cartellini rossi:

  1. 50' MATERAZZI Marco (ITA)

Formazione dell'Italia:
01 BUFFON Gianluigi
03 GROSSO Fabio
05 CANNAVARO Fabio
06 BARZAGLI Andrea - al posto di - 09 TONI Luca (56')
08 GATTUSO Gennaro
10 TOTTI Francesco - al posto di - 07 DEL PIERO Alessandro (75')
15 IAQUINTA Vincenzo - al posto di - 11 GILARDINO Alberto (46')
19 ZAMBROTTA Gianluca
20 PERROTTA Simone
21 PIRLO Andrea
23 MATERAZZI Marco

Formazione dell'Australia:
01 SCHWARZER Mark
02 NEILL Lucas
03 MOORE Craig
04 CAHILL Tim
05 CULINA Jason
09 VIDUKA Mark
13 GRELLA Vince
14 CHIPPERFIELD Scott
15 ALOISI John - al posto di - 21 STERJOVSKI Mile (81')
20 WILKSHIRE Luke
23 BRESCIANO Marco

Migliore in Campo Budweiser: BUFFON Gianluigi (ITA)

Technorati Tags: , , , .

Germania - Svezia 2 - 0 24.06.06

Arbitro: SIMON Carlos
Partita 49 - Ottavi di finale
Stadio: Allianz Arena Stadion

Gol:

  1. 04' PODOLSKI Lukas (GER)
  2. 12' PODOLSKI Lukas (GER)

Statistiche:

  • Tiri in porta 11 - 2
  • Tiri 26 - 5
  • Falli 16 - 20
  • Calci d'angolo 4 - 4
  • Calci di punizione 0 - 0
  • Fuorigioco 3 - 2
  • Autoreti 0 - 0
  • Ammonizioni 1 - 4
  • Espulsioni 0 - 1
  • Possesso di palla 63% - 37%

Cartellini gialli:

  1. 27' FRINGS Torsten (GER)
  2. 28' LUCIC Teddy (SWE)
  3. 35' LUCIC Teddy (SWE)
  4. 48' JONSON Mattias (SWE)
  5. 78' ALLBACK Marcus (SWE)

Formazione della Germania:
01 LEHMANN Jens
03 FRIEDRICH Arne
05 KEHL Sebastian - al posto di - 08 FRINGS Torsten (85')
10 NEUVILLE Oliver - al posto di - 20 PODOLSKI Lukas (74')
11 KLOSE Miroslav
13 BALLACK Michael
16 LAHM Philipp
17 MERTESACKER Per
18 BOROWSKI Tim - al posto di - 07 SCHWEINSTEIGER Bastian (72')
19 SCHNEIDER Bernd
21 METZELDER Christoph

Formazione della Svezia:
01 ISAKSSON Andreas
03 MELLBERG Olof
04 LUCIC Teddy
05 EDMAN Erik
06 LINDEROTH Tobias
07 ALEXANDERSSON Niclas
09 LJUNGBERG Fredrik
11 LARSSON Henrik
13 HANSSON Petter - al posto di - 16 KALLSTROM Kim (39')
20 ALLBACK Marcus - al posto di - 10 IBRAHIMOVIC Zlatan (72')
21 WILHELMSSON Christian - al posto di - 18 JONSON Mattias (52')

Migliore in Campo Budweiser: KLOSE Miroslav (GER)

Technorati Tags: , , , .

L'elefante di Marte 08.04.12

L'elefante marziano

Un altro caso di pareidolia su Marte.
Il Mars Reconnaissance Orbiter della NASA ha catturato questa straordinaria immagine di una colata di lava nella regione Elysium Planitia dalla indubbia forma elefantiaca.

La milionesima foto dalla Stazione Spaziale Internazionale 31.03.12

La milionesima foto dalla Stazione Spaziale Internazionale

Questa foto, scattata il 7 marzo da un membro dell'equipaggio della Spedizione 30 a circa 240 miglia sopra il Mar di Tasmania, è il milionesimo scatto a bordo della stazione spaziale dal 1998, anno del lancio del suo primo componente.

Oceano perpetuo 28.03.12

La NASA ha mappato le correnti oceaniche in tutto il mondo realizzando questo straordinario video.

Tazze spaziali 20.03.12

L'astronauta Don Pettit spiega come si beve nello spazio da una tazza a gravità zero.

Il lancio di uno Space Shuttle come non lo avete mai sentito 15.03.12

Ben Burtt Jr e Skywalker Sound hanno fatto un fantastico lavoro sul suono di uno Space Shuttle in decollo.

4,5 miliardi di anni di storia della Luna in tre minuti 15.03.12

La simulazione della NASA racconta la storia della creazione dei crateri lunari per celebrare il 1.000esimo giorno della missione Lunar Orbiter Reconnaissance.

L'universo a infrarossi 15.03.12

La mappa dello spazio a infrarossi

La NASA ha rilasciato la mappa a infrarossi dello spazio visibile dalla Terra grazie alle rilevazioni del satellite WISE.

Il disastro dello Space Shuttle Challenger 26 anni dopo 11.03.12

L'Huffington Post ha pubblicato un video amatoriale inedito del disastro del Challenger girato da Jeffrey Ault.

Un piccolo passo per l'umanità 10.03.12

Il sito dell'allunaggio dell'Apollo 11

Un'altra spettacolare foto di un allunaggio scattata dal Lunar Reconnaissance Orbiter della NASA. Questa volta si tratta dell'Apollo 11.

Un tornado su Marte 08.03.12

Un tornado su Marte

Il Mars Reconnaissance Orbiter della NASA ha raccolto questa stupefacente immagine di un tornado nella regione marziana Amazonis Planitia.

Il problema di sicurezza alla NASA 01.03.12

Tra il 2010 e il 2011 le violazioni della sicurezza alla NASA sono state 5.408.

These incidents spanned a wide continuum from individuals testing their skill to break into NASA systems, to well-organized criminal enterprises hacking for profit, to intrusions that may have been sponsored by foreign intelligence services seeking to further their countries' objectives.

Quando alla NASA si imparava a camminare 13.02.12

Astronauta NASA simula una gravità ridotta

Tra il 1963 e il 1968 la NASA era impegnata ad addestrare i futuri astronauti a camminare sul suolo lunare a gravità ridotta.

C'è una nave spaziale su Marte 09.02.12

Mars Exploration Rover Spirit su Marte

Il Mars Reconnaissance Orbiter della NASA ha fotografato ad alta risoluzione il sito dell'atterraggio del rover Spirit, nei pressi del cratere Bonneveille su Marte.
Potete vedere i petali aperti del lander brillare nell'angolo in basso a sinistra della foto.

La Terra in HD 25.01.12

La foto della Terra in HD

Il nostro pianeta fotografato in alta definizione dalla NASA.

La Russia vuole andare sulla Luna con l'aiuto di ESA e NASA 20.01.12

Dopo le recenti scoperte di acqua nelle vicinanze delle calotte polari l'agenzia Roscomos ha in progetto una collaborazione con l'ESA e la NASA per installare una base permanente sulla superficie del nostro satellite naturale o una stazione spaziale nell'orbita lunare.

Quarant'anni fa lo Space Shuttle 05.01.12

Il prototipo di Space Shuttle e Nixon

Il 5 gennaio 1972 il presidente Nixon annunciava lo sviluppo di un nuovo sistema di trasporto spaziale. Nasceva lo Space Shuttle della NASA.

Deflorato 16.02.06

Sì, precisamente parliamo di Immanuel e del suo singolo "Bukkake".
Per chi non sapesse cos'è un bukkake, beh...
... fatevi una ricerca su Google.

