tizianocavigliablog
Guardia di porta.

La tregua di Natale 100 anni dopo 25.12.14

Cento anni fa, oggi, sul fronte occidentale decine di migliaia di soldati di entrambi gli schieramenti, senza avvisare i rispettivi comandi, uscirono dalle trincee e allo scoperto si scambiarono auguri di Natale, doni e saluti. Giocarono a calcio, scattarono fotografie e seppellirono i commilitoni caduti.
Quel giorno divenne famoso come la tregua di Natale. Un giorno di fratellanza e di pace negli anni tragici della Prima Guerra Mondiale.

Un giorno raccontato quest'anno in due diversi spot televisivi.
In quello della catena britannica di supermercati Sainsbury's e in quello istituzionale della RAI che fa parte della serie dedicata a raccontare l'Unione Europea durante il semestre di presidenza italiano.

La marcia indietro sul canone speciale RAI 21.02.12

Da viale Mazzini fanno sapere che i possessori di computer, tablet e smartphone non dovranno pagare alcun canone, seppur speciale.
Resta la perdita di credibilità di una struttura pubblica incapace di leggere il progresso digitale del paese.

Il canone speciale RAI 20.02.12

Il canone speciale che la RAI vorrebbe imporre a imprenditori e liberi professionisti che possiedono computer, tablet o smartphone sul luogo di lavoro, tirando il ballo il famigerato regio decreto legge del 1938 che prevede chiunque detenga uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle radioaudizioni è obbligato al pagamento del canone di abbonamento, è il tipico segno di un medioevo digitale.

Lo sfogo di Santoro 10.06.11

Il liberatorio sfogo di Santoro alla Sono incazzato nero e tutto questo non lo accetterò più contro la penosa demagogia di Castelli e Brunetta, nell'ultima puntata di Annozero, farà storia.

Sant'Oro 06.06.11

Santoro, cacciato dalla RAI, porterà con tutta probabilità uno share a due cifre in dote a La7.

Notizie che ti riconciliano con il canone.

Un lungo flop chiamato Sgarbi 19.05.11

Il nuovo programma di Sgarbi su RAI 1 Ci tocca anche Vittorio Sgarbi chiude per flop di ascolti, durando appena lo spazio di una sera.

Tutto sommato c'è ancora speranza per questo Paese.

Il flop di Giuliano Ferrara 29.04.11

Malvino racconta il calo vistoso di share tra il TG1 e Affari tuoi, proprio mentre va in onda Qui Radio Londra.
Qui non si avevano dubbi.

Niente proiezioni sulle elezioni per la RAI 19.04.11

La RAI priverà i telespettatori delle proiezioni sulle principali sfide nell'imminente tornata elettorale amministrativa, tarpando le ali alle edizioni straordinarie e allineandosi alla posizione di Mediaset. Lasciando la palla a La7 e Sky Tg 24.

Una decisione strategica che ha tutto il sapore di un favore al principale concorrente.

Orchite 14.03.11

Screenshot di RAI

Fabbricano i figli. Li selezionano. Vogliono decidere della nascita e della morte in base a quello che di loro la tecnologia, la tecnoscienza.

Così Ferrara a proposito dei giapponesi, in un baccanale di stereotipi culturali nella puntata inaugurale di Qui Radio Londra sulla paura nucleare.

Tremila noccioline a puntata 10.03.11

Il compenso di Ferrara per Qui Radio Londra, spottone di cinque minuti pro Berlusconi, in onda dal lunedì al venerdì dopo il Tg1. Si partire il 14 marzo.

Silvio forever 04.03.11

Il trailer del film Silvio forever autobiografia non autorizzata di Silvio Berlusconi, censurato dalla RAI, e in uscita nelle sale dal 25 marzo di Roberto Faenza e Filippo Macelloni e con la sceneggiatura di Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo.

E no, non è un porno.

Quello che manca al Festival di Sanremo 15.02.11

Quello che manca al Festival di Sanremo sono dei bravi autori.

Nel 2011 non è più possibile assistere a venti minuti di intro basata sul nulla e scoppiettante come una supposta di benzodiazepine.

