tizianocavigliablog
Tu vola disinvolto.

Toti di Libia 23.06.15

L'UE e l'ONU non stanno rispondendo alle richieste avanzate dall'Italia, fa male dirlo perché avremmo voluto più solidarietà da Bruxelles e una maggiore attività sui territori africani da parte delle Nazioni Unite. Tuttavia è bene ricordare che l'Italia è uno Stato sovrano e il suo comportamento deve essere coerente con quello degli altri Paesi, senza arrivare all'ipotesi di innalzare muri.
Personalmente sono favorevole a un intervento in Libia, anche da soli nel senso dell'Italia, perché qualcuno gli scarponi sulla sabbia deve pur metterli. Sulle problematiche aperte dagli arrivi dei migranti c'è molto da fare basti pensare alla distruzione dei barconi e al rimpatrio dei migranti privi dei presupposti per stare sul territorio europeo, cosa che del resto fa anche la civilissima Australia.

Toti, neo governatore della Liguria, è pronto a un intervento militare in Libia anche senza un quadro di legittimità internazionale, perché qualcuno gli scarponi sulla sabbia deve pur metterli.

Ve lo riscrivo.

Toti, neo governatore della Liguria, è pronto a un intervento militare in Libia anche senza un quadro di legittimità internazionale, perché qualcuno gli scarponi sulla sabbia deve pur metterli.

Ai liguri l'onere di un lustro di vuoto pneumatico.

Regione Liguria, capoluogo Novi Ligure 01.06.15

Toti presidente della Regione Liguria

BellaCoffi.

La palude delle riforme 13.02.15

Se prima l'imperativo era non votare le riforme volute dal governo Renzi perché impostate con un partito di opposizione, Forza Italia, oggi non si votano le riforme perché si portano avanti senza le opposizioni. Seems legit.

Mediaset e il patto del Nazareno 30.01.15

Per ingannare il tempo mentre si attende la giornata di sabato per conoscere l'esito del quarto scrutinio, questa è la lettura di IBTimes sulla tenuta del patto per le riforme nonostante la possibile elezione di Sergio Mattarella al Quirinale e la conseguente vittoria politica di Matteo Renzi.

[...] a Mediaset conviene un Berlusconi 'nel patto', filo-governativo, com'è quasi sempre stato dopo la caduta del 2011.

Cavaliere no more 19.03.14

Silvio Berlusconi è sceso da cavallo. Appese le redini al chiodo.

Lo share del presidente Napolitano 01.01.14

Il boicottaggio del messaggio di Capodanno del presidente della Repubblica Napolitano da parte del Movimento 5 Stelle, di Forza Italia e della Lega Nord non ha sortito gli effetti sperati. Gli ascolti quest'anno sono aumentati del 2.8% rispetto al 2012.

La meritocrazia spiegata dai senatori di Forza Italia 04.12.13

Pur rispettando il Capo dello stato e i quattro nominati dalle carte trasmesse alla Giunta non sono emersi elementi sufficienti ad identificare gli "altissimi" meriti scientifici della professoressa Cattaneo né gli "altissimi meriti sociali" attribuiti a tutti e quattro.

I senatori di Forza Italia, Elisabetta Casellati e Lucio Malan, si sono interrogati in coscienza se i titoli e i meriti dei quattro nuovi senatori a vita fossero sufficienti a garantire i requisiti previsti per la convalida della loro nomina. E si sono risposti di no; sostenuti dai colleghi della Lega Nord.
Il Premio Nobel di Carlo Rubbia, la medaglia d'oro del Presidente della Repubblica di Elena Cattaneo, la direzione decennale de La Scala e dei Berliner e gli innumerevoli premi conseguiti da Claudio Abbado, il Premio Pritzker di Renzo Piano palesano l'insussistenza della loro nomina da parte del presidente Napolitano.

La barzelletta triste si è rimessa in moto.

Silvio c'era 27.11.13

Manifestanti di Forza Italia con cartelli Silvio c'è

Finisce così, con qualche centinaio di nostalgici in piazza, con uno stanco pregiudicato Berlusconi a ripetere desolanti slogan e con le senatrici di Forza Italia vestite a lutto a Palazzo Madama.
Rassegnatevi. La storia vi ha già giudicato.

