tizianocavigliablog
Nerdvana.

Libri scritti da donne sulle donne 30.11.17

Bustle elenca 17 imperdibili libri, editi nel 2017, tutti scritti da donne sulle donne.

Trump facepalm 23.01.17

Ian McKellen con un cartello con il Picard facepalm

Il cartello di sir Ian McKellen alla Women's March dice tutto. Kudos.

Incanto Patronus 22.01.17

Cartello alla Women's March con un riferimento a Harry Potter

Quando Colui-che-non-deve-essere-nominato è presidente abbiamo bisogno di una nazione di Hermione.

Le donne del sushi 06.01.17

Il ristorante Nadeshiko Sushi a Tokyo è il primo e unico in Giappone a conduzione femminile. Le sette chef che vi lavorano vogliono provare a scardinare il sessismo nella società giapponese tuttora ancorata a miti che vedono il ciclo mestruale, il trucco e le mani femminili come ostacoli in cucina, dimostrando che non serve un uomo per preparare dell'ottimo sushi.

Le donne della musica classica 05.12.16

La playlist del New York Times con opere di musica classica composte esclusivamente da donne; compositrici straordinarie troppo spesso eclissate dai colleghi uomini.

HIS MONTH AT the Metropolitan Opera, audiences can see and hear, for the first time there in over a century, an opera composed by a woman — Kaija Saariaho's "L'Amour de Loin." The milestone is shocking — and it can be explained, if not fully justified.

20 grandi horror diretti da donne 15.10.16

Io9 raccoglie una lista di ottimi horror diretti da donne giusto in tempo per arrivare ad Halloween belli carichi.

100 anni di scarpe coi tacchi 01.09.16

100 anni di scarpe da donna decennio per decennio.

La genesi della borsa di carta 31.05.16

La storia della nascita delle borse di carta e della donna che fu capace di rivoluzionarne il concetto.
Una storia di ingegno, femmisimo e e spirito imprenditoriale raccontata da Aeon.

The race was on to produce a paper bag that was both sturdy and easy to make. In 1852, the American Francis Wolle received the first patent for a paper-bag machine. It used steam and paste to create bags in the shape of envelopes. Though the machine became popular, the bags it produced were cumbersome and of limited use – picture a load of groceries in a large envelope-shaped sack. Still, they were better than nothing at all, and factories producing the bags multiplied. In the late 1860s, Margaret Knight, a tall, endlessly inquisitive and hard-working New Englander, went to work for the Columbia Paper Bag Company in Springfield, Massachusetts. Within a few years, her ingenious designs would revolutionise the industry.

By the time she joined the Columbia Paper Bag Company as a lowly factory worker, the 30-something, unmarried Knight had spent years as a 'Jill-of-all-trades', becoming proficient in daguerreotype, photography, engraving, house repair and upholstering. Spending long hours at the factory, she soon heard of current efforts to create a machine that could efficiently manufacture flat-bottomed paper bags. 'I am told that there is no such machine known as a square-bottomed machine,' she wrote in her journal. 'I mean to try away at it until I get my ideas worked out.' Independent of the factory and without her bosses' knowledge, Knight began to study the issue intently.

20 grandi film diretti da donne 20.05.16

La lista stilata da cinquanta critici cinematografici che elenca i 20 migliori lungometraggi diretti da registe.

19 scienziate straordinarie in pillole 08.03.16

19 brevi biografie di altrettante donne che hanno rivoluzionato la scienza e il mondo.

Fabiola Gianotti — Italian particle physicist Fabiola Gianotti, 53, is the first female Director-General of the European Organisation for Nuclear Research (CERN) and led the institution during the recent discovery of the Higgs boson as part of the ATLAS experiment.

Lise Meitner — Austrian physicist Lise Meitner (1878-1968) was a key member of a small group of scientists who discovered nuclear fission. Notably, one of her colleagues and her long-time collaborator, Otto Hahn, was awarded the 1944 Nobel Prize in Chemistry for their work on nuclear fission. Meitner's exclusion has since been considered to be an error by the Nobel committee.

