tizianocavigliablog

Res Publica archivio

L'Unione Europea ai Giochi Olimpici invernali di PyeongChang 2018

Res publica   25.02.18  
Bandiera olimpica dell'Unione Europea
Bandiera olimpica dell'Unione Europea

Ecco come sarebbe andata se l'Unione Europea (Regno Unito escluso) avesse partecipato con una squadra unificata ai Giochi Olimpici invernali di PyeongChang 2018.
Le medaglie d'oro vinte raggiungono un massimo storico da Albertville 1992, superdando il precedente record dell'edizione casalinga di Torino 2006; tuttavia il totale medaglie risulta inferiore rispetto all'edizione di Sochi 2014.

PyeongChang 2018 Medaglia d'oro Medaglia d'argento Medaglia di bronzo Tot.
Bandiera dell'Unione Europea Unione Europea 48 38 43 129
Bandiera della Norvegia Norvegia 14 14 11 39
Bandiera del Canada Canada 11 8 10 29
Bandiera degli Stati Uniti d'America Stati Uniti d'America 9 8 6 23
Bandiera della Corea del Sud Corea del Sud* 5 8 4 17

Com'è andata l'Europa da Albertville 1992 a Sochi 2014.

LEGGI ALTRO...

La seconda settimana di PyeongChang 2018 in immagini

Res publica   25.02.18  
Marit Bjørgen, la più vincente atleta dei Giochi Olimpici invernali, sul podio di PyeongChang 2018
Marit Bjørgen, la più vincente atleta dei Giochi Olimpici invernali, sul podio di PyeongChang 2018
Sofia Goggi impegnata nella discesa libera a PyeongChang 2018
Sofia Goggi impegnata nella discesa libera a PyeongChang 2018
Un gruppo di atlete durante la gara di biathlon a PyeongChang 2018
Un gruppo di atlete durante la gara di biathlon a PyeongChang 2018
Il freestyler Mischa Gasser a PyeongChang 2018
Il freestyler Mischa Gasser a PyeongChang 2018
Ben Loomis impegnato nel salto con gli sci a PyeongChang 2018
Ben Loomis impegnato nel salto con gli sci a PyeongChang 2018
Mikaela Shiffrin nello slalom gigante a PyeongChang 2018
Mikaela Shiffrin nello slalom gigante a PyeongChang 2018
La cerimonia di chiusura di PyeongChang 2018
La cerimonia di chiusura di PyeongChang 2018

I Giochi Olimpici invernali delle speranze di riaccendere la distensione tra le due Coree della storia si chiudono con un buon bottino di medaglie per l'Italia, che continua a crescere dopo le deludenti edizioni di Vancouver 2010 e Sochi 2014.
PyeongChang 2018 ci ha regalato 10 medaglie: 3 d'oro, 2 d'argento e 5 di bronzo.

Le foto della prima settimana.

LEGGI ALTRO...

La prima settimana di PyeongChang 2018 in immagini

Res publica   18.02.18  
Atlete sudcoreane e nordcoreane con la Fiaccola Olimpica durante la cerimonia di apertura di PyeongChang 2018
La Fiaccola Olimpica viene portata congiuntamente da un'atleta della Corea del Sud e della Corea del Nord durante la cerimonia di apertura di PyeongChang 2018
Mikaela Shiffrin durante lo slalom speciale a PyeongChang 2018
Mikaela Shiffrin durante lo slalom speciale a PyeongChang 2018
Jamie Anderson impegnata nello slopestyle a PyeongChang 2018
Jamie Anderson impegnata nello slopestyle a PyeongChang 2018
Un'esposizione multipla durante il pattinaggio di figura degli atleti Miu Suzaki e Ryuichi Kihara a PyeongChang 2018
Un'esposizione multipla durante il pattinaggio di figura degli atleti Miu Suzaki e Ryuichi Kihara a PyeongChang 2018
Deborah Scanzio impegnata in un salto nelle gobbe di freestyle a PyeongChang 2018
Deborah Scanzio impegnata in un salto nelle gobbe di freestyle a PyeongChang 2018
La squadra olimpica statunitense di hockey su ghiaccio a PyeongChang 2018
La squadra olimpica statunitense di hockey su ghiaccio a PyeongChang 2018
Nika Kriznar nel salto con gli sci a PyeongChang 2018
Nika Kriznar nel salto con gli sci a PyeongChang 2018
Alexander Gassner nello skeleton a PyeongChang 2018
Alexander Gassner nello skeleton a PyeongChang 2018