Nelson commenta la decadenza di Silvio Berlusconi 27.11.13

Il commento a caldo di Nelson Muntz sulla decadenza da senatore della Repubblica di Berlusconi. Mettetevi comodi che viene lunga.

La balcanizzazione del centro destra 16.11.13

Di tutti gli altri non mi interessa, ma di Alfano ci sono rimasto male. Lo consideravo come un figlio...

Con la nascita di Forza Italia e la scissione di Nuovo Centrodestra, Silvio Berlusconi certifica la fine del centro destra unitario che ha segnato per anni la principale differenza strategica con un centro sinistra che da metà anni '90 in poi è stato segnato da continue lotte intestine e da mille scissioni.
Berlusconi dopo vent'anni consegna all'Italia il suo più grande successo nel momento di maggior debolezza. Un centro destra balcanizzato.

Forza Italia.
Nuovo Centrodestra.
Fratelli d'Italia.
Movimento per le Autonomie.
Grande Sud.
Cantiere Popolare/PID.
Federazione dei Cristiano Popolari.
Democrazia Cristiana.
Alleanza Nazionale.
La Destra.
Alleanza di Centro.

Berlusconi drama queen 02.10.13

Abbiamo deciso non senza interno travaglio di esprimere un voto di fiducia a questo governo.

Così Silvio Berlusconi davanti all'aula del Senato. Un discorso che chiude una crisi di governo aperta appena pochi giorni fa dallo stesso Berlusconi.
Il Cavaliere, con la consapevolezza di aver spaccato in due il PdL e di aver fatto fibrillare il PPE, è diventato prigioniero di dissidenti incapaci di superare un evidente complesso di Edipo.
Una colossale prova di irresponsabilità giocata per interessi personali. Un'apprezzabile trollata, se non fosse che a pagarla sono stati i cittadini.

Fame di IVA 30.09.13

L'aumento dell'IVA e delle accise sui carburanti avrà un doppio effetto sull'aumento del prezzo dei prodotti. Il costo aggiuntivo per il loro trasporto, tutto su gomma come da tradizione, andrà ad associarsi all'incremento di un punto percentuale dell'Imposta sul Valore Aggiunto scaricato passaggio dopo passaggio dal produttore al consumatore.

Ora si potrebbe dare la colpa di questi rincari al pregiudicato Silvio Berlusconi intenzionato a tutto, anche a far fallire uno stato, pur di salvarsi da una condanna passata in giudicato, ma sarebbe troppo semplicistico. Un pilatesco lavarsene le mani.
La colpa dell'aumento dell'IVA, che da domani toccherà quota 22%, e delle accise sui carburanti è di chi imperterrito ha continuato a votare il Cavaliere e la sua corte negli ultimi lustri irretito dalle sirene dell'impunità morale promessa.
Prendetevela con loro. O con voi stessi. E al prossimo giro mi raccomando un'altra bella croce su Berlusconi Presidente.

Il videomessaggio di Silvio Berlusconi che tutti avremmo voluto ascoltare 18.09.13

Berlusconi nel 1994 e nel 2013

Il testo integrale del videomessaggio con cui Berlusconi lancia Forza Italia, attacca la magistratura e chiede un impegno concreto agli elettori per sconfiggere il pericolo portato al paese dalla sinistra.
Non prima di aver riparato i tempo-circuiti.

