tizianocavigliablog
Il blog che non risponde ai sondaggi telefonici.

La storia dell'iconico logo I Love New York 20.05.18

Nel 1976, durante una corsa in taxi, nacque dalla punta di un pastello rosso uno dei più riconoscibili loghi al mondo.
Il grafico Milton Glaser racconta in prima persona, nel cortometraggio di Dress Code, la nascita di I ❤ NY da quel misto di orgoglio e inclusione che è l'essenza stessa di New York.

Il design delle fotocamere X-Series di Fujifilm 10.03.18

Fujifilm X-T2
Fujifilm X-T2

Masazumi Imai, il designer di Fujifilm, ha raccontato quale è stata la sua fonte di ispirazione e come è stato creato l'iconico stile delle fotocamere X-Series.

When designing the X-Series, Imai wanted to tap into a childhood memory ubiquitous among photographers: discovering their father's camera.

"Father used to keep very good camera in his room. He would say, 'Don't touch that camera!'" Imai recounts. "That's the camera I saw when I was a child."

Imai wanted to capture that wistful longing and translate it into the device's blueprint. He also wanted to design the camera in a way that appealed to all five senses. The manual dials, the synthetic leather, and the sound the camera makes when taking a photo are all designed in a sensuous way.

Prodotti tipici liguri (-3) 22.12.07

Vino di mele

Prodotto nell'Alta Valle Scrivia è un vino a bassa gradazione alcolica ottenuta dalla fermentazione di varietà locali di mele.

La prima fase di lavorazione consiste nella frantumazione delle mele che, introdotte in un contenitore in legno di forma cilindrica, vengono battute ripetutamente con un pestello di legno fino a ridurle in poltiglia.
Si passa quindi alla torchiatura da cui si ottiene il primo succo, il quale, dopo essere stato filtrato, viene riposto in un recipiente in vetro e lì subisce una prima fermentazione che varia dai tre ai quattro giorni.
Il liquido ottenuto viene travasato e lasciato a fermentare, procedendo successivamente all'ultimo travaso.
L'imbottigliamento si esegue in bottiglie da spumante, con tappo a gabbia in quanto il prodotto risulta leggermente frizzante.

Il "Sidro da pomi" della Valle Scrivia deriva dalla lavorazione di varietà locali quali la Selvatica di Casella, la Gianchetta e la Garbuçinna tipica della Valbrevenna.

Calendario dell'Avvento 2007: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21

Loghi famosi in stile Microsoft 26.08.12

Il recente redesign dell'iconico logo di Microsoft ha ispirato il designer Ele Ocho.

Il logo di Starbucks

Il logo di Apple

Il logo di Google

Ogni città ha il suo carattere 30.01.12

Bordeaux

Un font per ogni luogo secondo il graphic designer Gokhun Guneyhan.

Il logo di Gmail 25.01.12

Kevin Fox, ex designer di Google, racconta la genesi del logo di Gmail creato letteralmente la notte prima del lancio.

Fox says that initially they had tried to make the Gmail logo in the same font as the Google logo, a font called Catull designed in 1983. But Catull has, as Fox calls it, a "very awkward" letter 'a' (see image at right), which made it unusable for "Gmail." Hwang opted to keep the "G" in Catull but to render the "ail" in a sans serif font, which Fox believes is Myriad Pro (looks right, to my untrained eye). The "m," of course, appears as a small envelope, the ubiquitous Gmail symbol we have come to know well.

Il logo del Viminale 26.07.11

Il logo del ministero dell'Interno copiato

Il nuovo logo del ministero dell'Interno, presentato da Inarea strategic e pagato 3.000 euro, è particolarmente simile a quello realizzato dal designer Roy Smith per la French Property Exhibition.

La macchina fotografica al tempo dei social network 05.07.11

Un concept molto interessante di una bridge touchscreen, con funzionalità social e di editing e connessione wireless.

Tra gioia, tragedia e disgusto 04.03.05

La gioia per la liberazione di Giuliana è durata troppo poco, subito interrotta da una tragedia, la morte di Nicola Calipari.

Ancora una volta, l'ennesima, il "fuoco amico" americano miete vittime.
Il bilancio è pesante, oltre all'agente del Sismi anche un collega, Giuliana e l'autista rimangono feriti.

Un pensiero doveroso ai famigliari, ai figli e alla moglie di quest'uomo che ha perso la vita facendo scudo col suo corpo per salvare la giornalista italiana.

A margine di tutto questo arriva il disgusto per le parole odiose del leghista Calderoli:

"Noto quante incredibili coincidenze hanno preceduto questa liberazione.
Mi ricordo che quando il padre fece un appello perchè arrivasse un segnale che lei fosse ancora in vita, il giorno dopo è arrivato il filmato.
Poi Bertinotti che aveva auspicato la liberazione della giornalista nel corso del congresso del Prc e, infine oggi, il padre che aveva sognato la figlia libera e il giorno dopo ciò accade.
Finito il periodo del dramma chiederò consigli al papà e a Bertinotti per fare la schedina..."

Jony Ive, l'uomo che ha rivoluzionato il design 28.03.11

Jonathan Ive

Dietro ad ogni iPod, iMac, MacBook, iPhone, iPad, a quelle forme, a quei materiali e a quei colori c'è lui. Jonathan Ive, designer e senior vice president in quel di Cupertino.

Il Daily Mail lo racconta così.

