tizianocavigliablog

Geek archivio

La nube di Oort culla delle comete

Geek   25.02.23  

La nube di Oort è una nube di comete che circonda il sistema Solare a una distanza compresa tra circa 0,03 e 3,2 anni luce.
La nube di Oort viene suddivisa i due regioni: la nube di Oort esterna di forma sferica e la nube di Oort interna di forma toroidale, conosciuta anche col nome di nube di Hills.

La nube prende il nome dall'astronomo olandese Jan Oort, che nel 1950 la ipotizzò come soluzione al problema della formazione e della popolazione di comete nel sistema Solare, come viene spiegato da SEA.

La nube di Oort sarebbe dunque un residuo della nebulosa originale da cui si formarono il Sole e i suoi pianeti circa cinque miliardi di anni fa. Gli astronomi ipotizzano che anche altre stelle abbiano una loro nube di Oort e che i bordi esterni delle nubi di due stelle vicine possano a volte sovrapporsi.

LEGGI ALTRO...

Riciclare i jeans usati

Geek   24.02.23  

Nel mondo vengono prodotti ogni anno oltre un miliardo di paia di jeans e quasi sempre la stragrande maggioranza di quelli usati finisce nelle discariche.
In Pakistan, lo stato che importa più indumenti usati di qualsiasi altra nazione, un'azienda ha escogitato un modo per riciclare il vecchio denim risparmiando acqua ed energia, come racconta Insider Business.

LEGGI ALTRO...

Cosa sono le cellule e come funzionano

Geek   22.02.23  

Siamo cellule. I nostri muscoli, gli organi, la pelle, i capelli. Sono nel nostro sangue e nelle nostre ossa. Le cellule sono robot biologici che seguono la loro programmazione che si è evoluta per miliardi di anni, modellata dalla selezione naturale.
La più piccola unità di vita, proprio al confine tra la fisica e la biologia.

Kurzgesagt esplora attraverso l'animazione le cellule all'interno degli esseri senzienti, la loro anatomia, la fisiologia, la riproduzione e il loro scopo.

LEGGI ALTRO...

La mega opera sottomarina per collegare il nord Europa

Geek   05.02.23  

B1M analizza il progetto del tunnel del Fehmarn Belt progettato per collegare l'isola danese di Lolland con l'isola tedesca di Fehmarn unita con un ponte alla terraferma.
Il nuovo collegamento stradale e ferroviario sostituirà i traghetti sul Fehmarn Belt, che divide la baia di Kiel dal golfo di Meclemburgo, consentendo di risparmiare tempo nel transito e aumentando la capacità di attraversamento tra i due stati.

Il tunnel di 17,6 km consisterà di quattro corsie per il traffico veicolare, due per ogni senso di marcia, e due coppie di binari oltre ai tunnel di emergenza. Una volta completato sarà il più lungo tunnel sottomarino di questo tipo al mondo.

LEGGI ALTRO...

Che ore sono sulla Luna?

Geek   29.01.23  
Superficie lunare
Superficie lunare

Con l'aumento delle missioni lunari e i piani per stabilire basi permanenti sulla Luna, le agenzie spaziali in tutto il mondo stanno lavorando per rispondere a una domanda fondamentale: che ore sono sulla Luna?
Attualmente la Luna non ha un fuso orario e ogni missione utilizza un proprio fuso orario conforme al relativo sulla Terra. Tuttavia, questo metodo è relativamente impreciso e i rover e le sonde che esplorano la Luna non sono sincronizzati.

Con l'aumento delle missioni, sarà necessario stabilire un tempo universale per la Luna, che potrebbe essere basato su un sistema di orologi sincronizzati con l'UTC oppure uno del tutto indipendente dal tempo terrestre.

Definire il tempo lunare non è semplice. Anche se la definizione del secondo è la stessa ovunque, la teoria speciale della relatività impone che gli orologi ticchettano più lentamente nei campi gravitazionali più forti. L'attrazione gravitazionale della Luna è più debole di quella della Terra, il che significa che, per un osservatore sulla Terra, un orologio lunare funzionerebbe più velocemente di quello terrestre. Si stima che un orologio lunare guadagnerebbe circa 56 microsecondi in 24 ore. Rispetto a uno sulla Terra, anche la velocità di un orologio cambierebbe sottilmente a seconda della sua posizione sulla superficie lunare, a causa della rotazione della Luna. [...]

La definizione di uno standard lunare, con cui vengono confrontati tutti gli orologi, comporterà l'installazione di almeno tre orologi master e controllati da un algoritmo per generare un orologio virtuale più accurato [...]

LEGGI ALTRO...

La foresta inesplorata del Mozambico

Geek   13.01.23  

Il National Geographic racconta la spedizione di un team internazionale di scienziati ed esploratori, guidato dal dottor Julian Bayliss, in Mozambico per raggiungere una foresta in cui nessun essere umano aveva mai messo piede.
La foresta si trova in cima a una montagna e per raggiungerla il team ha dovuto prima scalare una parete di roccia con uno strapiombo di 100 metri. Intraprendere questa missione straordinaria aiuterà ad aumentare la nostra comprensione di come il global warming sta influenzando la biosfera del nostro pianeta, confrontando i dati con le ricerche che nel 2007 sono valse il Premio Nobel per la Pace all'IPCC, il gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico.

LEGGI ALTRO...

Il mondo ha bisogno di più blog

Geek   23.12.22  

Nell'era dei social network può spaventare l'idea di aprire un blog, ma avere il proprio piccolo angolo di internet fa bene al cuore.

Gestire un blog è molto simile a far crescere un giardino.
Si passano le giornate a curarlo, strappando collegamenti morti, potando parole superflue e rinvasando paragrafi troppo cresciuti. Trascurando alcune sezioni e ossessionandosi per altre.

Dopo tutti questi anni rimango ancora stupito da quanto sia cresciuto e sia arrivato lontano, e sono ansioso di scoprire cosa possa produrre in futuro.

Ho imparato ad accogliere gli altri giardinieri come pari, invece di temerli come concorrenti. Ho imparato a condividere liberamente consigli e complimenti.
Il mondo ha bisogno di più giardini.

Buon blog a tutti.

LEGGI ALTRO...
‹ Post più recenti     Post più vecchi ›     e molto di più nell'archivio...