Il nuovo logo RAI 04.05.10

Liberiamoci delle acca 02.05.10

Gli errori grammaticali del TG1

La nuova iniziativa del TG1.

Carbonari postmoderni 26.03.10

ieri notte mi sono sentito un carbonaro postmoderno dell'era Internet: la qualità complessiva forse non era un granché, ma il significato simbolico era inestimabile.
Prima di allora, io manco lo vedevo, a Santoro. Ieri, invece, non soltanto l'ho seguito con partecipazione, ma ho anche versato l'orgoglioso obolo.

Via aWilito.

Santoro di notte 25.03.10

Per gli smemorati. RAI per una notte. Alle 21:00, questa sera.

Spirito critico 25.03.10

Gianluca Neri su RAI per una notte.

Avete presente quella sensazione che uno ha una volta ogni 5 anni, di stare assistendo a un evento storico?

Calligrafia riformista 24.03.10

La firma di Barack Obama sulla legge di riforma sanitaria

Barack Obama ha usato ventidue penne per firmare la legge sulla riforma sanitaria, distribuite poi a chi maggiormente ha contribuito a questo successo.

RAI per una notte 19.03.10

Cari amici, per realizzare la manifestazione – trasmissione di Giovedì 25 Marzo dal Paladozza di Bologna, giornalisti, cameraman, elettricisti e operai lavoreranno gratis. Il volontariato, tuttavia, non basterà a coprire i costi necessari alla realizzazione dell’evento. Vi chiedo perciò di contribuire donando 2 euro e 50 ciascuno e mi auguro che siate più di cinquantamila ad aiutarci a realizzare la nostra iniziativa. Raggiungere questo obiettivo sarà la prima importante risposta alla censura. Fate dunque girare questo appello tra i vostri amici e ringraziateli da parte mia per il loro aiuto.

Via Michele Santoro.

Save Bruno 03.03.10

Scusa se l'importante era dare la notizia 03.03.10

La dignità dei giornalisti 28.02.10

Caro Presidente, ti scrivo a nome mio e credo di tutti i cittadini che hanno a cuore la verità e la dignità della professione giornalistica in questo Paese. Premetto subito che qui non si tratta di destra o sinistra, della legittimità o meno del direttore del Tg1 di esporre la sua linea editoriale (personalmente credo che il direttore di un tg abbia il diritto di dire il suo pensiero, la sua opinione). Qui si tratta di deontologia professionale e della funzione fondamentale del giornalismo. Ieri il tg1 delle 13.30 come sai ha dato una notizia falsa. Ecco credo che nessuno di noi possa e debba accettare questo. Mi aspetto quindi una reazione esemplare dell’Ordine rispetto a un episodio che umilia la professione giornalistica e i cittadini.

Via Arianna Ciccone.

Etica spicciola 04.02.10

Siamo aperti al perdono, e seguiremo con attenzione un ravvedimento autentico e non strumentale di Morgan.

Diego Masi, direttore generale della RAI.

Noemi al debutto in Rai 27.01.10

La bravura paga ancora.

A cose fatte 01.01.10

Buongiorno. Buon anno. Siete svegli? Siete ancora sbronzi e gonfi di cibo? Siete della scuola valzer viennese sonnecchioso? Comunque siate messi, qualunque cosa facciate, spero che il vostro 2010 sia tutto nuovo e stimolante. Il mio lo sarà di sicuro, perché fino a ieri ho lavorato a Radio Due, e da domani cambia tutto. Il programma che conducevo insieme a Luca Sofri, Condor, è stato chiuso: quella di oggi pomeriggio sarà l'ultima puntata.
[...]
Alcuni di quelli che ho conosciuto alla RAI mi hanno insegnato tante cose. Di alcuni sono diventato amico. Altri mi hanno fatto girare le balle, ma poi mi è passata sempre. A tutti, e alla RAI stessa, dico semplicemente grazie dal profondo del cuore. I miei genitori mi hanno insegnato che si fa così.

Via Freddy Nietzsche.