Come descrivere l'album di Casto Immanuel, Deflorato, diciamo che è qualcosa che non ti aspetti.
Provocatorio, orecchiabile, fresco, controcorrente, ma anche musicalmente ineccepibile.

Il sogno è che diventi il singolo dell'estate.
Che dico dell'estate, dell'anno.

Discografia completa e download di alcuni brani del casto divo, qui.

P.S.: consiglio anche "Io la do", "Il coraggio dell'analità" e "Fist fucking".

Technorati Tags: , casto divo, , .

Astrovan 20.11.11

Il Dodge Charger della NASA che trasporta gli astronauti sulle rampe di lancio.

La NASA assume 17.11.11

Lo spot NASA per la campagna di assunzione degli astronauti dei prossimi decenni. Con in mente Marte.

La Terra vista dalla ISS 13.11.11

Le immagini del nostro pianeta riprese dall'equipaggio delle spedizioni 28 e 29 a bordo della ISS tra agosto e ottobre.

La foto dell'asteroide che sfiorerà la Terra 08.11.11

L'asteroide 2005 YU55

La NASA ha scattato questa affascinante foto all'asteroide 2005 YU55 che questa notte passerà ad appena 324.000 chilometri dal nostro pianeta.

Il pianeta del fuoco 21.10.11

La NASA ha raccolto, grazie ai satelliti Acqua e Terra, nove anni di dati sugli incendi scoppiati sul pianeta e li ha raccolti in questo affascinante filmato.

Titano a colori 07.10.11

Il più grande satellite naturale di di Saturno ricostruito a colori, grazie alle foto scattate dalla sonda Cassini.

Il satellite cadente 22.09.11

Il satellite della NASA UARS (Upper Atmosphere Research Satellite) dovrebbe rientrare tra domani e sabato nell'atmosfera terrestre.
Come sempre avviene in questi casi la maggior parte di esso si disintegrerà lasciando al più uno spettacolo di scie luminose godibili forse anche a occhio nudo, per chi avrà la fortuna di trovarsi lungo la sua traiettoria.

E no, non ci sarà nessuna apocalisse spaziale.

La nuova marcia della NASA 14.09.11

Il progetto del nuovo lanciatore SLS della NASA

Dopo la cancellazione del programma Constellation la NASA rispolvera un gigantesco lanciatore chiamato SLS, Space Launch System, capace di inviare astronavi Multi-Purpose Crew Vehicle nello spazio profondo - le missioni previste riguardano gli asteroidi e Marte - e naturalmente per raggiungere la ISS.

Primi lanci previsti per il 2017.

Uomini venuti dal pianeta Terra 06.09.11

Foto satellitari dell'allunaggio

Le nuove foto ad alta risoluzione dell'allunaggio dell'Apollo 17, scattate dalla sonda Lunar Reconnaissance Orbiter.

La tempesta tropicale Lee vista dallo spazio 03.09.11

La tempesta tropicale Lee vista dallo spazio

L'immagine di Lee, nel Golfo del Messico, scattata dall'astronauta Mike Fossum a borda della ISS.

Un passo più vicini a Marte 13.08.11

La macchina organizzativa della NASA si è messa in moto per centrare l'obiettivo di portare di una missione umana su Marte entro i prossimi vent'anni.
La nuova direzione dell'agenzia spaziale americana per le operazioni umane nello spazio profondo prende il nome di HEO, Human Exploration and Operations.

C'è acqua su Marte 05.08.11

La foto che dimostra la presenta di acqua su Marte

Si trova allo stato liquido ed è salata.

L'azteco 10.07.05

L'azteco di Gary JenningsL'azteco di Gary Jennings non è soltanto un romanzo di ambientazione storica, ma un viaggio sulle tracce di un popolo spesso sconosciuto e tenuto in secondo piano.

Antropologia, storia, filosofia, religione e avventura si mischiano per dare vite ad un romanzo unico e avvincente.

Quasi mille pagine che terranno il lettore ancorato ad uno singola parole, ad ogni frase, ad ogni sfumatura di uno dei più bei romanzi d'ambientazione storica mai scritti.

L'era degli Space Shuttle 21.07.11

Lo Space Shuttle Atlantis atterra per l'ultima volta

Atterra l'ultimo Space Shuttle della flotta, l'Atlantis.
L'era degli Space Shuttle lascia spazio all'era della conquista commerciale del cosmo.

Un'altra luna per Plutone 21.07.11

Il sistema Plutone

Il telescopio spaziale Hubble ha scoperto un quinto oggetto nel sistema di Plutone-Caronte. La luna è stata identificata come P4 e va ad aggiungersi a Nix e Hydra.

Il paese dei cachi e dei servizi deviati 01.07.05

Per la serie chi non muore si rivede ecco tornare la versione aggiornata e rivista di Gladio.
In Italia operarava il Dipartimento Studi Strategici Antiterrorismo (DSSA), una sorta di polizia/servizio segreto parallelo alla quale aderivano agenti della Polizia di Stato, carabinieri, finanzierie e agenti della Polizia Penitenziaria.

Lo scopo era "riceve fondi da organizzazioni nazionali e internazionali per la lotta al terrorismo".

Da questi "eroi" dell'antiterrorismo internazionale spuntano anche nomi noti Gaetano Saya e Roberto Sindoca (entrambi appartenenti al Movimento sociale Italiano - Destra Nazionale) e Fabrizio Quatrocchi.

Il capo d'imputazione?
Associazione per delinquere finalizzata all'usurpazione di funzioni pubbliche in materia di prevenzione e repressione dei reati.

La DSSA era operativa dal 26 Marzo 2004, nata dopo gli attentati in Spagna e collegata alla NATO e alla CIA.
Sul sito (oscurato) si legge:

(La DSSA n.d.r.) è strutturata dal Direttore del Dipartimento (Gaetano Saya n.d.r.) e dal Vice Direttore (Riccardo Sindoca n.d.r.), ed è suddivisa in sei Divisioni, coordinate fra loro, dai relativi Capi Divisioni (ex agenti e collaboratori dei servizi segreti), e ufficiali operativi dell'organizzazione Stay behind (Gladio), che sono stati operativi in Nord Africa e Medio Oriente durante la guerra fredda, e che sono perfettamente a conoscenza della strategia applicata dalle sette del terrorismo islamico, inoltre da Consulenti di Nazionalità estera inseriti nell'organico del Dipartimento.

Saya era amico intimo di Gelli, ex-massone (Maestro Venerabile della Loggia "Divulgazione 1"), è stato per lungo tempo nei vertici della NATO e teste d'accusa al processo Andreotti. Accusato a più riprese di avere legami con i servizi segreti deviati.
Insomma un onesto cittadino.

E di Quatrocchi che dire?
A quanto pare il sedicente bodyguard era piuttosto un "agente contractor impegnato a tempo pieno nella lotta contro il terrorismo".

E poi ti senti dare del comunista mangia-preti se qualche volta dubiti degli "eroi".

30 anni di Space Shuttle in una foto 15.07.11

Chris Bray e suo padre a Cape Canaveral

Chris Bray e suo padre immortalati a Cape Canaveral.

Due foto che ripercorrono 30 anni di esplorazione dello spazio.
Il tempo intercorso tra il primo e l'ultimo decollo dello Space Shuttle.

E così la Finlandia ci ha dichiarato guerra 24.06.05

La rottura diplomatica con la Finlandia, dopo le parole di Berlusconi, si allarga.
Adesso ci si mettono anche le associazioni di categoria che invitano i finlandesi a boicottare i prodotti italiani.

Ci voleva proprio una diminuzione di esportazioni in questo periodo.
Non c'è che dire Berlusconi è l'uomo giusto al posto giusto...

