tizianocavigliablog
Ha dimostrato il paradosso del gatto imburrato.

L'enzima artificiale che digerisce la plastica 17.04.18

Gli scienziati della Portsmouth University del Regno Unito e del National Renewable Energy Laboratory del Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti hanno incidentalmente modificato un enzima scoprendo che la nuova variante è in grado di digerire più efficacemente il polietilene tereftalato rispetto al suo omologo naturale.
La scoperta è frutto di una ricerca compiuta esaminando la struttura di un enzima naturale trovato in un centro di riciclaggio dei rifiuti in Giappone. La nuova versione della proteina è stata ribattezzata Ideonella sakaiensis 201-F6.

Scientists have created a mutant enzyme that breaks down plastic drinks bottles – by accident. The breakthrough could help solve the global plastic pollution crisis by enabling for the first time the full recycling of bottles.

The new research was spurred by the discovery in 2016 of the first bacterium that had naturally evolved to eat plastic, at a waste dump in Japan. Scientists have now revealed the detailed structure of the crucial enzyme produced by the bug.

The international team then tweaked the enzyme to see how it had evolved, but tests showed they had inadvertently made the molecule even better at breaking down the PET (polyethylene terephthalate) plastic used for soft drink bottles. "What actually turned out was we improved the enzyme, which was a bit of a shock," said Prof John McGeehan, at the University of Portsmouth, UK, who led the research. "It's great and a real finding."

The mutant enzyme takes a few days to start breaking down the plastic – far faster than the centuries it takes in the oceans. But the researchers are optimistic this can be speeded up even further and become a viable large-scale process.

Come riconoscere i punti di riferimento di Pechino attraverso lo smog 08.12.15

Lo smog a Pechino e i monumenti invisibili disegnati

Contorni disegnati. La realtà aumentata alla maniera degli abitanti di Pechino per individuare grattacieli e monumenti nello skyline della città avvolta dallo smog.

Quanta CO2 c'è nell'atmosfera? 04.12.15

Bloomberg ha realizzato Carbon Clock, un'infografica che mostra in tempo reale la concentrazione di anidride carbonica nell'atmosfera e presenta i dati scientifici sul rapporto tra i gas serra, prodotti da attività umane, e il riscaldamento globale.

La Pechino di Blade Runner 28.11.15

Inquinamento a Pechino come in Blade Runner

Ancora una giornata alla Blade Runner per la capitale cinese. Alla vigilia della conferenza sul clima COP 21, a Pechino i livelli di particelle inquinanti fanno registrare valori 15 volte superiori alla soglia sopportabile dall'uomo.

Il cielo di Pechino con parata e senza parata 04.09.15

Pechino senza smog e con prima e dopo una parata militare

L'APEC blue è tornato in occasione della parata militare per il 70esimo anniversario della fine della campagna del Pacifico durante la Seconda Guerra Mondiale.
Un cielo terso nei giorni precedenti alla parata che poi ha subito lasciato spazio al consueto colore smog una volta termita.

L'India ha un problema con l'inquinamento 24.02.15

Mappa PM 2.5 in India

Un grosso problema. Tra le venti città più inquinate al mondo 13 si trovano in India.
Un livello di inquinamento tale che sta incidendo pesantemente sull'aspettativa di vita di oltre un miliardo di persone.

Solo grazie a Dio stavolta 21.08.08

Ehi, l'hanno frainteso.
Possibile che nessuno si alzi e ce lo mandi?

Telefonia mobile 19.08.08

Quando semplificare significa tagliare le tariffe più convenienti.

Qui al massimo posso prendere un kebap 16.04.08

Cucina da strada a New York.

Un tramonto virtuale a Pechino 20.01.14

Megaschermo a Pechino mostra il tramonto per pubblicità

Gli abitanti di Pechino soffocati dalla frequente cappa di smog vengono costantemente privati della bellezza dei tramonti, ma l'installazione di uno schermo gigante che trasmette un tramonto virtuale non è frutto dell'attenta pianificazione del Partito volta alla felicità collettiva, quanto un più banale messaggio pubblicitario.

La foto comunque è stata scattata il 16 gennaio, una giornata in cui il livello di PM2,5 (le polveri sottili) ha raggiunto i 671 microgrammi per metro cubo, dove il limite stabilito dall'Organizzazione Mondiale della Sanità è fissato a 25.

I paragoni ci sono eccome 17.12.07

Anche quest'anno ho risparmiato sui regali di Natale grazie ad acquisti online.
Per la precisione 21,57 Euro (spese di spedizione incluse).

Con buona pace dell'annoiato commesso di Trony.

I colori dell'inquinamento a Pechino 18.03.13

Inquinamento a Pechino

Una documentazione visiva dei livelli di inquinamento della capitale cinese nelle immagini scattate dal fotoreporter Wei Yao durante i giorni del Congresso Nazionale del Popolo.

Giungla tossica 01.02.13

Inquinamento a Pechino

L'Atlantic ha un'impressionante galleria fotografica per confrontare i livelli di inquinamento dell'aria in Cina.

Pechino come Blade Runner 21.01.13

Inquinamento a Pechino

L'impressionante inquinamento atmosferico fa assomigliare la capitale cinese allo skyline distopico di Blade Runner.

