tizianocavigliablog
Nella tana del Sarlacc.

Dove andare in vacanza nel 2012 04.01.12

Tokyo

NatGeo, Lonely Planet e Fodor's hanno pochi dubbi al riguardo.
Le mete consigliate per il 2012 saranno Londra con i Giochi Olimpici e il sessantesimo anniversario della salita al trono della Regina Elisabetta, Cuba, Tokyo la capitale mondiale in cui si mangia meglio, Yeosu in Corea del sud e ancora Argentina, la Baia di Fundy in Nuova Scozia, Islanda, Sri Lanka, Azzorre e Normandia.

La guida per scattare splendide foto delle tue vacanze 23.08.11

I consigli del fotografo professionista Steve Davey per ottenere scatti indimenticabili dei vostri viaggi, ma non solo.

1. Non aspettare il bel tempo per fotografare;
2. Non posizionare il soggetto al centro dell'immagine;
3. Combina più soggetti per creare interesse;
4. Cerca un punto in alto per inquadrature emozionanti;
5. Cattura l'ambiente per raccontare lo stile di vita degli abitanti locali;
6. Sperimenta con la post-produzione.

Aperto i festivi 01.05.11

Quelli che un giorno di chiusura gli compromette il bilancio mi ricordano quei professori che per colpa di un ponte immancabilmente non sono riusciti a completare il programma.
La produttività non è solo una questione di ore lavoro, ma anche e soprattutto di ottimizzazione dei processi.

Le scuse festive alla propria incapacità gestionale lasciano spazio alla quotidianità delle perdite di tempo feriali.

Ad ogni modo, in linea di principio, sarei favorevole alle aperture continuate a partire da Natale, Pasqua e feste comandate.

Scoprire la Cina grazie al renminbi 05.01.11

Le tre gole e la banconota da 10 yuan

Sfruttare le raffigurazioni sulle banconote cinesi per scoprire e visitare il paese.
La Cina tra siti UNESCO e paesaggi iconici.

Le migliori destinazioni per le vostre vacanze nel 2011 29.12.10

La parte peruviana della foresta Amazzonica

Tre esperti di viaggio - Robert Reid di Lonely Planet, Pauline Frommer della Pauline Frommer's guidebooks e Martin Rapp di Altour - dicono la loro sulle mete imperdibili per le vostre vacanze nel 2011.

New York.
La città che non può mai mancare di essere visitata. Si segnala la High Line, il parco sospeso lungo l'Hudson, e per chi passa dalla Grande Mela in settembre una visita al memoriale dell'11 settembre che dovrebbe essere completato proprio per il decimo anniversario.

Nuova Zelanda.
Wellington, la piccola capitale più cool del mondo, e la coppa del mondo di rugby la rendono una meta irrinunciabile.

Amazzonia peruviana.
Iquitos, la più grande metropoli del pianeta non raggiungibile via terra è la base naturale per esplorare l'immensa foresta amazzonica.

Barcellona.
La Sagrada Familia, recentemente consacrata da Papa Benedetto XVI anche se ancora incompiuta, e la cucina tipica catalana la rendono una destinazione appetibile per tutti i palati.

Norvegia.
Dimenticatevi le grandi città. Concentratevi sulla natura e le esperienze estreme.

Albania.
Tutto il gusto del Mediterraneo senza la folla e a portata di tutte le tasche. La scelta ricade sull'ottoma città di Argirocastro, il cui centro storico è un patrimonio mondiale dell'UNESCO.

Giappone.
Se pensate che sia una meta troppo cara ricredetevi. Per vivere appieno lo spirito del Paese del Sol Levante vengono consigliate le minshuku, le pensioni tradizionali giapponesi.

Guatemala.
Un'alternativa attraente alle gettonate mete turistiche del centro America.

Bulgaria.
Dalle spiagge sul Mar Nero alle località sciistiche sui Carpazi. Meritano una visita l'antica capitale Veliko Tarnovo e la pittoresca città di Plovdiv che ospita antiche rovine romane.

La vacanza organizzata su Twitter 03.08.10

Twitchhiking è la crasi di Twitter e hitchhiking, ovvero autostop.

E' quanto ha messo in pratica Paul Smith, attraverso una singolare sfida.
Grazie al sostegno dei suoi follwer è riuscito ad organizzare una vacanza perfetta di trenta giorni in giro per il mondo praticamente a costo zero.

E' tempo di vacanze 21.08.08

Un viaggetto me lo farei volentieri.
Aspetta che ora cerco un'offerta low cost.

In vacanza come eremiti 07.08.08

Paradossalmente, l'associazione online=lavorare è molto più sentita da chi con Internet ci lavora solo incidentalmente, che dai professionisti del settore che ci passano tutta la giornata. Internet è percepita come un peso lavorativo da chi non la sa e/o non la desidera usare in modo sociale. Anche la penna e il telefono sono strumenti di lavoro, ma nessuno si sogna di bannare penne o telefoni dalle sue vacanze.

Via Maestrini per Caso.