Rita Levi-Montalcini — Rita Levi-Montalcini (1909-2012) was known for her work in neurobiology. Along with Stanley Cohen, she won the 1986 Nobel Prize in Physiology or Medicine for their discovery of nerve growth factor, a protein controlling growth and development. Prior to her death in 2012, she was the oldest living Nobel laureate and first ever to reach their 100th birthday.

Giusto una ritenteggiata 27.02.09

Il PD alle prese con il rinnovamento.

Sii te stessa e diventa ciò che vuoi 27.10.15

Imagine The Possibilities, lo spot di Barbie dove l'emancipazione femminile passa attraverso l'immaginazione e il gioco e inizia sin da bambine.

Barbie è stata creata in origine per mostrare alle ragazze che hanno delle scelte, un dato di fatto che la maggior parte delle persone hanno dimenticato. Così abbiamo deciso di mostrare a tutti come le bambine giocano e dimostrano che, quando usano le Barbie, in realtà giocano con le possibilità che il proprio futuro gli offre.

La seduzione femminile al cinema 06.09.15

La seduzione femminile presentata sul grande schermo, raccolta in un supercut.

Libere dal niqab 07.06.15

Una donna si libera dal niqab in Siria

Il giornalista Jack Shahine ha immortalato il momento in cui le donne in fuga dallo Stato Islamico si liberano dal niqab, il velo integrale che copre il corpo della donna lasciando scoperti solo gli occhi, una volta superato il confine con il Rojava, il territorio curdo in Siria.

100 anni di fitness in 100 secondi 28.03.15

100 anni di fitness al femminile, dallo stretching alla zumba.

Donne d'azione al cinema 04.03.15

Il supercut di Clara Darko raccoglie le migliori scene di azione al cinema che coinvolgono donne spietate, vendicative e implacabili.

Il blogger inesperto 16.08.08

A casa RAI si sono offesi dopo aver scoperto che aprendo un blog si possono incontrare disturbatori di varia natura e raccogliere centinaia di commenti negativi, alcuni dei quali condivisibili, in poche ore.

E' chiaro che Giampiero De Luise, inviato RAI a Pechino per la cura del sito RAI Sport, non ha saputo riconoscere provocazioni e provocatori, non ha avuto la minima idea su come arginarli e non ha previsto che potessero nascere polemiche e proteste sui contenuti trattati e sul servizio offerto dalla rete olimpica.

Quindi vi saluto e mi astengo definitivamente da qualsiasi ulteriore post. So bene che anche questo sarà per alcuni ulteriore motivo di polemica, ma in tutta franchezza ho impegni più seri e importanti ad assolvere.

E' peraltro probabile che costui non abbia mai visto un forum in vita sua.

Il commento più significativo in un blog di quattro post:

come mai pippo che è un cane dorme in una cuccia e pluto, anch'esso un cane ha una casa tutta sua? non è un principio di desugaglianza che fa pensare i bambini che nn tutti possano arrivare in alto come te?

Essere femminista 23.09.14

Quello di Emma Watson è uno dei discorsi più potenti mai pronunciati all'ONU sull'uguaglianza di genere e sul femminismo.

Io voglio che gli uomini si prendano questo mantello. Così le loro figlie, sorelle e madri potranno essere libere da pregiudizi, ma anche i loro stessi figli avranno il permesso di sentirsi vulnerabili e recuperare quelle parti di sé che hanno abbandonato ritornando così ad essere completi.

Un discorso che ha anche la qualità di far emergere il machismo ipocrita dell'uomo della strada; a leggere i commenti a riguardo sul Corriere della Sera si capisce infatti quanto il maschilismo sia strisciante e che non lo si avverta come tale, nascondendolo tra le pieghe di una più moralmente accettabile esaltazione della diversità.
Il sessismo come ultimo baluardo di persone terrorizzate, perché impreparate ai naturali cambiamenti dell'evoluzione sociale. Niente che una buona dose di istruzione (a suo tempo) non avrebbe potuto sanare.

