tizianocavigliablog
Ha studiato legge con Murphy.

La dinamica dell'abbattimento del volo MH17 nell'Ucraina dell'est 13.10.15

Le autorità dei Paesi Bassi hanno pubblicato i risultati delle indagini degli esperti internazionali sull'abbattimento del volo Malaysia Airlines MH17 nell'est dell'Ucraina nel luglio dello scorso anno. La commissione investigativa ha anche rilasciato un video che ricostruisce la dinamica dell'abbattimento dovuto a un missile Buk di produzione russa.

13 piccoli passi per l'Ucraina 12.02.15

I 13 punti dell'accordo per il cessate il fuoco negli oblast orientali dell'Ucraina. Crimea esclusa.

Aspettando lo statista di pace 10.02.15

Missili dei ribelli filorussi sulla città ucraina di Kramatorks

In attesa che l'eventuale invio di armi americane all'esercito di Kiev destabilizzi i pacifici oblast dell'Ucraina orientale, i ribelli filorussi lanciano segnali di distensione sotto forma di missili nel centro di Kramatorks. In attesa di un piano per una tregua duratura, l'uomo di pace in visita al Cairo porta in dono un kalashnikov. Così per sottolineare.

Girls und Panzer Ukraine edition 13.09.14

Smile su un carroarmato ucraino e Girls und Panzer

L'impiego del tempo libero dei soldati durante la tregua in Ucraina tra esercito di Kiev e separatisti filo-russi, nelle foto di Gleb Garanich, porta a delle strane somiglianze con l'anime Girls und Panzer.

Approfondire la crisi ucraina 04.09.14

Dalle proteste che hanno rovesciato il presidente Yanukovych all'annessione russa della Crimea, fino all'intervento delle truppe di Mosca in supporto ai ribelli secessionisti filo-russi. La crisi ucraina su Vox, in 25 pagine.

This all began as an internal Ukrainian crisis in November 2013, when President Viktor Yanukovych rejected a deal for greater integration with the European Union (here's why this was such a big deal), sparking mass protests, which Yanukovych attempted to put down violently. Russia backed Yanukovych in the crisis, while the US and Europe supported the protesters.

Since then, several big things have happened. In February, anti-government protests toppled the government and ran Yanukovych out of the country. Russia, trying to salvage its lost influence in Ukraine, invaded and annexed Crimea the next month. In April, pro-Russia separatist rebels began seizing territory in eastern Ukraine. The rebels shot down Malaysian Airlines flight 17 on July 17, killing 298 people, probably accidentally. Fighting between the rebels and the Ukrainian military intensified, the rebels started losing, and, in August, the Russian army overtly invaded eastern Ukraine to support the rebels. This has all brought the relationship between Russia and the West to its lowest point since the Cold War. Sanctions are pushing the Russian economy to the brink of recession, and more than 2,500 Ukrainians have been killed.

I leader dei separatisti filorussi 21.07.14

I profili dei capi dei separatisti filorussi in Ucraina stilati dal Wall Street Journal.

La telefonata fumante 18.07.14

Abbiamo appena abbattuto un aereo.

Queste sono le intercettazioni dei servizi segreti ucraini che proverebbero le responsabilità dei separatisti filo-russi nell'abbattimento del volo MH17 della Malaysian Airlines.

Risiko Ucraina 02.05.14

Mappa della mobilitazione delle truppe russe e ucraine

Per gli amanti del Risiko, la mobiltazione delle truppe russe e ucraine, in seguito all'annessione russa della Crimea, visualizzata in un'infografica del Washington Post.

Salutiamo gli amici della Novorossiya (volevo dire Ucraina orientale) 17.04.14

Ovviamente ci siamo assicurati che il referendum si svolgesse in maniera onesta. Quindi sì, le nostre truppe erano dietro alle milizie di autodifesa in Crimea.

Putin, intervistato da Itar Tass, tra le altre provocazioni rivolte all'Ucraina ha ammesso per la prima volta l'intervento delle forze armate russe in Crimea.
Ricordate? Quegli uomini a volto coperto, equipaggiati con armi e divise dell'esercito russo erano... guarda caso... soldati russi.

Il primo caso al mondo di un referendum per la annessione autodeterminazione di una regione tenuto sotto la minaccia protezione di milizie di un esercito straniero da quella volta in Ostmark Austria.

