tizianocavigliablog
Il peggio è passato. A prendermi.

Eclissi di Phobos 24.07.14

Nell'agosto del 2013 il rover Curiosity della NASA ha registrato un'eccezionale eclissi di sole dovuta la passaggio della piccola luna marzina dalla forma irregolare Phobos.

L'eclissi solare marziana 16.09.12

Eclissi solare marziana

Il rover della NASA Curiosity ha catturato la sua prima eclissi solare su Marte prodotta dal passaggio di Phobos.

I complottisti delle cause perse 29.11.11

La sonda russa Phobos-Grunt, bloccata in orbita terrestre dopo aver perso i contatti con il centro controllo subito dopo il lancio, sarebbe stata sabotata da potenze straniere. E precisamente il dito si punterebbe sulla stazione radio di Gakona in Alaska. E' la tesi del generale Rodionov.

Ammettere il fallimento ed elaborare il lutto sono concetti digeriti difficilmente nella Russia di Putin.
Raggiungere Marte si sa non è una passeggiata. Ai fallimenti si può rimediare, ma cadere nella trappola della schizofrenia paranoide costellata di scie chimiche e rettiliani è ben più grave, ti copre di ridicolo.

La sonda russa per Marte è perduta 14.11.11

Prosegue l'incapacità russa di raggiungere Marte e le sue lune. La sonda Phobos-Grunt è con tutta probabilità destinata a schiantarsi a terra.
Ennesimo fallimento dell'agenzia Roscosmos sempre più in difficoltà nel garantire un accesso affidabile ed efficiente allo spazio.

Le difficoltà della missione russa verso Marte 09.11.11

La missione russa (e cinese) Phobos-Grunt diretta all'esplorazione della luna del pianeta rosso Phobos ha subito uno stop inatteso.
Dopo essere stata inserita in orbita la sonda interplanetaria ha perso le comunicazioni con la Terra non riuscendo ad accendere i propulsori per lasciare il pianeta.
L'agenzia spaziale russa Roscosmos ha ora tre giorni di tempo per risolvere quello che sembra essere un problema al software prima di dichiarare fallita la missione.

La missione Phobos-Grunt prevedeva di raggiungere la luna di Marte per raccogliere campioni, grazie ad un lander, e riportarli successivamente sulla Terra.
Sulla sonda è imbarcato anche l'orbiter cinese Yinghuo-1 per condurre esperimenti di occultazione nella ionosfera marziana. Se la missione riuscirà sarebbe la prima sonda cinese a operare attorno al pianeta rosso.