tizianocavigliablog
Archivista delle cose strane.

Il Papa tifoso di calcio 13.03.13

Jorge Bergoglio tifoso del San Lorenzo

Jorge Bergoglio è un appassionato di calcio e di tango.
Papa Francesco è tifoso del San Lorenzo de Almagro, squadra del quartiere Boedo di Buenos Aires.

I rossoblù sono una delle squadre più titolate del campionato argentino, avendo vinto 13 titoli, l'ultimo il torneo di Clausura nel 2007. In campo internazionale il San Lorenzo ha trionfato nel 2001 nella Coppe Mercosur e nel 2002 nella Coppa Sudamericana.

Il futuro Papa in metropolitana 13.03.13

Il nuovo papa, che da giovane aveva una fidanzata con cui ballava il tango e che da adolescente ha perso un polmone a causa di una infezione respiratoria, ama viaggiare in incognito sui mezzi pubblici. Qui è sulla metropolitana di Buenos Aires.

Fedeli del terzo millennio 13.03.13

Fedeli riprendono con smartphone e tablet Papa Francesco

La significativa immagine scattata dal fotografo Michael Sohn di Associated Press questa sera in piazza San Pietro durante il discorso di Papa Francesco.

La benedizione di Papa Francesco attraverso le nuove tecnologie di comunicazione 13.03.13

Non è sfuggito che la benedizione del nuovo papa Francesco, oltre che hai fedeli presenti piazza San Pietro, a quelli davanti a televisioni e radio, sia stata estesa per la prima volta anche a chi si trovava connesso attraverso le nuove tecnologie di comunicazione.
Nel video la benedizione papale arriva al minuto 6:53.

Il primo giorno da papa di Jorge Mario Bergoglio 14.03.13

Jorge Mario Bergoglio nel suo primo giorno da papa

Papa Francesco ha iniziato la sua prima giornata dopo l'elezione al soglio petrino celebrando la Santa Messa in italiano e a braccio nella Cappella Sistina con i 114 cardinali elettori del Conclave. La sua prima omelia si è concentrata sui tre cardini che sosterranno il suo pontificato: camminare, edificare e confessare.

Fonte: Guardian

Papa Francesco venuto quasi dalla fine del mondo 13.03.13

Papa Francesco

Il quinto scrutinio del Conclave è stato decisivo per eleggere il 76enne argentino Jorge Mario Bergoglio, vescovo di Buenos Aires, al soglio pontificio. Il 266esimo successore di Pietro, primo papa non europeo dopo oltre 1.300 anni, primo gesuita e primo vescovo di Roma a giungere dall'America ha scelto l'impegnativo nome di Francesco. Padre Lombardi ha precisato che al nome scelto dal pontefice non verà aggiunto il numero cardinale sino a quando la Chiesa non avrà un Francesco II.