Perché la Crimea non è il Kosovo (secondo il Kosovo) 16.04.14

La perfetta sintesi di Enver Hoxhaj, ministro degli Esteri del Kosovo intervistato da La Stampa, sulla crisi ucraina, sul perché la Crimea non è paragonabile alla soluzione Kosovo (se ne parlava qui) e sul futuro del paese nell'Unione Europea insieme alla Serbia.

Ciò che accade in Crimea è nient'altro che occupazione e aggressione nei confronti di un territorio indipendente di un altro Paese, l'Ucraina. [...] C’è una lunga lista di argomenti che mostrano come il Kosovo e la Crimea non siano paragonabili: nella Yugoslavia il Kosovo era uno stato come la Grecia, la Slovenia, il Montenegro, la Bosnia, la Macedonia, e come tutti questi Stati aspirava a un'autonomia. L'Ucraina è uno Stato, la Yugoslavia era una federazione, in Kosovo sono stati commessi crimini di guerra, e solo per questo la Nato decise di intervenire senza l'autorizzazione del Consiglio di Sicurezza. Ma a parte questi eventi tragici, il Kosovo è stato posto sotto la giurisdizione delle Nazioni Unite. Noi abbiamo avuto la nostra indipendenza in conformità con la corte di Giustizia internazionale e con il diritto internazionale.

[...] Bisogna avere la forza di guardare oltre le crisi, ogni paese del Mondo, dall'Asia all'Africa, attraversa crisi più o meno gravi e profonde. Ma l'Europa deve tenere alti i suoi valori, e in particolare una "cultura della speranza". E' la speranza che fa sì che le cose cambino, che le leadership si strutturino. L'Europa è il più importante potere di riferimento per indicare la strada alla modernizzazione degli Stati. Non è quello che sta facendo la Russia ora, per intenderci.

Darth Vader candidato alle presidenziali in Ucraina 30.03.14

Darth Vader candidato alle presidenziali in Ucraina

Solo io posso fare della nostra repubblica un impero, restituirle la sua gloria passata, i territori perduti e la sua fierezza.

La dichiarazione del signore dei Sith è il candidato alla presidenza dell'Ucraina per il Partito ucraino di internet alle elezioni del 25 maggio.

[04/04 08:21] La commissione elettorale ucraina ha stabilito che lord Vader non è candidabile.

Il contro-referendum dei tatari in Crimea 30.03.14

Congresso della comunità tatara in Crimea

La comunità dei tatari di Crimea vuole indire un referendum per l'autonomia dopo l'annessione della penisola ucraina alla Russia.

Durante la seconda guerra mondiale, l'intera popolazione tatara della Crimea fu vittima della politica di oppressione staliniana. Nel 1944 furono infatti accusati di collaborazionismo coi nazisti e furono deportati in massa nelle regioni dell'Asia centrale e in altre parti dell'Unione Sovietica. Un gran numero morì per malattia e malnutrizione, solo in pochi riuscirono ad adattarsi alle nuove condizioni di vita. Anche se un decreto sovietico del 1967 si premurò di far cessare l'esilio forzato dei Tatari il governo non fece nulla per facilitare il loro ristanziamento in Crimea e per risarcirli delle proprietà perse.

La telefonata bipolare di Putin 28.03.14

Il comunicato della Casa Bianca sulla telefonata tra Putin e Obama

Il comunicato del Cremlino sulla telefonata tra Putin e Obama

Putin ha telefonato al presidente Obama per cercare una soluzione diplomatica alla crisi in Crimea segno delle sanzioni e dell'isolamento internazionale, ma sul comunicato rilasciato sul sito del Cremlino si legge una differente interpretazione con tanto di accenno colonialista verso la Transnistria, la striscia di territorio filo-russa della Moldavia e de facto indipendente sebbene non riconosciuta da nessun membro delle Nazioni Unite.

Le Nazioni Unite condannano l'annessione della Crimea 27.03.14

La votazione sulla Crimea alle Nazioni Unite

Con 100 voti a favore, 11 contrari e 58 astenuti l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato una risoluzione non vincolante nella quale si condanna il referendum in Crimea e l'annessione russa della penisola.
Tra i dieci sostenitori della Russia si annoverano alcune tra le più acclamate dittature e oligarchie mondiali: Siria, Corea del Nord, Venezuela, Bielorussia, Cuba, Bolivia, Armenia, Sudan, Nicaragua e Zimbabwe. Il club Putin.