Grillo e le donne in un'immagine 28.04.14

Grillo abbraccia e stringe una giornalista di Agorà

L'atteggiamento machista e vagamente intimidatorio di Beppe Grillo nei confronti della giornalista Roberta Ferrari, durante l'intervista rilasciata ad Agorà sulla spiaggia antistante la villa del leader 5 Stelle a Marina di Bibbona, è qualcosa a cui non vorrei più dover assistere nell'Italia e nell'Europa del XXI secolo. Un comportamento allo stesso tempo umiliante per le donne e degradante per la figura di una professionista dell'informazione.

Falconieri mongoli 20.04.14

Falconiera mongola

L'arte venatoria della falconeria in Mongolia è da sempre tradizione maschile tramandata di generazione in generazione, normalmente svolta con acquile reali uno dei rapaci più possenti addestrabile dall'uomo. Il fotografo Asher Svidensky ha seguito alcuni giovani apprendisti, tra cui spicca una ragazza di 13 anni, Ashol Pan. Questo è il suo racconto di un potenziale cambiamento culturale oggi finalmente possibile.

At the end of the photographing session, I sat down with her father and the translator to say my goodbyes, and I asked him this:

"How did it feel watching your daughter dressed in Kazakh uniform, on a mountain top, sending the eagle off and calling it back again?"

"Very good"

"And honestly... would you have considered truly training her? Would she become Mongolia's first ever female eagle huntress?"

I expected a straightforward "No" or a joking "Maybe", but after a short pause he replied:

"Up until two years ago my eldest son was the successor of the eagle hunting tradition in our family. Alas, two years ago he was drafted to the army, and he's now an officer, so he probably won't be back with the tradition. It's been a while since I started thinking about training her instead of him, but I wouldn't dare do it unless she asks me to do it, and if she will? Next year you will come to the eagle festival and see her riding with the eagle in my place."

From the father's answer I realized that the idea of women's participation in keeping the tradition is a possible future, but just like many other aspect of Mongolian life, it's an option which women will need to take on by themselves.

Cara il Tumblr mi va stretto 21.02.08

Il classico blog andava stretto già da qualche tempo, poi è stata la volta di Twitter, trasformato in un ricettacolo di spam e fuffa. Ora sono i tumblelog a vedersela brutta.

Arriva Streem e promette miracoli. Cos'è?
Un'insalata dei tre servizi di cui sopra. Tutto molto 2.0, tutto molto social.
Ad una prima occhiata sembrerebbe qualcosa di già visto. La seconda occhiata conferma appieno il presentimento.
Proprio per questo diventerà ben presto irrinunciabile per ogni blogger che si rispetti.

Non è segnalato da nessuna parte, per cui vi avviso.
L'utilizzo frequente di Strem, al pari di quell'altra cosa, causa cecità.

L'abbigliamento consono per le donne musulmane 11.01.14

L'abbigliamento consono alle donne musulmane

Una ricerca dell'Università del Michigan analizza l'opinione dei maschi musulmani di alcuni paesi del Medio Oriente e del nord Africa rispetto al tipo di abbigliamento che le donne dovrebbero indossare in pubblico.
Sebbene ci siano alcuni dati positivi, ad esempio in Tunisia e in Turchia la maggioranza del campione è favorevole all'affermazione che sia la donna a poter scegliere come vestirsi, l'emancipazione femminile nei paesi di religione islamica ha ancora molta strada da percorrere.

Le donne dovrebbero 21.10.13

La campagna UN Women a favore dei diritti delle donne

La campagna di UN Women, l'agenzia delle Nazioni Unite che promuove i diritti civile delle donne, prende spunto dall'autocompletamento di Google, usato come un bavaglio, che mostra quello che le donne dovrebbero e non dovrebbero fare secondo le ricerche più frequenti.
Questo spot contro il sessismo è stato realizzato da Christopher Hunt dell'agenzia Ogilvy & Mather.