30 anni di Space Shuttle in foto 08.07.11

Il prototipo di Space Shuttle Enterprise

Il volo inaugurale dello Space Shuttle Columbia

Lo Space Shuttle Challanger nello spazio

Lo Space Shuttle Discovery dispiega l'Hubble Space Telescope

Lo Space Shuttle Endevour e il suo equipaggio

Lo Space Shuttle Endevour nello spazio

Lo Space Shuttle Atlantis pronto per la sua ultima missione

Con il decollo dell'Atlantis si compie il destino dell'era Space Shuttle.

Più di 1.300 giorni nello spazio. Oltre 30 anni di servizio. 841.736.915 di km percorsi. Più di 800 persone portate in orbita. Due drammatici incidenti in più di 130 voli.
Ne sentiremo la mancanza.

Traffico spaziale 09.06.11

La NASA ha rilasciato le immagini in alta definizione dello Space Shuttle Endeavour attraccato alla ISS riprese dall'astronauta dell'ESA Paolo Nespoli a bordo di una Soyuz in rientro sulla Terra.
Attraccati alla stazione spaziale sono presenti anche l'ATV dell'ESA e la navetta di salvataggio Soyuz.

Il sistema Saturno 05.06.11

Uno sguardo al sistema Saturno attraverso migliaia di fotografie, scattate dalla sonda Cassini, raccolte in un video di Chris Abbas.

L'ultima missione dell'Endeavour come non l'avete mai vista 02.06.11

Lo Space Shuttle Endeavour attraccato alla ISS

Le impressionanti immagini scattate allo Space Shuttle Endeavour e alla Stazione Spaziale Internazionale dall'equipaggio della missione STS-134.

La prossima astronave della NASA 26.05.11

Rappresentazione artistica del Multi-Purpose Crew Vehicle della NASA

Prende il nome di Multi-Purpose Crew Vehicle. Si tratta a tutti gli effetti dell'Orion, cancellato dopo la chiusura del progetto Constellation in seguito alla ristrutturazione del deficit e degli obiettivi della NASA da parte dell'amministrazione Obama, riproposto con limitate modifiche e costi appena inferiori.
Sarà il modulo di comando per quattro persone, in stile Appollo potenziato, in grado di raggiungere le prossime mete obiettivo dell'agenzia spaziale americana, asteroidi, ISS, Marte e Luna.

Fango sulla vicenda Calipari nell'Iraq allo sbando 02.05.05

E così, come immaginabile, non è successo nulla.
L'omicidio di Calipari è stato un incidente.
Forse causato dell'amore degli italiani per le alte velocità.

Un altro Cermis.

Certo il numero dell vittime non è nemmeno paragonabile, ma l'impunità delle truppe americane è la stessa.
Quell'impunità che il gendarme del mondo vuole difendere a tutti i costi.
Il fatto che gli USA non abbiano rattificato l'adesione al Tribunale Internazionale rappresenta la summa di questa politica.

Il rapporto senza omissis "svelato" da Gianluca Neri ci mostra anche che una volta di più gli americani mentono.
L'Iraq è allo sbando, altro che pochi facinorosi che ancora contestano il Dominion mediorientale.

Le truppe della coalizione subiscono decine di assalti ogni giorno, la situazione è allo sbando.
Non esiste luogo in Iraq che sia pacificato, la ricostruzione è inesistente.
Acqua, energia, medicinali, generei di prima necessità sono spesso difficili da trovare, molte volte razionati.

L'unica cosa che funziona è la macchina del petrolio e del gas naturale.
Qualcosa vorrà pur dire.

Mi aspetto che il ministro degli Esteri e il premier ritirino le nostre truppe al più presto, dimostrando davvero quell'attaccamento alla patria e all'onore così tante volte sventolato dai manifesti affissi ai muri cittadini.
Non vorrei dover pensare che anche quelle parole siano in realtà solo l'ultima delle bugie.

Moleskine mania 24.04.05

Due taccuini MoleskineStò per terminare il mio Moleskine e devo al più presto comprarne uno nuovo.
A margine ho notato che la mania per questo prodotto stà aumentando a dismisura.

Ormai si trovano dappertutto e ne escono formati sempre nuovi.

La Modo&Modo (quella dei ©icons) ha fatto davvero un buon lavoro.
Ricordo i tempi della rinascita quando ancora era merce rara e trovarne uno era come raggiungere un tesoro.

Libero Blog: fase 3 23.02.05

Dopo che metà blogsfera a mandato a quel paese il signor Luperi e la sua redazione Libero Blog ha deciso di modificare qualcosa.

Innanzi tutto è scomparsa l'indicazione di copyright da parte di IOL, con conseguente modifica del disclaimer.

Tuttavia ancora molto c'è da fare: rimane insoluto il problema di alcuni post modificati senza il consenso degli autori e al momento non si sa se chi ha chiesto la rimozione dei post sarà esaudito o meno.

A quanto pare Libero Blog non aggiorna più le sue pagine dalle tre del 23 pomeriggio. Probabilmente qualcosa bolle in pentola.

Mi auguro che le cose cambino e lo facciano in fretta per il bene di Libero e della blogsfera italiana.

A margine: la mia lettera scritta ieri notte non ha ancora ricevuto una risposta, neppure un autoresponder.

Sull'argomento: MANTEBLOG, Caymag, dot-coma *:o), L'indignato, DelyMyth, Giuseppe Meyer's Blog, Andrea Beggi, Dave Blog, Wittgenstein e altri.

La superficie di Mercurio 30.03.11

La superficie di Mercurio

Mercury Surface Space Environment Geochemistry and Ranging, al secolo MESSENGER, ha raggiunto Mercurio 37 anni dopo la missione Mariner 10 iniziando a scattare le prime delle migliaia di fotografie previste, con una risoluzione di appena 10 metri.
Nell'immagine il polo sud del pianeta roccioso più vicino al Sole con in bella vista il cratere Debussy.

MESSENGER ha viaggiato per sei anni, 7 mesi e 27 giorni sorvolando anche Venere. Ne è valsa la pena.

Il ritratto di famiglia del sistema solare 30.03.11

Il Solar System Family Portrait ripreso dalla sonda Voyager 1

Il Solar System Family Portrait ripreso dalla sonda MESSENGER

MESSENGER oltre a regalarci spettacolari foto della superficie di Mercurio ha prodotto anche un ritratto del nostro sistema Solare, fotografando alcuni dei suoi componenti come aveva già fatto la sonda Voyager 1 (seconda immagine) nel 1990.

Il Solar System Family Portrait è composto da 34 immagini scattate durante il suo viaggio che mostrano Venere, la Terra e la Luna, Giove (con Callisto, Ganimede, Europa, e Io), Marte, Mercurio, Saturno, Urano, Nettuno e parte del braccio della Via Lattea.

Sulla ISS spacchettano Robonaut 2 17.03.11

L'ultimo decollo del Discovery in diretta 24.02.11

Il Discovery, lo shuttle con più missioni all'attivo, è pronto al suo ultimo viaggio dalla piattaforma 39/A del Kennedy Space Center dopo il rinvio della missione prevista per lo scorso novembre.
Dopo l'ultima missione verso la ISS lo storico Space Shuttle, in servizio dal 1984, sarà ospitato al museo Smithsonian di Washington.

Il decolo in diretta si può seguire qui.

Fraintendimento 19.01.05

Il premier, a quanto afferma, è stato nuovamente frainteso per quanto riguarda le sue affermazioni sulla sinistra.

La moglie dell'astronauta 14.01.11

Le implicazioni politiche della relazione tra Gabrielle Giffords e suo marito Mark Kelly, astronauta NASA e - sino all'attentato a sua moglie - capitano della prossima missione dello Space Shuttle in programma ad aprile.