Do la soluzione 22.04.08

Disegnare un cavallino rampante sul muso degli aerei della compagnia di bandiera.

E alla fine arrivano i Lupi della Notte 17.03.14

I Lupi della Notte in Crimea

Il nuovo sogno russo della Crimea si concretizza con le scorribande dei Lupi della Notte per le strade di Sebastopoli.

Urne trasparenti 17.03.14

Urne trasparenti nel referendum in Crimea

Urne trasparenti nel referendum in Crimea

Urne trasparenti nel referendum in Crimea

Le urne trasparenti per il referendum sull'annessione della Crimea alla Russia. La glasnost riveduta e corretta da Putin.

Novantatre percento 16.03.14

Percentuali nordcoreane, secondo il primo exit poll, nel referendum per l'annessione della Crimea alla Russia. Una consultazione tenuta sotto la minaccia delle armi che ha impedito una qualsiasi forma di campagna elettorale.

La democrazia secondo il club Putin.

Il feeling russo per i Giochi Olimpici e le invasioni di stati sovrani 04.03.14

1980. Giochi Olimpici di Mosca. Invasione dell'Afghanistan.
2014. Giochi Olimpici invernali di Sochi. Invasione della Crimea.

Il costo dell'occupazione della Crimea per la Russia 03.03.14

Un solo giorno di occupazione russa della penisola di Crimea ed è subito lunedì nero per il presidente del gigante dai piedi di balsa Putin. Il capitalismo si rivela essere sempre il più dirompente strumento di pressione. Più delle divisioni corazzate possono gli investitori che vendono in massa tutti i tuoi asset.

La Borsa di Mosca ha perso quasi l'11%.
Il Micex in rubli è sceso del 10,8%.
L'RTS in dollari è in calo del 12%.
Il rublo ha toccato il suo nuovo minimo storico sull'euro.

Perché la Crimea non è il Kosovo 02.03.14

Risposta breve, pulizia etnica.
Purtroppo la miopia dell'antiamericanismo che nel Bel Paese raggiunge orizzonti di antioccidentalismo, abbracciando un microcosmo variegato che unisce destra e sinistra, rende imprevidenti di fronte alle follie dei peggiori dittatori.

Addio Lenin 23.02.14

La statua di Lenin abbattuta a Kiev

La statua di Lenin abbattuta a Kiev dai manifestanti pro-UE.

Armata giallo blu 23.02.14

Il monumento sovietico a Sofia ripitturato con i colori della bandiera Ucraina

A Sofia hanno ripitturato (e non è la prima volta che accade) il monumento all'Armata Rossa del 1954 con il blu e il giallo, i colori della bandiera ucraina.

Kiev prima e dopo gli scontri 20.02.14

Kiev prima e dopo gli scontri

Piazza Indipendenza a Kiev nel 2009 e oggi, ripresa dallo stesso punto. Un'impressionante immagine che spiega più di ogni ragionamento il braccio di ferro in atto tra i manifestanti filo europeisti e la repressione del governo filo russo di Yanukovich.

Le proteste a Kiev viste dal satellite 19.02.14

Le proteste a Kiev viste dal satellite

La foto satellitare, scattata ieri mattina alle 11 da Skybox Imaging, mostra la situazione degli incendi intorno a piazza Indipendenza a Kiev in seguito agli scontri tra manifestanti antigovernativi e forze dell'ordine.

Un arcobaleno a Kiev 18.02.14

Arcobaleno tra le proteste a Kiev

Immagini che non ti aspetti tra le violenze in corso a Kiev. Un manifestante antigovernativo si ripara sotto un arcobaleno nato dai getti degli idranti delle forze dell'ordine.

Lo stato delle proteste in Ucraina in una mappa 26.01.14

Lo stato delle proteste in Ucraina in una mappa

Gordonua segue in diretta le proteste in Ucraina e aggiorna la mappa della situazione nei ventiquattro oblast.
In giallo gli edifici governativi sotto il controllo del manifestanti. In viola gli edifici governativi bloccati dai manifestanti. In arancio le proteste di massa e in blu gli organi legislativi regionali filo-governativi che hanno fatto dichiarazioni contro i manifestanti.