Caro Elettore, se i miei calcoli sono esatti, riceverai questo messaggio non appena la DeLorean sarà stata colpita dal fulmine. Primo, lascia che ti assicuri che sono vivo e sto bene. Ho vissuto felicemente questi otto mesi nell'anno 1885. Il fulmine che ha colpito la DeLorean ha provocato un sovraccarico di GigaWatts che ha spezzato i tempo-circuiti, ha attivato il condensatore del flusso e mi ha riportato nel 1885. Il sovraccarico ha fatto saltare i tempo-circuiti e distrutto i circuiti di volo. Sfortunatamente la macchina non volerà mai più. Io ho cominciato a fare il maniscalco come copertura mentre cercavo di riparare il danno ai tempo-circuiti. Purtroppo questo si è rivelato impossibile perché le parti di ricambio adatte non saranno inventate fino al 1947. Comunque sono diventato piuttosto esperto nel ferrare i cavalli e riparare i carri! Ho sepolto la DeLorean nella miniera abbandonata di Del Gato accanto al vecchio cimitero dei pistoleros mancati come indicato nell'acclusa mappa. Auspicabilmente dovrebbe restare lì indisturbata finché tu non la riporterai alla luce nel 1955. All'interno troverai le istruzioni per ripararla. Il mio alter-ego del 1955 – e cioè io – non dovrebbe avere problemi a ripararla, così tu potrai ritornare al futuro. Quando sarai tornato nel 1985 distruggi la macchina del tempo. Non cercare – ripeto – non cercare di venire qui a prendermi. Io sono molto felice di vivere all'aria aperta e in questi grandi spazi, e credo che viaggiare nel tempo quando non occorre possa solo mettere ulteriormente in pericolo il continuum tempo-spazio. E ti prego, abbi cura di Alfano per me. Con te sarà in buone mani. Ricordati di portarlo a spasso due volte al giorno e che gli piace la carne in scatola. Queste sono le mie volontà, ti prego di rispettarle e di seguirle. Ed ora Elettore, ora ti do il mio saluto e ti auguro buona fortuna. Sei stato un leale e fedele amico e hai fatto la differenza nella mia vita. La nostra amicizia rappresenta un tesoro per me, ti ricorderò con dolcezza e avrai sempre un posto speciale nel mio cuore. Il tuo amico nel tempo. Doc Silvio Berlusconi. 18 Settembre 1885.

Non pensavo di essere così toccante.

I cattivi ragazzi della politica 25.08.13

Al di là dei giudizi di merito, che pure ci sarebbero, sulle politiche messe in campo è sempre bene ricordare che due dei tre maggiori partiti politici italiani hanno leader pregiudicati. Frode fiscale e omicidio colposo.
Ora serenamente possiamo tornare a occuparci della crisi di governo nata sotto la stella del ricatto di chi non vuol assumersi la responsabilità delle azioni compiute.

Le pagelle della Santanchè sulla fedeltà a Berlusconi 25.08.13

Il vertice di Arcore, che nelle intenzioni del PdL doveva essere il brain storming per trovare una via d'uscita politica alla condanna per frode di Silvio Berlusconi, ha ottenuto il suo retroscena gustoso nelle pagelle date dall'onorevole Santanchè, in versione paladina della berlusconità, sulla fedeltà dei falchi e delle colombe nel partito.

A noi piace ricordarla con le sue parole sull'intramontabile leader alla vigilia delle elezioni politiche del 2008.

Le donne per andare in Parlamento lo possono fare solo con me. Vorrei fare un appello a tutte le donne italiane. Non date il voto a Silvio Berlusconi, perché Silvio Berlusconi ci vede solo orizzontali, non ci vede mai verticali.
Non ha rispetto per le donne, lo dimostra la sua vita giorno dopo giorno. Ha detto a quella ragazza precaria di sposare un miliardario: non è questa la soluzione del precariato. Il voto a Silvio Berlusconi è il voto più inutile che le donne possano dare.

Il poster del ritorno di Forza Italia 11.08.13

Il poster del ritorno di Forza Italia

La campagnia elettorale di Forza Italia 2.0 riparte ad agosto da Milano sui cartelloni pubblicitari.

I sondaggi su Marina Berlusconi 08.08.13

Forza Italia (o il PdL) con Marina Berlusconi alla guida conquisterebbe almeno il 30% dei consensi elettorali. Dall'altra parte si studiano contromosse, come focalizzarsi su quanto possa essere di destra di Renzi o ragionare sull'opportunità di formare un nuovo governo con gli epigoni di un demagogo.

Forza Italia II 16.07.12

Forza Italia ritornerà alle prossime elezioni e con lei l'inossidabile Berlusconi con il suo entourage di avvocati, ballerine, amicizie scomode, festini, populismo, promesse mancate e dittatori con cui si parla di tutto.
Non fatevi illusioni, raccoglierà un botto di consensi.

Il cribbio ricaricato 08.02.08

Forza Italia e Alleanza Nazionale (con l'aggiunta di una pletora variabile di cespugli) si presenteranno alle elezioni uniti sotto il simbolo del redivivo PDL.

Lega e UDC si sono immediatamente chiamati fuori.
Bossi e compagni potranno comunque "federarsi" col nuovo soggetto politico nelle regioni settentrionali, mentre a Casini non è stata data la stessa libertà di movimento.