NASA's selection Thursday of a backup commander for astronaut Mark Kelly served as a reminder that the shooting in Tucson affected another community nearly as much as Capitol Hill - the one affiliated with America's manned space programs.

For critically injured Rep. Gabrielle Giffords (D-Ariz.) and Kelly had become the first couple of space exploration, a unique, high-profile team that took to the national stage as some of the most critical decisions in the history of U.S. human spaceflight were on the agenda.

Glaciazioni italiane 18.12.10

L'Italia del nord sotto la neve

La sensazionale foto scattata dal satellite Modis della NASA che mostra il nord Italia coperto di neve.

One night blog 04.12.04

La vita basata sull'arsenico 02.12.10

Gli alieni sono tra noi.

Hours before their special news conference today, the cat is out of the bag: NASA has discovered a completely new life form that doesn't share the biological building blocks of anything currently living in planet Earth. This changes everything.

At their conference today, NASA scientist Felisa Wolfe Simon will announce that they have found a bacteria whose DNA is completely alien to what we know today. Instead of using phosphorus, the bacteria uses arsenic. All life on Earth is made of six components: carbon, hydrogen, nitrogen, oxygen, phosphorus and sulfur. Every being, from the smallest amoeba to the largest whale, share the same life stream. Our DNA blocks are all the same.

But not this one. This one is completely different. Discovered in the poisonous Mono Lake, California, this bacteria is made of arsenic, something that was thought to be completely impossible. While she and other scientists theorized that this could be possible, this is the first discovery. The implications of this discovery are enormous to our understanding of life itself and the possibility of finding beings in other planets that don't have to be like planet Earth.

Ucraina: nuovo voto il 12 Dicembre 27.11.04

Manifestanti in piazzaIl Parlamento ucraino, la Rada, ha fissato il nuovo ballottaggio per le presidenziali per il 12 Dicembre.

La Rada ha infatti definitivamente approvato una risoluzione con la quale si constata l'esistenza di frodi nello scrutinio del ballottaggio per le presidenziali e si è pronunciato perché il turno elettorale dello scorso 21 Novembre sia dichiarato non valido. Ha chiesto inoltre lo scioglimento della attuale commissione elettorale.

E' stato inoltre approvato un documento che invita i due contendenti per la poltrona di capo di stato, Viktor Yushenko e Viktor Yanukovich, a firmare un "patto politico", che li impegni a "non bloccare il lavoro delle istituzioni statali". Un impegno simile riguarda soprattutto Yushenko, che ha chiesto ai suoi sostenitori di mettere sotto assedio tutti i palazzi del potere a Kiev.

Elezioni Ucraina: dall'OSCE accuse durissime 23.11.04

L'Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa ha espresso durissime accuse sullo svolgimento delle elezioni presidenziali in Ucraina definendole "non democratiche".

I risultati, resi noti dalla commissione elettorale, hanno visto prevalere il candidato filo-russo Viktor Yanukovic con il 49,42% dei suffragi sullo sfidante filo-occidentale Viktor Yushenko (46,69%).

Sfiorare comete 05.11.10

La sonda della NASA Deep Impact fotografa la cometa Hartley 2

La sonda della NASA, Deep Impact, raggiunge e fotografa la cometa Hartley 2.

Indymedia: ecco cosa ne pensa il ministro Stanca 11.10.04

Il ministro dell'Innovazione e delle tecnologie Luciano Stanca ha commentato così l'oscuramento di Indymedia (il sito di informazione alternativa i cui server americani e britannici sono stati posti sotto sequestro dall'Fbi):

"Internet non è una zona franca per i reati". [...] "La rete è un grande spazio di libertà e come tale va salvaguardato, e proprio per questo non può essere una zona franca per reati che vanno perseguiti come quelli che si perpetrano negli spazi e con le modalitá tradizionali.

Se c'è stato un intervento dell'autoritá competente, ossia la magistratura, è evidente che ci sono motivi validi che giustificano questa iniziativa, che come tale va rispettata".

[...] "L'oscuramento riguarda un sito che offende la memoria di eroi caduti per mano di terroristi".

L'ultimo viaggio dello space shuttle Discovery 04.11.10

Lo space shuttle Discovery pronto sulla rampa di lancio

Domani decollerà per la sua 39esima e ultima missione lo space shuttle Discovery; nella foto pronto per le operazioni preliminari sulla rampa 39/A al Kennedy Space Center di Cape Canaveral.

Il Discovery è stato il primo shuttle della NASA pilotato da una donna, il primo che ha portato un membro del Congresso degli Stati Uniti nello spazio e lo shuttle che ha inaugurato la prima passeggiata spaziale di un astronauta afro-americano.

[16/12 15:12] La missione del Discovery è stata rimandata a febbraio.

Louis Vuitton Cup: Act 2 - Day 6 11.10.04

Luna Rossa durante un match raceIl vento ad oltre ventiquattro nodi sul campo di regata e raffiche superiori a trenta ha impedito lo svolgersi dei match 2 e 3 in programma del 10 Ottobre.

La classifica della Louis Vuitton Cup Act 2 (Act 1 è stato vinto da BMW Oracle Racing) è la seguente:

  1. Luna Rossa Challange (7)
  2. Emirates Team New Zealand (7)
  3. Team Alinghi (6)
  4. BMW Oracle Racing (5)
  5. Le Defì (3)
  6. K-Challange (3)
  7. +39 Challange (1)
  8. Team Shosholoza (0)

Il sito della coppa America 2007:

http://www.americascup.com

Colonizzare Marte e le sue lune 29.10.10

La NASA - e i militari - avrebbero un progetto per missioni su Marte di sola andata, al fine di colonizzare il pianeta rosso riducendo i costi.

E sarebbero in buona compagnia di Cina, India e Russia.

Un check-in dallo spazio 22.10.10

Il badge di Foursquare progettato per la NASA

I just unlocked the "NASA Explorer" badge on @foursquare!
http://4sq.com/dseNyI

L'astronauta Douglas H. Wheelock, al momento a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, ha da poco sbloccato il badge di Foursquare - popolare social network di geolocalizzazione - NASA Explorer.

You are now 220 miles above Earth traveling at 17,500 mph and unlocked the NASA Explorer Badge! Show this badge and get a free scoop of astronaut ice cream.

La NASA prepara una missione sul Sole 03.09.10

La sonda Solar Probe Plus diretta verso il Sole

La NASA sta preparando una missione spaziale che porterà la sonda Solar Probe Plus verso Sole, per studiarne a fondo i misteri e confermare le nostre teorie sulla stella a noi più prossima.
La road map prevede il lancio entro il 2018.

Per lavoro andiamo nello spazio 31.08.10

Lunar Prospector

L'archivio fotografico della NASA su Flickr.

La riserva di cubetti di ghiaccio 11.08.10

Le foto satellitari dell'iceberg della NASA e dell'ESA

Le straordinarie foto satellitari dell'immenso iceberg alla deriva in Groenlandia.

The Death Star has cleared the planet 23.05.10

La luna di Saturno sorge dietro Titano

La luna di Saturno Teti sorge dietro Titano, in una foto scattata dalla sonda spaziale Cassini che ricorda sin troppo da vicino l'approccio della Morte Nera alla base dei Ribelli su Yavin IV.

Last Atlantis 14.05.10

Space shuttle Atlantis sulla rampa di lancio

Lo space shuttle Atlantis si prepara al suo ultimo decollo.

Dove nessuno è mai giunto prima 16.04.10

Come avevano annunciato - e ampiamente previsto - il presidente Obama ha svelato i suoi piani per l'esplorazione del Sistema Solare.
Piani che prevedono ancora un ruolo chiave per la NASA - con il supporto dei privati - e obiettivi decisamente più ambiziosi dei corrispettivi progetti spaziali delle altre agenzie mondiali.
Smentendo le teorie catastrofiste sulla fine della corsa allo spazio americana.

