tizianocavigliablog
Lasciate un messaggio dopo il glor.

iWork per il resto di voi 13.02.15

Apple ha reso disponibile per chiunque (precedentemente era disponibile solo per chi possedeva device progettati a Cupertino) la sua suite di produttività iWork su iCloud, regalando un 1 GB di spazio per archiviare i propri documenti nel cloud.

Confrontare le nuvole 24.04.12

Tabella dei servizi di cloud computing

I principali servizi di cloud computing messi a confronto su Gizmodo.

Arriva iTunes Match 14.11.11

Rappresentazione grafica di iTunes Match

La versione 10.5.1 di iTunes porta in dote il servizio di Apple che consente di accedere da ogni dispositivo alla propria libreria musicale via iCloud per 25 dollari. Solo per gli utenti americani.

La nuvola ci è caduta sulla testa 11.11.11

Screenshot di Apple

Il servizio iCloud di Apple è down. Potrebbe esserci una correlazione con l'imminente lancio di iTunes Match.

As we prepare for the launch of iTunes Match, we will be deleting all current iCloud libraries on Saturday, November 12th at 10 AM PST.

Please turn off iTunes Match on all of your computers and iOS devices. On your computer, choose Store > Turn off iTunes Match. On your iOS device, tap Settings > Music, then turn off iTunes Match. On your Apple TV, please choose Music > Turn off iTunes Match.

The songs on your computer should not be affected. As always, please backup regularly and do not delete the music you add to iCloud from your computer.

[23:24] La situazione sembra tornare alla normalità.

Le trattative tra Apple e Dropbox 19.10.11

Forbes racconta che nel 2009 Apple aveva intenzione di acquisire Dropbox, il servizio di storage in the cloud più dirompente degli ultimi anni, ma i piani di Jobs si arenarono contro la risoluta fermezza di uno dei fondatori.

La settimana scorsa è uscito iCloud, l'unica nuvola di cui adesso ho bisogno.

Migrare tra le nuvole 25.06.11

Apple pubblica una guida per migrare senza problemi da MobileMe ad iCloud.

Il nome della rosa 21.05.05

La copertina de 'Il nome della rosa' di Umberto EcoE' uno dei capolavori della letteratura italiana del '900.
Eco in questo romanzo supera se stesso. Un libro che è diventato un successo internazionale contro ogni pronostico e ogni aspettativa.

Ad un primo approccio le avventure medievali di Guglielmo da Baskerville e del suo protetto Adso possono apparire ostiche, ma la trama degna del miglior giallo d'azione, i continui riferimenti storici e letterari rendono questo testo una piccola perla in un oceano di qualunquismo.

Un romanzo intelligente e diverente, un romanzo che a dispetto di tutto e di tutti chiunque più leggere e trarne piacere.

Il nome della rosa è uno di quei libri che non possono mancare in ogni casa.

 

Quell'estate senza un iPhone 06.06.11

Tra le molte succose novità di Apple che oggi ci attendono nel keynote a San Francisco in occasione del WWDC, forse Jobs in persona si lascerà sfuggire qualche indiscrezione anche sul futuro iPhone 5.

E' iniziata l'era della nuvola 06.06.11

Steve Jobs al WWDC 2011

A luglio arriverà un sistema operativo tutto nuovo a soli 23,99 euro per cinque licenze. Dimenticatevi pure come si fa a salvare un documento, lui penserà a tutto per noi. E sincronizzerà ogni cosa su qualunque dispositivo ci portiamo appresso.
Avremo tutto a portata di tocco. Sempre e ovunque.
Lion si scaricherà dal Mac App Store e sarà già pronto e operativo senza il bisogno di riavviare.
Per la cronaca, hanno tolto il prefisso Mac al nome. Da oggi sarà solo OS X.

iOS cambia volto a partire da quest'autunno con l'arrivo della versione 5. Tutto girerà attorno alle notifiche, a partire dalla schermata iniziale più coerente e ricca di contenuti. Notification Center si prenderà cura di tutte le nostre conversazioni, dagli sms a Twitter.
Arriva un'app dedicata a giornali e riviste in abbonamento. Si chiamerà Newsstand.
Dite addio ai cavi. Finalmente iPhone e iPad si libereranno dal vincolo con un PC/Mac per l'attivazione e la sincronizzazione. Funzionerà tutto via wifi o rete cellulare.
iOS 5 vivrà di vita propria.

Tenere il nostro lavoro e il nostro tempo libero sincronizzati senza il minimo sforzo e in tempo reale è la promessa di iCloud. MobileMe è morto, lunga vita alla nuvola.
iCloud è il digital hub che ci permetterà di non doverci più preoccupare di replicare i nostri contenuti e le nostre librerie multimediali su tutti i nostri dispositivi. Ogni foto scattata sarà immediatamente disponibile su ogni dispositivo, e così per ogni canzone, libro, contatto, documento o appuntamento.
Il servizio sarà gratuito e funzionerà non solo su Mac e PC, ma è stata data la possibilità anche a sviluppatori di terze parti di poter accedere alle API per sviluppare prodotti che lo implementeranno.
iTunes nella nuvola si chiamerà iTunes Match. Il servizio permetterà di usufruire di iCloud anche per i brani non acquistati su iTunes Store.
La funzionalità sarà capace di individuare i brani presenti nella libreria di iTunes e replicarli automaticamente su tutti i nostri dispositivi, attingendo ad catalogo di 18 milioni di brani. Nessun upload, nessuna perdita di tempo e di fatto un condono tombale per svariati GB di musica a 24,99 dollari l'anno.

Apple ha cambiato tutto. Di nuovo.

Nota finale, Steve era in gran forma e questa è sempre una buona notizia.

Steve Jobs torna protagonista sul palco del WWDC 31.05.11

Apple annuncia che l'iCEO sarà sul palco del WWDC il 6 giugno alle 10 del mattino, ora del Pacifico, per presentare i nuovi sistemi operativi Mac OS X 10.7 Lion e iOS 5, oltre all'atteso servizio iCloud.

iCloud 28.04.11

Gli ultimi rumor sul chiacchierato futuro servizio di cloud computing di Apple ne svelano il possibile nome, iCloud, e ipotizzano un più che probabile abbonamento annuo pari a 20 dollari.

La rivoluzione di Apple passa per la nuvola 06.06.11

Il Moscone Center allestito per il WWDC 2011

Steve Jobs al WWDC 2011 ha presentato le nuove versioni dei due sistemi operativo di Apple, OS X Lion e iOS 5 e l'attesissimo hub digitale iCloud. La promessa, mostrata dal palco del Moscone Center, è quella di liberare gli utenti da fastidiose sincronizzazioni e grovigli di cavi, assicurando intuitività d'uso, affidabilità e l'ingresso nell'era post PC.

Fonte: TLUC Blog