tizianocavigliablog
Nella tana del Sarlacc.

Stato dell'arte 31.03.08

Steve JobsZio Steve ritratto con le sue creazioni.

Ci hanno rubato le mezze stagioni e adesso si portano via pure i calendari 15.12.06

Ora posso capire che non esistano più le mezze stagioni.
Prendo atto dei cambiamenti climatici, ma a tutti quelli che, stracciandosi le vesti, affermano che:

"L'inverno sembra sparito!"

Vorrei lasciare un messaggio tranquilizzante.
L'inverno dalle mie parti incomincia il 21 Dicembre.
Diamogli almeno tempo di arrivare, prima di lamentarci di che tempo che fa.

Spingitori di spingitori 10.12.06

Perché da un gruppo di psicologi si possono sentire anche affermazioni del genere...

Formare i formatori, educare gli educatori.
Ma chi controlla i controllori?

E allora ti viene da chiederti a chi serve davvero andare in analisi.

Gaki no tsukai: il dolore è piacere [4] 31.07.06

Lunghissima puntata di Gaki no tsukai:

Cosa succede se rinchiudi, per 24 ore, quattro giapponesi in una palestra e aggiungi dei demoni pronti a infliggergli terribili punizioni corporali?

Un colpo al cerchio ed uno alla botte 15.07.06

Juventus in serie B, -30 punti, scudetti 2004-2005 e 2005-2006 revocati.
Fiorentina in serie B, - 12 punti.
Lazio in serie B, -7 punti.
Milan in serie A, -15 punti, esclusione dalla Champions League.
Moggi e Giraudo: 5 anni e radiazione.
Galliani, un anno.
Lotito 3 anni e 6 mesi.
Diego Della Valle 4 anni.
Carraro 4 anni e mezzo.
Mazzini 5 anni.
De Santis 4 anni e mezzo.
Pairetto e Lanese 2 anni e 6 mesi.
Bergamo non giudicabile.

Questa in breve la sentenza, di primo grado, della Caf.
Forse non è finita a tarallucci e vino (aspettiamo però la sentenza definitiva per dirlo), ma di sicuro lascia l'amaro in bocca per l'evidente compromesso a cui si è giunti.
Una Juventus che ottiene la B e non il baratro della retrocessione in C, mantenendo dunque l'accesso ai diritti televisivi e con probabilmente un forte sconto dei punti di penalizzazione nei successivi gradi di giudizio. In parole povere forse già nellla stagione 2007-2008 potrebbe tornare in serie A.
Al Milan solo un buffetto e al 90% potrà disputare la Coppa UEFA.
Lazio e Fiorentina, praticamente equiparate alla Juve, ma probabilmente alla fine si arriverà alla sola retrocessione in serie B senza punti di penalizzazione.

Guido Rossi alla Camera dei Deputati aveva sentenziato: "L'aspetto più preoccupante del sistema calcio è la cattura e l'asservimento di parte dei vertici e degli organi di controllo della Figc e delle sue componenti più importanti come l'Associazione Italiana Arbitri".
Bene quindi per fare giustizia ci voleva un'eliminazione fisica dei massimi dirigenti, giusto?
No, a Carraro solo quattro anni e mezzo, nemmeno cinque (il massimo della pena), ma soprattutto niente radiazione.
Un Franco Carraro che ottiene una condanna qusi del tutto equivalente a quella di un Diego Della Valle di cui si dice che sì ha commesso degli illeciti, ma solo perché la pressione estorsiva del sistema lo ha costretto.
Pairetto truccava le designazioni degli arbitri, Tullio Lanese (presidente degli arbitri) sapeva tutto, ad entrambi 2 anni e 6 mesi. Un'inezia.
Emerge che l'arbitro De Santis favoriva la Juventus in ogni modo eppure anche qui niente radiazione e nemmeno il massimo della pena consentita.
Dov'è la coerenza in tutto questo?