Femminicidio 11.10.13

L'opposizione all'approvazione della legge sul femminicidio è uno di quei perfetti termometri capaci di mostrarci tutta l'arretratezza culturare di quel substrato maschilista che si nasconde dietro la rispettabile facciata della dialettica.
La consapevolezza che sulle battaglie sui diritti civili e la difesa delle donne SEL e Movimento 5 Stelle si schierano dalla stessa parte della Lega Nord. Astenendosi pilatescamente.

Velata violenza domestica 29.04.13

Poster saudita contro la violenza domestica

La prima campagna contro la dilagante piaga della violenza domestica in Arabia Saudita. L'invito della King Khalid Foundation's No More Abuse si rivolge alle donne e intende incoraggiarle a denunciare ogni abuso subito.

Il doodle della donna 08.03.13

Il doodle di Google per la Festa della donna

Google festeggia così la Festa della donna.

L'Europa delle donne al lavoro in infografica 08.03.13

L'Europa delle donne al lavoro in infografica

Il Parlamento Europeo celebra la Festa delle donne con un'infografica che analizza la condizione femminile nel mercato del lavoro.

I diritti delle donne nel mondo 08.03.13

L'infografica sui diritti delle donne

La storia dei diritti civili e politici delle donne ripercorsa attraverso l'infografica del Guardian.

Non ci sarà rivincita! 03.06.07

Da domani si inizia a correre. Sul serio.
Mancherà solo la scalinata del National Art Museum di Philadelphia.

Girati che ti amo 10.02.13

Berlusconi si scatena nei doppi sensi sessuali nei confronti di un'impiegata dell'azienda Green Power. Patetico lui. Triste la platea che ride sguaiata.

Louis Vuitton Cup: Desafio Espanol con un piede nella semifinale 05.05.07

Tutto come da programma nel flight 7, i neozelandesi battono i tedeschi, i cinesi perdono contro Mascalzone Latino, BMW ORACLE batte Areva, Luna Rossa sconfigge +39 (che aveva preso anche una penalità) e gli spagnoli tagliano il traguardo prima dei sudafricani.
Shosholoza è quindi aritmeticamente fuori dalle semifinali, mentre Luna Rossa e BMW ORACLE Racing sono già qualificate.

Niente da fare per i mascalzoni. Battuti da Desafio Espanol.
Ora gli spagnoli sono quasi sicuri di partecipare alle semifinali.
Per Mascalzone Latino ormai è un'utopia.

Fligth 4

  • Mascalzone Latino - Capitalia Team 0 2 Desafio Espanol

Fligth 7

  • Emirates Team New Zealand 2 0 United Internet Team Germany
  • China Team 0 2 Mascalzone Latino - Capitalia Team
  • Team Shosholoza 0 2 Desafio Espanol
  • Areva Challenge 0 2 BMW ORACLE Racing
  • +39 Challenge 0 2 Luna Rossa Challange

Classifica

01. 31 BMW ORACLE Racing
01. 31 Luna Rossa Challange
03. 30 Emirates Team New Zealand
04. 27 Desafio Espanol
05. 22 Victory Challange
06. 20 Mascalzone Latino - Capitalia Team
07. 16 Team Shosholoza
08. 13 Areva Challenge
09. 06 +39 Challenge
10. 05 United Internet Team Germany
11. 03 China Team

LVC RR1: primi giorni, Flight 1 e 2, nuovo stop, Flight 3, Flight 4 e 5, Flight 6 e 7, Flight 8 e 9, Flight 10 e 11, prima metà, Flight 10 e 11, seconda metà
LVC RR2: Flight 1, prima metà, Flight 1 (seconda metà) e 2, Flight 3 e 4, Flight 5 e 6
LVC le barche: Victory Challange, United Internet Team Germany, Team Shosholoza, Mascalzone Latino - Capitalia Team, Luna Rossa Challange, Emirates Team New Zealand, Desafio Espanol

Giappone - Croazia 0 - 0 18.06.06

Arbitro: DE BLEECKERE Frank
Gruppo F
Stadio: Frankenstadion

Statistiche:

  • Tiri in porta 5 - 6
  • Tiri 12 - 16
  • Falli 19 - 18
  • Calci d'angolo 5 - 11
  • Calci di punizione 3 - 0
  • Fuorigioco 1 - 6
  • Autoreti 0 - 0
  • Ammonizioni 3 - 2
  • Espulsioni 0 - 0
  • Possesso di palla 56% - 44%

Cartellini gialli:

  1. 21' MIYAMOTO Tsuneyasu (JPN)
  2. 32' KOVAC Robert (CRO)
  3. 42' KAWAGUCHI Yoshikatsu (JPN)
  4. 69' SRNA Darijo (CRO)
  5. 72' SANTOS Alessandro (JPN)

Formazione del Giappone:
23 KAWAGUCHI Yoshikatsu
05 MIYAMOTO Tsuneyasu
07 NAKATA Hidetoshi
08 OGASAWARA Mitsuo
10 NAKAMURA Shunsuke
14 SANTOS Alessandro
16 OGURO Masashi - al posto di - 09 TAKAHARA Naohiro (85')
17 INAMOTO Junichi - al posto di - 15 FUKUNISHI Takashi (46')
20 TAMADA Keiji - al posto di - 13 YANAGISAWA Atsushi (61')
21 KAJI Akira
22 NAKAZAWA Yuji

Formazione della Croazia:
01 PLETIKOSA Stipe
03 SIMUNIC Josip
04 KOVAC Robert
07 SIMIC Dario
08 BABIC Marko
09 PRSO Dado
10 KOVAC Niko
14 MODRIC Luka - al posto di - 19 KRANJCAR Niko (78')
17 KLASNIC Ivan
18 OLIC Ivica - al posto di - 05 TUDOR Igor (70')
22 BOSNJAK Ivan - al posto di - 02 SRNA Darijo (87')

Migliore in Campo Budweiser: NAKATA Hidetoshi (JPN)

Technorati Tags: , , , .

Citazione colta 23.06.11

Il manifesto PD per la Festa dell'Unità

Il femminismo crea pregiudizi con la scusa di combatterli.

Sullo scandalo del manifesto PD per la Festa dell'Unità di Roma credo non esista altro commento più appropriato.

Sillogismo materno 09.05.11

Gli auguri del PD per la Festa della Mamma sono uno di quei classici esempi di come la mancanza di una buona comunicazione produce effetti deleteri nel rapporto tra elettori e partito.

Auguri a tutte le mamme e le donne.
Ogni donna è anche mamma: accudire, aiutare, ascoltare, coccolare, comprendere, incoraggiare, difendere, nutrire, sono tutti verbi che in genere si coniugano di più al femminile.

Il bicchiere reversibile 07.02.05

I bicchieri reversibiliC'è chi ha inventato il bicchiere reversibile.

Prodotti da Happy Peaople permettono, se capovolti, di ritrovarsi tra le mani un bicchiere nuovo.

 

Un paese di figlie escort e madri maitresse 08.03.11

Mai come nel giorno dedicato alle donne stridono le intercettazioni del giro di prostituzione che ruota intorno al premier Silvio Berlusconi.

Ancora più delle giovani che si offrono al potente di turno contrattando sul prezzo della marchetta, fa inorridire l'interesse di madri ansiose sui bilanci finanziari delle serate.

Savona Web e Google News 14.01.05

Google News ha inserito da pochi giorni, nei suoi elenchi di fonti per le notizie, anche Savona Web.

Ogni tanto una piccola soddisfazione fa piacere.

Se non ora quando? 13.02.11

Piazza del Popolo a Roma gremita per la manifestazione in difesa della dignità delle donne

Serve una manifestazione, imponente e colorata, in mille piazze in Italia e all'estero per ricordare a questo nostro grande paese che le donne hanno pari dignità.
Una dignità svilita da atti amorali di chi poi impunemente si erge a paladino della famiglia e dei temi etici.