Few Westerners have ever seen the forging of a Japanese samurai sword. It's considered a sacred practice in Japan; one of the few traditional arts that has yet to be bettered by modern science. Japanese smiths work through the night (better to judge the heat of metal by eye) hammering, melting and forging by hand to produce the finest blades in the world.

The steel is folded and refolded thousands of times to create a hard outer layer and a softer inner core resulting in a singular blade: terrifyingly sharp but far less prone to breaking than any sword forged in the West.

Once the blade is complete it is polished to a mirror finish, an elaborate procedure that itself can take weeks. The long and laborious process pushes metal to its absolute limit – which is precisely why Jonathan Ive wanted to see it first hand.

Ive endlessly seeks crucial knowledge that can help him to make the thinnest computing devices in the world, so it surprised no one at Apple that their obsessive design genius would take a 14-hour flight for a meeting with one of Japan’s leading makers of katana.

Nastro magnetico 05.10.10

Via Fubiz.

Dentro e fuori il salone 17.04.10

Milano

A primavera Milano respira l'aria della grande capitale europea grazie al Salone del Mobile e si anima attorno agli spazi del Fuori Salone.

Pensare che tutto è cominciato per il gusto dei designer di ritrovarsi e di bere una birra insieme.
Progettisti e artisti stranieri in cerca di sponsor e produttori davano vita a interminabili happening sotto le stelle.
Una tradizione che negli anni si è sviluppata ed è cresciuta sino a diventare un appuntamento fisso. Forse il più atteso.

Oggi il Fuori Salone è una realtà affermata che non solo sa intrattenere la Milano bene, ma ravviva le periferie, portando un interrotto flusso di persone, divertimento, arte e appeal.
E' il caso di Zona Tortona, che da area dismessa è diventata cuore delle sperimentazioni; oggi un format esportato e venduto in tutto il mondo.

E ancora i pop up store, gli stand "volanti" disseminati nelle strade e nelle piazze della città vanno affiancandosi ai luoghi più tradizionali come il Planetario, la Triennale e Brera.
Quasi una sagra.

Un evento popolar-mondano unico nel suo genere, in grado di agitare lo spirito di una città che fatica a trovare la sua dimensione di metropoli cosmopolita e alla moda.

Non è un caso se Lina Sotis agli inizi degli anni '80 scriveva, "il mobile si vende meglio se profuma di tartufo".

Flickr Flow 13.03.10

Flickr Flow

L'idea di creare una ruota che rappresenti il flusso di colori, basato su foto scattate durante un intero anno, è geniale.

Particolare delle stagioni in Flickr Flow

Logorama 10.03.10

 

Logorama è il corto di animazione, vincitore di un premio Oscar, realizzato con duemilacinquecento loghi dal collettivo francese di grafica e animazione H5.

He's dead at 40 11.02.10

Alexander McQueen, designer.

I Beatles in un grafico 20.01.10

Charting the Beatles: Self Reference

Mike Deal è un designer newyorkese che ha realizzato alcune mappe che ricostruiscono graficamente la produzione artistica dei Beatles.
I disegni sono realizzati basandosi su statistiche di vendita, biografie, autocitazioni, appunti, registrazioni delle prove.

L'opera non è ancora terminata, ma è già disponibile sul suo account Flickr.

Poker di design 19.01.10

Locandine minimaliste 25.11.09

Le locandine di Albert Exergian

Il formidabile progetto di grafico di Albert Exergian ridisegna locandine minimaliste delle serie tv.

Window Phone 18.08.09

Infographic 23.04.09

Un esempio di infographic

E altri 50 straordinari esempi di infographics.

Mi è sembrato di vedere un Minimimmo 15.01.09

Minimimmo

Dopo aver letto questo post ho preso la macchina fotografica e sono andato a caccia di Minimimmi.

BB 18.07.08

Blogbabel è già in linea.
Quello che colpisce a prima vista è indubbiamente l'aspetto grafico e la conseguente scelta dei colori.
Beh...

Ma il rosso egiziano ed il rosa vanno ancora di moda? Forse è quella nota giallina.
Il tutto ha un'aspetto terribilmente vintage.

Di sicuro ora è troppo tardi. Lo riguarderò domattina.
Chissà che sotto un'altra luce...

Il problema della dimensione 08.07.08

Secondo Ben Terrett le rappresentazioni della Gran Bretagna su mappe e illustrazioni sono alquanto imprecise.
I disegnatori non sembrano avere le idee chiare sulle reali dimensioni della perfida Albione.
O forse si lasciano prendere la mano.

So for the last two years I've been taking pictures of Britain on world maps. Not accurate maps, but drawings or illustrations of maps. The differences are amazing. You might assume that all maps were accurate, or at least accurate-ish.
But no, designers play fast and loose with the truth making the host country bigger, more important or more central.

Minimal 03.11.07

Sono passato dall'Ikea.
Si nota?

La settimana dei designer a Tokyo 04.11.13

Tokyo Designers Week

Per una settimana i maggiori designer del mondo si sono dati appuntamento nel quartiere di Aoyama a Tokyo per presentare il meglio dei loro lavori, che spaziano dalla tecnologia all'arredo, in quello che da sempre si presenta come uno degli eventi più eclettici nel suo genere.

Fonte: The Verge

Il design a Milano 14.04.11

L'installazione Twilight di Tokujin Yoshioka a Milano

La città invasa dal turismo del design in occasione del Salone del Mobile e degli eventi collegati, in attesa dell'apertura al pubblico il 17 aprile.

Fonte: ANSA