Le missioni si concentreranno sul raggiungimento di un asteroide nel 2025 e dell'orbita di Marte - con una probabile missione su una delle sue lune - e del pianeta stesso a partire dalla metà degli anni '30.

The bottom line is, nobody is more committed to manned spaceflight, to human exploration of space than I am. [...]

Step by step, we will push the boundaries not only of where we can go but what we can do.
In short, 50 years after the creation of NASA, our goal is no longer just a destination to reach. Our goal is the capacity for people to work and learn, operate and live safely beyond the Earth for extended periods of time.

La nuova frontiera 14.04.10

Domani Obama, in Florida, annuncerà il piano di ristrutturazione della NASA e gli obiettivi strategici dell'esplorazione umana dello spazio, attraverso nuovi vettori e astronavi.

Lo spazio è un affare per privati 01.02.10

Il piano di tagli per contenere il deficit preparato dalla Casa Bianca prevede, tra gli altri, la cancellazione del progetto Constellation della NASA, in favore di un maggiore coinvolgimento dei privati nella corsa allo spazio.

All pointers say that in the next budget from the Obama government, NASA's moonshot Constellation program will be axed. It's not necessarily the end of the dream, though: The plan is to involve private space companies much more.

Una nuova avventura 27.01.10

A quanto pare non si può fare nulla per liberare Spirit dalle sabbie marziane in cui si è impantanato.
La sua longeva esistenza lo vedrà ora impegnato come osservatorio statico, lasciando solo a Opportunity la libertà di girovagare per il pianeta rosso.

La penultima frontiera 23.01.10

Astronauta in addestramento

Le foto di Vincent Fournier sull'addestramento degli astronauti delle agenzie spaziali americana, cinese e russa.

Glaciazioni moderne 08.01.10

Il Regno Unito avvolto da un manto di neve

La sensazionale foto satellitare della NASA che mostra il Regno Unito letteralmente ricoperto di neve.

Just a flyby 20.10.09

These are the voyages 12.10.09

Mappa delle missioni stellari umane

Cinquantanni di esplorazione spaziale.

Verso l'infinito e oltre! 17.09.09

To commemorate the opening (il 2 ottobre 2009, n.d.r.) of Toy Story Mania! a new attraction at Walt Disney World Resort in Florida and Disneyland Resort in California, Disney Parks sent Buzz Lightyear on Space Shuttle Discovery. The action figure will reside on the International Space Station through Fall 2008.

Failure to launch 24.08.09

Il progetto X-30, conosciuto come National Aerospace Plane (

Henry Spencer ripercorre alcuni progetti della NASA che non sono mia decollati.

Apollo 11 Moonwalk HD 20.07.09

Celebrazioni del 40° anniversario dell'allunaggio dell'Apollo 11 su We choose the Moon.

Lift-Off 16.07.09

On July 16, 1969, three astronauts embarked on a mission to reach the moon. Four days later, Neil Armstrong and Edwin "Buzz" Aldrin became the first humans to set foot on an extraterrestrial body. John Noble Wilford, who covered the Apollo 11 mission for The New York Times, narrates a look back at the historic journey.

Una magnifica pagina interattiva sul New York Times ripercorre l'epopea del primo sbarco sulla Luna.

JFK to the Moon 16.07.09

July 20, 1969 15.07.09

Armstrong, Aldrin practice lunar landing on simulator today 22.06.09

Se nell'estate del 1969 fosse esistita internet, la missione dell'Apollo 11 sarebbe stata twittata così:

Hypergolic fuel loading of #Apollo11 Saturn V begins today.

Nature ripercorre su Twitter l'epopea del primo sbarco sulla Luna.

Cantiere spaziale 14.05.09

Via MSNBC.

La ISS in alta definizione 24.01.09

Space oddity 26.05.08

La sonda Phoenix twitta dal polo nord di Marte.

Houston abbiamo un problemino 16.08.06

Si da il caso che alla NASA non sappiano più ritrovare i nastri originali dello sbarco sulla Luna dell'Apollo 11.
Bastava cercare nel posto giusto.

La luna di Makemake 27.04.16

La luna di Makemake

Il telescopio spaziale Hubble ha scattato le prime foto di MK 2, la piccola luna di Makemake il terzo pianeta nano per dimensioni del sistema Solare. La luna ha un diametro di appena 160 km e appare completamente scura. L'orbita di Makemake, al contrario di quella di Plutone, è per intero situata esternamente rispetto all'orbita di Nettuno, pertanto è corretto definirlo un oggetto transnettuniano appartenente al gruppo dei cubewani. MK 2 è stata scoperta da Alex Parker del Southwest Research Institute di Boulder in Colorado.

Fonte: NASA

La Nebulosa Bolla fotografata da Hubble 21.04.16

Descrizione della foto

Lontana dalla Terra 8.000 anni luce e con un diametro di circa 10 anni luce, la Nebulosa Bolla fu scoperta nel 1787 dall'astronomo William Herschel nella costellazione Cassiopea. La nebulosa, generata dalla stella SAO 20575, è stata fotografata dal telescopio spaziale Hubble, che questa settimana festeggia i suoi 26 anni di attività.

La Nebulosa Ragno all'infrarosso 15.04.16

La Nebulosa Ragno fotografata dallo Spitzer Space Telescope

La grande nebulosa a emissione IC 417, conosciuta come Nebulosa Ragno e visibile nella costellazione dell'Auriga, fotografata all'infrarosso dal Telescopio Spaziale Spitzer. La nebulosa è sede di importanti processi di formazione stellare.

Fonte: NASA

Il centro della Via Lattea fotografato dal telescopio spaziale Hubble 02.04.16

Il centro della Via Lattea fotografato dal telescopio spaziale Hubble

L'immagine scattata dal telescopio spaziale Hubble mostra l'ammasso stellare che circonda il gargantuesco buco nero al centro della Via Lattea. L'ammasso stellare fotografato contiene oltre mezzo milione di stelle orbitanti, assieme al resto della galassia, attorno al buco nero supermassiccio che ha un massa di circa 4 milioni di volte quella del nostro Sole.

Fonte: NASA

Il ghiaccio di Cerere 26.03.16

Cerere

Il team della missione Dawn della NASA scoperto tracce della presenza di ghiaccio d'acqua nel cratere Oxo di Cerere. Oxo è un cratere di recente formazione con un diametro di circa 9 chilometri e situato nell'emisfero nord del pianeta nano.

Fonte: ASI

Le stelle gargantuesche dell'ammasso R136 18.03.16

Il cluster R136

9 stelle gigantesche, con una massa di olte 100 volte maggiore rispetto al Sole, sono state identificate nell'ammasso R136 dal telescopio spaziale Hubble e costituiscono il più grande gruppo di stelle massicce mai osservate fino a oggi. R136 è un cluster appartenente alla Grande Nube di Magellano, nella costellazione del Dorado, e si trova a circa 170.000 anni luce dalla Terra. Insieme all'ammasso Hodge 301, R136 rende brillante la Nebulosa Tarantola che lo avvolge completamente.

Dopo un anno passato nello spazio 02.03.16

La Soyuz che riporta Scott Kelly sulla Terra

Si è conclusa con l'atterraggio della Soyuz TMA-18M la missione One Year in Space. I dati raccolti grazie agli astronauti Scott Kelly, della NASA, e Mikhail Korniyenko di Roscosmos, aiuteranno a studiare gli effetti della microgravità sul corpo umano in missioni spaziali di lunga durata. In particolare la NASA sarà in grado di confrontare i risultati con gli analoghi studi genetici effettuati sul gemello di Scott, Mark Kelly, rimasto sulla Terra.

