tizianocavigliablog

Multimedia archivio

Abbiamo finito per identificarci con alcuni dei mostri classici del cinema horror

Multimedia   24.11.22  

Esistono pochi studi cinematografici così strettamente legati al genere horror come la Universal Pictures, Matt Draper passa in rassegna alcuni dei mostri classici portati in vita dagli studios durante la prima metà del XX secolo, notando come siano diventati nel tempo sempre meno terrificanti e sempre più umani.
Draper esplora le idee di alienazione, solitudine, persecuzione e tragedia, facendo un parallelo tra ciò che accade sullo schermo e la vita reale per spiegare come i messaggi sottintesi di questi horror gotici siano ancora così attuali.

LEGGI ALTRO...

I Beatles olio su tela

Multimedia   16.11.22  

In occasione della nuova versione stereo remixata dell'album Revolver dei Beatles, è stato rilasciato un video per la canzone I'm only sleeping.
Diretto dall'artista Em Cooper, il video combina con maestria la tecnica tradizionale della pittura a olio con i moderni strumenti di animazione per esplorare lo stato tra il sogno e la veglia. Ogni fotogramma è stato dipinto a mano su fogli di celluloide, un processo laborioso che ha richiesto molti mesi di lavoro.

LEGGI ALTRO...

Come interpretare l'Astronomicum Caesareum

Multimedia   08.11.22  

Con le sue illustrazioni colorate a mano, sfogliare questo splendido libro è una gioia per gli occhi, ma l'Astronomicum Caesareum, scritto da Petrus Apianus e pubblicato per la prima volta nel 1540 a Ingolstadt, è stato progettato e commercializzato per soddisfare una funzione specifica: fornire istruzioni dettagliate su usare un astrolabio e su come interpretare le carte astrologiche e astronomiche per fornire previsioni sul futuro basate sul movimento delle stelle.
Oggi di quest'opera, commissionata da Carlo V, imperatore del Sacro Romano Impero, e Ferdinando II d'Aragona, sopravvivono solo poche decine di copie ancora complete e in perfetto stato di conservazione. Il Metropolitan Museum of Art ci regala uno sguardo su questo manuale d'eccezione.

LEGGI ALTRO...

Il mito di Merlino attraverso i secoli

Multimedia   07.11.22  

Merlino è il mago archetipico, la sua origine risale alle tradizioni gallesi e celtiche, ma ha anche collegamenti con racconti emersi in Cornovaglia e nel centro Europa e naturalmente è tra i protagonisti del ciclo bretone e delle leggende arturiane.
Il folklore attribuisce al potente mago molti poteri, incluso quello di mutaforma, ed è noto per essere il mentore di Re Artù, prima e dopo la sua incoronazione al trono di Camelot.

In questo documentario, Chronicle esplora il fantastico mondo di Merlino e la sua influenza sulla società odierna, analizzando questa complessa figura sospesa tra storia e leggenda.

LEGGI ALTRO...

Una prima versione di Yellow Submarine dei Beatles

Multimedia   29.10.22  

I Beatles pubblicarono una curiosa animazione per il loro iconico album Revolver, del 1966, per accompagnare una versione ancora grezza di quella che sarebbe diventata Yellow Submarine.

Questa versione inizia con la frase familiare, "In the town where I was born", ma da lì in poi si dipana in pensieri oscuri ed emozioni che la voce incerta di John Lennon riflette impeccabilmente, rivelandosi molta diversa rispetto alla traccia che è stata pubblicata.
Il video fa parte della nuova versione stereo remixata di Revolver, proveniente direttamente dai nastri master originali a quattro tracce, e riprodotta con una nitidezza straordinaria grazie all'aiuto di una tecnologia all'avanguardia di de-mixing sviluppata dalla WingNut Films Productions di Peter Jackson.

LEGGI ALTRO...

C'è un MacGuffin in quella sceneggiatura

Multimedia   11.10.22  

Forse nessun altro espediente narrativo è più confuso o dibattuto del MacGuffin. Studio Binder confronta le differenze che intercorrono tra Alfred Hitchcock e George Lucas nell'uso del MacGuffin per trovare spunti e suggerimenti su come applicarlo in modo efficace e convincente a una sceneggiatura.

Secondo Hitchcock, il MacGuffin è un espediente della narrazione che mette in moto la trama, ma al pubblico non importa di cosa si tratta. Prima della fine del film, potrebbero persino averlo dimenticato del tutto.

Per Hitchcock, il MacGuffin ha funzionato magnificamente per i thriller di spionaggio, la cosa che tutti cercano. Potrebbero essere i piani per un motore aereo sperimentale in Il club dei 39, le bottiglie di vino contenenti uranio in Notorious o il microfilm in Intrigo internazionale. Questi oggetti erano solo un mezzo per innescare la trama o poco più.

[...] Per Lucas, il MacGuffin dovrebbe rimanere importante sia per la trama che per il pubblico. Ha impiegato questa versione del MacGuffin in due dei principali franchise: Star Wars e Indiana Jones. In Una nuova speranza, il MacGuffin è R2-D2 che protegge i piani rubati della Morte Nera. Non solo la trama è iniziata con la ricerca di quei piani, ma diventano anche la chiave per la distruzione della Morte Nera da parte della ribellione nel terzo atto. Ne I predatori dell'arca perduta, l'Arca è il MacGuffin. E mentre avrebbe potuto essere sostituito con qualsiasi altro manufatto inestimabile (come nei MacGuffin di Hitchcock), l'Arca gioca un ruolo enorme nel finale.

LEGGI ALTRO...

Una biografia animata di Edgar Allan Poe

Multimedia   10.10.22  

Autore di storie gotiche, di racconti fantascientifici, poesie, inventore della narrativa poliziesca e naturalmente scrittore di genere horror.
Nonostante questa eterogeneità tutte le storie Edgar Allan Poe presentano manifestazioni di alienazione e sono intrise di una vena malinconica e spesso di terrore esistenziale.

Chamber Theatre Productions ripercorre la vita maledetta di Poe, costellata di disagio e dissolutezza, per svelare l'origine del successo postumo delle sue opere.

LEGGI ALTRO...

I tre elementi della suspense nel cinema

Multimedia   04.10.22  

Studio Binder esamina tre elementi della suspense analizzando altrettante scene dirette da Fincher, Carpenter e Refn.
In Drive, Nicolas Winding Refn sfrutta il sound design per elettrizzare lo spettatore.
John Carpenter, ne La Cosa, si affida al montaggio per rafforzare la tensione nel pubblico.
In Zodiac, David Fincher utilizza la fotografia per guidare la suspense attraverso un sapiente uso dell'esposizione.

LEGGI ALTRO...
‹ Post più recenti     Post più vecchi ›     e molto di più nell'archivio...