Il cielo sopra Pechino 15.01.13

Inquinamento sopra Pechino

Il 12 gennaio nella capitale cinese l'indice di qualità dell'aria, che rappresenta il valore dell'inquinamento atmosferico in una scala che va da 0 a 500, era stimato a 775. Un valore pari a 300 è considerato pericoloso per gli esseri umani. Lo stesso giorno a New York l'indice era a quota 19.
Intanto i produttori di purificatori d'aria fanno affari d'oro e i prezzi continuano a salire.

Benvenuti al LitCamp 12.05.07

Pechino, la nuova Londra di fine '800 19.11.10

Lo smog a Pechino

Un tweet dell'ambasciata americana a Pechino descrive involontariamente il livello d'inquinamento nella capitale cinese come "crazy bad" e ne scoppia una caso.

The outlandish description appeared on the @beijingair Twitter account late yesterday when levels of PM2.5 tiny particulate matter surged past 500, about 20 times higher than the guideline issued by the World Health Organisation.

The "crazy bad" terminology – which was at odds with the normally sober and scientific language of the Twitter account – appeared to have been a joke embedded in the embassy's monitoring program and triggered by a reading that was off the normal scale.

US officials quickly deleted "crazy bad" and replaced it with the term "beyond index", but not before the original message was widely retweeted by shocked Beijingers.

The wilder wording was probably closer to capturing the danger posed by pollution at these levels, which has been linked to brain damage, bronchial disease and heart attacks.

Several residents said "crazy bad" was refreshingly frank, particularly given the reluctance of Chinese officials to disclose real-time pollution data or any measurements of ozone or PM2.5 particulate matter.

Difendere l'inquinamento 15.04.10

Ieri il Senato della Repubblica Italiana ha approvato una mozione della destra (la n. 248 Testo 3) che impegna il governo a rivedere tutta la politica ambientale e energetica italiana e europea. In breve, ieri i senatori del PDL hanno detto apertamente che conviene "inquinare di più", il che naturalmente è nei loro poteri di indirizzo, ma per giustificare questa inversione a U hanno approvato un atto infarcito di falsità e pressappochismo, abbracciando le più improbabili tesi negazioniste sia nel testo che nella discussione. L'obbiettivo è quello di allentare i cordoni della legislazione europea sui cambiamenti climatici.

Via iMille.

Allarme ambientale nel Lambro 23.02.10

Un vigile urbano soccorre un germano reale nell'area inquinata del Lambro

Circa 600 mila litri di oli combustibili sono stati riversati nel Lambro dal vicino ex stabilimento della Lombarda Petroli. E' un atto doloso.

Se adesso Google inquina 12.01.09

Google chiude la faccenda. Con i fatti.

Recently, though, others have used much higher estimates, claiming that a typical search uses "half the energy as boiling a kettle of water" and produces 7 grams of CO2. We thought it would be helpful to explain why this number is *many* times too high. Google is fast - a typical search returns results in less than 0.2 seconds. Queries vary in degree of difficulty, but for the average query, the servers it touches each work on it for just a few thousandths of a second. Together with other work performed before your search even starts (such as building the search index) this amounts to 0.0003 kWh of energy per search, or 1 kJ. For comparison, the average adult needs about 8000 kJ a day of energy from food, so a Google search uses just about the same amount of energy that your body burns in ten seconds.

In terms of greenhouse gases, one Google search is equivalent to about 0.2 grams of CO2. The current EU standard for tailpipe emissions calls for 140 grams of CO2 per kilometer driven, but most cars don't reach that level yet. Thus, the average car driven for one kilometer (0.6 miles for those in the U.S.) produces as many greenhouse gases as a thousand Google searches.

La maratona con le mascherine 19.10.14

Partecipanti con le mascherine alla maratona di Pechino

Per colpa del livello di smog a Pechino molti partecipanti alla maratona hanno completato il percorso indossando mascherine protettive.

Fonte: BBC News

L'aria che tira a Pechino 11.10.14

Inquinamento a Pechino

Negli ultimi giorni i livelli di polveri sottili nella capitale cinese hanno raggiunto i 496 microgrammi per metro cubo, 20 volte superiori a quelli considerati accettabili dall'Organizzazione Mondiale della Sanità.

Fonte: Euronews

Un tuffo nel fiume Yamuna 19.03.14

L'inquinamento del fiume Yamuna

Un ragazzo si tuffa nel fiume Yamuna, uno dei corsi d'acqua più inquinati al mondo. Il suo corso attraversa le città indiane di Delhi, Agra, Mathura e Vrindavan raccogliendo ogni genere di rifiuti.

La Cina settentrionale scompare nello smog 21.10.13

Smog in Cina

Preoccupano gli altissimi valori di inquinamento presenti nell'aria nelle principali città della Cina settentrionale, ovunque eccedenti i valori massimi fissati dall'Organizzazione Mondiale della Sanità.

L'aria di Pechino 12.01.13

Inquinamento a Pechino

L'inquinamento ha raggiunto livelli senza precedenti a Pechino. Le autorità della capitale hanno invitato i cittadini a non uscire di casa. Le centraline hanno fatto registrare valori di polveri sottili 14 volte superiori alla quantità ritenuta pericolosa per la salute umana.