Fonte: NASA

La grandiosa morte di una stella 29.02.16

Descrizione della foto

Blue Bubble è la foto scattata dal telescopio spaziale Hubble alla bolla di idrogeno, elio e altri gas che si espande sospinta dal vento solare prodotta stella super massiccia WR31a che si prepara a esplodere in una supernova. WR31a si trova a 30.000 anni luce dalla Terra nella costellazione della Carena, ha una massa di almeno 20 volte quella del Sole ed è circa 5 volte più calda.

Fonte: NASA

La realtà aumentata a bordo della ISS 23.02.16

La NASA testa gli HoloLens di Microsoft a bordo della ISS

La NASA ha iniziato a testare il il visore per la realtà aumentata Hololens, prodotto da Microsoft, a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Le potenzialità studiate spaziano dall'utilizzo per il training dell'equipaggio a comunicazioni più efficienti tra gli astronauti e il controllo missione.

Crescono fiori nello spazio 19.01.16

Il fiore cresciuto nello spazio

Il primo esperimento di floricoltura in assenza di gravità ha dato i suoi frutti. Il fiore terrestre cresciuto sulla Stazione Spaziale Internazionale, e fotografato dall'astronauta della NASA Scott Kelly, è una zinnia. La ricerca prevede uno studio sulla crescita delle piante in condizioni di assenza di gravità per sviluppare coltivazioni idroponiche su navi e stazioni spaziali e su colonie extraterrestri.

La Terra che sorge vista dalla Luna 19.12.15

La Terra vista dalla Luna

La Terra che sembra sorgere sopra il margine del cratere lunare Compton fotografata dal Lunar Reconnaissance Orbiter della NASA.

Fonte: Mashable

Plutone a colori in dettaglio 11.12.15

La superficie di Plutone

La NASA ha diffuso la versione a colori e ad alta risoluzione di foto del pianeta nano Plutone, scattate dalla sonda New Horizons. In dettaglio l'immagine composita, che compre un'area di circa 80 km, mostra dove la Sputnik Planum incontra l'inizio di una catena montuosa.

Fonte: ABC News

Le piccole lune di Saturno 09.12.15

I satelliti di Saturno Prometeo, Epimeteo, Atlante

La sonda Cassini è tornata fotografare le lune più piccole e sfuggenti di Saturno: Prometeo, Atlante ed Epimeteo che insieme a Giano rappresentano l'unico esempio di sistema doppio di satelliti nel sistema Solare.

Le onde orografiche prodotte dagli iceberg 06.12.15

Onde di nuvole generate da iceberg

Anche gli iceberg sono in grado di generare un particolare tipo di onde orografiche le wave cloud. La foto è stata scattata dal satellite Terra durante il sorvolo della Georgia del Sud. Le onde orografiche sono onde statiche che si formano nell'atmosfera terrestre e si formano quando una corrente d'aria incontra un rilievo o un sollevamento termico che devia verso l'alto il flusso. Questa deviazione è di solito invisibile ad occhio nudo, ma nelle giuste condizioni atmosferiche può venire evidenziata dalla formazione di nubi.

L'eruzione dell'Etna osservata dallo spazio 05.12.15

L'eruzione dell'Etna osservata dallo spazio

La nube eruttiva dell'Etna che si estende sullo stretto di Messina catturata dalla fotocamera del satellite Landsat 8 della NASA.

Il selfie dell'astronauta 30.10.15

Il selfie dell'astronauta Scott Kelly

Il selfie dell'astronauta della NASA Scott Kelly, scattato durante la passeggiata spaziale di 7 ore e 16 minuti per l'installazione sulla ISS delle connessioni per il nuovo attracco che verrà usato dagli shuttle commericali Boeing CST-100 e SpaceX Dragon. Questa settimana Kelly è diventato l'astronauta americano che ha trascorso più tempo nello spazio nel corso di una singola missione.

Fonte: Time

Encelado, la luna di ghiaccio con l'oceano sotterraneo 15.10.15

La superficie di Encelado fotografata dalla sonda Cassini

La sonda Cassini della missione congiunta tra ESA e NASA Cassini-Huygens ha effettuato il primo dei tre flyby in programma sino alla fine dell'anno della luna ghiacciata di Saturno. I dati raccolti permetteranno di analizzare le sorgenti geotermiche polari e le caratteristiche fisiche dell'oceano di acqua, dalle dimensioni paragonabili a quelle del nord Italia, che si trova al di sotto della superficie di Encelado, coperto da uno strato di 30/40 km di ghiaccio. Proprio per le sue proprietà peculiari la luna del gigante con gli anelli è uno dei migliori luoghi nel Sistema solare su cui cercare forme di vita.

Fonte: Rai News

Il selfie marziano di Curiosity 13.10.15

Il rover della NASA Curiosity su Marte

Il rover della NASA Curiosity ha scattato il suo autoritratto su Marte durante la sua fase di perforazione dell'arenaria al sito Big Sky, sul monte Sharp, all'interno del cratere Gale. Il selfie è composto da decine di immagini riprese attraverso la fotocamera montata sul Mars Hand Lens Imager (MAHLI), il braccio robotico del rover che nella foto compare solo come un'ombra sul terreno.

Fonte: NASA

Il cielo azzurro di Plutone 09.10.15

Il cielo azzurro di Plutone

Il pianeta nano Plutone possiede una foschia è avvolto in una foschia azzurra, è questa la conclusione della NASA dopo aver analizzato i dati spediti dalla sonda New Horizons. Il colore del cielo di un corpo celeste è importante perché può fare luce sulla composizione e sulle dimensioni delle particelle presenti nell'atmosfera. Nel caso di Plutone il fenomeno del cielo azzurro è causato da particelle molto piccole simili a fuliggine che si chiamano toline. Le toline si formano per azione della radiazione ultravioletta su composti organici come il metano e l'etano che si ricombinano con altre molecole come l'azoto.

La più grande luna di Plutone 02.10.15

Caronte fotografato dalla sonda New Horizons

Caronte, fotografato dalla sonda New Horizons della NASA, è il più grande dei cinque satelliti che orbitano intorno al pianeta nano Plutone.

Fonte: CNN

Un aereo fotografato dalla Stazione Spaziale Internazionale 24.09.15

Un aereo fotografato dalla Stazione Spaziale Internazionale

Gli astronauti a bordo della ISS sono riusciti a immortalare un aereo in volo sopra l'isola Great Exuma, alle Bahamas. La particolarità della foto è dovuta alla condizioni estreme da cui è stata scattata, basti considerare che la ISS ha una velocità orbitale media di 27.600 km/h, mentre un aereo di linea mantiene una velocità di crociera di circa 900 km/h. Inoltre la distanza tra i due oggetti in movimento era di circa 400 km.

Fonte: NASA

Un tramonto su Plutone 18.09.15

Plutone fotografato dalla sonda New Horizons

La NASA ha pubblicato una foto scattata il 14 luglio dalla sonda New Horizons che riprende uno straordinario tramonto su Plutone. L'immagine panoramica mostra le montagne Norgay Montes che raggiungono i 3500 metri e le pianure ghiacciate dello Sputnik Planum che si estendono sino all'orizzonte del pianeta nano. La foto è stata scattata da una distanza di 18.000 chilometri e riprende circa 1.250 chilometri, catturando anche la tenue atmosfera di Plutone illuminata dagli ultimi raggi del Sole.

Fonte: NASA

La complessità di Plutone 11.09.15

Plutone fotografato da New Horizons

La NASA ha diffuso nuove straordinarie foto scattate dalla sonda New Horizons durante il suo flyby del pianeta nano Plutone. Nell'immagine, ripresa il 14 luglio da una distanza di 80 mila km, si notano la Cthulhu Regio, l'area scura, e lo Sputnik Planum, una vasta distesa di ghiaccio. Plutone sta rivelando una complessità di processi e una varietà morfologica del terreno inattesi e affascinanti.