Le immagini dell'ultimo turno della fase a gironi di Euro 2012 19.06.12

Polonia e Repubblica Ceca a Euro 2012

Grecia e Russia a Euro 2012

Germania e Danimarca a Euro 2012

Portogallo e Olanda a Euro 2012

Il gol di Balotelli contro l'Irlanda a Euro 2012

Strinic a Euro 2012

Francia e Svezia a Euro 2012

Hart a Euro 2012

La giornata dei verdetti della fase a gironi di Euro 2012. Nei quarti si sfideranno:

Repubblica Ceca - Portogallo
Spagna - Francia

Germania - Grecia
Inghilterra - Italia

Le foto del primo e del secondo turno di Euro 2012.

Le immagini del secondo turno della fase a gironi di Euro 2012 16.06.12

Petr Jiracek contro Kostas Chalkias in Grecia Repubblica Ceca

Il polacco Damien Perquis a Euro 2012

Portogallo e Danimarca a Euro 2012

John Heitinga e Thomas Muller in Olanda-Germania a Euro 2012

Croazia e Italia a Euro 2012

Lo spagnolo Fernando Torres segna contro l'Irlanda a Euro 2012

Temporale su Ucraina-Francia a Euro 2012

L'inglese Andy Carroll segna contro la Svezia a Euro 2012

Emozioni, sorprese, sensazioni, prime eliminazioni e temporali nella seconda giornata della fase a gironi di Euro 2012.

Le foto del primo turno di Euro 2012.

Le immagini del primo turno della fase a gironi di Euro 2012 11.06.12

Il polacco Lewandowski segna contro la Grecia a Euro 2012

Russia e Repubblica Ceca a Euro 2012

Punizione olandese contro la Danimarca a Euro 2012

Germania e Portogallo a Euro 2012

Di Natale segna contro la Spagna a Euro 2012

Irlanda e Croazia a Euro 2012

Inghilterra e Francia a Euro 2012

L'ucraino Shevchenko colpisce la Svezia a Euro 2012

Emozioni, sorprese, sensazioni, squadre materasso, glorie senza età nella prima giornata della fase a gironi di Euro 2012.

L'Europa ha ancora il suo fascino 27.09.11

Kiev ha scelto Bruxelles. L'Ucraina sceglie di seguire la via dell'accordo di associazione con l'Unione Europea allontanandosi dalla sfera di influenza russa.

La corruzione del calcio mondiale 26.10.10

Se già non bastasse lo scandalo per l'assegnazione delle prossime edizioni del 2018 e del 2022 dei campionati mondiali di calcio che pesa come un macigno sulle spalle di Blatter, ora arriva la rivelazione del tesoriere della Federcalcio di Cipro, Spyros Marangos, pronto a giurare che l'assegnazione dei prossimi europei a Ucraina e Polonia sarebbe stata comprata a suon di milioni dal magnate ucraino Surkis ai danni dell'Italia.

Il difficile rapporto con la Russia 27.04.10

Scontri al parlamento ucraino

Per una repubblica ex sovietica imparare a camminare con le proprie gambe, senza il sostegno della madre Russia è sempre un percorso lungo e travagliato.
Il parlamento ucraino alle prese con il rinnovo della concessione sino al 2042 della base militare a Sebastopoli alla flotta russa in Crimea.

Italia - Ucraina 3 - 0 30.06.06

Arbitro: DE BLEECKERE Frank
Partita 58 - Quarti di finale
Stadio: Aol Arena

Gol:

  1. 06' ZAMBROTTA Gianluca (ITA)
  2. 59' TONI Luca (ITA)
  3. 69' TONI Luca (ITA)

Statistiche:

  • Tiri in porta 7 - 7
  • Tiri 10 - 13
  • Falli 15 - 31
  • Calci d'angolo 1 - 3
  • Calci di punizione 1 - 1
  • Fuorigioco 2 - 2
  • Autoreti 0 - 0
  • Ammonizioni 0 - 3
  • Espulsioni 0 - 0
  • Possesso di palla 41% - 59%

Cartellini gialli:

  1. 16' SVIDERSKYI Vyacheslav (UKR)
  2. 21' KALINICHENKO Maksym (UKR)
  3. 67' MILEVSKIY Artem (UKR)