Come sempre per non scontentare nessuno si è finiti per fare metà giustizia nell'italica convinzione che un colpo al cerchio ed uno alla botte permetta comunque di mandare avanti la baracca e al contempo di lavarsi la coscienza.

D'altra parte i capri espiatori già si erano trovati, Moggi e Giraudo. Loro pagano per tutti e questo basta e avanza...

Scommettete che tra sette, otto anni si ritornerà all'Olimpico per sentenziare su di una nuova calciopoli?

Costa d'Avorio - Serbia Montenegro 3 - 2 21.06.06

Arbitro: RODRIGUEZ Marco
Gruppo C
Stadio: Allianz Arena Stadion

Gol:

  1. 10' ZIGIC Nikola (SCG)
  2. 20' ILIC Sasa (SCG)
  3. 37' DINDANE Aruna (CIV) rigore
  4. 67' DINDANE Aruna (CIV)
  5. 86' KALOU Bonaventure (CIV) rigore

Statistiche:

  • Tiri in porta 10 - 3
  • Tiri 20 - 6
  • Falli 13 - 22
  • Calci d'angolo 9 - 1
  • Calci di punizione 0 - 2
  • Fuorigioco 7 - 1
  • Autoreti 0 - 0
  • Ammonizioni 4 - 5
  • Espulsioni 1 - 1
  • Possesso di palla 68% - 32%

Cartellini gialli:

  1. 17' NADJ Albert (SCG)
  2. 33' KEITA Kader (CIV)
  3. 25' DUDIC Milan (SCG)
  4. 37' DULJAJ Igor (SCG)
  5. 41' DOMORAUD Cyrille (CIV)
  6. 43' DINDANE Aruna (CIV)
  7. 46+' NADJ Albert (SCG)
  8. 57' GAVRANCIC Goran (SCG)
  9. 92+' DOMORAUD Cyrille (CIV)

Cartellini rossi:

  1. 46+' NADJ Albert (SCG)
  2. 92+' DOMORAUD Cyrille (CIV)

Formazione della Costa d'Avorio:
23 BARRY Boubacar
03 BOKA Arthur
05 ZOKORA Didier
06 KOUASSI Blaise
08 KALOU Bonaventure - al posto di - 18 KEITA Kader (73')
09 KONE Arouna
14 KONE Bakary - al posto di - 02 AKALE Kanga (60')
15 DINDANE Aruna
17 DOMORAUD Cyrille
19 TOURE Yaya
21 EBOUE Emmanuel

Formazione della Serbia Montenegro:
01 JEVRIC Dragoslav
02 ERGIC Ivan
04 DULJAJ Igor
06 GAVRANCIC Goran
09 MILOSEVIC Savo - al posto di - 19 ZIGIC Nikola (67')
10 STANKOVIC Dejan
11 DJORDJEVIC Predrag
14 DJORDJEVIC Nenad
15 DUDIC Milan
17 NADJ Albert - al posto di - 20 KRSTAJIC Mladen (16')
22 ILIC Sasa

Migliore in Campo Budweiser: DINDANE Aruna (CIV)

Technorati Tags: , , , .

I gironi FIFA World Cup 2006: Gruppo B 15.06.06

Squadra P V P S GF GS Pti
Inghilterra 2 2 0 0 3 0 6
Svezia 2 1 1 0 1 0 4
Trinidad & Tobago 2 0 1 1 0 2 1
Paraguay 2 0 0 2 0 2 0

Technorati Tags: , , .

Gli stadi FIFA World Cup 2006: Commerzbank Arena 09.06.06

Situato a Francoforte ha una capacità totale di 48.132 posti a sedere.

Ospiterà 5 partite del mondiale:

  • 10/06 Inghilterra - Paraguay
  • 13/06 Corea del Sud - Togo
  • 17/06 Portogallo - Iran
  • 21/06 Olanda - Argentina
  • 01/07 Quarti di finale W55 - W56

Lo stadio ha ospitato la finale della FIFA Confederations Cup 2005 tra Brasile ed Argentina.
L'Eintracht Francoforte è la squadra di casa.