Fonte: NASA

Il tifone Soudelor fotografato dalla ISS 08.08.15

Il tifone Soudelor fotografato dalla ISS

Il tifone Soudelor, che sta imperversando su Taiwan, fotografato dallo spazio dall'equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale.

Fonte: ANSA

L'Italia e l'Europa viste da DSCOVR 29.07.15

L'Italia e l'Europa viste da DSCOVR

Dopo l'immagine del continente nordamericano, il satellite meteorologico DSCOVR si è concentrato sull'Europa e l'Africa scattando la prima foto non composita ad alta risoluzione del nostro emisfero dai tempi di Blue Marble, la cartolina della Terra scattata dall'equipaggio dell'Apollo 17.

Una nuova immagine della Terra 20.07.15

La Terra fotografata dal satellite DSCOVR

La nuova Blue Marble, la celebre foto scattata dall'equipaggio dell'Apollo 17 al pianeta Terra durante l'ultima missione lunare del programma Apollo della NASA, è stata fotografata dal satellite meteorologico DSCOVR che si trova in orbita nel punto di Lagrange L1.

Fonte: NASA

La faccia di Plutone 14.07.15

Plutone fotografato dalla sonda New Horizons

In attesa di ammirare le foto ad alta risoluzione della superficie del pianeta nano, la NASA ha pubblicato la prima immagine di Plutone scatata a una distanza di 766 mila chilometri dalla sonda New Horizons durante l'ultima fase di avvicinamento prima del fly-by.

Fonte: CNN

Plutone e Caronte ripresi da New Horizons 09.07.15

Plutone e Caronte fotografati dalla sonda New Horizons

La NASA ha pubblicato la foto di Plutone e la sua luna Caronte, scattata dalla sonda New Horizons durante il suo avvicinamento al pianeta nano. La sonda raggiungerà Plutone il 14 luglio.

Fonte: Wired

La danza cosmica di quattro galassie fotografata da Hubble 20.06.15

Quattro galassie fotografate dal telescopio spaziale Hubble

La nuova immagine scattata dal telescopio spaziale Hubble mostra quattro dei sette membri del gruppo galattico HCG 16, nel dettaglio le galassie NGC 839, NGC 838, NGC 835 e NGC 833. Questa nuova foto si basa sulle osservazioni compiute dal Wide Field Planetary Camera 2 di Hubble combinate con i dati raccolti dall'ESO Multi-Mode Instrument installato nel New Technology Telescope dell'European Southern Observatory in Cile.

Il selfie di Curiosity dalle Pahrump Hills su Marte 26.02.15

Il rover Curiosity su Marte

La NASA ha pubblicato un collage di immagini che ritraggono il rover Curiosity sulle Pahrump Hills, il sito su cui ha lavoranto negli ultimi cinque mesi. Il Mars Science Laboratory, atterrato su Marte il 6 agosto del 2012, sta analizzando dozzine di campioni del terreno e di roccia per investigare sulla passata e presente capacità del pianeta rosso di sostenere la vita.

Fonte: ANSA

Preparare la ISS per i voli commerciali con equipaggi umani 21.02.15

L'EVA 29 sulla ISS

Sulla Stazione Spaziale Internazionale sono iniziati i lavori per riconfigurare due basi di attracco in previsione dei primi voli commerciali con equipaggi umani delle navicelle CST-100 della Boeing e Dargon di SpaceX previsti per il 2017. La prima EVA è durata di circa sei ore. Una seconda EVA è prevista per il 25 febbraio. In tutto gli astronauti dovranno installare 110 metri di cablaggi.

Fusioni galattiche 19.02.15

Una nuova immagine catturata dal telescopio spaziale Hubble mostra la catastrofica deformazione dei bracci della galassia a spirale NGC 7714, a 100 milioni di anni luce dalla Terra, causata dalla vicinanza della più piccola NGC 7715 appena fuori dall'inquadratura. Nella foto una grande quantità di materiale galattico viene espulso creando un ponte tra le due galassie.

Fonte: Mashable

Il New England visto dallo spazio con la neve 18.02.15

Il New England visto dallo spazio con la neve

La tempesta che ha investito il nordest degli Stati Uniti ha lasciato il New England coperto da uno spesso strato di neve, fotografato grazie allo strumento Moderate Resolution Imaging Spectroradiometer a bordo del satellite Terra della NASA.

Fonte: NASA

Beagle 2 è stato ritrovato intatto su Marte 16.01.15

Il sito di atterraggio del lander Beagle 2

L'Agenzia Spaziale Europea ha comunicato il ritrovamento, dopo 11 anni di ricerche, del lander stazionario Beagle 2 grazie alle immagini riprese da HiRise, la telecamera montata sulla sonda Mars Reconnaissance Orbiter della NASA. Per molti anni si ipotizzò che durante la discesa un guasto avesse fatto schiantare il lander. Al contrario Beagle 2, frutto del lavoro di un consorzio britannico per cercare tracce di vita sul pianeta, atterrò correttamente sulla superficie marziana il 25 dicembre 2003, ma non riuscì ad aprire tutti i suoi pannelli solari oscurando l'antenna e impedendo al lander di comunicare i suoi dati o di ricevere comandi dalla Terra. Beagle 2 raggiunse il pianeta rosso a bordo della sonda ESA Mars Express che, al contrario del lander, riuscì a compiere la sua missione di esplorazione senza problemi.

Capodanno nello spazio 01.01.15

Il Capodanno e l'arrivo del 2015 festeggiato sulla ISS

Cenone e festeggiamenti anche sulla Stazione Spaziale Internazionale per l'arrivo del 2015. L'astronauta dell'ESA Samantha Cristoforetti ha pubblicato la foto scattata da Anton Shkaplerov che la ritrae insieme al resto dell'equipaggio composto da Terry Virts, Barry Wilmore, Elena Serova e Aleksandr Samokutyayev.

Il primo volo nello spazio per Orion 05.12.14

Orion al decollo

Il nuovo sistema di trasporto per operazioni di shuttle in orbita e missioni nello spazio profondo della NASA ha compiuto con successo il primo volo sperimentale nello spazio. Orion ha volato per circa 4 ore e mezza, allontanandosi dalla Terra sino a 5.800 chilometri prima rientrare ammarando nell'oceano Pacifico davanti alle coste della California. La missione ha testato le strumentazioni di volo e la solidità del suo scudo termico per il rientro controllato sulla Terra ad alte velocità. Orion è un sistema modulare composto da una capsula di navigazione e rientro, capace di ospitare da 4 a 6 astronauti, e da un modulo di servizio che può variare in base alla missione della nave. Il moduli di servizio che forniscono il supporto vitale all'equipaggio sono versione modificata del sistema di trasporto ATV dell'Agenzia Spaziale Europea.

Fonte: The Verge

Orion si preprara al decollo 12.11.14

L'astronave Orion della NASA

Orion è stat trasferita al Launch Complex 37 di Cape Canaveral da dove il 4 dicembre decollerà a bordo di un razzo Delta IV Heavy per il primo test nello spazio. L'astronave Orion, la più avanzata mai costruita dalla NASA, sarà capace di ospitare sino a sei astronauti e potrà operare sia come shuttle verso la Stazione Spaziale Internazionale sia come veicolo di comando in missioni lunari, marziane o nello spazio profondo.