Formazione dell'Italia:
01 BUFFON Gianluigi
02 ZACCARDO Cristian - al posto di - 08 GATTUSO Gennaro (77')
03 GROSSO Fabio
05 CANNAVARO Fabio
06 BARZAGLI Andrea
09 TONI Luca
10 TOTTI Francesco
17 BARONE Simone - al posto di - 21 PIRLO Andrea (68')
19 ZAMBROTTA Gianluca
20 PERROTTA Simone
22 ODDO Massimo - al posto di - 16 CAMORANESI Mauro (68')

Formazione dell'Ucraina:
01 SHOVKOVSKYI Oleksandr
02 NESMACHNYI Andriy
04 TYMOSCHUK Anatoliy
07 SHEVCHENKO Andriy
08 SHELAYEV Oleg
09 GUSEV Oleg
14 GUSIN Andriy
16 VOROBEY Andriy - al posto di - 22 SVIDERSKYI Vyacheslav (20')
17 VASHCHUK Vladyslav - al posto di - 06 RUSOL Andriy (47+')
19 KALINICHENKO Maksym
20 BELIK Oleksiy - al posto di - 15 MILEVSKIY Artem (72')

Migliore in Campo Budweiser: GATTUSO Gennaro (ITA)

Ucraina: la Rada approva le riforme 08.12.04

La Rada, il parlamento, ha approvato le riforme costituzionali sulle elezioni presidenziali.

Il pacchetto una riduzione dei poteri del presidente a vantaggio del parlamento.

Il presisdente uscente Kuchma ha accettato le dimissioni del procuratore generale, come insisteva da giorni il leader dell'opposizione Yushenko.

Ucraina: riforme costituzionali 07.12.04

Non c'e' ancora nessun accordo tra le forze di Yushenko e quelle di Yanukovic sul tavolo delle riforme costituzionali.

A riferirlo e' stato lo stesso presidente Kuchma.

Ucraina: la Corte Suprema ha deciso per un nuovo ballottaggio 03.12.04

Veduta di KievLa Corte Suprema ucraina ha annunciato di avere accolto in parte il ricorso del candidato dell'opposizione di Viktor Yushenko.

La corte ha invalidato il secondo turno del voto per le elezioni presidenziali definito, secondo una nota, contrario alle leggi del paese l'operato della commissione elettorale centrale che ha attribuito la vittoria nel ballottaggio al premier Viktor Yanukovic.

E' stato dunque deciso di ripetere il ballottaggio il 26 Dicembre.

Ucraina: forse la svolta 27.11.04

Manifestanti in piazzaForse a una svolta la vicenda ucraina. Secondo l'agenzia russa Itar-tass Viktor Yanukovic e Viktor Yushenko avrebbero trovato un accordo per andare a un nuovo ballottaggio.

Passerebbe quindi la linea di annullare le votazioni.

inanto a Odessa oltre 3000 persone hanno manifestato davanti alla sede del comune per chiedere che la Crimea si separi dall'Ucraina se il filo-occidentale Viktor Yushenko salirà al potere.

Ucraina: nuovo voto il 12 Dicembre 27.11.04

Manifestanti in piazzaIl Parlamento ucraino, la Rada, ha fissato il nuovo ballottaggio per le presidenziali per il 12 Dicembre.

La Rada ha infatti definitivamente approvato una risoluzione con la quale si constata l'esistenza di frodi nello scrutinio del ballottaggio per le presidenziali e si è pronunciato perché il turno elettorale dello scorso 21 Novembre sia dichiarato non valido. Ha chiesto inoltre lo scioglimento della attuale commissione elettorale.

E' stato inoltre approvato un documento che invita i due contendenti per la poltrona di capo di stato, Viktor Yushenko e Viktor Yanukovich, a firmare un "patto politico", che li impegni a "non bloccare il lavoro delle istituzioni statali". Un impegno simile riguarda soprattutto Yushenko, che ha chiesto ai suoi sostenitori di mettere sotto assedio tutti i palazzi del potere a Kiev.

Elezioni Ucraina: dall'OSCE accuse durissime 23.11.04

L'Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa ha espresso durissime accuse sullo svolgimento delle elezioni presidenziali in Ucraina definendole "non democratiche".

I risultati, resi noti dalla commissione elettorale, hanno visto prevalere il candidato filo-russo Viktor Yanukovic con il 49,42% dei suffragi sullo sfidante filo-occidentale Viktor Yushenko (46,69%).