Technorati Tags: , , , .

Wikipedia in formato cartaceo per i paesi del terzo mondo 01.11.05

L'idea è quella di distribuire una versione stampata di Wikipedia per i lettori dei Paesi in via di sviluppo.
Jimmy Wales, ideatore della più grande enciclopedia collaborativa del mondo, ha annunciato la notizia, agiungendo che il contenuto di Wikipedia potrebbe anche essere scaricato su supporti quali cd e dvd per mettere una fruizione più immediata per tutti quegli utenti che non dispongono di connessioni a banda larga.

Tuttavia la versione cartacea riamene l'obiettivo primario e forse vedrà già la luce a metà 2006.
Secondo Wales rimarrebbero da discutere problemi come i fondi, la distribuzione e i contenuti, ma rimane fiducioso di completare al più presto il progetto sviluppato per fornire conoscenza a costo zero alle popolazioni africane.

Technorati Tags: , , .
Crosspost su Rhadamanth.net Weblog, Voice over IT, BlogFriends.

Ego 21.07.05

Aut Rhadamanth aut nemo.

ADSL: tutti a 4 Mbps 02.06.05

Un altro upgrade?
A quanto pare sì.

Gli utenti delle ADSL con tariffe flat di Alice (Telecom Italia) si vedranno nuovamente upgradare la loro velocità di download.
Questa volta a 4 Mbps, al solito prezzo di 36,95 euro al mese.
In pratica uniformandosi all'offerta Alice 4 Mega.

A quanto affermano sul sito:

Il passaggio alla velocità superiore sarà automatico e verrà gestito nei prossimi mesi, anche senza una tua richiesta specifica.

Non mancano già i primi commenti negativi: "meglio velocità più basse, ma prezzi ridotti", "la rete non riuscirà a reggere il carico", "la velocità di upload rimane pur sempre troppo bassa (256 Kbps n.d.r.)", ecc.

Di sicuro tra qualche mese ricomincerà la "follia da ADSL".

Dopo il blog il podcasting 13.01.05

Sembra andare sempre più di moda farsi la propria radio on-line.
Sfruttando i feed RSS diventa tutto un gioco da ragazzi.

Dal primo Gennaio è disponibile sulla gerarchia usenet it-alt.* il newsgroup per parlare di podcasting a tutto tondo:
it-alt.media.internet.podcast

Il manifesto del newsgroup.

Costituzione Europea il sì del Psf 02.12.04

Il sondaggio interno al Partito socialista francese ha conseguito il 59% di voti favorevoli alla rattifica della Carta costituzionale europea.

Il segretario socialista, Francois Hollande, grazie questa vittoria diventa l'uomo forte del partito, contro Laurent Fabius, che sosteneva il fronte del no.

Hollande ha poi chiesto a Chirac di indire un referendum nazionale per evitare strumentalizzazioni politiche.

Il presidente della Commissione Ue, Barroso, ritiene il voto "un buon segnale" in vista della ratifica del Trattato costituzionale europeo in Francia.

Firmata a Roma la Costituzione Europea 29.10.04

Sala degli Orazi e Curiazi in CampidoglioAlle 11:58 in punto, con due minuti di anticipo rispetto al programma, nella sala degli Orazi e Curiazi in Campidoglio (dove nel 1957 fu firmato il Trattato di Roma), i rappresentanti dei 25 Paesi dell'Unione hanno firmato la nuova Costituzione Europea.

Il primo Stato membro a firmare è stato il Belgio, l'ultimo il Regno Unito. Anche Bulgaria, Romania e Turchia hanno apposto la loro firma, ma non sulla Costituzione, bensì solo sull'Atto finale.

La cerimonia si è chiusa con le note dell'inno europeo, l'"Inno alla Gioia".