Fufunista 04.07.10

Dicono che sarà la parola dell'estate. Anche se in Francia, grazie a Elle, spopola già dagli inizi dell'anno.

Quella che un tempo era la tanto vituperata depilazione alla brasiliana, oggi è diventato un movimento. Libertario e femminista.
Viva le fufuniste.

Il partito del oh no! 04.05.10

La difesa del senatore della Florida Mike Bennett, beccato giovedì ad aprire immagini sconvenienti durante il dibattito sulla proposta di legge sul controverso tema degli aborti, si riduce a puntare il dito contro la mail di spam.

Il senatore Bennett ha poi votato contro.
La sacralità della donna innanzi a tutti.

I diritti delle donne passano per l'Iran 30.04.10

L'Iran è stato eletto come membro della Commissione delle Nazioni Unite in difesa dei diritti delle donne. L'Iran.

Fessi mascherati da intellettuali 04.04.10

Le donne sono una razza nemica. [...] Mascherate da "sesso debole" sono quello forte. Attrezzate per partorire sono molto più robuste dell’uomo e vivono sette anni di più, anche se vanno in pensione prima. Hanno la lingua biforcuta. L'uomo è diretto, la donna trasversale. L'uomo è lineare, la donna serpentina. Per l’uomo la linea più breve per congiungere due punti è la retta, per la donna l'arabesco. Lei è insondabile, sfuggente, imprevedibile. Al suo confronto il maschio è un bambino elementare che, a parità di condizioni, lei si fa su come vuole. E se, nonostante tutto, si trova in difficoltà, allora ci sono le lacrime, eterno e impareggiabile strumento di seduzione, d'inganno e di ricatto femminile. Al primo singhiozzo bisognerebbe estrarre la pistola, invece ci si arrende senza condizioni. Sul sesso hanno fondato il loro potere mettendoci dalla parte della domanda, anche se la cosa, a ben vedere, interessa e piace molto più a lei che a lui.

[...] La donna è baccante, orgiastica, dionisiaca, caotica, per lei nessuna regola, nessun principio può valere più di un istinto vitale. E quindi totalmente inaffidabile. Per questo, per secoli o millenni, l’uomo ha cercato di irreggimentarla, di circoscriverla, di limitarla, perché nessuna società regolata può basarsi sul caso femminile. Ma adesso che si sono finalmente "liberate" sono diventate davvero insopportabili. Sono micragnose, burocratiche, causidiche su ogni loro preteso diritto. Han perso, per qualche carrieruccia da segretaria, ogni femminilità, ogni dolcezza, ogni istinto materno nei confronti del marito o compagno che sia, e spesso anche dei figli quando si degnano ancora di farli. Stan lì a "chiagne" ogni momento sulla loro condizione di inferiorità e sono piene zeppe di privilegi [...].

Non fan che provocare, sculando in bikini, in tanga, in mini, ma se in ufficio le fai un'innocente carezza sui capelli è già molestia sessuale, se dopo che ti ha dato il suo cellulare la chiami due volte è già stalking, se in strada, vedendola passare con aria imperiale, le fai un fischio, cosa di cui dovrebbero essere solo contente e che rimpiangeranno quando non accadrà più siamo già ai limiti dello stupro. Basta. Meglio soddisfarsi da soli dietro una siepe.

Massimo Fini su L'Antefatto.

Sotto il burkini niente 21.08.09

Una cosa sul burkini di Francesco Costa.

Ha detto "sorcona" 27.02.09

La frase che il presidente Berlusconi ha detto sottovoce al presidente Sarkozy durante la conferenza stampa a Villa Madama, mentre si stava parlando del riconoscimento in Italia dei baccalaureati, era semplicemente: "Tu sais que j'ai ètudiè à la Sorbonne" ("tu sai che ho studiato alla Sorbona").

Avete capito male.

Un letto di rose 22.07.07

Si agita debolmente.
E' una mezz'ora che si è addormentata. Per me invece non è ancora venuto il momento.
Le passo una mano tra i capelli. Lentamente smette di agitarsi.