30 anni dopo la nube di Chernobyl 26.04.16

La commemorazione del disastro di Chernobyl

La deposizione dei fiori al memoriale "Agli eroi di Cernobyl" a Kiev, in Ucraina, in occasione del trentesimo anniversario del più grave disastro nucleare della storia. All'1:24 di notte, l'ora della catastrofe, la campana del memoriale dedicato alle vittime ha battuto 30 tocchi. In quella notte del 1986 durante l'esecuzione di una simulazione di guasto al sistema di raffreddamento, le barre di uranio del nocciolo del reattore nucleare si surriscaldarono fino alla fusione del nocciolo del reattore numero 4, con due conseguenti esplosioni che fecero scoperchiare la copertura e disperdere nell'atmosfera grandi quantità di vapore contenente particelle radioattive. In seguito l'inchiesta mise in luce gravi errori del personale che mantennero le procedure al di sotto dei limiti consentiti per i test e ignorarono gli allarmi che segnalavano la mancanza d'acqua nel reattore, nonché gli errori di progettazione compiuti durante la costruzione del reattore per mancanza di fondi.

Fonte: USA Today

Giorni di tregua in Ucraina 15.02.15

La tregua in Ucraina

Militari dell'esercito ucraino giocano a pallone nel primo giorno di tregua dopo l'accordo di massima raggiunto a Minsk tra i separatisti filorussi e il governo di Kiev, con la mediazione europea e della Russia.

Volo MH17 17.07.14

Ambasciata olandese a Kiev

È una delle foto più significative della tragedia aerea del volo Malaysia Airlines MH17, abbattuto probabilmente dai separatisti ucraini filo-russi per errore, la folla commossa di ucraini che continua a radunarsi davanti all'ambasciata olandese a Kiev come a voler chiedere scusa per quanto accaduto a nome anche di chi probabilmente non lo farà mai.

L'Ucraina si avvicina all'Europa 25.05.14

Petro Poroshenko

Petro Poroshenko, conosciuto come il "re del cioccolato", ha vinto al primo turno le elezioni presidenziali in Ucraina con circa il 55,9%. Secondo gli analisti è il moderato capace di guardare all'Europa senza spaventare Putin e in grado di affrontare la crisi più profonda della giovane repubblica ex sovetica.

Fonte: Le Monde

Bastone e carota per Mosca 24.03.14

Il G7 all'Aja

Unione Europea, Stati Uniti e Giappone isolano politicamente la Russia dopo l'annessione della Crimea. Nel G7 straordinario a L'Aia, a margine del vertice sulla sicurezza nucleare, le potenze mondiali decidono di inviare un nuovo monito a Mosca. Tre bastoni: sospensione della Russia dal G8, cancellando il summit di Sochi a favore di un nuovo incontro a 7 a Bruxelles, isolandola dalla comunità internazionale comprese le Nazioni Unite, aiuti economici e sostegno politico a Kiev, e possibili nuove sanzioni per minare la già fragile economia russa. E una carota: l'apertura verso Mosca se deciderà di rientrare nell'alveo della diplomazia facendo cessare la minaccia delle armi per trovare una soluzione alla crisi.

C'è un'altra Russia che non vuole l'invasione della Crimea 15.03.14

Manifestazione pro Ucraina a Mosca

50.000 persone hanno sfilato per le strade di Mosca per la pace e contro l'annessione russa della Crimea. A New York il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha votato la risoluzione di condanna del referendum in Crimea con 13 voti a favore, l'astensione della Cina e il veto russo. Un isolamento quello di Mosca che potrebbe aggravarsi; le potenze mondiali, secondo indiscrezioni dello Spiegel, sarebbero infatti decise dopo 20 anni a tornare alla formula del G7 escludendo la Russia di Putin dal più importante forum governativo del mondo.

Fonte: The Wire

La campagna dei manifesti ucraini per il referendum in Crimea 13.03.14

Manifesti ucraini per il referendum in Crimea

A pochi giorni dal voto referendario in Crimea per decidere l'annessione alla Russia, sotto la costante minaccia delle armi e delle intimidazioni delle forze pro russe, l'unica arma in mano a Kiev sembra essere la diplomazia e il ricorso democratico all'uso dei manifesti elettorali.