Molti dei discorsi si sono soffermati sul futuro iter del processo di integrazione europea: per il premier olandese Jan Peter Balkanende "questa nostra firma non è una conclusione, è una nuova partenza". E Romano Prodi, presidente uscente della Commissione europea, ha rilevato come la firma non sia un punto di arrivo.

"Nei prossimi mesi i governi dovranno impegnarsi per ottenere la ratifica del nuovo trattato da parte dei parlamenti o dei popoli: sono decisioni che non possiamo dare per scontate".

Parole trionfanti anche dal presidente dell'Europarlamento, lo spagnolo Josep Borrell: "Torniamo a Roma dopo aver scritto la storia di un successo: la riunificazione del continente, la pace tra le nostre nazioni, l'integrazione delle loro economie la solidarietà con le regioni e i paesi piu' arretrati".

E guardando al futuro, il presidente designato della Commissione Josè Manuel Durao ha rilanciato la palla ai governi: "Adesso tocca a loro ottenere la ratifica del trattato costituzionale" e "non si tratta di una decisione che si possa dare per scontata", dunque l'auspicio è che "i governanti e i popoli d'Europa" siano ora "all'altezza delle sfide cui noi tutti ci troviamo di fronte".

Preambolo della Costituzione Europea 29.10.04

Il libro delle firmeISPIRANDOSI alle eredità culturali, religiose e umanistiche dell'Europa, da cui si sono sviluppati i valori universali dei diritti inviolabili e inalienabili della persona, della libertà, della democrazia, dell'uguaglianza, e dello Stato di diritto;

CONVINTI che l'Europa, ormai riunificata dopo esperienze dolorose, intende avanzare sulla via della civiltà, del progresso e della prosperità per il bene di tutti i suoi abitanti, compresi i più deboli e bisognosi; che vuole restare un continente aperto alla cultura, al sapere e al progresso sociale; che desidera approfondire il carattere democratico e trasparente della vita pubblica e operare a favore della pace, della giustizia e della solidarietà nel mondo;

PERSUASI che i popoli d'Europa, pur restando fieri della loro identità e della loro storia nazionale, sono decisi a superare le antiche divisioni e, uniti in modo sempre più stretto, a forgiare il loro comune destino;

CERTI che, "Unita nella diversità", l'Europa offre ai suoi popoli le migliori possibilità di proseguire, nel rispetto dei diritti di ciascuno e nella consapevolezza delle loro responsabilità nei confronti delle generazioni future e della Terra, la grande avventura che fa di essa uno spazio privilegiato della speranza umana;

RISOLUTI a proseguire l'opera compiuta nel quadro dei trattati che istituiscono le Comunità europee e del trattato sull'Unione Europea, assicurando la continuità dell'acquis comunitario;

RICONOSCENTI ai membri della Convenzione europea di aver elaborato il progetto della presente Costituzione a nome dei cittadini e degli Stati d'Europa,

(segue elenco dei firmatari)

I QUALI, dopo avere scambiato i loro pieni poteri, riconosciuti in buona e debita forma, hanno convenuto le disposizioni che seguono.

Istituzioni, ruoli e regole nella nuova UE 29.10.04

L'EuroparlamentoPARLAMENTO EUROPEO Esercita, insieme al Consiglio, le funzioni legislative e di bilancio. Elegge il presidente della Commissione e ratifica la nomina del ministro degli esteri e dei commissari. Vede aumentati i suoi poteri di co-decisione ed ha l'ultima parola su tutte le spese dell'Unione. E' composto da un massimo di 750 membri. Gli stati, in base alla popolazione, avranno un minimo di sei deputati ed un massimo di 96.

CONSIGLIO EUROPEO Tale organismo viene ora istituzionalizzato. Ha l'incarico di dare all'Unione gli impulsi necessari al suo sviluppo e definire orientamenti e priorità politiche generali. Non esercita alcuna funzione legislativa. E' composto dai capi di stato e di governo degli stati membri, dal suo presidente e da quello della Commissione. Il ministro degli esteri partecipa ai lavori.

