tizianocavigliablog
Guardia di porta.

Think gay 30.10.14

Il coming out di Tim Cook è un pezzo di letteratura sui diritti civili e allo stesso tempo è l'espressione più pura di quell'ispirazione che determina il successo di Apple. Think different.

I don't consider myself an activist, but I realize how much I've benefited from the sacrifice of others. So if hearing that the CEO of Apple is gay can help someone struggling to come to terms with who he or she is, or bring comfort to anyone who feels alone, or inspire people to insist on their equality, then it's worth the trade-off with my own privacy.

I'll admit that this wasn't an easy choice. Privacy remains important to me, and I’d like to hold on to a small amount of it. I've made Apple my life's work, and I will continue to spend virtually all of my waking time focused on being the best CEO I can be. That's what our employees deserve--and our customers, developers, shareholders, and supplier partners deserve it, too. Part of social progress is understanding that a person is not defined only by one's sexuality, race, or gender. I'm an engineer, an uncle, a nature lover, a fitness nut, a son of the South, a sports fanatic, and many other things. I hope that people will respect my desire to focus on the things I'm best suited for and the work that brings me joy.

Tim Cook e i diritti civili 28.10.14

Il discorso di accettazione all'Alabama Academy of Honor di Tim Cook, CEO di Apple, incentrato sui diritti civili, uguaglianza e istruzione.

I tweet di Tim Cook 20.09.13

Il CEO di Apple ha aperto il suo account ufficiale su Twitter.

L'esperienza utente di Apple 13.02.13

Per anni l'industria PC è stata costituita da società che competevano su due cose: prezzi e specifiche. E quindi la gente diceva di solito "ho il drive più grande" oppure "ho il processore più veloce" oppure ancora "ho più megapixel".
La verità è che i clienti vogliono un'esperienza grandiosa, e vogliono la qualità. Desiderano che ogni volta che utilizzano il prodotto sia eccezionale. E con quei prodotti accade di rado. Sono trucchetti che le società tecnologiche inventano per sopperire alle lacune nell'esperienza utente; ecco perché parlano sempre di specifiche.

[...] l'esperienza utente è sempre più ampia di quello che può essere identificato da un semplice numero.

Tim Cook parlando di iPhone alla Goldman Sachs Technology and Internet Conference ha spiegato qual è il disegno dietro a ogni singolo prodotto e servizio immaginato a Cupertino.
Il core business di Apple è l'esperienza utente.

Il profilo di Tim Cook 26.08.11

Il suo carattere è riservato e non alza mai la voce. Questo non gli impedisce di essere piuttosto duro con i dipendenti. «L'ho visto fare a pezzi persone», racconta un manager che non vuole essere citato. «Ti fa le domande a cui sa che non sei in grado di rispondere, e va avanti così a lungo. Non è divertente». «Ti fa dieci domande», conferma Steve Doil, un impiegato che ha lavorato nel gruppo operativo di Cook. «Se rispondi bene, te ne fa altre dieci. Se fai questo per un anno, inizia a fartene nove. Rispondi sbagliato a una, e diventano 20 e poi 30».
E' uno stacanovista, fa una ragione d'orgoglio di essere il primo ad arrivare in ufficio e l'ultimo ad andarsene. Alla Ibm si è offerto di lavorare il giorno di Natale e quello di capodanno. Si nutre, raccontano i suoi collaboratori, di barrette energetiche. In ufficio pare abbia una foto di Bob Dylan e una di Bob Kennedy. Ma la sua vera passione sembra sia per il squadra di calcio degli Auburn Tigers, di cui conserva gadget e cimeli.

E' stato il deus ex machina di Steve Jobs sino a ieri.
Oggi Tim Cook è l'uomo giusto per guidare Apple potendo contare su professionisti e visionari del calibro di Jonathan Ive, Scott Forstall, Bob Mansfield, Philip Schiller e Jeff Williams.

Steve Jobs si dimette da CEO di Apple 25.08.11

To the Apple Board of Directors and the Apple Community:

I have always said if there ever came a day when I could no longer meet my duties and expectations as Apple’s CEO, I would be the first to let you know. Unfortunately, that day has come.

I hereby resign as CEO of Apple. I would like to serve, if the Board sees fit, as Chairman of the Board, director and Apple employee.

As far as my successor goes, I strongly recommend that we execute our succession plan and name Tim Cook as CEO of Apple.

I believe Apple's brightest and most innovative days are ahead of it. And I look forward to watching and contributing to its success in a new role.

I have made some of the best friends of my life at Apple, and I thank you all for the many years of being able to work alongside you.

Steve

Questa la lettera con cui Steve Jobs rassegna le sue dimissione da amministratore delegato di Apple, lasciando il posto all'ottimo Tim Cook.
Jobs resterà come presidente del consiglio di amministrazione.
Jeff Williams assumerà probabilmente l'incarico di direttore operativo.

