tizianocavigliablog
One nerd to rule them all.

Juncker, Tusk, Obama e Hollande sugli attentati a Parigi 14.11.15

I am deeply shocked by the events in Paris. We stand in full solidarity with the people of France.

Su Twitter il commento del presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker e quello di Donald Tusk, presidente del Consiglio Europeo.

I follow with shock the attacks in Paris. My full solidarity & sympathy with the French people and authorities.

Il messaggio chiarissimo e durissimo del presidente del mondo libero. I parigini non resteranno soli.

Il presidente Hollande dichiara lo stato d'emergenza per la prima volta dalla guerra d'Algeria.

Il presidente che ha resuscitato Sarkozy 31.03.15

L'anno da presidente di François Hollande raccontato da Bernard Guetta.

Chi è Manuel Valls 01.04.14

Il nuovo premier francese, nominato dal presidente Hollande dopo la bruciante sconfitta socialista alle amministrative, tratteggiato nell'editoriale di Le Monde.

C'est à Manuel Valls, le marginal du Parti socialiste, l'homme qui n'avait obtenu que 5,6 % des suffrages à la primaire socialiste d'octobre 2011, que François Hollande a décidé de confier les clés de Matignon au moment où son quinquennat menace de virer à la tragédie.

Ce coup de poker peut paraître improbable : la gauche rue dans les brancards après la défaite aux municipales, et Jean- Marc Ayrault, le premier ministre sortant, avait pris soin d'obtenir des appuis auprès des partenaires sociaux et de verrouiller une majorité PS-écologiste pour tenter de se maintenir à Matignon.

Manuel Valls est fait d'une autre pâte : cet ancien rocardien incarne la gauche libérale sur le plan économique, et la gauche républicaine, voire sécuritaire, sur le plan des mœurs. On n'est plus exactement dans la social-démocratie que revendiquait le couple Hollande-Ayrault. L'équilibre s'est déporté vers la droite, sans doute parce que le pays a nettement voté à droite aux municipales.

Condannato a cambiare 31.03.14

La copertina di Liberation su Hollande post amministrative 2014

Il presidente Hollande sulla copertina di Liberation dopo la storica sconfitta della gauche, che salva solo (si fa per dire) Parigi, alle elezioni amministrative.
In attesa di un Renzi d'oltralpe non resta che aspettare le mosse dell'immobile inquilino dell'Eliseo per salvare il salvabile in vista delle europee di fine maggio.

L'espressione infelice di Hollande 04.09.13

L'espressione infelice di Hollande

La foto del sorriso del presidente Hollande, fotografato durante l'inaugurazione dell'anno scolastico in Francia, è diventata virale dopo la decisione dell'agenzia AFP di ritirarla diffidando i media dalla sua pubblicazione.
Sul blog della stessa AFP si spiega come è maturata la decisione di non pubblicare lo scatto del fotografo Denis Charlet.

ClickComments 18.08.07

Trovo l'idea alla base di ClickComments davvero interessante.
Commentare con un click in modo anonimo può essere un tentativo per far partecipare anche i lurker più testardi.

Tuttavia mi stupisce che non siano stati pensati anche dei pulsanti "negativi".
Che non è che tutti i post sono sempre rose e fiori.

Crosspost su VOIT, PiùBlog.

La guerra di Hollande in Mali 15.01.13

L'ex premier francese Dominique de Villepin ha le idee molto chiare circa l'esito dell'avventura militare in Mali contro il terrorismo islamico voluta dal presidente Hollande.

In Mali non abbiamo alcuna possibilità di successo. In Mali ci batteremo alla cieca. Arrestare lo sfondamento degli jihadisti verso sud, o riconquistare il nord del paese, o sradicare le basi di al Qaida nel Maghreb sono tutti obiettivi bellici differenti, nettamente diversificati. Per di più in un quadro che vede il nostro partner, il governo del Mali, del tutto instabile politicamente e in assoluta carenza di un appoggio regionale solido E conclude:

Entrare in guerra, senza avere chiaro quale sia il suo obiettivo finale e senza alleati sicuri sullo scenario regionale è possibile. Ma porta alla sconfitta. Questo è esattamente quello che ha fatto François Hollande, nella sua prima impresa africana.

Hollande l'arciere 16.07.12

Hollande tira con l'arco

Il presidente francese Hollande si è cimentato nel tiro col l'arco, durante una visita all'Istituto Nazionale dello Sport, dimostrando un'ottima mira.