Ritorno al 1853 01.03.14

Blindati russi circondano una caserma in Crimea

Le mire colonialiste del presidente Putin si allargono dall'incendio caucasico all'ex indimenticato granaio sovietico. Migliaia di contractor russi e milizie regolari hanno superato i confini dell'Ucraina. Un'invasione di fatto della penisola di Crimea con il pretesto di difendere la popolazione russofona dell'oblast autonomo, in realtà mai minacciata negli ultimi mesi dalle rivolte di Kiev che hanno allontanato il corrotto ex presidente filo russo Yanukovich. A Mosca l'autodeterminazione dei popoli non piace e ci tiene a rimarcarlo col rumore dei cingoli dei carri armati.

Fonte: La Stampa

L'Ucraina di Yulia 22.02.14

Yulia Timoshenko libera a Kiev

Svolta in Ucraina. Il presidente Yanukovich ha lasciato la capitale fuggendo nella sua roccaforte a Kharkiv, mentre l'ormai ex ministro dell'interno Zakharchenko è stato arrestato mentre tentava di abbandonare il paese. Il parlamento ucraino ha votato l'impeachment del presidente con la conseguente decadenza delle sue funzioni e fissato nuove elezioni per il 25 maggio. Allo stesso tempo l'ex premier Yulia Timoshenko, pasionaria della rivoluzione Arancione, è stata liberata e accolta a con un tripudio in piazza Maidan.

Amore e odio a Kiev 18.02.14

Due ragazzi si abbracciano tra le proteste in Ucraina

Kiev e l'Ucraina sprofondano nel caos. Oltre una decina i morti negli scontri di oggi tra forze dell'ordine e manifestanti antigovernativi e pro europeisti. La crisi ucraina ha le sue radici nella decisione del presidente Yanukovych di non sottoscrivere a novembre, sotto la fortissima pressione di Mosca, il patto commerciale con l'Unione Europea che l'avrebbe allontanata dall'influenza russa. Una convivenza, quella con il gigante russo, sempre più ingombrante e mal sopportata da una larga fascia della popolazione che guarda all'Europa come a un'opportunità per il futuro del paese.

Spirale Ucraina 25.01.14

Preti ortodossi tra i manofestanti a Kiev

Dilaga la protesta in Ucraina contro le politche del governo filo russo guidato da Yanukovich. Dalle strade di Kiev alle regioni occidentali gli scontri tra manifestanti pro Europa e le forze dell'ordine si intensifica e si estende a macchia d'olio anche alle regioni russofone sud orientali. Il paese ora attende l'estrema mediazione che il presidente tenterà alla Rada martedì con le opposizioni prima che la situazione degeneri ulteriormente facendo scivolare l'Ucraina in una potenziale guerra civile.

200.000 in piazza a Kiev 19.01.14

Manifestanti pro-Europa a Kiev

200.000 manifestanti pro Unione Europea e antigovernativi sono tornati a piazza Indipendenza a Kiev per protestare contro le politiche del presidente Viktor Yanukovich. Negli scontri con gli agenti, che hanno caricato la folla è lanciato lacrimogeni, il bilancio dei feriti è altissimo.

Fonte: ANSA

La piazza di Kiev e l'Unione Europea 02.12.13

Manifestanti a Kiev pro Unione Europea

Se per gli europei, ormai assuefatti da privilegi e sicurezza sociale, l'Europa appare come una figura ingombrante governata da tecnoburocrati per gli ucraini resta un sogno. Irraggiungibile. Centinaia di migliaia di sostenitori dell'integrazione europea affollano le strade di Kiev da giorni contro la decisione del governo filo russo di congelare l'accordo di associazione con l'Unione Europea. E nelle piazze spicca il giallo e il blu delle bandiere ucraine ed europee unite nel cromatismo dei colori.

Spagna di nuovo campione d'Europa 01.07.12

La Spagna celebra la vittoria di Euro 2012

La Spagna batte per 4 a 0 l'Italia conquistando il suo secondo, storico, europeo di calcio consecutivo.

Fonte: TLUC Blog

Diluvia su Euro 2012 15.06.12

Diluvia su Euro 2012

Francia-Ucraina, seconda partita del gruppo D a Euro 2012, sospesa per oltre 50 minuti per un improvviso temporale su Donetsk. L'attenuarsi del maltempo ha consentito poi il prosieguo della gara.

Fonte: Guardian