tizianocavigliablog
Niente panico! Ok, panico.

La foto della nascita di un gigante gassoso 07.07.18

La nascita del gigante gassoso PDS 70b
La nascita del gigante gassoso PDS 70b

Il Very Large Telescope (VLT) dell'ESO ha catturato l'immagine della formazione di un pianeta, denominato PDS 70b, che ruota attraverso il disco protoplanetario attorno alla giovane stella PDS 70.
Il gigante gassoso in formazione orbita a circa tre miliardi di chilometri dalla stella centrale, approssimativamente alla stessa distanza che separa Urano dal Sole.
L'analisi degli astronomi del Max Planck Institute for Astronomy ha rivelato che la massa di PDS 70b è di alcune volte superiore a quella di Giove. La superficie planetaria ha una temperatura di circa 1.000 °C, rendendola molto più calda di qualsiasi pianeta del nostro Sistema Solare.

Nel 2014 i radiotelescopi dell'ESO avevano scoperto e fotografato un sistema planetario in formazione attorno alla stella HL Tau.

Le stagioni della blogosfera 29.08.08

In accordo con le statistiche sui feed del mio Google Reader, ho potuto stabilire che quest'anno l'estate è finita il 25 Agosto.

Sistemi binari multipli ed esopianeti 17.10.12

Un gigante gassoso che ruota in un sistema stellare composto da due coppie binarie di stelle e il primo pianeta, di massa simile alla Terra, in orbita intorno ad Alpha Centauri sono le più recenti scoperte astronomiche, la prima frutto della ricerca di due volontari - Kian Jek e Robert Gagliano - di Planethunters, mentre la seconda merito degli europei che lavorano all'European Southern Observatory.

Lo spazio non smette di stupire e affascinare.

Quanto è grande il nostro sistema solare? 15.02.11

Fino al 2000 nessuno al mondo aveva dei dubbi sul numero dei pianeti del nostro sistema solare. Nove: Mercurio, Venere, Terra, Marte, Giove, Saturno, Urano, Nettuno e Plutone.
Nell'ultimo decennio, nuove scoperte scientifiche hanno portato l'Unione Astronomica Internazionale a riconsiderare la dimensione del nostro giardinetto di casa, ingrandendolo e ridefinendo i suoi oggetti celesti, portando la conta a otto pianeti - con Nettuno ora come il più esterno - e a quattro pianeti nani: Cerere all'interno della fascia degli asteroidi, Plutone con il suo gemello Caronte e le loro lune Notte e Idra, Haumea con le lune Hi'iaka e Namaka, Makemake e infine Eris con il suo satellite Disnomia.

Ora nel giro di pochi anni potrebbe cambiare nuovamente tutto, riportando il numero di pianeti a nove.
Gli astronomi dell'Università della Louisiana sono infatti sicuri di aver scoperto un nono pianeta oltre Nettuno, gassoso e quattro volte più grande di Giove con tanto di anelli e il suo carico di lune, nei pressi della Nube di Oort.
Il nono pianeta, probabilmente catturato dal nostro sistema solare è stato ribatezzato Tyche, come la dea greca della fortuna.

Fotografare la nascita di un sistema planetario 07.11.14

Un disco protoplanetario

Il radiointerferometro ALMA ha raccolto la foto più dettagliata mai catturata della nascita di un sistema planetario. Il disco protoplanetario di gas e polveri in formazione circonda HL Tau, una stella simile al Sole a circa 450 anni luce dalla Terra nella costellazione del Toro. L'Atacama Large Millimeter/submillimeter Array (ALMA) è un progetto astronomico sviluppato in collaborazione tra l'Europa, il Nord America, il Giappone, Taiwan e la Corea del Sud che comprende uno schieramento di 66 radiotelescopi da 12 e 7 metri che osservano alle lunghezze d'onda millimetriche e sub-millimetriche. Le antenne sono state installate sul plateau di Chajnantor a 5.000 metri di altitudine nel deserto di Atacama, in Cile.