La vittoria dei socialisti in Francia in 10 punti 18.06.12

Il Partito Socialista del presidente Hollande conquista la maggioranza assoluta in parlamento. Unici nei le sconfitte di Segolene Royal e Jack Lang.
Cede l'UMP di Sarkozy. I Modem di Bayrou e l'estrema sinistra evaporano.
Buona prova dei Verdi che conquistano 18 deputati, 14 in più della scorsa legislatura.
Il Front National ottiene due seggi, tra cui quello per la nipote di Le Pen Marion, ma non per Marine sconfitta dal socialista Philippe Kemel.

La guida di Le Monde ai risultati delle elezioni in Francia.

Hollande e il protocollo 18.05.12

Le gaffe del presidente francese durante il picchetto d'onore a Berlino hanno costretto Angela Merkel a indirizzare vigorosamente e più volte il collega alquanto impacciato.

La casta del vicino 18.05.12

C'è la crisi. E prima di chiedere agli altri di rinunciare a qualcosa, i governanti francesi hanno deciso di iniziare loro a rinunciare a qualcosa. Così, come annunciato dal neo presidente Francois Hollande, il nuovo governo ha approvato il taglio del 30% degli stipendi per il presidente, il premier Jean-Marc Ayrault e i 34 ministri.
La remunerazione mensile lorda dei due primi cittadini passerà da 21.300 a 14.910 euro, mentre quella dei loro colleghi da 14.200 a 9.940 Euro.

Inizia così il pezzo di Repubblica sul taglio della casta francese operato dal presidente socialista Hollande.
Si tralascia colpevolmente di rimarcare l'ipocrisia di mantenere, nella seppur centralista Francia, in tempi di crisi e tagli lineari la bellezza di trentaquattro (34) ministri per il buon funzionamento di una nazione quando nel nostro paese, summa di qualsivoglia costo della casta secondo l'opinione diffusa, il governo Monti ne disponga di appena 13 - circa un terzo - e sia sovente oggetto di attacchi da parte di chi si indigna contro gli sprechi e che oggi plaude all'intuizione politica di Hollande.

I 34 ministri di Hollande in infografica 17.05.12

I 34 ministri di Hollande

L'infografica di Rue89 sui 34 ministri del nuovo governo francese del presidente Hollande.

Ci si mette pure Odino 15.05.12

Il volo che stava portando il presidente Hollande in Germania per incontrare Angela Merkel è stato colpito da un fulmine costringendo l'aereo presidenziale a un rientro a Parigi.
Il neo presidente, appena insediatosi all'Eliseo, ha poi proseguito per Berlino su un altro apparecchio.

Louis Vuitton Act 12: decimo giorno 01.07.06

Splende il sole con brezza tesa da 17 - 20 nodi di vento da SSE sulla stupenda prova di Emirates Team New Zealand.
Luna Rossa è costretta al ritiro dopo una collisione con BMW ORACLE Racing, mentre il defender, Alinghi, perde la prima prova del giorno contro gli indomabili kiwi.
Disastro per gli altri due team italiani, +39 Challange e Mascalzone Latino - Capitalia Team.

Prima Divisione

  • Semi-final A-3 Emirates Team New Zealand - BMW ORACLE Racing 1 - 0

Seconda Divisione

  • Semi-final C-3 Team Shosholoza - Desafio Espanol 2007 0 - 1

Petite finals

  • One-1 Luna Rossa Challenge - BMW ORACLE Racing 0 - 1
  • Two-1 Victory Challenge - Team Shosholoza 0 - 1
  • Three-1 China Team - United Internet Team Germany 0 - 1
  • Three-2 United Internet Team Germany - China Team 1 - 0

Finals

  • One-1 Emirates Team New Zealand - Alinghi 1 - 0
  • Two-1 Desafio Espanol 2007 - Mascalzone Latino - Capitalia Team 1 - 0
  • Three-1 Areva Challenge - +39 Challenge 1 - 0
  • Three-2 +39 Challenge - Areva Challenge 0 - 1

Aggiornamento: c'è una protesta pendente sulla Petit final One-1.

Hollande in infografica 07.05.12

La storia politica del neo eletto presidente francese Hollande in un'infografica animata su Le Figaro, dall'iscrizione al Partito socialista alle elezioni presidenziali.