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO EUROPEO Novità introdotta dalla Costituzione: presiede i lavori del Consiglio europeo, ne assicura preparazione e continuità. Ha la rappresentanza esterna dell'Unione "senza pregiudizio delle responsabilità del ministro degli esteri". E' eletto dal Consiglio europeo per un mandato di 30 mesi, rinnovabile una volta. Può far parte di altre istituzioni europee, non può avere mandati nazionali.

CONSIGLIO DEI MINISTRI Insieme all'Europarlamento svolge funzioni legislative e di bilancio. E' composto da un rappresentante di ogni stato membro a livello ministeriale per ciascuna delle sue formazioni. Ad eccezione di quello Esteri la presidenza di ogni consiglio viene fatta a rotazione ugualitaria da un gruppo di tre paesi per diciotto mesi.

COMMISSIONE EUROPEA Promuove l'interesse generale europeo e prende le iniziative appropriate a tale fine. Verifica il rispetto della Costituzione e l'applicazione del diritto dell'Unione sotto il controllo della Corte di giustizia. Promuove ogni atto legislativo salvo quelli per cui la Costituzione dispone altrimenti. Assicura la rappresentanza esterna dell'Unione tranne su politica estera e difesa comune, promuove la programmazione annuale e pluriennale. E' composta da un commissario per ogni stato membro fino alla seconda legislatura dopo l'approvazione della Costituzione. Successivamente (presumibilmente dal 2014) i suoi componenti saranno ridotti ai due terzi degli stati membri, salvo diversa decisione presa all'unanimità dal Consiglio europeo.

PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE Definisce gli orientamenti nel quadro in cui la Commissione esercita la sua missione, sceglie i commissari, può nominare dei vicepresidenti della Commissione. E' eletto dall'Europarlamento su proposta del Consiglio europeo.

MINISTRO DEGLI ESTERI Contribuisce all'elaborazione di una politica estera, di sicurezza e di difesa comune. Presiede il Consiglio affari esteri. E' vicepresidente della Commissione. Viene eletto dal Consiglio europeo d'accordo con il presidente della Commissione e con ratifica dell'Europarlamento.

PROCEDURE LEGISLATIVE La Costituzione provvede ad una drastica riduzione. Erano oltre venti sono state limitate ad un terzo.

CORTE DI GIUSTIZIA Assicura il rispetto dei diritti nell'interpretazione e l'applicazione della Costituzione. Comprende anche il tribunale di grande istanza ed i tribunali speciali. E' formata da un giudice per ogni stato membro.

MAGGIORANZA QUALIFICATA A partire dal 2009 sara' basata sul 55 per cento degli stati membri, con un minimo transitorio di quindici che rappresentino almeno il 65 per cento della popolazione complessiva. Quando le decisioni riguardano provvedimenti che non sono proposti dalla Commissione o dal ministro degli esteri, per la maggioranza occorrono il 72 per cento degli stati, pari ad almeno il 65 per cento della popolazione. Resta il diritto di veto in tema di fiscalità e ci sono formule di maggioranza diverse per la cooperazione giudiziaria, la politica sociale sociale e quella estera. Sono facilitate, in alcuni settori, le cooperazioni rafforzate.

GOVERNANCE ECONOMICA La Costituzione attribuisce più poteri alla Commissione nella sorveglianza dei conti pubblici nella sola fase di verifica di deficit eccessivo, ma non in quella sulle misure per ridurlo. Ai paesi dell'eurozona è attribuito il potere di valutare l'ingresso di nuovi membri in Eurolandia. Viene allegata una dichiarazione in cui si riafferma l'impegno a rispettare il dettato del Patto di stabilità.

DIRITTO DI INIZIATIVA POPOLARE Se un milione di cittadini europei, suddivisi su un numero di paesi ancora da determinare, lo richiede, la Commissione sarà invitata ad adottare un' iniziativa legislativa.