Prove di dialogo tra Coree, la cerimonia di apertura coi droni, tanto vento e un atleta di Tonga che ha imparato a sciare da qualche mese nella prima settimana di sport dei Giochi Olimpici invernali di PyeongChang 2018.
L'Italia ha già conquistato 6 medaglie, 2 sole in meno rispetto a Sochi 2014, ma con 2 ori in più.

LEGGI ALTRO...

Pita Taufatofua il portabandiera olimpico di Tonga

Res publica   11.02.18  
Pita Taufatofua sfila con la bandiera di Tonga a PyeongChang 2018
Pita Taufatofua, portabandiera di Tonga, ai Giochi Olimpici invernali di PyeongChang 2018

È diventato il simbolo della determinazione e del sacrificio degli atleti olimpici; lui si chiama Pita Taufatofua e nel 2016 sfilò come portabandiera di Tonga allo stadio Maracanà, in occasione dei Giochi Olimpici di Rio de Janeiro.
Primo atleta tongano a rappresentare il suo paese nella disciplina del taekwondo.

A due anni di distanza Taufatofua ha sfidato il gelo di PyeongChang a torso nudo portando la bandiera di Tonga ai Giochi Olimpici invernali come atleta classificato nello sci di fondo, con appena tre mesi di esperienza sulla neve.
Un'altra prima assoluta per lo stato oceanico.

Questa è la sua storia di dedizione e sacrificio sportivi.

LEGGI ALTRO...

Il più antico ristorante al mondo

Res publica   08.02.18  

Grat Big Story ha visitato il più antico ristorante al mondo ancora in attività, il Sobrino de Botin in calle de Cuchilleros 17 a Madrid.
Il ristorante ha aperto i battenti nel 1725 e da allora tra le sue specialità compare il maialino da latte al forno, citato assieme allo storico locale da Ernest Hemingway nel romanzo Fiesta.

LEGGI ALTRO...

Il successo degli eurogiochi da tavolo

Res publica   26.01.18  

L'Atlantic racconta l'enorme successo che stanno riscuotendo i giochi da tavolo creati in Europa. A differenza della controparte americana, che storicamente predilige l'attacco diretto tra i partecipanti per arrivare a una sfida decisiva uno contro uno, i giochi europei presentano dinamiche più complesse, relazionali e manageriali che rendono il gioco un'esperienza più completa e coinvolgente per tutti i giocatori.

Since the Eurogame genre came into being roughly four decades ago (the inception of Germany's Spiel des Jahres award, celebrating the "game of the year," would indicate 1978 as a rough date of momentum-gathering), the earliest creators understood something fundamental about the psychology of gaming: While people can tolerate losing, they despise the feeling of being eliminated from a game in progress. And so most Eurogames are designed such that scoring comes at the end of the game, after some defined milestone or turn limit, so that every player can enjoy the experience of being a contender until the final moments. If this sounds somewhat Euro-socialistic, that’s because it is. But such mechanisms acknowledge that no one wants to block off three hours for gaming, only to get knocked out early and bide their time by watching TV as everyone else finishes up.

LEGGI ALTRO...

Proteggere le foreste del Guatemala in mountain bike

Res publica   09.01.18  

Una riserva naturale privata di 2.500 acri di lussureggianti foreste pluviali attorno al Volcan de Agua, in Guatemala, e un mountain bike park per proteggere l'ambiente in modo sostenibile attraverso il turismo e lo sport.
Questo è El Zur, un paradiso incontaminato di sentieri lussureggianti, ponti sospesi e cascate da sogno da vivere in sella a una bici.

LEGGI ALTRO...
‹ Post più recenti     Post più vecchi ›     e molto di più nell'archivio...