Il vento del cambiamento in Europa 06.05.12

Hollande eletto presidente in Francia. Il partito pirata e le opposizioni che avanzano in Germania. Il crollo dei socialisti e l'ingresso in parlamento dei neonazisti in Grecia. Il ritorno del Labour nel Regno Unito.
Non c'è di nulla di imprevisto in questo fine settimana elettorale in Europa.
Si chiama crisi economica. Quella cosa che tradotta in politica fa cadere i governi in carica, spinge gli estremismi, gela il consenso, alimenta l'astensione.

L'Europa tra cento giorni sarà identica a quella che ci siamo lasciati alle spalle ieri. Fragile, senza guida e influenzata dalla recessione. Incerta sul suo futuro.
Il pericolo che il vento del cambiamento si trasformi presto nell'ennesimo fuoco di paglia è concreto. Per gli attori della svolta, sbollita l'iniziale euforia radicale, non sarà facile coniugare le promesse elettorali con la realtà sociale ed economica.

Gli europei, che oggi guardano all'ombelico delle patrie più che alla casa comune, lasciano in sospeso il progetto di integrazione e la strada verso una federazione più o meno leggera.
Se e quando lo riprenderemo sarà una volta finita la crisi, ricostruendo le fondamenta della fiducia prima ancora di rimettere mano ai trattati.

Liberté, Égalité, Tettoné 06.05.12

Screenshot del Corriere della Sera

Il Corriere della Sera festeggia così in home page la vittoria di Hollande in Francia.

Louis Vuitton Act 12: settimo giorno 28.06.06

Si conclude oggi il Round Robin del Louis Vuitton Act 12 con Emirates Team New Zealand a punteggio pieno e Luna Rossa Challange con una sola sconfitta, solo terza Alinghi.
Prima divisione composta quindi dai neozelandesi, dagli italiani, dal defender svizzero e da BMW ORACLE Racing.

La seconda divisione vede Desafio Espanol 2007 seguito da Mascalzone Latino - Capitalia Team, a seguire Victory Challenge e Shosholoza.

La terza divisione è formata da Areva Challenge, + 39 Challenge, United Internet Team Germany e China Team.

Questa sera gli skipper leader di ogni divisione, sceglieranno l'avversario contro cui correre le semifinali. I due rimanenti team formeranno la seconda coppia del gruppo. Le semifinali si corrono al meglio di tre prove. I vincitori accedono alle finali; i perdenti accedono alle "petit final".

Flight 10

  • Match 4 Mascalzone Latino - Capitalia Team - BMW ORACLE Racing 0 - 1
  • Match 5 Luna Rossa Challenge - Team Shosholoza 1 - 0
  • Match 6 Emirates Team New Zealand - Alinghi 1 - 0
  • Match 1 Victory Challenge - Areva Challenge 1 - 0
  • Match 2 Desafio Espanol 2007 - China Team 1 - 0
  • Match 3 United Internet Team Germany - +39 Challenge 0 - 1

Flight 11

  • Match 1 Team Shosholoza - Mascalzone Latino - Capitalia Team 0 - 1
  • Match 2 Emirates Team New Zealand - BMW ORACLE Racing 1 - 0
  • Match 3 Luna Rossa Challenge - Alinghi 1 - 0
  • Match 4 Victory Challenge - Desafio Espanol 2007 0 - 1
  • Match 5 +39 Challenge - Areva Challenge 0 - 1
  • Match 6 China Team - United Internet Team Germany 0 - 1

La classifica finale:

  1. 11 Emirates Team New Zealand
  2. 10 Luna Rossa Challange
  3. 08 Alinghi
  4. 08 BMW ORACLE Racing
  5. 07 Desafio Espanol 2007
  6. 06 Mascalzone Latino - Capitalia Team
  7. 06 Victory Challange
  8. 03 Team Shosholoza
  9. 03 Areva Challange
  10. 03 +39 Challange
  11. 01 United Internet Team Germany
  12. 00 China Team

Bayrou voterà Hollande 03.05.12

Se avevate ancora dei dubbi su chi vincerà il secondo turno delle presidenziali francesi il centrista Francois Bayrou ha annunciato che domenica voterà per il candidato socialista.

Moi président de la République 02.05.12

Hollande che ripete "Io presidente della Repubblica" durante l'ultimo dibattito televisivo con Sarkozy prima del secondo turno delle presidenziali francesi, previsto per domenica, è già diventato un tormentone.

Il faccia a faccia finale riassunto dal Corriere della Sera.