Non c'è niente da fare, siete tutte belle quando dormite. Serene. Delicate.
Troppo caldo per dormire. Troppo umido per tenerla sul petto.

Scrivo, cercando di prendere sonno.
E' strano quanto siete diverse da sveglie.

C'era quella delle prime esperienze. Impacciata, ma sempre meno di te. Quella che è stata davvero un'avventura estiva.
C'era quella che non ti filava nemmeno di striscio e tu te la credevi comunque; di notte sognavi l'impossibile e di giorno inseguivi un'ombra.

C'è stata quella che ti ha stregato per la prima volta. Quella per cui ti saresti strappato il cuore.
Quella che diceva di amarti e che poi da un giorno all'altro è finita.
Quella che fa l'offesa quando la incontri, solo perché hai avuto il coraggio di dirle un no.

C'è quella che è l'amica di sempre, quella delle confidenze che per te è come una sorella.
C'era quella che hai perso di vista e che a volte rimpiangi per la sua compagnia.

Poi c'è quella con cui fin da subito hai messo le cose in chiaro e ti sei stupito che lei fosse completamente d'accordo con te. Quella che invece di dirti "bastardo è finita", ti ripeteva che nonostante tutto tu eri migliore degli altri che aveva conosciuto.

C'è stata quella con cui tutto sembrava perfetto, con cui avresti voluto iniziare qualcosa di importante. Ma era troppo tardi.
C'è stata quella che per te piangeva, ma tu eri troppo preso per capirlo.

Affanni, sentimenti, gioie, sofferenze, sorrisi, carezze, delusioni e certezze, ma non di notte.
La notte siete tutte belle.

Crosspost su BlogFriends, PiùBlog, Le parole del cuore.

L'uomo è semplice 29.07.06

Perché spesso, con le donne, è meglio mettere le cose in chiaro. Subito.

  1. Se pensi di essere grassa, molto probabilmente sarà vero. Non chiedere. Mi rifiuterò di rispondere;
  2. Se vuoi qualcosa, chiedilo. Mettiamo in chiaro una Cosa: NOI UOMINI SIAMO SEMPLICI. Le allusioni sottili non funzionano, le allusioni dirette non funzionano, le allusioni troppo ovvie non funzionano neanche. Dicci le cose chiare, tali come esse sono;
  3. Se fai una domanda della quale non vuoi sentire una risposta, non stupirti ascoltando una risposta che non volevi sentire;
  4. Noi uomini siamo SEMPLICI. Se ti chiedo di passarmi il pane, per carità, voglio solo dire se puoi passarmi il pane. Non ti sto rinfacciando il fatto che non sia stato messo sul tavolo. Non ci sono secondi sensi o intenzioni contorte. Siamo SEMPLICI;
  5. Siamo SEMPLICI. Non serve che tu mi chieda a cosa penso il 96.5% delle volte che facciamo del sesso. E no, non siamo dei porci, è solo la cosa che ci piace fare di più, purtroppo siamo SEMPLICI;
  6. A volte, non sto pensando a te. Non c'è niente di male. Per piacere, abituati a questo fatto. Non chiedermi a cosa penso, a meno che tu non sia disposta a parlare di politica, economia, calcio o macchine sportive;
  7. Domenica = Grigliata = Pizza = Amici = Calcio. E' come la luna piena o le maree, non si può evitare;
  8. Fare shopping non è divertente e che io non considererò mai una cosa divertente;
  9. Quando dovremmo uscire da qualche parte, assolutamente qualsiasi cosa che tu indossi, ti starà bene. SUL SERIO;
  10. Hai già dei vestiti a sufficienza, hai già troppe scarpe. Piangere è solo ricatto;
  11. La maggior parte di noi uomini ha tre paia di scarpe. Insisto, siamo SEMPLICI. Cosa ti fa credere che io serva a decidere quale delle 32 paia che hai nell'armadio ti sta meglio?
  12. Risposte semplici come SI e NO, sono perfettamente accettabili per rispondere a ogni tipo di domanda;
  13. Vieni da me con un problema alla volta, se vuoi aiuto, sono qui per questo. Non chiedermi che lo faccia per empatia come se fossi una delle tue amiche di tutta la vita;
  14. Un male di testa che ti dura da 17 mesi è un problema serio. Fatti vedere da un medico;
  15. Se una affermazione che ho detto può essere interpretata in due forme diverse, e una delle due ti fa star male, o ti fa arrabbiare, probabilmente la mia intenzione era dire quell'altra;
  16. TUTTI noi uomini vediamo solo 16 colori. "Mela" è un frutto, non un colore;
  17. Che cazzo è il colore "fuxia"??? Anzi, come cazzo si scrive???
  18. La birra ci emoziona tanto come a voi le borse;
  19. Se ti chiedo se c'è qualcosa che non va, e la tua risposta è "Niente", ti crederò ed agirò come se tutto fosse normale;
  20. Non chiedermi se ti amo. Puoi essere sicura che se non ti amassi, non sarei qui con te;
  21. Di regola generale: se hai qualsiasi dubbio su di noi, pensa alla cosa più facile. NOI UOMINI, SIAMO SEMPLICI.