L'archivio delle puntate di Condor 30.12.09

Un regalo di Natale per veri appassionati. Da veri appassionati.

L'ultimo giorno del Condor 22.12.09

Oggi verrà trasmessa l'ultima puntata di Condor in diretta, dalle 16 alle 17 su Radio 2.
Con le registrate e le tematiche si proseguirà sino al 4 gennaio.

Qui non si è ancora metabolizzato il trauma.

Condor lo conosci? 26.10.09

Le acque si agitano dopo la decisione di cancellare Condor.

El Condor pasa 23.10.09

Chiudete Condor con una motivazione che non regge. Legittimo.

Da gennaio sarò costretto a trovare una nuova radio.

Guardati cocco non fare lo sciocco 29.09.09

L'onorevole Carlucci sullo scadimento dei programmi RAI e la mancanza di cultura in tv.

Non vi lasciamo mai soli 07.09.09

Francesco Costa mette in guardia su un possibile nuovo caso Villari che potrebbe scoppiare a seguito della decisione di Mauro Masi, di forzare i tempi sulle nomine di RAI 3, senza aspettare la fine del congresso PD e le conseguenze (disastrose, as usual) per il partito stesso.

Videocracy 27.08.09

Parola di Minzolini 24.06.09

Oggi penso che se noi avessimo raccontato di più la vita privata dei leader politici forse non saremmo arrivati a tangentopoli, forse li avremmo costretti a cambiare oppure ad andarsene.Non è stato un buon servizio per il paese il nostro fair play: abbiamo semplicemente peccato di ipocrisia.
[...] La distinzione fra pubblico e privato è manichea: ripeto, un politico deve sapere che ogni aspetto della sua vita è pubblico. Se non accetta questa regola rinunci a fare il politico.

Così Augusto Minzolini nel 1994.
In seguito, la nomina a direttore del Tg1, gli ha fatto cambiare idea.

Doverosi riequilibri informativi 15.04.09

La vignetta di Vauro su Berlusconi

Adesso vi fermate e mi spiegate con calma perché la satira di Vauro è "gravemente lesiva dei sentimenti di pietà dei defunti" e per questo deve essere sospeso, mentre non si è fatto un plissé sul servizio del Tg1 che elencava entusiasticamente gli ascolti record avuti grazie al terremoto in Abruzzo.

Indice di ascolto 07.04.09

Rai.tv 10.02.09

Tutti, ma proprio tutti (Rai Tween compreso) i canali RAI in diretta su internet.

Villariade 19.01.09

Villari:

non vogliono che la Commissione funzioni, ma esclusivamente la disponibilità del mio incarico, la poltrona.

Loro, eh?

Brokeback RAI 09.12.08

A fine 2008 c'è ancora chi ha paura dei gay.
Sembra incredibile, vero?

La poltrona precede il partito 20.11.08

Villari non ha intenzione di dimettersi, e fin lì si poteva anche prevedere.
Ciò che mi preoccupa davvero è il PD e non per le decisioni che dovrà prendere a riguardo, ma per quelle che ha già preso. Ovvero candidare un personaggio come Villari.

Largo ai giovani 18.11.08

Veltroni si dice soddisfatto per l'intesa sul nome di Zavoli alla presidenza della commissione di vigilanza RAI.

Non resta che farlo presente a Villari.

Fiction 13.11.08

Siamo proprio sicuri di volere ad ogni costo Leoluca Orlando come presidente della commissione di vigilanza RAI?
Così giusto per sapere.

Non dirmelo che non so come va a finire 06.10.08

Il protagonista muore alla fine della terza stagione, dopo un cliffhanger.
Ma poi risorge all'inizio della quarta.

La Bibbia su Rai Educational 2.

Il blogger inesperto 16.08.08

A casa RAI si sono offesi dopo aver scoperto che aprendo un blog si possono incontrare disturbatori di varia natura e raccogliere centinaia di commenti negativi, alcuni dei quali condivisibili, in poche ore.

E' chiaro che Giampiero De Luise, inviato RAI a Pechino per la cura del sito RAI Sport, non ha saputo riconoscere provocazioni e provocatori, non ha avuto la minima idea su come arginarli e non ha previsto che potessero nascere polemiche e proteste sui contenuti trattati e sul servizio offerto dalla rete olimpica.