Jacques Attali sceglie Hollande 30.04.12

Secondo l'economista francese il candidato socialista sarà in grado di traghettare la Francia verso una nuova era di competitività, solidarietà e riforme. Attitudini ormai fuori dalla portata di Sarkozy.

Pericolo Hollande 27.04.12

L'Economist è così preoccupato dalle promesse elettorali del candidato socialista Hollande da appoggiare il presidente Sarkozy.

Although you would never know it from the platforms the candidates campaigned on, France desperately needs reform. Public debt is high and rising, the government has not run a surplus in over 35 years, the banks are undercapitalised, unemployment is persistent and corrosive and, at 56% of GDP, the French state is the biggest of any euro country.

Mr Hollande's programme seems a very poor answer to all this - especially given that France's neighbours have been undergoing genuine reforms. He talks a lot about social justice, but barely at all about the need to create wealth. Although he pledges to cut the budget deficit, he plans to do so by raising taxes, not cutting spending. Mr Hollande has promised to hire 60,000 new teachers. By his own calculations, his proposals would splurge an extra €20 billion over five years. The state would grow even bigger.

Optimists retort that compared with the French Socialist Party, Mr Hollande is a moderate who worked with both François Mitterrand, the only previous French Socialist president in the Fifth Republic, and Jacques Delors, Mitterrand's finance minister before he became president of the European Commission. He led the party during the 1997-2002 premiership of Lionel Jospin, who was often more reformist than the Gaullist president, Jacques Chirac. They dismiss as symbolic Mr Hollande's flashy promises to impose a 75% top income-tax rate and to reverse Mr Sarkozy's rise in the pension age from 60 to 62, arguing that the 75% would affect almost nobody and the pension rollback would benefit very few. They see a pragmatist who will be corralled into good behaviour by Germany and by investors worried about France's creditworthiness.

[...] It is conceivable that President Hollande might tip the balance in favour of a little less austerity now. Equally, he may scare the Germans in the opposite direction. Either way one thing seems certain: a French president so hostile to change would undermine Europe's willingness to pursue the painful reforms it must eventually embrace for the euro to survive. That makes him a rather dangerous man.

Hollande sarà il prossimo presidente francese 23.04.12

Eric Dupin non ha dubbi. L'analisi del primo turno elettorale delle presidenziali francesi e le previsioni per il 6 maggio.

Caccia ai voti 23.04.12

Le Monde analizza i possibili flussi di voto degli elettori che al primo turno hanno espresso la loro preferenza per Jean-Luc Mélenchon, Marine Le Pen e François Bayrou in previsione del secondo turno delle presidenziali francesi tra il socialista Hollande e il presidente Sakozy.

Il Robin Hood di Francia 28.02.12

Il candidato socialista nelle elezioni presidenziali francesi Francois Hollande ha annunciato che i redditi più alti dovrebbero dovrebbero essere tassati al 75%.

L'aliquota per i redditi al di sopra di 1 milione di euro dovrebbe essere del 75% perché non è possibile avere quel livello di reddito.

Il nome della rosa 16.10.11

Francois Hollande

Francois Hollande è stato nominato candidato all'Eliseo per il Partito Socialista da una straordinaria partecipazione di popolo alle primarie francesi del centro sinistra.
Dopo aver battuto nettamente la Aubry l'ultimo scoglio resta Sarkozy a trent'anni dall'elezione di Mitterrand, unico presidente socialista della Quinta Repubblica.
Sulla carta sembrerebbe tutto semplice.

L'asse Letta Hollande 01.05.13

Letta e Hollande per mano a Parigi

Il neo premier Enrico Letta ha definito i suoi viaggi a Berlino, Parigi e Bruxelles come una questione di politica interna. L'Europa come casa comune; speranza e non minaccia. Oggi più che mai i problemi italiani si risolvono in una dimensione europea. Assieme al presidente Hollande si rafforza l'asse che intende spingere il continente fuori dalla recessione puntando sulla crescita senza compromessi.

L'insediamento di Hollande 15.05.12

L'insediamento di Hollande all'Eliseo

Il neo eletto presidente francese si è insediato all'Eliseo. Il socialista Hollande succede a Sarkozy con l'impegno di indirizzare il suo mandato sulla proposta di un nuovo patto di crescita per l'Unione Europea.

Fonte: Le Monde

Hollande eletto presidente 06.05.12

Francois Hollande

I francesi scelgono il cambiamento. Il leader socialista sarà il ventiquattresimo presidente della Repubblica francese grazie a circa il 52% dei voti.

Fonte: Le Monde