Poi è probabile che domani si cambino di nuovo le carte in tavola. As usual.

Il Partito del Cribbio 19.11.07

Ammettiamolo, quest'uomo ci sa fare.
Sarà un cafone, sarà populista, sarà un bugiardo, ma nel suo lavoro ci sa fare. E il suo lavoro è vendere e solo incidentalmente occuparsi anche di politica.

Ogni volta che viene dato per sconfitto o per abbandonato il Cavaliere Imbonitore se ne esce con una boutade che annienta i suoi alleati burattini e annichilisce ogni velleità del centrosinistra.

Il Cavaliere Imbonitore, in una domenica pomeriggio, se ne esce con un fantomatico Partito del Popolo delle Libertà in sostituzione di un demodé Forza Italia e crea un cassa di risonanza in grado di far vacillare più di un'alleanza.
Che poi sarebbe un po' come cambiare lo stemma FIAT su una Duna e sostituirlo con un cavallino rampante.
Fatto sta che ha funzionato. Non solo, ma con la sparata delle millemila milioni di firme ha eclissato un PD che è già in affanno ancora prima di scegliere il simbolo.

Per cui tornando a bomba, il gelataio di Porto Cervo è un genio. Mi sta sulle palle come pochi, ma è un genio.

E' che poi, non contento, cerco conferme all'interno del mio schieramento. Ascolto Franceschini e mi vengono le lacrime agli occhi.
Metteteci che oggi sono costipato, che è lunedì e piove e capirete come mi sento.

E ora una class action contro i pulsanti 16.11.07

E finalmente anche l'Italia ha la Class Action.
Sarebbe tutto rose e fiori, il fatto è che dobbiamo la sua introduzione all'errore del senatore Antonione (Forza Italia, neanche a dirlo) che ha sbagliato al momento della votazione.
Il poveretto, capito l'errore, si è anche messo a piangere. Due pulsanti per votare sono troppi. Vergogna!

Cinque anni con Silvio 14.05.01

E ora godiamoci un lustro in compagnia del contratto con gli italiani, le bave leghiste, paillettes e nostalgici di destra riciclati pensando che la responsabilità sia stata derubricata a terzi. Vediamo quanto tempo durerà la luna di miele prima di capire chi abbiamo appena eletto alla guida del paese.

La buona notizia è che la sinistra ora avrà molto tempo per metabolizzare la sconfitta e comprendere che per vincere le prossime elezioni saranno necessari tre elementi imprescindibili. Un candidato forte; un programma chiaro e in pochi punti; una campagna elettorale giocata all'attacco, fresca, moderna e che sia capace di aprire alle nuove tecnologie.

Il contratto con gli italiani 09.05.01

Berlusconi frma il contratto con gli italiani

Il contratto con gli italiani

Il contratto con gli italiani, firmato a pochi giorni dal voto in diretta a Porta a Porta da Silvio Berlusconi davanti a un adorante Vespa, è il più grande colpo di teatro della storia delle campagne elettorali italiane dalla nascita di Forza Italia.
E' qualcosa di potenzialmente dirompente. La mossa capace di rivoluzionare ogni strategia. Al netto delle promesse, confuse e incerte, il contratto inaugura un nuovo metodo di fare campagna elettorale.

La capacità di stupire è un'innegabile dote di Berlusconi. Una marcia che L'Ulivo è geneticamente incapace di ingranare.

Perfetti irresponsabili 28.09.13

Alfano e il premier Letta

Oggi si apre un nuovo capitolo della penosa storia del PdL. Silvio Berlusconi apre la crisi di governo chiedendo ai ministri del suo partito di lasciare l'esecutivo guidato da Gianni Letta. Ormai è chiaro a tutti che per il PdL l'impunità del suo leader pregiudicato viene prima degli interessi dei cittadini e dei suoi stessi elettori.

Le sue prigioni 04.08.13

Bandiere di Forza Italia

Alcune centinaia di persone si sono radunate davanti a Palazzo Grazioli in via del Plebiscito, a Roma, per manifestare a sostegno del leader del PdL Berlusconi, condannato per frode fiscale. Nel raduno, inteso come braccio di ferro per chiedere una qualunque sorta di salvacondotto che possa impedire al Cavaliere di scontare la propria pena, sono comparse anche bandiere di Forza Italia in previsione di un ritorno al simbolo delle origini.