Quindi vi saluto e mi astengo definitivamente da qualsiasi ulteriore post. So bene che anche questo sarà per alcuni ulteriore motivo di polemica, ma in tutta franchezza ho impegni più seri e importanti ad assolvere.

E' peraltro probabile che costui non abbia mai visto un forum in vita sua.

Il commento più significativo in un blog di quattro post:

come mai pippo che è un cane dorme in una cuccia e pluto, anch'esso un cane ha una casa tutta sua? non è un principio di desugaglianza che fa pensare i bambini che nn tutti possano arrivare in alto come te?

Intervento da tergo 08.06.08

Logo di Euro 2008

Fermatevi un attimo a riflettere su cosa sarebbero gli europei senza il commento di Salvatore Bagni, Fulvio Collovati, Beppe Dossena, Ubaldo Righetti e Carolina Morace a supporto delle affermazioni di Marco Civoli, Gianni Cerqueti, Stefano Bizzotto, Carlo Nesti, Gianni Bezzi e Alessandro Forti.

E cosa rimarrà di quelle acute osservazioni tecniche a fine partita.

Perdute nel tempo come lacrime nella pioggia.

Lev stasera ti rivolterai nella tomba 21.10.07

Passi che ogni volta che guardo Rai Uno mi rammentino quanti giorni mancano all'evento dell'anno, ma adesso ricordarmelo anche via sms mi pare di cattivo gusto.
Per fortuna questa sera sarà la sera.
Già mi immagino milioni di televisori sintonizzati su Guerra e Pace.

Vi svelo un segreto, io me lo perderò.
Ecco l'ho detto.

Reality: non c'è ne mai abbastanza 23.12.04

In effetti un po' se ne sentiva la mancanza su Rai 1.
Meno male che il reality è giunto anche lì.

Sciopero 3 30.11.04

La direzione del Tg1 "ha violato la più elementare delle norme del contratto nazionale di lavoro censurando il comunicato della Federazione Nazionale della Stampa di solidarietà allo sciopero dei sindacati contro la manovra finanziaria e la riforma fiscale del governo": è cio che afferma in una nota il cdr della testata diretta da Clemente Mimun in una nota.

"L'azienda aveva autorizzato, nel rispetto della legge e del contratto nazionale di lavoro, la messa in onda del comunicato della Fnsi - si legge nella nota -. Ma la direzione del Tg1 non ha preso in considerazione il comunicato, contravvenendo persino all'indicazione della direzione generale della Rai. Ancora una volta - conclude il cdr - la direzione del Tg1 si è resa responsabile della violazione delle regole sindacali".

Anche il comitato di redazione del Tg2 "protesta con forza contro la decisione della direzione della testata di non leggere nell'edizione delle 13 il comunicato della Fnsi a sostegno dello sciopero generale di oggi contro la manovra finanziaria e la riforma fiscale del governo".

Lo si legge in una nota dello stesso Cdr. Il Cdr "denuncia da parte della direzione un comportamento antisindacale e di censura in quanto il comunicato aveva ricevuto il via libera dalla direzione generale".

La Fnsi, l'Usigrai e l'Associazione stampa romana denunciano "la manomissione compiuta dai direttori di Tg1 e Tg2 che sono intervenuti sul testo del comunicato relativo allo sciopero generale di cui era stata chiesta lettura ai sensi del contratto nazionale di lavoro giornalistico". "La richiesta - spiegano le tre organizzazioni in una nota congiunta - era stata inoltrata alla Rai nel rigoroso rispetto delle procedure contrattuali e la Rai aveva dato l'ok".
Secondo Fnsi, Usigrai e Asr, si configura perciò "un comportamento antisindacale, punito dallo statuto dei lavoratori. Questa Rai - sottolineano - si conferma incapace di rispettare le regole. Il sindacato ha dato immediato mandato ai propri legali per predisporre ogni atto necessario per contestare la condotta della Rai nelle sedi opportune".