Le donne al voto in Arabia Saudita 12.12.15

Le donne al voto in Arabia Saudita

In occasione delle elezioni amministrative in Arabia Saudita, le donne hanno ottenuto il diritto di voto e la possibilità di candidarsi. Il traguardo è stato raggiunto grazie al decreto voluto nel 2011 da re Abdullah bin Abdulaziz Al Saud.

Fonte: ANSA

Le donne in prima linea che combattono lo Stato Islamico 08.10.14

Donne curde in prima linea contro lo Stato Islamico

Dall'Iraq alla Siria, dalla Turchia all'Iran nessun curdo si tira indietro dal combattere la minaccia integralista dello Stato Islamico. La storia delle donne curde, soldati in prima linea dell'esercito dei peshmerga, con la consapevolezza che la morte è una condizione preferibile all'essere catturare vive dai miliziani islamici.

La nuova costituzione tunisina 27.01.14

Parlamentari tunisine festeggiano la nuova costituzione

Entra in vigore la nuova costituzione tunisina nel paese che ha acceso la primavera araba. Il testo di compromesso tra laici e fazioni religiose, approvato a larghissima maggioranza, sancisce libertà di culto e separazione tra chiese e Stato con un deciso accento sulle garanzie di perfetta parità tra uomini e donne, caso eccezionale tra i paesi arabi.

Fonte: ANSA

Ballare contro la violenza 14.02.13

Le donne ballano contro la violenza

One Billion Rising è il flash mob mondiale con cui le donne dicono basta alle violenze ballando.

La marcia contro gli stupri in India 02.01.13

Manifestazione delle donne indiane contro gli stupri

In India dove ogni 14 ore una donna viene violentata due nuovi stupri, di cui uno riguarda una bambina di 7 anni, riaccendono l'indignazione nel paese. L'ultima vittima è una studentessa 17enne violentata ad un veglione di Capodanno a New Delhi.

Fonte: BBC News

Donne al volante 08.03.12

British Women Racing Drivers Club

Il British Women Racing Drivers Club festeggia il suo 50esimo compleanno nel giorno dedicato alla donna.

Fonte: Motors TV

100 anni di Festa della donna 08.03.11

Una donna con una bambina in braccio

Il mondo festeggia la Festa della donna che oggi celebra il suo centesimo anniversario.

Fonte: Guardian

Il grido delle donne italiane 13.02.11

La manifestazione a Roma in difesa delle donne

A Roma, ma anche i tutta Italia e in molte città del mondo, le donne, ma anche tantissimi uomini, hanno partecipato alla manifestazione "Se non ora quando" per gridare dignità e rispetto nel paese che vede il primo ministro accusato di favoreggiamento della prostituzione minorile e dedito a festini nelle sue residenze.