Niente panico il passo indietro era previsto. Le sue condizioni di salute probabilmente non lasciavano spazio ad altre possibilità.
Lasciare ora significa far procedere Apple senza la figura ingombrante del suo creatore. Una scelta intelligente anche se triste.
Per gli investitori domani sarà un giorno in altalena, ma di una cosa si può essere certi Apple continuerà a innovare, a mantenere la sua leadership nei mercati di riferimento e a conservare tutto il suo fascino.

Tim Cook assicura che Apple non cambierà 25.08.11

La lettera ai dipendenti del nuovo CEO di Apple conferma la continuità della visione di Steve Jobs.

Team:

I am looking forward to the amazing opportunity of serving as CEO of the most innovative company in the world. Joining Apple was the best decision I've ever made and it's been the privilege of a lifetime to work for Apple and Steve for over 13 years. I share Steve's optimism for Apple's bright future.

Steve has been an incredible leader and mentor to me, as well as to the entire executive team and our amazing employees. We are really looking forward to Steve's ongoing guidance and inspiration as our Chairman.

I want you to be confident that Apple is not going to change. I cherish and celebrate Apple's unique principles and values. Steve built a company and culture that is unlike any other in the world and we are going to stay true to that-it is in our DNA. We are going to continue to make the best products in the world that delight our customers and make our employees incredibly proud of what they do.

I love Apple and I am looking forward to diving into my new role. All of the incredible support from the Board, the executive team and many of you has been inspiring. I am confident our best years lie ahead of us and that together we will continue to make Apple the magical place that it is.

Tim

Tim Cook al timone di Apple 27.01.11

Tim Cook, numero due a Cupertino, viene analizzato in un lungo articolo sul New York Times.
I nuovi problemi di salute di Steve Jobs lo hanno infatti rimesso al comando di Apple e con tutta probabilità sarà lui ad assumere in futuro l'incarico di CEO.

Non c'è dubbio che con lui alla guida ci saranno cambiamenti al numero uno di Infinite Loop ed è altresì vero che Tim Cook non ha la creatività di Jobs, ma Apple già abbonda di geni e creativi.
Cook sa cosa vuole e sa come ottenerlo. Questa è la sua forza, inoltre la sua devozione per Apple non ha limiti.

Tutti validi motivi per continuare a vedere un futuro radioso per la più iconica azienda di sogni tecnologici del mondo, sebbene privata del suo iLeader.

Inoltre è un ciclista.

Not more than five minutes into my initial interview with Steve, I wanted to throw caution to the wind and join Apple.

La malattia di Steve Jobs 17.01.11

Ad un anno e mezzo dal suo trapianto di fegato Steve Jobs si allontana nuovamente da Apple con una lettera ai dipendenti, lasciando la gestione all'ottimo numero due Tim Cook.

La notizia circolata oggi ha spaventato i mercati. Il tonfo di Apple a Francoforte lascia presagire un analogo risultato domani a Wall Street, chiusa oggi per il Giorno di Martin Luther King.
Jobs è infatti inscindibile da Apple agli occhi di clienti e investitori.
Gli analisti invitano tuttavia alla calma. Apple è infatti capace di badare a se stessa come ha saputo dimostrate negli ultimi anni di ripetute assenze per malattia dell'iCEO.

Secondo il New York Times la condizione di salute di Steve Jobs rispecchierebbe i normali alti e bassi di un paziente che ha subito un trapianto di fegato. Un augurio a restare tranquilli e a una pronta guarigione per Steve Jobs, sicuri che il suo ritorno lo vedrà al solito ancora più combattivo e pronto a stupire ancora il mondo.

Mr. Jobs suffers from immune system issues common with people who have received liver transplants and, as a result, his health suffers from frequent "ups and downs," according to a person with knowledge of the situation, who agreed to speak on condition of anonymity because he was not authorized to discuss it. In recent weeks, Mr. Jobs began a down cycle and slowed his activities at Apple, the person said. Mr. Jobs has been coming to the office about two days a week, and appeared increasingly emaciated, the person said. He frequently lunched in his office, rather than in the company cafeteria, the person said.

Tim Cook alla Bocconi 10.11.15

Descrizione della foto

Il CEO di Apple è intervenuto all'inaugurazione dell'anno accademico dell'università Bocconi, a Milano. "Le conoscenze che acquisirete vi permetteranno di creare un mondo migliore di quello che avete incontrato. Cambiatelo per migliorare la vita delle persone".

Il passo indietro di Steve Jobs 25.08.11

Steve Jobs

Steve Jobs si dimette da CEO di Apple, assumendo il ruolo di presidente. Lascia il posto a Tim Cook che già in passato aveva ricoperto l'incarico in sua assenza.

Fonte: TLUC Blog