tizianocavigliablog
Cappello di Maglia.

Più acqua del previsto 21.04.12

Secondo alcuni studi l'Africa galleggerebbe su un gigantesco serbatoio sotterraneo di acqua dolce.
Il volume totale presente nelle falde sarebbe 100 volte la quantità presente in superficie.

Il nuovo ceto medio africano 19.04.12

Cresce in tutta l'Africa il numero di persone che guadagnano fino a venti dollari al giorno e capaci di alimentare un'economia di consumi interna.
Secondo gli economisti si tratta di una situazione paragonabile a quelle viste in India e Cina venti anni fa.

L'Africa al voto 11.07.11

Jeune Afrique elenca le elezioni presidenziali e legislative che nei prossimi diciotto mesi potrebbero cambiare il volto del continente africano.

La rivoluzione araba in 10 video 31.03.11

Foreign Policy ha scelto dieci video per raccontare le rivolte scoppiate nei paesi arabi.

La primavera araba in uno sguardo 22.03.11

La timeline interattiva del Guardian sulle rivolte che stanno cambiando il volto del mondo arabo.

Giovani arabi 22.03.11

Ventitre giovani arabi raccontano al New York Times le loro speranze per il futuro in seguito all'avvento della primavera araba.

Escalating violence has tempered the regional euphoria that followed the youth-led revolutions in Tunisia and Egypt. And yet, young people will continue to play an important role in the Arab Spring. This month, The New York Times interviewed more than two dozen of them, from Morocco to the West Bank, to find out how they consider their moment in history and their generation's prospects for the future.

L'eredità italiana in Africa 04.03.11

Coloni italiani a Tripoli

Una breve storia dell'avventura italiana in Africa per immagini su Foreign Policy.

La fine del deserto digitale 21.02.11

L'Africa abbraccia la rivoluzione internet tra cavi sottomarini e reti mobili.

Tous ces problèmes sont-ils insolubles? Si l'Internet fixe progresse difficilement, les réseaux de téléphonie 3G semblent pouvoir prendre le relais. Avec plus de 400 millions d'abonnements en 2010, l'Afrique utilise largement la téléphonie mobile. Et selon les dernières statistiques de l'IUT, 29 millions de personnes sont déjà abonnées à des services d'Internet à haut débit sur mobile en Afrique. Il n'y en avait que 7 millions en 2008... "Compte tenu du faible pouvoir d'achat de la majorité de la population, il est à prévoir que sous peu, l'essentiel du trafic Internet se fera à travers les réseaux mobiles plutôt qu'à travers les réseaux fixes", analyse le chercheur Boubakar Barry. Mais pour Jean-Louis Fullsack, si le mobile "constitue sans doute une 'chance' pour l'Afrique, (...) c'est une erreur de penser que cela signifie la fin du câble. Pour rendre accessibles les débits 3G aux utilisateurs, ce ne sont pas des réseaux radio, mais bel et bien de fibre optique qui sont nécessaires".

Tour d'Afrique 03.02.11

Il passaggio del Tour d'Afrique in Sudan

Da Il Cairo a Cape Town, 11 mila km in sella a una bici. Questo è il Tour d'Afrique, viaggio estremo più che competizione sportiva.
L'omonima società canadese, che lo organizza a circa novemila euro a sellino, propone anche altri tour in giro per il mondo, ma il giro d'Africa resta il più duro e il più competitivo. Solo il 20% degli atleti che vi partecipa riesce a tagliare il traguardo.

Liberté, Égalité, Incapacité 14.07.10

La parata militare in occasione del 14 luglio a Parigi

Non è un buon momento per il presidente francese Nicolas Sarkozy. Non bastassero gli scandali che stanno facendo vacillare presidenza e governo, ora arrivano anche le critiche sulla tradizionale parata militare del 14 luglio.

La Bastiglia di Sarkozy oggi si chiama Africa.
Tra i reggimenti che sfileranno ci saranno infatti anche truppe provenienti da ex colonie francesi.
Le accuse di nostalgie colonialiste e la presenza a Parigi di alcuni dittatori africani bastano per rovinare la festa ad un sempre più accerchiato presidente francese.

La grande muraglia verde 18.06.10

Il tema della difesa dell'ambiente diventa prioritario anche nel continente che meno di tutti emette gas serra, ma che al pari degli altri può essere colpito dagli effetti del cambiamento climatico.
Per questo Ciad, Burkina Faso, Gibuti, Eritrea, Etiopia, Mali, Mauritius, Niger, Nigeria, Senegal, Sudan si sono ritrovati a N'Djamena per siglare un accordo sull'ambizioso progetto di proteggere l'Africa subsahariana con una Grande muraglia verde di oltre settemila chilometri, in grado di contenere l'avanzamento del deserto e proteggere il polmone verde delle foreste congolesi.

Parlava di quelli commestibili 18.03.09

Vignetta sulle dichiarazioni del Papa in materia di contraccezione

[...] direi che non si può superare questo problema dell'Aids solo con i soldi, che sono necessari, ma se non c'è l'anima che sa applicarli, non aiutano; non si può superare con la distribuzione di preservativi che, al contrario, aumentano il problema.

Via Times.

Prodi in Africa 10.09.08

Veltroni aveva spento un attimo il cellulare.

I rituali della flagellazione nel periodo dell'Ashura 17.12.10

Una bambina coperta di fango durante l'Ashura a Khorramabad

Le celebrazioni per l'Ashura: un giorno di festa in Maghreb e nei paesi sunniti. Giorno di lutto invece nei paesi a maggioranza sciita, in cui si commemora la morte di Sidna Hussein, il terzo Imam e nipote di Maometto, con le rituali flagellazioni.