Fonte: Daily Mail

L'esplosione del razzo Antares 29.10.14

L'esplosione del razzo Antares

Il razzo Antares che trasportava una navetta Cygnus, dell'operatore privato Orbital Science, con esperimenti e materiali diretti alla Stazione Spaziale Internazionale è esploso pochi secondi dopo il decollo dalla Wallops Flight Facility della NASA, in Virginia, per cause ancora da chiarire.

Fonte: Mashable

La Coppa del Mondo vista dalla ISS 17.06.14

La Coppa del Mondo vista dalla ISS

Gli astronauti della NASA e dell'ESA Reid Wiseman, Steve Swanson e Alexander Gerst si rilassano guardando la Coppa del Mondo 2014 in Brasile a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

Fonte: NASA

I 15 anni della Stazione Spaziale Internazionale 19.11.13

La ISS

L'ESA festeggia i 15 anni della ISS con un giorno d'anticipo pubblicando una spettacolare istantanea della Stazione Spaziale Internazionale in tutto il suo splendore.

Fonte: ESA

Astronauti vitruviani 24.10.13

Astronauti vitruviani

L'equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale si diverte a impersonare l'Uomo Vitruviano di Leonardo.

Curiosity trivella Marte 10.02.13

La trivellazione di Curiosity su Marte

Il rover della NASA Curiosity ha trivellato per la prima volta il suolo marziano prelevando un campione da analizzare alla ricerca di possibili condizioni ambientali favorevoli ad ospitare forme di vita.

Fonte: Space

Rocce marziane di notte 28.01.13

La prima foto di Marte scattata da Curiosity di notte

Il rover della NASA Curiosity ha scattato la sua prima foto di Marte di notte. Il soggetto, illuminato da LED ultravioletti, è la roccia denominata Sayunei.

Uno Space Shuttle in strada 13.10.12

Lo Space Shuttle Endeavour per le strade di Los Angeles

Lo Space Shuttle Endeavour affronta 19 km di strade di Los Angeles per raggiungere il California Science Center.

Fonte: Guardian

L'ultimo decollo dello Space Shuttle Endeavour 20.09.12

Lo Space Shuttle Endeavour sopra un Boeing 747

Lo Shuttle Endeavour è decollato oggi a bordo di un Boeing 747 modificato della NASA per il suo ultimo viaggio alla volta della California, dove verrà collocato in esposizione al Science Center di Los Angeles.

Fonte: AGI

Curiosity raggiunge il cratere Gale su Marte 06.08.12

Curiosity scende su Marte

La discesa su Marte del rover della NASA Curiosity catturata dalla fotocamera della sonda Mars Reconnaissance Orbiter.

Fonte: HiRISE

Lo Space Shuttle Enterprise debutta al museo 19.07.12

Lo Space Shuttle Enterprise

L'Intrepid Sea Air & Space Museum di New York apre oggi al pubblico le visite alla sua gigantesca nuova attrazione: lo Space Shuttle Enterprise.

Fonte: Io9

Lo Space Shuttle Enterprise sopra New York 27.04.12

Lo Space Shuttle Enterprise sopra New York

Lo Space Shuttle Enterprise, trasportato da un Boing 747 della NASA, ha sorvolato la città di New York diretto all'Intrepid Sea, Air and Space Museum.

Lo Space Shuttle Discovery sopra Washington 17.04.12

Lo Space Shuttle Discovery sopra Washington

Lo Space Shuttle Discovery, trasportato da un Boing 747 della NASA, ha sorvolato la città di Washington diretto allo Smithsonian.

Il lancio di Curiosity 26.11.11

Il rover NASA MLS Curiosity

Il Mars Science Laboratory (MSL), meglio conosciuto come Curiosity, è decollato con un razzo Atlas V da Cape Canaveral alla volta di Marte. Il rover della NASA raggiungerà il pianeta rosso tra 8 mesi. Tre volte più pesante e due volte più largo dei rover Spirit e Opportunity che atterrarono nel 2004 investigherà sulla passata e presente capacità di Marte di sostenere la vita.

Si chiude l'era dello Space Shuttle 21.07.11

Lo Space Shuttle Atlantis all'atterraggio

Atterra l'Atlantis. Si chiude l'era degli Space Shuttle e si apre quella della conquista commerciale del cosmo.

L'aurora australe vista dallo spazio 16.07.11

L'aurora australe vista dalla Stazione Spaziale Internaziona

Gli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale hanno catturato una splendida immagine dell'aurora polare, sopra l'emisfero australe, che si staglia sull'orizzonte dietro allo Space Shuttle Atlantis.

Il decollo dell'ultimo Space Shuttle 08.07.11

Lo Space Shuttle Atlantis al decollo

Lo Space Shuttle Atlantis è decollato dal Kennedy Space Center alla volta della Stazione Spaziale Internazionale. La sua ultima missione conclude l'era trentennale degli Space Shuttle.

Fonte: TLUC Blog

La Terra studiata dalla Stazione Spaziale Internazionale 21.05.11

Lo Space Shuttle Endeavour attraccato alla ISS sopra l'Itali

Lo Space Shuttle Endeavour ha consegnato l'Alpha Magnetic Spectrometer e altri componenti alla Stazione Spaziale Internazionale. Per la prima volta nella storia due astronauti italiani Nespoli e Vittori si trovano contemporaneamente in orbita a bordo della ISS.

Fonte: NASA

L'ultimo viaggio dell'Endeavour 16.05.11

Lo Space Shuttle Endeavour al decollo

Lo Space Shuttle Endeavour parte per la sua ultima missione dal Kennedy Space Center per un rendezvous con la Stazione Spaziale Internazionale.

MESSENGER raggiunge Mercurio 30.03.11

Mercurio ripreso dalla sonda MESSENGER

La prima immagine scattata dalla sonda della NASA al polo sud del pianeta più prossimo al Sole.

Fonte: TLUC Blog

Il Discovery lascia la Terra per l'ultima volta 24.02.11

L'ultimo decollo dello space shuttle Discovery

Dopo il rinvio di novembre lo space shuttle Discovery, il più anziano della flotta, è decollato per l'ultima missione che lo porterà ad attraccare alla ISS. In attività dal 1984 è stata l'astronave dei record.

Eruzione solare 18.02.11

Eruzione solare

L'immagine, scattata dal Solar Dynamics Observatory della Nasa, mostra un'eruzione solare di decine di migliaia di chilometri.

Fonte: Guardian

Italia sotto zero 18.12.10

L'Italia sotto la neve vista dal satellite

La sensazionale foto scattata dal satellite Modis della NASA che mostra il nord Italia coperto di neve.

Fonte: TLUC Blog

La vita basata sull'arsenico 02.12.10

Lago Mono in California

La NASA ha scoperto un batterio che si nutre di arsenico. E' il ceppo GFAJ-1 della famiglia Halomonadaceae della classe Gamma Proteobacteria che vive sui fondali del Mono Lake, in California ai confine del parco Yosemite.

C'è ossigeno su Rhea 26.11.10

Rhea la luna si Saturno sullo sfondo degli anelli del gigant

La sonda Cassini della NASA ha rilevato tracce di ossigeno nell'atmosfera di Rhea, una delle lune di Saturno.

Fonte: Guardian

L'ultimo viaggio dello space shuttle Discovery 04.11.10

Lo space shuttle Discovery pronto sulla rampa di lancio

Pronto sulla rampa di lancio 39-A, lo space shuttle Discovery si appresta a partire domani per la su 39esima e ultima missione.

[16/12 15:12] La missione del Discovery è stata rimandata a febbraio.

Fonte: io9

Fotografare comete 04.11.10

La cometa Hartley 2 nella foto della sonda Deep Impact

La sonda della NASA Deep Impact effettua un rendevouz con la cometa Hartley 2, nell'ambito della missione EPOXI, trasmettendo immagini spettacolari.

Fonte: TLUC Blog